Scrivici il tuo sogno ed invialo attraverso questo modulo.

Noi lo interpreteremo per te.

 

SOGNO DI MARCELLA

Mio nonno (paterno) si trovava su un letto con slip e canottiera e diceva a questa vicina di casa (Marcella) che aveva freddo, gli diceva inoltre di venire a cercarmi perché gli dovevo telefonare in quanto doveva dirmi una cosa molto importante, accanto il letto dove era mio nonno c’era seduta una donna di spalle e con il volto rivolto verso il basso, questa donna non si è fatta guardare in faccia da Marcella (la vicina di casa).

FRAMMENTAZIONE

Frame 1: Mio nonno si trovava su un letto con slip e canottiera e diceva a questa vicina di casa (Marcella) che aveva freddo, gli diceva inoltre di venire a cercarmi perché gli dovevo telefonare in quanto doveva dirmi una cosa molto importante.

Frame 2: accanto il letto dove era mio nonno c’era seduta una donna di spalle e con il volto rivolto verso il basso, questa donna non si è fatta guardare in faccia da Marcella (la vicina di casa).

TOPOI: nonno, letto, freddo, donna, volto.

 

POSSIBILE LETTURA

Cara Rita, il sogno che ci hai inviato, anche se in realtà è costituito da un’unica scena, può però essere suddiviso “narrativamente” in due frame. Nel primo frame tuo nonno è sul letto e indossa solo slip e canottiera e chiede alla tua vicina di casa Marcella, che si trova a lui vicino, di cercarti e rintracciarti affinché tu gli possa telefonare poiché deve comunicarti qualcosa di veramente importante.

Nel secondo frame emerge la presenza di una terza persona: una figura femminile seduta di spalle con il volto rivolto verso il basso.

Il primo simbolo che si presenta nel sogno è ovviamente quello personificato dal nonno defunto. Questa figura parentale rivela molteplici significati nella dinamica onirica; essa può essere, in prima istanza, messa in relazione all’affettività ed alla tenerezza, agli aspetti affettivi intesi nel senso più puro ed intimo. Più in generale, le figure anziane rappresentano punti di riferimento, tratti di unione e continuità relazionale nella vita familiare. I nonni rappresentano anche la saggezza, l’esperienza, l’equilibrio. Nel sogno, il nonno si trova nel letto, un ulteriore simbolo che ci conduce ad una dimensione d’intimità, all’interno dei sogni, il letto, rivela una molteplicità simbologica che è bene non trascurare: il letto simboleggia in senso generico il centro della vita: che si tratti di volta in volta del letto della nascita, del sonno, della malattia o della morte. Nei sogni, al letto possono attribuirsi interpretazioni i cui significati possono anche riguardare la salute ed il benessere, o stati di vulnerabilità.

Altro elemento simbologico degno di nota è costituito dalla sensazione di “freddo” che tuo nonno sembra provare, comunicando questa sensazione alla tua vicina di casa. Il freddo può in questo caso rappresentare uno stato di sofferenza o di mancanza e può essere interessante collegare il freddo con la stagione che tipicamente ne è caratterizzata: l’inverno, l’inverno a sua volta è legato simbologicamente alle cose che sono finite o stanno finendo, che hanno esaurito e stanno esaurendo la loro energia perché alla fine del ciclo della propria vita.

Infine, nel sogno che ci hai raccontato possiamo identificare due altri importanti elementi simbologici: una “donna” seduta di spalle e con il volto rivolto verso il basso e appunto il suo volto, che per la posizione tenuta dalla donna rimane invisibile per tutta la durata del sogno. In questo caso la donna risulta non identificabile, sconosciuta, ed il suo volto è rivolto verso il basso, la sua posizione ed il suo atteggiamento sembra esprimere rassegnazione, tristezza, incomunicabilità; tutto questo potrebbe forse essere messo in relazione con aspetti o con sentimenti latenti attribuibili al sognatore ma che rimangono a lui stesso sconosciuti, di difficile accesso o di difficile lettura (tristezza, rabbia, risentimento).

Per concludere sinteticamente su quanto emerso dall’analisi di questo sogno, l’elemento su cui ci sembra maggiormente importante focalizzare l’attenzione è la dialettica che si stabilisce tra la necessità di comunicazione espressa esplicitamente da tuo nonno alla tua vicina di casa ed un qualche tipo di ambivalenza comunicativa che viene ad essere simboleggiata dalla donna seduta di spalle vicino al letto. Sperando di esserti stati utili ti invitiamo a riflettere sugli elementi emersi dall’analisi del sogno inviatoci e a provare a dare una tua interpretazione su quanto di ciò che abbiamo scritto ti sembra maggiormente interessante e degno di approfondimento.

 

SOGNO DI CINZIA

“Buongiorno, mi sono appena svegliata di soprassalto da un sogno per me orribile, veramente orribile e nitido. Un uomo cinese di proposito spingeva, lasciandolo giù dalle scale, mio figlio di 10 anni. L’ho preso al volo tra le braccia, dopo due volteggi durante la caduta dove ha sbattuto la testa, ma era rigido con la bocca storta e rientrante, un occhio semiaperto, morto.

Altri particolari:

-eravamo in un aeroporto su una scala ampia, a rampe squadrate in alluminio

-c’era anche suo padre mio marito, noi avevamo capito di non seguire più il cinese e scappare scendendo le scale mentre mio figlio all’inizio saliva dietro di noi poi dietro nostro ordine ha iniziato a scendere per scappare ma all’ultimo trovandosi sopra di noi e sulla rampa del cinese gli è andato incontro giocosamente

-ho urlato il nome di mio figlio mentre veniva scaraventato giù

-mio figlio indossava la sua maglia gialla preferita.

Un senso di angoscia mi ha fatta svegliare. Sono andata subito a controllarlo, ora che sta dormendo, pensando stesse male, ma lo sento respirare tranquillamente.

Spero possiate interpretare quanto sognato, grazie Cinzia.”

 

FRAMMENTAZIONE

 Frame 1: Un uomo cinese di proposito spingeva, lasciandolo giù dalle scale, mio figlio di 10 anni.

 

Frame 2: L’ho preso al volo tra le braccia, dopo due volteggi durante la caduta dove ha sbattuto la testa, ma era rigido con la bocca storta e rientrante, un occhio semiaperto, morto.

 

TOPOI

uomo cinese, figlio, aggressione, morte

 

 POSSIBILE LETTURA

 Cara Cinzia,

nel tuo sogno sono identificabili due frame. Nel primo racconti di trovarti in aeroporto con tuo marito e tuo figlio di 10 anni. Questo luogo rivela al sognatore un approccio interiore che conduce a pianificare una nuova direzione di vita. Luogo di atterraggi e di partenze, incrocio di aeroplani, di persone in movimento, l’aeroporto nei sogni si lega alla dimensione dinamica delle infinite possibilità della vita: nuove strade, itinerari, scelte, possibilità.

Sognare l’aeroporto può considerarsi una sorta di riflessione sulle tante direzioni che si possono intraprendere, sul viaggiare che diviene desiderio di allontanarsi da una data situazione, o sull’ansia di distacco dal proprio quotidiano e dalle proprie abitudini.

Il significato dell’aeroporto nei sogni sarà allora legato alla necessità di dare un nuovo orientamento alla propria vita e comprendere qual’ è la direzione verso la quale si tende, o con quanta fretta e determinazione si stia cercando di rientrare nei ranghi.

Percorrere nei sogni le scale dell’aeroporto senza però prendere l’aereo, è ugualmente una situazione legata ad una volontà che non trova concretezza, al perdersi dietro a desideri che non si possono realizzare, all’incapacità o impossibilità di perseguire i propri obiettivi.

Assisti poi all’ aggressione di tuo figlio, da parte di una persona cinese, il che potrebbe segnalare che state passando un periodo non molto tranquillo, con molte preoccupazioni,  problemi  e conflitti.

E’ molto comune sognare il proprio figlio in situazioni difficili proprio per la paura di non poterlo proteggere o non potergli essere di conforto. Questo esprime un forte interesse per la vita dei propri figli e certe volte indica anche un forte legame, o al contrario, può indicare l’assenza di un genitore nella vita del proprio bambino. Inoltre, nel sogno un uomo straniero, qualsiasi sia la sua etnia, potrebbe rappresentare un elemento sconosciuto della tua psiche, qualcosa che viene dall’inconscio, la “terra straniera” per eccellenza. Lo straniero potrebbe del resto essere percepito come minaccia, farti sentire in pericolo: questo perché ciò che non conosciamo di noi ha spesso a che fare con sentimenti repressi o rimossi, e quando riemergono possono far paura, minare le nostre sicurezze.

La caduta, inoltre, rappresenta una perdita di equilibrio da parte dell’individuo. In questo caso un genitore può avere una preoccupazione particolare che riguarda il proprio figlio e vederlo cadere può indicare proprio il suo non essere più stabile con il suo “io interiore”.

Sognare un figlio in pericolo, allo stesso tempo, può indicare il nostro essere eccessivamente protettivi nei confronti della nostra prole. Spesso capita di essere un po‘ troppo eccessivi nel riguardare i propri figli e di avere molta paura che possa succedere qualcosa che un genitore non può controllare. Questo può spesso essere simbolo di una grande restrizione da parte di un genitore, specialmente per un figlio che sta iniziando ad acquisire una propria indipendenza.

Nel secondo frame prendi tuo figlio e lo stringi a te in un abbraccio, quello materno, che tipicamente si lega alla protezione e all’affetto più profondo e sincero, anche se poi ti accorgi essere morto.

Sognare la morte del proprio figlio rappresenta una paura molto forte da parte di un genitore. In questo caso, la morte assume il significato di un distacco dal proprio figlio. Molti genitori hanno paura di abbandonare i figli o di essere abbandonati; questo può anche indicare un rapporto poco forte tra i due. Altre volte un genitore può avere delle preoccupazioni riguardanti le scelte di vita del proprio figlio, che possono portare molte volte a conseguenze spiacevoli. Questo indica anche molte difficoltà nel distaccarsi dai propri figli, soffocandoli e dandogli poca indipendenza.

Per concludere, sperando di esserti stati utili, ti invitiamo a riflettere sugli elementi che ti abbiamo proposto, ricercando il tuo significato.

SOGNO DI FRANCESCA

Dormivo in macchina col mio fidanzato su una spiaggia, ma la spiaggia si trovava sotto casa mia, io mi andai a lavare e il mio fidanzato non volle salire su con me. Dopo un po’ arrivarono i miei genitori mio fratello e mia cognata e lui si mise a parlare con loro.

FRAMMENTAZIONE

Frame 1: Dormivo in macchina col mio fidanzato su una spiaggia, ma la spiaggia si trovava sotto casa mia

Frame 2: Io mi andai a lavare e il mio fidanzato non volle salire su con me

Frame 3: Dopo un po’ arrivarono i miei genitori mio fratello e mia cognata e lui si mise a parlare con loro

TOPOI

macchina, fidanzato, spiaggia, lavare, genitori

POSSIBILE LETTURA

Cara Francesca,

nel sogno che ci hai inviato sono identificabili tre frame. Nel primo la scena si svolge in spiaggia, luogo che, nei sogni come nella realtà, è una linea di confine che separa due elementi archetipici: la terra ed il mare.

Una zona cuscinetto dove i significati simbolici dell’uno e dell’altro si abbracciano e si intersecano, offrendo al sognatore la visione del proprio mondo emotivo ed inconscio e la percezione dell’influenza che questo può avere sulla propria vita e le proprie relazioni. Perciò da una parte la spiaggia nei sogni è legata alla terra che si connette al conscio, alla concretezza della realtà, alla razionalità e alla capacità di vivere in mezzo agli altri, e dall’altra la spiaggia è legata al mare, al mondo dei sentimenti, delle emozioni, dell’inconscio, all’ombra dei sé rinnegati che risalgono per reclamare uno spazio ed offrire possibilità rimaste latenti.

Si può pensare alla spiaggia nei sogni come luogo simbolico in cui raccogliere informazioni su di sé.

La spiaggia, quindi, rappresenta il territorio delle possibilità e delle scoperte, ma pure lo specchio delle proprie attitudini e del proprio modo di affrontare le novità o farsene spaventare, di confrontarsi con l’incognita del futuro o fuggire una possibile alternativa al solito percorso.

In questo luogo, ti vedi in auto a dormire con il tuo fidanzato. Sognare il proprio compagno/a è una cosa piuttosto comune e normale, poiché sono persone che troviamo nel nostro quotidiano e che assumo un ruolo affettivo rilevante nella nostra vita. Li sogniamo perché ci mancano, o magari perché abbiamo avuto una discussione. Il significato dipende dalle sensazioni positive o negative che ti ha suscitato.

Sognare di vedersi dormire può stare a significare che non abbiamo una reale percezione della nostra vita, viviamo in un modo che sentiamo  non ci appartenga davvero e ciò potrebbe darci l’idea di vivere distaccati da ciò che in effetti facciamo tutti i giorni, da quello che il nostro spirito vorrebbe fare realmente.

Inoltre, l’automobile così come un vestito indossato, può rispecchiare la nostra personalità ed il modo in cui procediamo nel percorso della vita. L’automobile può riferirsi anche al proprio partner e genericamente si può affermare che c’è una stretta correlazione tra l’automobile e l’energia vitale del sognatore espressa nel mondo.

Nel secondo frame la scena si sposta in casa tua dove tu vai a lavarti. sognare di lavarsi rimanda a significati legati al simbolismo dell’acqua e della schiuma, ad un potere rigenerante, rivitalizzante, alla sporcizia e alle impurità che possono affiorare. ll significato di lavare nei sogni va collegato quindi al bisogno di “ripulire”, ovvero cambiare, modificare una situazione, oppure di “risciacquare”, cioè cambiare i presupposti, rinnovare, vedere le cose sotto punti di vista diversi.

 

Tutte le fasi del lavare o del lavarsi nei sogni possono fare riferimento alla realtà interiore ed esteriore del sognatore: un bisogno di crescita e cambiamento, di maturazione, di rinnovamento, una necessità di lasciar andare il passato o le cose inutili e dannose, ostili, fastidiose che condiscono il quotidiano o i rapporti più intimi.

Nell’ultimo frame entra in scena la tua famiglia. Sognare la propria famiglia è una cosa molto frequente poiché rappresenta il nucleo in cui siamo cresciuti e che ci ha fornito calore, protezione ed amore, ma che ci ha anche forgiato ed in cui siamo entrati in contatto con regole, valori e convincimenti che, seppure non esplicitati, abbiamo introiettato. Di conseguenza i componenti della famiglia hanno inciso profondamente in noi, e da adulti, anche quando sentiamo rifiuto o voglia di tagliare i ponti, continuano a condizionarci più di quello che vorremmo. Sogni in cui compare tutto il nucleo familiare possono, infatti, mostrare il bisogno di calore e unione o il rimpianto per l’infanzia, per i tempi in cui ci si sentiva coccolati, accolti ed accuditi, ma possono, al contrario, evidenziare un’insofferenza nei confronti di questi legami, una situazione irrisolta o relativa ad eredità ed interessi finanziari, a vecchi rancori, gelosie, conflitti, dispute.

E’ molto importante quindi rilevare le emozioni che la visione dei propri parenti provoca nei sogni, perché queste forniranno la chiave di lettura più appropriata, dato che nei sogni è molto facile si riflettano le stesse dinamiche ed emozioni che sono presenti anche nella realtà del sognatore.

I sogni allora divengono elaborazione di sentimenti o conflitti attivi, oppure suggerimento di comportamenti alternativi da sperimentare nelle situazioni che provocano disagio.

Per concludere, sperando di esserti stati utili, ti invitiamo a riflettere sugli spunti di riflessione proposti e di ricercare il tuo significato.

SOGNO DI MARIA GRAZIA

Nel sogno ho visto me stessa addormentata su una sedia in sala d’attesa in ospedale, con le mani chiuse a pugno sul viso e su entrambe le guance dei lividi, come se fossimo in due corpi separati ma la stessa persona; nel sogno ero consapevole di tutto ciò e cercavo di svegliare l’altra me premendola in faccia, alla fine dopo svariati tentativi sono riuscita a svegliarla.

TOPOI

-dormire

-sedia

-ospedale

-lividi

-vedere sè stessi nel sogno

FRAMMENTAZIONE

FRAME 1: Nel sogno ho visto me stessa addormentata su una sedia in sala d’attesa in ospedale, con le mani chiuse a pugno sul viso e su entrambe le guance dei lividi, come se fossimo in due corpi separati ma la stessa persona.

 

FRAME 2: Nel sogno ho visto me stessa addormentata su una sedia in sala d’attesa in ospedale, con le mani chiuse a pugno sul viso e su entrambe le guance dei lividi, come se fossimo in due corpi separati ma la stessa persona.

 

POSSIBILE LETTURA

Cara Maria Grazia, nel linguaggio onirico l’ospedale simboleggia la malattia e la sofferenza, che può riguardare sia la dimensione fisica che psichica.

In alcuni casi l’ospedale sottintende il desiderio inconfessato ma intenso che gli altri combattano al posto nostro perché il senso di affaticamento è diventato troppo da sopportare. Sognare di dormire può far riferimento alla necessità di riposare perchè magari si sta attraversando un periodo molto stressante, pieno di difficoltà. Il livido è il segnale di un piccolo o grande trauma subito, simboleggia qualcosa che ci ha ferito, qualcosa che ci ha fatto male a livello fisico oppure emotivo.  E’ possibile che in questo momento della tua vita tu ti senta molto affaticata e indebolita, e che ci sia qualcosa che ti preoccupa e ti ferisce, in modo cosciente o meno, dal quale ti senti sopraffatta o minacciata.

Il fatto che tu sia come sdoppiata nel sogno può voler significare che senti, per adesso, il bisogno di mantenere una certa distanza da quello che ti preoccupa.

In conclusione, sperando di esserti stati utili, ti invitiamo a riflettere su quanto emerso, in particolare se stai vivendo delle difficoltà il cui significato potrebbe essere approfondito.

 

 

 

SOGNO DI SANDRA

Buonasera avrei bisogno di fare interpretare un sogno per me molto importante ho sognato mio papà che e morto 52 anni fa io ne avevo solo 4 lui era nella bara aperta io ci parlavo e a un certo punto ha sbadigliato e si è stirato poi tutto un tratto era su una sedi che vomitava io cercavo di chiamare il 118 ma non rispondeva nessuno e mi sono svegliata con me c’erano altre due persone ma non so chi era grazie ancora a presto Sandra.

FRAMMENTAZIONE

TOPOI

-Padre

-bara

-sedia

-vomitare

-chiedere soccorso ma non ricevere risposta

 

FRAME 1: Buonasera avrei bisogno di fare interpretare un sogno per me molto importante ho sognato mio papà che e morto 52 anni fa io ne avevo solo 4 lui era nella bara aperta io ci parlavo e a un certo punto ha sbadigliato e si è stirato.

 

FRAME 2: poi tutto un tratto era su una sedia che vomitava io cercavo di chiamare il 118 ma non rispondeva nessuno.

 

FRAME 3:  mi sono svegliata con me c’erano altre due persone ma non so chi era grazie ancora a presto sandra.

 

POSSIBILE LETTURA

Cara Sandra, sognare di parlare con una persona defunta può nascere dal desiderio di ristabilire una comunicazione con lei, di poterle ancora parlare. Sognare il padre defunto può indicare il tuo bisogno di sentirlo ancora vicino e di poter godere della sua guida e protezione.

La bara nel linguaggio onirico è simbolo di separazione, di rottura, della fine di qualcosa.

Il fatto che hai sognato tuo padre vivo ma che si trova dentro una bara può significare che la sua assenza non sia stata ancora completamente accettata e che forse senti ancora molto la sua mancanza. Nel terzo frame tuo padre cambia posizione, dalla bara si è spostato su una sedia che nei sogni mette in evidenza aspetti di autorità, potere e importanza. L’atto di vomitare invece è un’immagine che rimanda ad un’azione liberatoria: ciò che provoca malessere viene espulso e liberto attraverso l’azione del vomito. In questo caso, sognare il padre che vomita può voler significare che il padre stesso è il centro di una questione importante che vuole emergere dall’inconscio per essere presa in considerazione. Nel sogno telefonare al 118 potrebbe esprimere il tuo bisogno di aiuto per affrontare eventuali problematiche non elaborate con la figura paterna, che fino ad ora non sono state considerate. In conclusione, ti invitiamo a provare a leggere dentro di te, andando ad esplorare se c’è qualcosa di irrisolto riguardo a tuo padre.

 

 

 

 

 

SOGNO DI GENNARO

Ho sognato di essere nel mio letto, all’improvviso un lampo di luce bianca fortissimo e riesco a vedere fuori dalla finestra altre persone mai viste prima tutte che si affacciano. All’improvviso sento come se i miei occhi cercassero di cambiare immagine un po’ come quando si cambia pagina su internet e vedo tutte queste immagini sfocate di persone o cose come se fossero criptate. Ritrovandomi infine a guardare una specie di videogame.

FRAMMENTAZIONE

Frame 1: Ho sognato di essere nel mio letto, all’improvviso un lampo di luce bianca fortissimo e riesco a vedere fuori dalla finestra altre persone mai viste prima tutte che si affacciano.

Frame 2: All’improvviso sento come se i miei occhi cercassero di cambiare immagine un po’ come quando si cambia pagina su internet e vedo tutte queste immagini sfocate di persone o cose come se fossero criptate. Ritrovandomi infine a guardare una specie di videogame.

Topoi letto, lampo di luce, occhi, immagini criptate

POSSIBILE LETTURA

Caro Gennaro,

nel sogno che ci hai inviato sono identificabili due frame. Nel primo ti trovi nel tuo letto, il quale rappresenta il centro della vita in generale, può essere il letto della nascita, del recupero, del sonno, della vita sessuale e della morte. Il letto, inoltre, riveste un significato di unione di corpo e anima del sognatore. Rappresenta tutto ciò che assume una parvenza di stabilità nella trama della vita. Un lampo di luce bianca, all’improvviso, rompe la tranquillità. Il lampo, in senso figurato, indica un’apertura della coscienza, un’intuizione. La luce è una frontiera, un passaggio tra l’invisibile e il visibile, tra l’incomprensione e la comprensione, mentre il buio raffigura tutto ciò che si dirige verso una realtà sottesa, ovvero la luce, tutto ciò che è visibile e realizzabile. Per tali motivi, nei sogni, la luce è espressione di gioia, di superamento di un problema, di risoluzione di una situazione difficile. E’ un importante simbolo che può essere interpretato come l’indicazione ad avere una maggiore consapevolezza di sé stessi e del mondo che ci circonda.

Vedi poi delle persone sconosciute attraverso la finestra che si affacciano a guardarti. La finestra, a livello onirico, rappresenta un filtro tra noi e gli altri. Come la finestra reale che lascia filtrare luce ed aria e consente la visione del mondo fuori di casa, così la finestra dei sogni si caratterizza come possibile “apertura” e disponibilità a volgersi verso l’esterno.

E’ una breccia che indica un interesse, una predisposizione, una volontà di contatto con quanto è fuori dalla zona personale ed intima del sognatore. E’ il simbolo dello spazio che, nella costruzione della nostra personalità (che spesso in sogno viene rappresentata dalla casa), noi riserviamo al “fuori”.

Mentre scorgere qualcuno all’esterno che sbircia dalla finestra dentro casa fa pensare alla necessità di vedere con chiarezza quanto sta accadendo dentro di se’, un bisogno di auto conoscenza, un tentativo di comprendere la verità.

Nel secondo frame, poi, questa visione sembra diventare insostenibile, tanto che i tuoi occhi cercano di “cambiare canale”, fino a che queste figure ti appaiono criptate, quindi di difficile comprensione.

Questo potrebbe significare che non riesci ancora ad entrare in contatto con alcune parti di te, che ancora ti appaiono incomprensibili o che non riesci ad affrontare, forse per paura.

Racconti, infine, di ritrovarti a guardare un videogioco, il che potrebbe indicare la presenza di un bisogno di sentirsi  liberi e di indossare nuove vesti.

Infatti, il sognatore che si immedesima nel personaggio di un videogame è affascinato dall’idea di avere un altro ruolo ed un’altra identità e la vita virtuale gli appare più intraprendente ed emozionante.

Per concludere, sperando si esserti stati utili, ti invitiamo a ricercare il tuo significato sulla base degli elementi che ti abbiamo fornito e del tuo vissuto personale.

 

 

 

SOGNO DI BENKA

“ho sognato di essere in macchina e che qualcuno tentava di entrare per derubarmi, e dietro di me c’era un amico in macchina al quale chiedevo aiuto ma lui diceva che non poteva aiutarmi perché il ladro era troppo forte, anche se il ladro in realtà era magrolino ed il mio amico più robusto, e gridavo e volevo picchiarlo perché non mi aiutava”

 

FRAMMENTAZIONE

Frame 1: ho sognato di essere in macchina e che qualcuno tentava di entrare per derubarmi, e dietro di me c’era un amico in macchina al quale chiedevo aiuto ma lui diceva che non poteva aiutarmi perché il ladro era troppo forte, anche se il ladro in realtà era magrolino ed il mio amico più robusto, e gridavo e volevo picchiarlo perché non mi aiutava

 

Topoi: ladro, amico, macchina, richiesta d’aiuto

 

POSSIBILE LETTURA

Caro/a Benka,

nel sogno che ci hai inviato è identificabile un unico frame. Sognare di essere derubati è molto frequente, i ladri nei sogni rappresentano un’intrusione nello spazio personale potenzialmente dannosa e destabilizzante. Sono legati a persone o situazioni del quotidiano oppure a emozioni e contenuti passati categorizzati come pericolosi che rappresentano una minaccia reale o temuta, una frustrazione o il timore di perdere qualcuno o qualcosa; per questo provocano sensazioni molto forti. Inoltre, il luogo in cui avviene il furto è la tua auto che, un po’ come la casa o la borsa, rappresenta una parte di noi stessi; questo potrebbe costituire uno spunto per riflettere su ciò che consideri disturbante ed invadente nella tua vita.

Oltretutto, emerge l’angoscia e la rabbia data dal fatto che chiedi aiuto al tuo amico ma lui te lo nega dicendoti che è impotente di fronte alla prestanza fisica del ladro, anche se per te è l’opposto. Gli amici costituiscono un tesoro, come recita il proverbio, perché ci sostengono nelle situazioni positive, ma anche nelle avversità; i rapporti d’amicizia sono solitamente caratterizzati da intesa reciproca, rispetto, condivisione di interessi e complicità. Capita spesso di sognare gli amici, essi rappresentano una sorta di alter ego e potrebbero indicare che alcune parti nascoste e rifiutate di noi stessi stanno per riemergere. Tuttavia, la loro presenza è confortante e potrebbe significare che siamo pronti a riappropriarci di questi aspetti dimenticati. Un altro possibile significato, invece, riguarda il bisogno di essere sostenuti e protetti. In questo caso, il fatto di non ricevere aiuto da una figura che invece dovrebbe starci vicino, potrebbe mettere in luce una vulnerabilità a chiedere aiuto che potrebbe essersi manifestata nella realtà, di cui ancora non avevi preso consapevolezza. A ciò potrebbe essere accompagnata anche una sensazione d’impotenza visto che nessuno  viene in tuo soccorso. Il sogno, dunque, potrebbe essere un’occasione per riflettere sulla tua tendenza a chiedere aiuto oppure a cavartela da sola in una situazione di difficoltà.

Concludendo, speriamo di esserti stati utili e ti invitiamo a prendere in considerazione i vari significati emersi dal sogno e a trovare quello che ritieni più adatto a te.

 

SOGNO DI DANIEL

Mi trovavo con alcuni amici in campagna, camminando ci imbattiamo in un gruppo di persone che stanno potando degli arbusti e piccoli alberi non troppo belli. A quel punto, vedendo ciò, afferro un loro arnese che usano per tagliare queste piante, che poi mi rendo conto essere una piccola katana, e li minaccio di smetterla, tendendo la katana fino al collo di uno di loro, dicendogli che odio che si taglino gli alberi. Loro mi rassicurano e io abbasso l’arma, poi non so se l’albero verrà tagliato o meno. Poi il luogo si trasforma in un boschetto dove tra gli arbusti si trovano facilmente vecchi motorini Ciao e vespe abbandonati, cosa che prendo come una piacevole sorpresa e mi ripropongono di tornare a prenderne alcuni e di portarli a casa. Poi sempre con qualche amico, ci ritroviamo a dover superare ciò che una volta era stato un muro molto alto e che adesso non era altro che un mucchio di macerie che superiamo senza fatica. Dall’altra parte ci sono quattro o cinque cumuli di immondizia che dobbiamo superare, alti circa tre metri, di colore arancione, per terra è sporco e io sono a piedi nudi. Tra i cumuli però ci sono dei passaggi dove si può camminare senza sporcarsi. Mi avvio verso i passaggi puliti, poi invece mi metto a nuotare a circa un metro da terra, ridendo con le persone che erano con me, come a dire loro che ero stato furbo a volare e non a camminare! Passati facilmente i cumuli, il mio voli accelera velocissimo fra l’erba e la campagna, come se venisse risucchiato, io mi giro su me stesso sempre in volo, sempre nel verde e nell’oro del sole, felice.

FRAMMENTAZIONE

Frame 1: Mi trovavo con alcuni amici in campagna, camminando ci imbattiamo in un gruppo di persone che stanno potando degli arbusti e piccoli alberi non troppo belli. A quel punto, vedendo ciò, afferro un loro arnese che usano per tagliare queste piante, che poi mi rendo conto essere una piccola katana, e li minaccio di smetterla, tendendo la katana fino al collo di uno di loro, dicendogli che odio che si taglino gli alberi. Loro mi rassicurano e io abbasso l’arma, poi non so se l’albero verrà tagliato o meno.

Frame 2: Poi il luogo si trasforma in un boschetto dove tra gli arbusti si trovano facilmente vecchi motorini Ciao e vespe abbandonati, cosa che prendo come una piacevole sorpresa e mi ripropongono di tornare a prenderne alcuni e di portarli a casa.

Frame 3: Poi sempre con qualche amico, ci ritroviamo a dover superare ciò che una volta era stato un muro molto alto e che adesso non era altro che un mucchio di macerie che superiamo senza fatica. Dall’altra parte ci sono quattro o cinque cumuli di immondizia che dobbiamo superare, alti circa tre metri, di colore arancione, per terra è sporco e io sono a piedi nudi. Tra i cumuli però ci sono dei passaggi dove si può camminare senza sporcarsi. Mi avvio verso i passaggi puliti, poi invece mi metto a nuotare a circa un metro da terra, ridendo con le persone che erano con me, come a dire loro che ero stato furbo a volare e non a camminare!

Frame 4: Passati facilmente i cumuli, il mio voli accelera velocissimo fra l’erba e la campagna, come se venisse risucchiato, io mi giro su me stesso sempre in volo, sempre nel verde e nell’oro del sole, felice.

Topoi: amici, campagna, potare, katana, boschetto, muro, immondizia, volare

 

POSSIBILE LETTURA

Caro Daniel,

nel sogno che ci hai inviato sono presenti 4 frame. Nel primo la scena si svolge in campagna e tu ti trovi a camminare con degli amici. La campagna potrebbe rappresentare un tuo bisogno di rimanere solo, ma anche un momento felice e tranquillo poiché ti trovi con i tuoi amici che rappresentano i lati positivi della propria personalità, che ci aiutano a superare i momenti difficili della vita. Compaiono però delle persone che disturbano la quiete, potando degli alberi. Questi ultimi sono il simbolo della forza vitale, radicati nella terra ma rivolti con i loro rami verso il cielo, sono come l’uomo stesso, un’immagine dell’essenza dei due mondi e della creatura che concilia l’alto con il basso. Questi alberi vengono potati e quest’azione viene da te percepita come un’aggressione, una minaccia alla tua persona che ti porta a reagire con aggressività per difendere gli alberi, o forse te stesso. A questo punto brandisci una katana, una spada giapponese usata dai samurai per il combattimento, la quale possiede un duplice significato: da una parte assume una valenza positiva e difensiva, richiamando il senso della giustizia e dell’ideale; dall’altra ha una valenza negativa e distruttiva, che si ricollega all’aggressività ingiustificata. Con quest’arma minacci uno di loro, puntandola al suo collo, il quale indica il canale in cui scorrono le energie che dal cervello si dipartono fluendo in tutto il corpo. Nel collo, tutta l’energia manifesta la sua forza energetica e la bellezza della vita.

Nel secondo frame la scena si sposta in un boschetto che simboleggia la conoscenza misteriosa, la protezione, e rappresenta un mezzo rigenerativo. In questo luogo ti senti sereno e vedi nuove opportunità positive per te. Infatti i veicoli rappresentano un’immagine di sé e informano chi sogna sui problemi inerenti alla crescita e all’evoluzione personale, che porta a prendere coscienza delle proprie motivazioni ed emozioni.

Nel terzo frame ti ritrovi con i tuoi amici a dover superare degli ostacoli. Inizialmente un muro molto alto che adesso è ridotto a un cumulo di macerie che può essere superato senza difficoltà. Il muro evoca l’immagine di uno spazio da proteggere, delinea i limiti, indica di rispettare ciò che sta al suo interno, ossia un luogo intimo, segreto e sacro. L’isolamento da una parte da sicurezza, ma dall’altra può provocare una frustrazione soffocante. Il fatto di vederlo distrutto e superarlo facilmente, perciò, può essere letto in due modi: come invasione degli spazi personali, poiché privo di difese; o come liberazione dalla frustrazione. Dopodiché ti ritrovi di fronte a dei cumuli di immondizia che di per sé indica qualcosa di sporco e negativo, che potrebbero rappresentare elementi delle tua personalità, o  persone e situazioni della tua vita che consideri nocivi. Tu ti trovi a piedi nudi, quindi esposto e vulnerabile a questi ostacoli. Improvvisamente cominci a nuotare tra i cumuli, ma in realtà stai volando. L’azione di nuotare indica reagire e passare all’azione volontariamente per superare se stessi, significa affrontare i propri timori, i momenti di vuoto o i propri limiti. Allo stesso modo l’azione del volare ha il significato di superamento di se stessi, controllo e risoluzione dei propri conflitti e riuscire con serenità nei propri obiettivi.

Nell’ultimo frame l’azione del volare diventa velocissima e, spinto da forze considerevoli, voli felice, dato il superamento degli ostacoli.

Il filo conduttore del sogno sembra essere il collegamento tra cielo e terra, infatti l’albero, il bosco e il muro sono tutti simboli che richiamano questo legame. Nel sogno, dopo il superamento degli ostacoli terreni ti sollevi in volo verso il cielo, e questo potrebbe indicare che tu sia proiettato con fiducia e speranza verso il futuro.

In conclusione, sperando di esserti stati utili, ti invitiamo a riflettere sugli aspetti che sono emersi e a ricercare il tuo significato personale.

 

 

 

Sogno di Carloantonio

Ero nella mia vecchia scuola superiore, sono passati 20 anni, ero al piano terra e per scendere al -1 dovevo passare da un’ultima aula dove, per scendere, dovevo salire arrampicandomi su una costruzione di metallo, salire fino in cima per poter scendere fino dall’altra parte. Mi sono svegliato quando sono arrivato su, eravamo molto in alto; ero in compagnia di un amico che è rimasto sempre dietro di me, lo sentivo ma non l’ho mai visto. Né ho riconosciuto la sua voce.

Frammentazione

Frame 1

Ero nella mia vecchia scuola superiore, sono passati 20 anni, ero al piano terra e per scendere al -1 dovevo passare da un’ultima aula dove, per scendere dovevo salire arrampicandomi su una costruzione di metallo, salire fino in cima per poter scendere fino dall’altra parte.

 

Frame 2

Mi sono svegliato quando sono arrivato su, eravamo molto in alto; ero in compagnia di un amico che è rimasto sempre dietro di me, lo sentivo ma non l’ho mai visto. Né ho riconosciuto la sua voce.

Topoi: scuola superiore, salita e discesa, altezza, sommità, amico.

 

Possibile interpretazione

Caro Carlantonio,

dal punto di vista della simbologia onirica, la scuola indica la risposta ai propri problemi attuali ed è un elemento che si collega a tutto ciò che deve essere compreso e acquisito, al fine di raggiungere benessere e vivere in maniera equilibrata . Un altro elemento significativo è rappresentato dal piano interrato che rimanda alla “cantina”, concetto legato all’amore ma anche alla donna, la quale rappresenta l’oggetto stesso dell’amore. Nel primo frame la volontà di raggiungere il sotterraneo la costringe ad arrampicarsi fino in cima ad una costruzione per poi scendere dall’altro lato: questo percorso contorto e complesso sembra indicare che per poter raggiungere la meta con successo è necessario affrontare diverse difficoltà e ostacoli; tuttavia il percorso in salita sembra essere presagio di un miglioramento di vita.

Nel secondo frame un elemento significativo è l’amico, di cui percepisce la presenza senza però di fatto vederlo; l’amico rappresenta un lato positivo della nostra personalità che si rivela un utile risorsa per poter superare le sfide quotidiane. Nell’immagine descritta la presenza di questa figura sembra essere funzionale e supportiva: ponendosi dietro di lei le dà la forza per procedere senza essere d’intralcio, lasciando a lei la scelta del percorso da seguire per arrivare in cima. Nonostante il punto d’arrivo fosse il piano interrato, il sogno si conclude nel momento in cui lei ha raggiunto la sommità della costruzione: sembra che il cammino sia terminato e la meta definitivamente raggiunta in quanto la cima della costruzione può rappresentare la sfera delle nostre aspirazioni e la conquista di un bene materiale, spirituale o appartenente alla sfera affettiva.

Il generale il sogno sembra indicare un percorso di ascesa verso una condizione di vita migliore, tuttavia, è opportuno comprendere come poter raggiungere al meglio i propri obiettivi e quali risorse interne mobilitare. L’amico (che non è visibile ma di cui è possibile percepire la presenza) potrebbe richiamare quindi aspetti del nostro sé che non sono ancora del tutto compresi e accettati ma che necessitano di emergere per superare ostacoli e difficoltà, trovando le energie per poter continuare ad arrampicarsi senza desistere.

 

 

 

Sogno di Jessica

Stanotte ho sognato la mia migliore amica, da tanti anni ormai e che vedo quasi tutti i giorni, che mi aveva preso a mia insaputa un mio anello. È un anello che effettivamente ho appena comprato che ha una pietra blu. Nel mio sogno lei se ne era impossessata e lo aveva rivenduto ad una vecchietta (ingannandola) vendendolo ad una cifra come se fosse vero, per poi dividere la somma con me. Ed io nel sogno ero molto contenta poi della sua vendita.

Frammentazione

Frame 1: Stanotte ho sognato la mia migliore amica, da tanti anni ormai e che vedo quasi tutti i giorni, che mi aveva preso a mia insaputa un mio anello. È un anello che effettivamente ho appena comprato che ha una pietra blu.

Frame 2: Nel mio sogno lei se ne era impossessata e lo aveva rivenduto ad una vecchietta (ingannandola) vendendolo ad una cifra come se fosse vero, per poi dividere la somma con me. Ed io nel sogno ero molto contenta poi della sua vendita.

Topoi: amica, anello, pietra blu, vendita, inganno, anziana signora, condivisione, felicità.

Possibile interpretazione:

Dal punto di vista della simbologia onirica, l’anello richiama i concetti di eternità (a causa della sua forma circolare, che non ha né un inizio, né una fine) e di riconoscimento (gli anelli araldici avevano la funzione di autenticare i documenti e di sancire le proprietà). Il colore blu della pietra incastonata nell’anello inoltre rimanda all’introspezione e al contatto con il proprio mondo inconscio e con un qualcosa che ci caratterizza, ma di cui non siamo pienamente consapevoli. Il colore blu inoltre sembra legarsi anche agli aspetti di unione e legame affettuoso. L’immagine dell’amico invece si associa al concetto di inganno e discordia (elementi che sono caratteristici del primo frame); nel sogno non è presente una vera e propria situazione di tensione e litigio con la propria amica ma sembra emergere la tematica dell’inganno, in quanto essa si è appropriata illecitamente di un qualcosa che le appartiene. Da ultimo l’immagine della “vecchietta” rimanda al concetto di Senex, una persona anziana che detiene saggezza e molta esperienza.

L’atto compiuto dall’amica sembra essere percepito come un inganno, una vera e propria violazione dei propri spazi e del proprio sé. L’anello, tuttavia, viene descritto come un oggetto che non detiene un grande valore, ma questo potrebbe indicare, da parte sua, la mancanza di consapevolezza circa il reale valore di esso. L’anello infatti potrebbe rappresentare una parte di sé o un tratto di personalità che lei non valorizza appieno, ma che in realtà riveste una grande importanza e potrebbe, se opportunamente sfruttato, rivelarsi una grande risorsa. Sembra emergere un certo conflitto, che si traduce nel contrasto tra l’inganno presente nel primo frame e lo stato d’animo associato al momento in cui la sua amica decide di dividere con lei la somma ricavata dalla vendita dell’anello. Il reale valore di questo oggetto sembra venir pienamente compreso solo nel momento in cui la sua amica riesce a venderlo a caro prezzo, oltretutto ad una persona anziana, la quale come espresso precedentemente, nella simbologia onirica rimanda ai concetti di saggezza e conoscenza (un personaggio non facile da ingannare). Il sogno si conclude e si risolve con la manifestazione  di intensa felicità, la quale è dovuta proprio  alla vendita dell’oggetto in questione, il quale ha portato beneficio all’amica ma soprattutto a lei stessa. A questo punto sembra che il risvolto positivo abbia cancellato la memoria del torto subito, come se nella sua vita lei riuscisse facilmente a passar sopra agli accadimenti che l’hanno ferita, oppure come se non valutasse adeguatamente un aspetto di sé fino al momento in cui esso non viene rivalutato da un’altra persona. La ferita dovuta all’atto dell’amica sembra risolversi in fretta, in quanto lei sembra essere consapevole che la parte di sé che è stata violata non abbia importanza e sia di poco valore.

In conclusione la inviterei quindi a riflettere sulla presenza di tratti della sua personalità che vengono da lei sotto-stimati e poco valorizzati; queste sue caratteristiche, se opportunamente sviluppate, potrebbero condurla ad un miglioramento nella relazione con gli altri, ma anche al raggiungimento dei propri obiettivi e del benessere personale.

 

 

 

Sogno di Francesca

Sogno un mio amico in contesti amorosi, siamo in buoni rapporti di amicizia.

Possibile interpretazione

Il fatto di sognare un amico “in contesti amorosi” potrebbe rimandare a tre possibili ipotesi: innanzitutto, potrebbe semplicemente indicare il desiderio o la necessità di sentire la vicinanza e il sostegno da parte dei propri amici, in un momento della vita che potrebbe essere caratterizzato da difficoltà e preoccupazioni; in questo caso un amico potrebbe essere visto come punto di riferimento o ancora di salvezza, un aiuto su cui poter fare affidamento.

Successivamente, sognare un amico in ambito amoroso potrebbe anche rappresentare la volontà di trasformare il vostro rapporto di amicizia in qualcosa di più intimo e profondo, un desiderio che potrebbe essere ancora non del tutto consapevole e che avrebbe raggiunto la vita onirica prima di quella reale.

Infine, talvolta, sognare un’altra persona potrebbe indicare parti della propria personalità: il fatto di sognare un amico, con cui è in buoni rapporti di amicizia, in ambito amoroso, potrebbe simboleggiare il desiderio di assimilare nella propria personalità alcuni aspetti che ammira del proprio amico, facendoli propri.

L’invito che possiamo rivolgerle è quello di riflettere sulla propria situazione attuale e cercare di far luce sui sentimenti e sui pensieri riguardanti l’amicizia con questa persona.

 

Sogno di Maria

Passavo sotto casa di mia suocera defunta, lei era di spalle con uno zainetto dietro le spalle ed una camicia da notte. Lavava le scale di casa. Ad un certo punto me la vedo per strada vestita da uomo accanto a me, mi dice che voleva andare in campagna a prendere un tronchetto di legno.

 

FRAMMENTAZIONE

Frame 1: passavo sotto casa di mia suocera defunta, lei era di spalle con uno zainetto dietro le spalle ed una camicia da notte. Lavava le scale di casa.

Frame 2: ad un certo punto me la vedo per strada vestita da uomo accanto a me, mi dice che voleva andare in campagna a prendere un tronchetto di legno.

 

MAPPATURA

Topoi: suocera di spalle, zainetto, camicia da notte, lavare le scale, donna vestita da uomo, campagna, tronchetto di legno.

 

Cara maria,

In questo sogno, più che lo svolgersi di una narrazione, sono presenti due diverse immagini. Nella prima, è presente sua suocera, zaino in spalle e di spalle, che sta lavando le scale di casa. Sognare i propri suoceri, nella simbologia generale, potrebbe rimandare alla presenza di conflittualità o dispute. L’atto di lavare le scale potrebbe indicare, sempre secondo la simbologia, la volontà di cancellare i propri errori passati e rimediare ad essi cercando un cambiamento. Nel sogno la suocera potrebbe rappresentare una parte di lei con la quale si trova in conflitto, per qualcosa che ha commesso nel passato (lo zainetto si trova dietro la schiena e la suocera è girata di spalle) ma che continua a ripercuotersi nel presente e per cui è indispensabile cercare di rimediare, mediante l’atto di “lavare” e ripulire le scale.

Nel secondo frame la scena cambia completamente e sembra riferirsi al presente (la suocera le è accanto in strada). Inoltre, la suocera appare con vestiti maschili e dichiara di voler andare in campagna per prendere un tronchetto di legno. La campagna, nella simbologia, può rappresentare la volontà di prendersi un momento per sé e rimanere soli. Il tronchetto di legno, sempre nella simbologia, potrebbe invece indicare la presenza di problemi non risolti relativi al passato. Il fatto che la suocera indossi abiti maschili potrebbe essere la rappresentazione onirica del suo compagno, il quale potrebbe sentire il bisogno di allontanarsi per poter evadere momentaneamente da conflitti e problematiche, alcune delle quali potrebbero riferirsi a lei e a qualcosa che potrebbe aver fatto in passato. Non è detto tale situazione sia riferita a qualcosa che lei ha effettivamente fatto, potrebbe anche solo simboleggiare una sua paura di aver in qualche modo ferito una persona a lei cara, involontariamente.

In conclusione, potrebbe essere interessante esplorare le emozioni che ha provato durante questo sogno: ciò potrebbe aiutarla a capire se è presente, in questo momento, qualcosa di cui si sente responsabile o per cui vorrebbe chiedere scusa.

 

 

Sogno di Daniela   “Mia sorella ha sognato di assistere al mio parto insieme a nostro padre seduta accanto a me in sala parto c’era mia nonna paterna morta tre anni fa che stava bene. Mia sorella la salutava ma lei la guardava senza vederla. Il parto nella realtà è avvenuto dieci mesi fa con taglio cesareo dopo travaglio: la bimba era a rischio. Domani è il terzo anniversario di morte di mia nonna.  Cara Daniela, nel sogno di sua sorella da Lei descritto sono presenti numerose simbologie tra cui quella del parto. Partorire è un momento importante e fondamentale nella vita di una donna che segna una trasformazione radicale: un nuovo essere viene al mondo, e con lui nascono nuove abitudini e sentimenti, nuovi pensieri, un nuovo status. E’ una improvvisa rivoluzione che cambia radicalmente la persona e, di riflesso, la vita che sta vivendo. Anche nei sogni il parto preannuncia l’emergere di qualche cosa di nuovo: un cambiamento che il sognatore sta affrontando e che si sta definendo in nuove situazioni e possibilità, desideri ed idee che si stanno concretizzando, impegni e abitudini che stanno volgendo al termine. Molto frequenti nei nostri sogni sono gli interventi e le immagini dei nostri cari defunti: solitamente divengono i portavoce di messaggi fondamentali per sbloccare fasi di stallo della nostra esistenza, per avvisarci e portare la nostra attenzione su ciò che sta avvenendo in noi, ma di cui ancora non abbiamo probabilmente consapevolezza. L’altro simbolo che emerge dal suo sogno è la figura del padre, che simboleggia, a causa di un’originaria struttura sociale, la massima autorità (pater familias) e persino la divinità, tant’è che Dio viene definito “Il Padre Eterno”; nella psicologia del profondo il padre esprime l’istanza del Super-Ego, ovvero colui che pone un  limite, una regola. Nei sogni il padre rimanda dunque da un lato al senso di rispetto per l’autorità, al giudizio sul proprio operato, al senso del dovere, e dall’altro alla protezione e alla sicurezza. Potremmo quindi dire che lei sta affrontando una fase di cambiamento importante, che preannuncia la fine di ciò che si sta vivendo e l’inizio di una nuova epoca di vita, accompagnata però, dalla paura della perdita di qualcosa che è stato, testimoniata dal fatto di sottolineare l’anniversario della morte di sua nonna, che nel sogno, però, appare in salute, e dalla preoccupazione per il parto a rischio. In questa fase di cambiamento lei sente il bisogno di essere protetta oppure sente il dovere di dovercela fare a tutti i costi?

 

Sogno di Anna  “ Ho sognato mia nonna morta sedici anni fa che voleva aiuto perchè non riusciva a camminare e nessuno la aiutava poi è andato mio marito ad aiutarla e le ha stretto la mano. Mia nonna era vestita di nero ed era triste e non ha detto una parola.”   Cara Anna, nel suo sogno compaiono varie simbologie tra cui quella del defunto. Quest’ultimo, in quanto non più appartenente a questo mondo, assume da sempre nell’immaginario collettivo caratteristiche quasi divine: egli ha conosciuto infatti una dimensione che a noi non è dato conoscere e per questo può fornirci informazioni e messaggi preziosi per indicarci il cammino da seguire. Nei nostri sogni i cari estinti divengono i portavoce di messaggi talora fondamentali per sbloccare fasi di stallo della nostra esistenza, per avvisarci e portare la nostra attenzione su quello che sta avvenendo in noi ma di cui non abbiamo consapevolezza o per lanciarci segnali di allarme che tendiamo a ignorare. La figura del proprio compagno nel sogno, inoltre, può riferirsi a un lato della nostra personalità che si riflette in quella del partner. Per una donna sognare il proprio marito può significare mettere in luce quella parte di sé che ha a che fare con il maschile (l’Animus di Jung), con l’assertività, la forza e la razionalità. Il colore nero del vestito di sua nonna potrebbe simboleggiare ciò da cui  si deve sbrogliare nella vita. Tutto ciò che è tinto di nero impone il distacco. In conclusione, è possibile che stia attraversando una particolare fase della sua vita in cui non riesce ad andare avanti, simboleggiata dalla figura della nonna che nel suo sogno “non riusciva a camminare”. La stretta di mano tra la nonna e suo marito potrebbe significare che proprio attraverso le sue componenti mascoline quali la forza, l’assertività e la razionalità sarà in grado di affrontare e superare questa fase di stallo.  

 

Sogno di Raffaele

Ho sognato di essere affacciato alla finestra di mia mamma e all’improvviso un mio amico mi dice che un altro mio amico mi aveva messo un topo nella scarpa, io non ci credevo ma quando sono andato a togliere la scarpa ho visto il topo mordermi il pollice del piede. Che significa?

Caro Raffaele,

nel suo sogno acquista particolare rilevanza la figura del topo. Il topo forse proprio a causa della sua piccolezza riveste un ruolo considerevole nella credenza popolare. Viene considerato un animale che simboleggia l’anima. In analogia con gli organi del corpo, nei sogni dei maschi questo animale rappresenta l’organo sessuale femminile. Il topo che morde il piede potrebbe simboleggiare un desiderio di passione. Di amore che non viene riconosciuto. La finestra invece potrebbe fungere come filtro tra noi e gli altri, essere all’interno di una casa e guardare all’esterno attraverso una finestra potrebbe significare  di osservare segretamente, di aspettare l’amico visto nella vita onirica probabilmente come portavoce di messaggi. Da un punto di vista archetipico e simbolico la madre rimanda in ogni cultura alla vita donata all’individuo. Il simbolo materno fa quindi rivivere in noi il senso della vita, di crescita, di accudimento, nel suo sogno il trovarsi nella stanza di sua madre potrebbe significare la ricerca di protezione  e sicurezza materna, come per poter scappare dai suoi desideri più inconsci.

In conclusione, sembrerebbe che in questo momento potrebbe essere presente un desiderio di guardare oltre la “ finestra”, di  scoprire se stesso e abbandonare le sue paure più profonde.

 

 

Sogno di Paolo

Faccio spesso un sogno ricorrente: sono in compagnia di altre persone e cerco disperatamente di esprimere la mia opinione, però il fiato non esce, o le rare volte che esce non riesco a farmi ascoltare. Lo scenario del sogno ricorrente cambia spesso, ma la caratteristica principale di non riuscire a farmi ascoltare rimane.

Caro Paolo nel suo sogno sono presenti alcuni elementi. Il primo elemento simbolico rimanda il confrontarsi con gli altri che potrebbe rappresentare da un lato la sua paura e dall’ altro il suo desiderio di essere osservato dagli altri, di essere ascoltato. Il secondo simbolo è il fiato, che si può associare alla parola, che può simboleggiare questa sua voglia di comunicare, di esistere, di respirare. Probabilmente questa sua paura e desiderio sono dei nuclei importanti in questo momento della sua vita, la invitiamo a riflettere su questa sua contraddizione.

 

Sogno di Daniela: Sognare di entrare in una casa e trovarsi in mezzo a tanta gente cercare persone che si conoscono e dopo rendersi conto che chi hai salutato sono defunti e dire a uno di loro sono arrivata hai visto un po’ tardi ma sono qui.

Cara Daniela,
la casa può simboleggiare sia il proprio corpo che la personalità.
Può darsi che tu stia attraversando un momento di spaesamento, di confusione (la gente potrebbe rappresentare pensieri, bisogni, emozioni) e contemporaneamente che tu non riesca a gestire questo periodo , ecco perché potresti chiedere aiuto/sicurezze, a qualcuno che già conosci. Ciò potrebbe far pensare che conosci già le possibili risorse e gli eventuali supporti di cui hai bisogno. (i defunti appartengono al passato e contemporaneamente al cambiamento , il passato è qualcosa che già conosci) . Il sogno sembrerebbe suggerire che da questo momento di confusione, puoi uscirne con delle risorse che hai già dentro di te .
Inoltre, la familiarità che hai con i defunti può far pensare ad una tua familiarità con parti passate, forse oscure, ma comunque che speri di conoscere e raggiungere (finalmente sono qui).

 

Sogno di Sconosciuta: grazie sin da ora per l’attenzione dedicatami. Nei miei sogni avvenuti la settimana scorsa, la figura ricorrente che tormentava le mie notti era un bastoncino.. o un bastone da passeggio… Con l’impugnatura intagliata a forma di indice, dalle fattezze grottesche e l’unghia lunga e pronunciata. Sin da subito ho cercato di liberarmene donandolo o abbandonandolo ma me lo ritrovavo sempre addosso. Una sera per giunta notai che stava mutando il suo colore. Stava diventando da prima viola poi violaceo –rosa. Poi incominciò a muoversi sino a serrare con forza il mio polso ed a emettere un forte sibilo. Con forza me ne liberai… e mi svegliai. Mi devo preoccupare?

Il sogno può indicare una costrizione, un controllo. Il bastone è simbolo di potere, scettro, e quindi rimanda al controllo da parte di un’altra persona o magari da sensi di responsabilità interni, e che l’uno o l’altra riescano ad esercitare, inizialmente, un forte potere. Il bastone indica proprio il comando e la forza decisionale che impone, attraverso l’indice, la via da seguire. Il cambiamento di colore sta a simboleggiare la fase di trasformazione, la volontà di non voler più accettare questa situazione, tuttavia, non è così facile ribellarsi, forse per sensi di colpa, infatti, maggiore è il tentativo di liberarsi e maggiore è il richiamo (sibilo) e il trattenere a sé (serrare il polso), impedendo la possibilità di metamorfosi auspicata. Inoltre, da come è descritto questo bastoncino sembra proprio che ci sia la fantasia di un richiamo sessuale: un pene che si trasforma, grottesco, poi pronunciato, quindi sano (rosa) e attivo, tanto che blocca e addirittura emette un suono.

 

Sogno di Jessica

Stanotte ho sognato la mia migliore amica, da tanti anni ormai e che vedo quasi tutti i giorni, che mi aveva preso a mia insaputa un mio anello. È un anello che effettivamente ho appena comprato che ha una pietra blu. Nel mio sogno lei se ne era impossessata e lo aveva rivenduto ad una vecchietta (ingannandola) vendendolo ad una cifra come se fosse vero, per poi dividere la somma con me. Ed io nel sogno ero molto contenta poi della sua vendita.

 

Frammentazione

Frame 1: Stanotte ho sognato la mia migliore amica, da tanti anni ormai e che vedo quasi tutti i giorni, che mi aveva preso a mia insaputa un mio anello. È un anello che effettivamente ho appena comprato che ha una pietra blu.

Frame 2: Nel mio sogno lei se ne era impossessata e lo aveva rivenduto ad una vecchietta (ingannandola) vendendolo ad una cifra come se fosse vero, per poi dividere la somma con me. Ed io nel sogno ero molto contenta poi della sua vendita.

Topoi: amica, anello, pietra blu, vendita, inganno, anziana signora, condivisione, felicità.

Possibile interpretazione:

Dal punto di vista della simbologia onirica, l’anello richiama i concetti di eternità (a causa della sua forma circolare, che non ha né un inizio, né una fine) e di riconoscimento (gli anelli araldici avevano la funzione di autenticare i documenti e di sancire le proprietà). Il colore blu della pietra incastonata nell’anello inoltre rimanda all’introspezione e al contatto con il proprio mondo inconscio e con un qualcosa che ci caratterizza, ma di cui non siamo pienamente consapevoli. Il colore blu inoltre sembra legarsi anche agli aspetti di unione e legame affettuoso. L’immagine dell’amico invece si associa al concetto di inganno e discordia (elementi che sono caratteristici del primo frame); nel sogno non è presente una vera e propria situazione di tensione e litigio con la propria amica ma sembra emergere la tematica dell’inganno, in quanto essa si è appropriata illecitamente di un qualcosa che le appartiene. Da ultimo l’immagine della “vecchietta” rimanda al concetto di Senex, una persona anziana che detiene saggezza e molta esperienza.

L’atto compiuto dall’amica sembra essere percepito come un inganno, una vera e propria violazione dei propri spazi e del proprio sé. L’anello, tuttavia, viene descritto come un oggetto che non detiene un grande valore, ma questo potrebbe indicare, da parte sua, la mancanza di consapevolezza circa il reale valore di esso. L’anello infatti potrebbe rappresentare una parte di sé o un tratto di personalità che lei non valorizza appieno, ma che in realtà riveste una grande importanza e potrebbe, se opportunamente sfruttato, rivelarsi una grande risorsa. Sembra emergere un certo conflitto, che si traduce nel contrasto tra l’inganno presente nel primo frame e lo stato d’animo associato al momento in cui la sua amica decide di dividere con lei la somma ricavata dalla vendita dell’anello. Il reale valore di questo oggetto sembra venir pienamente compreso solo nel momento in cui la sua amica riesce a venderlo a caro prezzo, oltretutto ad una persona anziana, la quale come espresso precedentemente, nella simbologia onirica rimanda ai concetti di saggezza e conoscenza (un personaggio non facile da ingannare). Il sogno si conclude e si risolve con la manifestazione  di intensa felicità, la quale è dovuta proprio  alla vendita dell’oggetto in questione, il quale ha portato beneficio all’amica ma soprattutto a lei stessa. A questo punto sembra che il risvolto positivo abbia cancellato la memoria del torto subito, come se nella sua vita lei riuscisse facilmente a passar sopra agli accadimenti che l’hanno ferita, oppure come se non valutasse adeguatamente un aspetto di sé fino al momento in cui esso non viene rivalutato da un’altra persona. La ferita dovuta all’atto dell’amica sembra risolversi in fretta, in quanto lei sembra essere consapevole che la parte di sé che è stata violata non abbia importanza e sia di poco valore.

In conclusione la inviterei quindi a riflettere sulla presenza di tratti della sua personalità che vengono da lei sotto-stimati e poco valorizzati; queste sue caratteristiche, se opportunamente sviluppate, potrebbero condurla ad un miglioramento nella relazione con gli altri, ma anche al raggiungimento dei propri obiettivi e del benessere personale.

 

 

SOGNO INVIATO DA TIZIANO

Nel sogno mi trovavo davanti ad una pizzeria davanti casa mia in compagnia della mia ragazza e due persone che conosco di vista, propongo di rientrare a casa mia e passiamo da una scorciatoia dove io e la mia ragazza riusciamo a scavalcare un cancello ma gli altri due no; gli altri due non riescono a scavalcare e io indico una civetta, di dimensioni più grandi del normale all’apparenza normale ma quando vola vicino ai due che non erano riusciti a scavalcare noto che al posto del viso ha un enorme occhio (iride gialla e pupilla), indicandola accenno che mia madre ne vorrebbe una. La civetta vola vicino alla signora rimasta al di là del cancello che mi chiede di scattarle una foto ma, mentre la mia ragazza prende il telefono io le grido di scappare perchè noto che la civetta sta beccando la signora, nello scappare prendo per mano la mia ragazza e mi sveglio.

Frammentazione

Frame 1: Nel sogno mi trovavo davanti ad una pizzeria davanti casa mia in compagnia della mia ragazza e due persone che conosco di vista.

Frame 2: propongo di rientrare a casa mia e passiamo da una scorciatoia dove io e la mia ragazza riusciamo a scavalcare un cancello ma gli altri due no.

Frame 3: gli altri due non riescono a scavalcare e io indico una civetta, di dimensioni più grandi del normale all’apparenza normale ma quando vola vicino ai due che non erano riusciti a scavalcare noto che al posto del viso ha un enorme occhio (iride gialla e pupilla), indicandola accenno che mia madre ne vorrebbe una.

Frame 4: La civetta vola vicino ad una signora rimasta al di là del cancello che mi chiede di scattarle una foto ma, mentre la mia ragazza prende il telefono io le grido di scappare perchè noto che la civetta sta beccando la signora, nello scappare prendo per mano la mia ragazza e mi sveglio.

 

Mappatura

Topoi: pizzeria, casa, cancello, scorciatoia, civetta, occhio, signora aggredita, fidanzata, fuga.

 

Possibile interpretazione

Nella parte iniziale del sogno un aspetto che potrebbe essere rilevante è la scorciatoia: essa secondo la simbologia, serve a raggiungere facilmente un certo luogo però può portare a impedimenti lungo il cammino. La scorciatoia quindi può attrarre in quanto permette di raggiungere più velocemente i propri obiettivi, ma può portare a notevoli difficoltà che nel sogno vengono rappresentate dal cancello chiuso: alcuni riescono a scavalcare (lei e la sua ragazza), mentre altri rimangono indietro senza la possibilità di procedere. La civetta sembra ricordarle il dovere di aiutare le due persone in difficoltà, ma può anche rappresentare il proprio senso di colpa e il rimorso per non essere riuscito a prendersi cura di loro (le grandi dimensioni della civetta e la presenza di un unico e imponente occhio potrebbero rappresentare la coscienza morale che sembra gravare su di lei). Da un altro punto di vista la civetta potrebbe far luce e indicarle alcuni aspetti della sua personalità che non sono pienamente accettati (le due persone che non riescono a scavalcare), ma può anche incarnare queste medesime parti di sè che vengono percepite negativamente e potrebbero arrecare danno ad altri (la civetta che inizia a beccare la signora).

Un altro elemento su cui porre attenzione è la richiesta di scattare una foto alla civetta, come a voler immortalare qualcosa che si mostra estremamente fugace e di cui è difficile prendere piena consapevolezza. A questo punto la civetta attacca improvvisamente la signora (sembra che essa non voglia lasciarsi fotografare) e lei, facendosi prendere dal panico, fugge insieme alla sua ragazza. Tale ultima immagine potrebbe confermare che non si sente ancora in grado di accettare certi aspetti di sè o certi cambiamenti, i quali malgrado cerchino di seguirla (le due persone rimaste indietro), rimangono intrappolati dietro al cancello.

Il suo sogno, concludendo, potrebbe indicare la presenza in lei di una paura di alcune parti di sé di cui non ha profonda consapevolezza, privandosi della possibilità di conoscersi a fondo per scoprire e viversi tutte le6 emozioni.

 

SOGNO DI ROBERTA

” ho sognato di essere in compagnia di una collega di un gruppo di studenti ( sono un insegnante delle superiori ) e di dovermi lanciare da un’altezza importante con loro per raggiungere l’entrata dell’edificio in cui eravamo ( penso fossimo ai piani alti ma non ne ho certezza). Io sola avevo paura, non tutti gi altri e tra l’altro la mia collega era nel sogno, così come lo è nella realtà, incinta…”

Cara Roberta,
il tuo sogno ci presenta una scena nella quale tu sei sulla sommità di un edificio, accompagnata da una collega di lavoro ad alcuni studenti, in procinto di lanciarti per poter accedere all’ingresso dell’edificio sul quale sei già.
L’altezza potrebbe simboleggiare le speranze di felicità,  equilibrio e amore.  In generale aver raggiunto una certa altezza potrebbe significare aver ottenuto un risultato significativo per il quale si è lottato molto. Nello specifico trovarti in cima un palazzo potrebbe annunciare la  conferma della realizzazione di un progetto.
Nel tuo sogno però da quest’altezza ti devi lanciare e a ciò è legato un senso di paura: ciò potrebbe simboleggiare il timore che un obiettivo già consolidato debba essere nuovamente rivisto fin dalle sue fondamenta  (rappresentato dalla porta che sta in basso e nasconde l’entrata dell’edificio), senza la certezza della nuova riuscita finale.
Il palazzo come elemento architettonico, data la sua struttura protesa verso l’alto, potrebbe rappresentare una ricerca personale di nuovi pensieri, con un passaggio dal piano materiale a quello mentale/spirituale. 
L’entrata nell’edificio potrebbe rappresentare il percorso da dover compiere per il raggiungimento del risultato.
La sensazione di paura potrebbe rappresentare la reale paura del fallimento nel raggiungimento dell’obiettivo, forse per una scarsa fiducia in te stessa.
Tale mancanza di fiducia potrebbe essere rappresentata dalla collega di lavoro,  possibile sostegno (poiché di uguale livello lavorativo, quindi fonte di sicurezza);  il gruppo di studenti potrebbe simboleggiare una competenza non ancora completamente raggiunta che necessita di qualcuno per poter migliorare.

 Il fatto che la collega sia incinta potrebbe simboleggiare la nascita e la riuscita di un progetto.

Questo sogno potrebbe suggerire la riuscita del raggiungimento di un obiettivo per il quale hai lavorato molto, qualcosa che forse era già dato per acquisito e che, in realtà, deve essere rivalutato dalle fondamenta. Potresti avere avuto la tentazione di lasciar perdere a causa di una scarsa fiducia in te stessa, ma la presenza di una guida ti permetterà di ottenere ciò che vuoi.

 

 

SOGNO DI SIMONA

 Ho sognato che avevo attaccati al corpo dei nidi di larve (non sono certa che si possano chiamare così, in realtà erano piccoli e fatti come se fossero un insieme di ragnatele attorcigliate da formare un piccolo bozzo) e che più li toglievo e più si riproducevano…

 

 Cara Simona,

Sognare larve ed insetti può rimandare a diversi significati: nella simbologia generalmente essi vengono associati alla riproduzione e alla fertilità, in quanto sono animali che si riproducono facilmente e in modo particolarmente rapido. Per il loro aspetto, possono venire associati talvolta a sensazioni di disgusto e di ribrezzo.

Il fatto che siano larve e quindi non ancora insetti pienamente formati, può far pensare a qualcosa che si sta creando in lei, ma a cui, in questo momento, non viene data la piena possibilità di rivelarsi. È come se questa nuova creazione spaventasse prima ancora di essere pienamente riconosciuta, anche a causa della mancanza di controllo (tali larve si riproducono in modo prolifico, non riuscendo a “staccarle di dosso”).

Le larve possono significare la presenza di potenzialità e prospettive future positive: non è detto che si trasformino in insetti, ma potrebbero diventare gradevoli farfalle.

Il sogno potrebbe quindi indicare il desiderio di nuove prospettive nella sua vita, associate probabilmente all’emozione della paura di un eventuale cambiamento.

 

 

SOGNO DI LUNA

 Buongiorno, ho fatto due sogni che riguardano il mio ragazzo e me in due notti consecutive. Ieri notte ho sognato che saremmo andati a vivere insieme (questo dovrebbe succedere nella realtà nel giro di qualche mese). Ho sognato che la prima notte in cui eravamo lì i muri della stanza da letto erano invasi da piccoli insetti, che formavano quasi nuvole nere sui muri bianchi.

La notte successiva ho sognato di essere a cena in un ristorante con il mio ragazzo, e che a fine cena abbiamo casualmente incontrato una sua amica, che era lì da sola. Lui le corre incontro e la abbraccia, lasciandomi indietro.

Nella realtà, il giorno successivo a questo sogno il mio ragazzo mi ha raccontato di aver incontrato proprio questa ragazza insieme ad altri amici. È strano perché non la vede quasi mai, in quanto residente in un’altra regione per lavoro.

Cosa possono significare questi sogni e queste coincidenze? I due sogni sono collegati tra loro?

Grazie.

 Cara Luna,

per quanto concerne il primo sogno, gli insetti nella tradizionale simbologia possono rimandare alle nostre paure che, nel suo caso possono essere connesse al particolare momento transitorio che sta vivendo: andare a convivere è un passo importante che può eccitare ma anche spaventare e atterrire. Tale conflitto è confermato dalla presenza di “nuvole nere di insetti sui muri bianchi”, concretizzazioni della propria confusione riguardo alle nostre scelte di vita (le nuvole nere possono annunciare le battaglie contro le nostre difficoltà nella vita). Le nuvole tuttavia assumono anche un ulteriore significato: esse possono essere un mezzo per ottenere protezione divina. Esse possono essere concepite quindi come la volontà di ricevere aiuto e sostegno per la propria scelta.

Per quanto riguarda il secondo sogno, esso appare come una sorta di sogno premonitore che può rappresentare la paura di essere lasciata in disparte dalla persona amata ed il terrore dell’abbandono, soprattutto in un momento così importante (la decisione di andare a vivere insieme può renderla maggiormente vulnerabile a tali paure).

I due sogni possono essere connessi in quanto entrambi possono essere rappresentazioni delle proprie insicurezze e della paura di fronte al cambiamento (“nuvole nere di insetti sui muri bianchi”, “lui le corre incontro e l’abbraccia, lasciandomi indietro”).

Il fatto che il suo ragazzo abbia realmente incontrato questa persona il giorno successivo verosimilmente può rappresentare una coincidenza a cui lei ha posto particolare attenzione a causa del sogno vissuto precedentemente.

La invito, comunque, a lasciarsi “stuzzicare” dal concetto proposto da Carl Gustav Jung di sincronicità, ovvero “una coincidenza temporale di due o più eventi non legati da un rapporto causale, che hanno uno stesso o un anlogo contenuto significativo”. Tale concetto potrebbe tradursi, nella vita quotidiana, nel pensare ad una persona e poco dopo ricevere una sua chiamata, oppure come nel suo caso, sognare qualcuno e incontrarlo realmente qualche giorno dopo, portando con sé l’impressione di avere una sorta di “chiaroveggenza” e intuizione, che collega, inspiegabilmente il nostro mondo interiore alla realtà esterna.

 

 

Sogno di Anna Maria

Salve vorrei raccontarle il mio sogno.

Ho sognato di essere alla guida della mia auto con mia sorella e mia madre a bordo…ad un tratto l’auto non so come si capovolge e mi ritrovo con una persona che la traina a bordo di un calesse tirato da dei cani…gli intimo di fermarsi quando costui stacca i cani sale sulla mia auto e se ne va…vado alla ricerca di quest’auto in un posto dove vagabondava gente cattiva tra cui un ragazzo e una ragazza che mi girano attorno spudoratamente cercando di togliermi il cellulare…spiego loro che è un cellulare falso per non farmelo sottrarre nel mentre sulla strada una donna che viene messa ad un angolo presa per il collo e sparata (non sento gli spari ma mi acceca la luce delle fiammate della pistola.. una luce bianca…)… Cerco di fuggire (camminando piano per non far rumore).. ancora alla ricerca della mia auto… trovo un meccanico e accanto il fruttivendolo che di mattina presto tira fuori una bella cassetta di frutta… il sogno si interrompe così..

 

 Cara Anna Maria,

nel suo sogno sono presenti molti elementi significativi che possono dar vita a varie interpretazioni. All’inizio del sogno, l’immagine dell’auto può essere percepita come un luogo sicuro, un “rifugio” e uno scudo protettivo che però, capovolgendosi, può esporla a vissuti di angoscia e insicurezza. Tale atmosfera minacciosa viene a ripresentarsi successivamente quando si ritrova ad essere circondata da persone percepite come pericolose; anche in questo caso la totale assenza di protezione sembra concretizzarsi nella paura di essere derubata del cellulare (unico strumento rimasto per chiedere aiuto) e nella visione della donna aggredita con una pistola.

Alla fine del sogno, sembra aver trovato lei stessa una risoluzione positiva, trovandosi dal meccanico (elemento che potrebbe indicare la possibilità di riaggiustare qualcosa di rotto, ricomponendone gli elementi) e vedendo una rigogliosa cassetta di frutta (che potrebbe simboleggiare prosperità e abbondanza).

Tale luogo sicuro (auto) potrebbe anche essere associato alla razionalità, che può venire a mancare nel momento in cui la persona si lascia travolgere dalle proprie pulsioni.

Il vissuto d’angoscia legato a questa perdita di controllo, potrebbe spingerla a cercare di riappropriarsi della propria auto (controllo/razionalità).

Da questa visione si potrebbe passare ad un’ulteriore interpretazione: l’auto può essere simbolo della propria identità, del proprio Sé. In questo sogno, l’identità sembrerebbe essere minacciata nella sua parte più femminile e intima (tre donne all’interno dell’auto). Il vissuto emotivo predominante è quello di angoscia e sembra raggiungere il culmine nel momento in cui si vede una donna che viene aggredita: tale donna potrebbe essere la proiezione della propria identità, che viene ulteriormente violata.

Infine il sogno trova una risoluzione positiva nella misura in cui trova un meccanico, che può permetterle di riappropriarsi della propria razionalità smarrita; inoltre tale meccanico trovandosi accanto ad un fruttivendolo che espone la cassetta di frutta può rappresentare il saper vivere la propria intimità in modo più maturo: tutto ciò la può portare ad una piena soddisfazione dei sensi e dello spirito.

 

 

 

SOGNO DI CINZIA 

La mia coordinatrice infermieristica ed amica mi ha riferito di aver fatto un sogno strano:

eravamo insieme ed io ad un certo momento le ho chiesto di farmi il favore di portare dei fiori sulla tomba di mia nonna, mi sono raccomandata tantissimo che fossero perfettamente in ordine perché mia nonna altrimenti si sarebbe arrabbiata. Lei ha preso questi fiori, che poi era un guanciale di fiori, è andata a cercare questa tomba ma non riusciva a trovarla e questo la rendeva ansiosa.

Un saluto e grazie

Cinzia

 

FRAMMENTAZIONE

All’interno di questo sogno si possono individuare due frame:

il primo: “eravamo insieme ed io ad un certo momento le ho chiesto di farmi il favore di portare dei fiori sulla tomba di mia nonna, mi sono raccomandata tantissimo che fossero perfettamente in ordine perché mia nonna altrimenti si sarebbe arrabbiata.”

il secondo (Scena Principale): “Lei ha preso questi fiori, che poi era un guanciale di fiori, è andata a cercare questa tomba ma non riusciva a trovarla e questo la rendeva ansiosa.”

 

MAPPATURA

Topoi: nel primo frame le due amiche sono insieme e Cinzia chiede una favore all’amica; nel secondo frame si trova solo l’amica (è lei che ha fatto il sogno) con questi fiori (nello specifico un guanciale di fiori), che cerca questa tomba, ma non la trova.

Emozioni: la ragazza prova un senso di ansia, dovuto al fatto di non riuscire a trovare la tomba e quindi poter mantenere la promessa fatta all’amica, che si era particolarmente raccomandata di portare quei fiori per non far arrabbiare la nonna.

 

In questo sogno sono presenti due frame: nel primo possiamo vederla insieme alla sua amica Cinzia, che le chiede un favore. Nel secondo frame si trova da sola a cercare di mantenere la promessa fatta, ma non riuscendoci e sentendosi, per questo motivo, ansiosa. Questa tensione e questo stato d’animo ansioso che lei prova potrebbero far ipotizzare una situazione, nella vita reale, in cui si sente di dovere qualcosa a qualcuno o di dover fare qualcosa.

Sembra che si senta investita di un compito che non riesce a completare, di aver fatto una promessa che non riesce a mantenere e ciò genera la consapevolezza di stare per deludere o per fare arrabbiare qualcuno. In un altro senso, questo continuo cercare qualcosa senza riuscire a trovarla, potrebbe simboleggiare anche nella sua vita reale la ricerca di qualcosa senza poter ottenerla e lo stato di ansia e stress conseguente al non riuscire nei propri intenti. Tuttavia tale ricerca potrebbe ulteriormente indicare la presenza di un dovere di cui si sente investita ma che non fa per lei, un compito che non vuole ricevere perché non può portare a termine. Questo ultimo aspetto potrebbe indicare sia un senso di responsabilità troppo grande da poter sopportare, sia il timore di deludere le aspettative altrui ed essere, per questa ragione, giudicata negativamente.

In conclusione, mi piacerebbe invitarla a provare a leggere dentro di sé, andando ad esplorare se c’è qualcosa che vorrebbe raggiungere ma le appare troppo lontano o se si sente investita da una responsabilità che percepisce come troppo grande o poco piacevole.

 

 

Sogno di Anna

Ciao, ho sognato un uomo che nel sogno non sono riuscita a identificarlo bene, ma ricordo che io lo guardavo dal basso verso l’alto ed al posto della testa aveva una sfera di cristallo, ad un certo punto nella sfera appare il viso di mio nonno qualche secondo, subito va via quello di mio nonno appare mia nonna ovviamente defunti tutti e due. Cosa potrebbe significare un sogno come questo?

 

Cara Anna,

in generale, nella simbologia classica, le persone defunte possono assumere caratteristiche quasi divine: nel suo sogno, infatti, si trova ad osservare una figura ignota “dal basso verso l’alto”, come se appartenesse ad una dimensione ultra-terrena, una figura da guardare con ammirazione e devozione. La testa di tale figura appare come una sfera di cristallo: la forma sferica può rimandare ai concetti di perfezione, equilibrio e completezza, mentre il cristallo potrebbe simboleggiare l’unione tra terra e cielo, un elemento che può fungere da tramite rivelando, attraverso la sua limpidezza, messaggi a colui che sogna. Il corpo dell’uomo, anche se non identificato, può rimandare ad una dimensione più concreta e terrena, mentre la sfera sembra appartenere ad una dimensione divina. All’interno della sfera appaiono in successione il viso del nonno e della nonna; il fatto che il corpo rimanga lo stesso può rimandare alla fusione delle due figure di attaccamento: in generale i nonni possono richiamare un senso di protezione e di accudimento oltre al collegamento con le nostre radici. Il fatto che i due volti appaiano all’interno del cristallo, inoltre, può ulteriormente sottolineare la purezza dell’amore che generalmente lega i nonni ai nipoti.

L’emozione che emerge da questo sogno è quella della nostalgia, che è legata alla sfera della gioia, quindi a ricordi positivi che abbiamo vissuto con le figure fondamentali della nostra vita e che rievocano sensazioni di tenerezza e protezione che possono prendere forma all’interno dei nostri sogni.

 

 

 

Sogno di Jessica

Stanotte ho sognato la mia migliore amica, da tanti anni ormai e che vedo quasi tutti i giorni, che mi aveva preso a mia insaputa un mio anello. È un anello che effettivamente ho appena comprato che ha una pietra blu. Nel mio sogno lei se ne era impossessata e lo aveva rivenduto ad una vecchietta (ingannandola) vendendolo ad una cifra come se fosse vero, per poi dividere la somma con me. Ed io nel sogno ero molto contenta poi della sua vendita.

Frammentazione

Frame 1: Stanotte ho sognato la mia migliore amica, da tanti anni ormai e che vedo quasi tutti i giorni, che mi aveva preso a mia insaputa un mio anello. È un anello che effettivamente ho appena comprato che ha una pietra blu.

Frame 2: Nel mio sogno lei se ne era impossessata e lo aveva rivenduto ad una vecchietta (ingannandola) vendendolo ad una cifra come se fosse vero, per poi dividere la somma con me. Ed io nel sogno ero molto contenta poi della sua vendita.

Topoi: amica, anello, pietra blu, vendita, inganno, anziana signora, condivisione, felicità.

Possibile interpretazione:

Dal punto di vista della simbologia onirica, l’anello richiama i concetti di eternità (a causa della sua forma circolare, che non ha né un inizio, né una fine) e di riconoscimento (gli anelli araldici avevano la funzione di autenticare i documenti e di sancire le proprietà). Il colore blu della pietra incastonata nell’anello inoltre rimanda all’introspezione e al contatto con il proprio mondo inconscio e con un qualcosa che ci caratterizza, ma di cui non siamo pienamente consapevoli. Il colore blu inoltre sembra legarsi anche agli aspetti di unione e legame affettuoso. L’immagine dell’amico invece si associa al concetto di inganno e discordia (elementi che sono caratteristici del primo frame); nel sogno non è presente una vera e propria situazione di tensione e litigio con la propria amica ma sembra emergere la tematica dell’inganno, in quanto essa si è appropriata illecitamente di un qualcosa che le appartiene. Da ultimo l’immagine della “vecchietta” rimanda al concetto di Senex, una persona anziana che detiene saggezza e molta esperienza.

L’atto compiuto dall’amica sembra essere percepito come un inganno, una vera e propria violazione dei propri spazi e del proprio sé. L’anello, tuttavia, viene descritto come un oggetto che non detiene un grande valore, ma questo potrebbe indicare, da parte sua, la mancanza di consapevolezza circa il reale valore di esso. L’anello infatti potrebbe rappresentare una parte di sé o un tratto di personalità che lei non valorizza appieno, ma che in realtà riveste una grande importanza e potrebbe, se opportunamente sfruttato, rivelarsi una grande risorsa. Sembra emergere un certo conflitto, che si traduce nel contrasto tra l’inganno presente nel primo frame e lo stato d’animo associato al momento in cui la sua amica decide di dividere con lei la somma ricavata dalla vendita dell’anello. Il reale valore di questo oggetto sembra venir pienamente compreso solo nel momento in cui la sua amica riesce a venderlo a caro prezzo, oltretutto ad una persona anziana, la quale come espresso precedentemente, nella simbologia onirica rimanda ai concetti di saggezza e conoscenza (un personaggio non facile da ingannare). Il sogno si conclude e si risolve con la manifestazione  di intensa felicità, la quale è dovuta proprio  alla vendita dell’oggetto in questione, il quale ha portato beneficio all’amica ma soprattutto a lei stessa. A questo punto sembra che il risvolto positivo abbia cancellato la memoria del torto subito, come se nella sua vita lei riuscisse facilmente a passar sopra agli accadimenti che l’hanno ferita, oppure come se non valutasse adeguatamente un aspetto di sé fino al momento in cui esso non viene rivalutato da un’altra persona. La ferita dovuta all’atto dell’amica sembra risolversi in fretta, in quanto lei sembra essere consapevole che la parte di sé che è stata violata non abbia importanza e sia di poco valore.

In conclusione la inviterei quindi a riflettere sulla presenza di tratti della sua personalità che vengono da lei sotto-stimati e poco valorizzati; queste sue caratteristiche, se opportunamente sviluppate, potrebbero condurla ad un miglioramento nella relazione con gli altri, ma anche al raggiungimento dei propri obiettivi e del benessere personale.

 

 

 

Sogno di Cristina

ho sognato che mia mamma rompeva un bicchiere di vetro, io lo raccoglievo e poi lo buttava… cosa significa?

Topoi: madre, bicchiere di vetro, rottura.

 

Possibile interpretazione

Cara Cristina,

sognare la madre, dal punto di vista simbolico, rimanda al concetto di creazione e generazione, ma anche di crescita e protezione. La madre comunque potrebbe assumere ulteriori significati: il fatto di sognare un’altra persona può essere la rappresentazione di alcune parti della nostra personalità, che spesso non sono pienamente accettate oppure non ancora scoperte. La madre, in questo senso, potrebbe associarsi alla parte più matura di sé stessi che sembrerebbe entrare in conflitto con la parte più bambina (rappresentata da lei stessa). Sognare la rottura di un bicchiere di vetro, invece, rimanda ad una situazione di particolare stress e disagio che potrebbe essere fonte di disattenzione e generali difficoltà, ma anche la frantumazione di un qualcosa nella propria vita: un sogno infranto, una delusione, un obiettivo non raggiunto ecc. Il sogno ha un unico frame, non contiene una vera e propria narrazione ma solo una breve sequenza di azioni che sembrerebbero indicare un conflitto tra le due controparti: la prima, più matura e “adulta”, che è rappresentata dalla madre sembra voler “buttare via” qualche aspetto della propria vita passata che è percepito come un oggetto rotto e irreparabile. La seconda, che rappresenta gli aspetti di sé maggiormente legati alla spontaneità ed emotività dell’infanzia, non sembra voler buttare via questo oggetto, come con la speranza di poterlo riparare.

In generale il sogno potrebbe rimandare ad un conflitto tra gli aspetti più propriamente razionali e quelli più emotivi, impulsivi e spontanei oppure una generale contraddizione tra alcuni aspetti di sé. Mi piacerebbe farla riflettere sulla presenza nella sua vita di ripensamenti e difficili decisioni da prendere, che potrebbero condurla in questo momento ad un particolare turbamento.

 

 

 

Sogno di Lory

Ciao, ti descrivo il sogno che ho fatto, se mi puoi dare una dritta ti ringrazio tanto! Ho sognato che ero in una strada e dovevo prendere una salita, attraverso una scala a chiocciola, il tutto al buio (io ho paura del buio… devo sempre avere una piccola luce o uno spiraglio). Allora sto per prendere questa salita e mi sento tranquilla, penso al buio ma la cosa non mi disturba più di tanto, ma prima di iniziare prendo un filo nero e un estremità la lego ad una ringhiera e l’altra la tengo in mano io, come il filo d’Arianna, e inizio la mia salita sempre con il filo in mano, e sempre al buio! Ho incontrato una persona che scendeva e siamo passati molto vicini perché la scala era molto stretta. Alla fine, arrivata alla fine, mi sono ritrovata in un bar dove c’era un Juke Box bellissimo che suonava della musica. 

Frammentazione

Frame 1: Ho sognato che ero in una strada e dovevo prendere una salita, attraverso una scala a chiocciola, il tutto al buio.

 

Frame 2 (scena principale): Allora sto per prendere questa salita e mi sento tranquilla, penso al buio ma la cosa non mi disturba più di tanto, ma prima di iniziare prendo un filo nero e un’estremità la lego ad una ringhiera e l’altra la tengo in mano io, come il filo d’Arianna, e inizio la mia salita sempre con il filo in mano, e sempre al buio!

 

Frame 3: Ho incontrato una persona che scendeva e siamo passati molto vicini perché la scala era molto stretta.

 

Frame 4: Alla fine, arrivata alla fine, mi sono ritrovata in un bar dove c’era un Juke Box bellissimo che suonava della musica.

 

Topoi: salita, scala a chiocciola, buio, filo nero (d’Arianna), ringhiera, persona, bar, musica.

Emozioni: tranquillità.

 

Possibile interpretazione

 

Cara Lory,

nel sogno sono presenti 4 frame che si susseguono; in particolare, nel primo ci sono alcuni elementi significativi, tra cui la presenza di una salita attraverso una scala a chiocciola che le consente di procedere, nonostante essa si trovi nella completa oscurità. Se da una parte la salita comporta fatica fisica, mentre il buio è un elemento che nella sua vita desta una certa paura, dall’altra il fatto di salire una scala a chiocciola può rimandare al progresso e al raggiungimento di benessere o di un qualcosa di positivo per lei (obiettivo di vita, consapevolezza maggiore, la capacità di affrontare le situazioni con un approccio positivo e funzionale…). Nel secondo frame, probabilmente quello principale, lei si trova ad affrontare questa ripida e buia salita con tranquillità, e questo grazie all’aiuto del filo che, saldamente legato alla ringhiera, sembra fornirle un solido sostegno, proprio come il filo di Arianna aveva aiutato Teseo ad uscire dal labirinto. Il fatto che il filo la aiuti ad affrontare la salita può rimandare, nella vita reale, alla sua capacità di utilizzare in modo funzionale le proprie risorse per fronteggiare ostacoli e situazioni difficili ed ignote. Nel terzo frame incontra lungo la scala una persona che, nonostante riduca lo spazio a disposizione essendo la scala molto stretta, sembra non destarle alcune preoccupazione. Anche la vicinanza con questa persona non le provoca particolari disagi, come se niente potesse fermarla o rallentarla nel suo intento di salire e raggiungere la meta. Questa meta sembra essere conquistata nell’ultimo frame, in cui lei si ritrova in un bar festoso accompagnata dalla gradevole melodia emessa dal juke box. Questa scena conclusiva risulta particolarmente positiva e può rimandare, plausibilmente, alla sua capacità, nella vita di tutti i giorni, di portare le situazioni problematiche ad avere un risvolto funzionale per lei e per i suoi obiettivi.

In generale il sogno rimanda ad un senso di appagamento derivante dal fatto di essere riuscita a raggiungere la meta nonostante le difficoltà. Le immagini oniriche e le sensazioni associate ad esse sembrano inoltre darle l’opportunità di vedere sé stessa e la situazione sotto una luce diversa: il buio e la salita non appaiono così minacciosi e non fanno paura, contrariamente a quanto invece avviene nella vita reale. Il filo a cui lei si lega saldamente inoltre può essere considerato in modi differenti: da una parte può essere concepito come la risorsa che consente di giungere alla meta, nonostante la salita iniziale buia e ripida, dall’altra questa risorsa però può rimandare alla necessità di aggrapparsi a un qualche sostegno, senza il quale la sfida appare molto più complessa e difficile da affrontare. In conclusione, vorrei quindi fornirle gentilmente uno spunto di riflessione sul concetto di “resilienza”, che appare centrale nel suo sogno e che metaforicamente può essere definito come la capacità di risalire sulla barca capovolta dal mare tempestoso.

 

 

 

 

 

Sogno di Annarita

Buongiorno ho sognato uno scarafaggio argentato sotto il piede destro… mi sapete dare un significato e i numeri del lotto corrispondenti? 

 

Topoi: scarafaggio argentato, piede destro.

 

Possibile interpretazione

 

Cara Annarita,

Lo scarafaggio nell’immaginario comune è associato a sensazioni di disgusto e ribrezzo, tuttavia nella simbologia tradizionale può rimandare ai simboli di produttività, fertilità e forza. Questi animali infatti tendono a riprodursi ad un ritmo esponenziale e questo da una parte fornisce una sensazione di potere ed energia, dall’altra questa forza può però sfuggire al proprio controllo e risultare distruttiva.

Il fatto che l’insetto appaia argentato potrebbe far ipotizzare che l’animale in questione non sia uno scarafaggio bensì uno scarabeo: quest’ultimo può essere associato all’alba, alla felicità e ad un senso di rinascita, tanto che per gli egizi è stato assunto come emblema di resurrezione.

Il fatto di associare, nei sogni, determinati elementi ai numeri da giocare a lotto è una tendenza tipica nella nostra tradizione e ben radicata nella cultura da secoli. Si pensa che i sogni siano associati a fortuna o sfortuna senza tuttavia poter ritrovare alcuna spiegazione razionale alla base. La tendenza delle persone a richiedere i numeri da giocare, plausibilmente, è giustificabile da questa influenza culturale più che da una reale necessità individuale.

 

 

 

 

 

 

 

 

Sogno di Rita

La madre del mio compagno, scomparso da poco per un incidente di moto a 54 anni, lo ha sognato dirigersi verso di lei con atteggiamento triste porgendole un piatto bianco vuoto. Gli ha domandato cosa dovesse metterci dentro ma lui non ha risposto. Lo stesso sogno si è ripetuto una seconda volta, a distanza di tempo.

 

Topoi: atteggiamenti triste, piatto bianco vuoto.

 

Possibile interpretazione

 

Cara Rita,

in questo sogno possiamo notare un’unica scena, più che lo svolgimento di una vera e propria narrazione, in cui sua suocera vede il figlio defunto rivolgerle uno sguardo triste e un piatto bianco vuoto e successivamente gli chiede con cosa debba riempirlo, senza ottenere risposta.

Innanzitutto, i defunti, nell’immaginario collettivo, possono essere considerati come portatori di consigli o di messaggi importanti, come se potesse essere presente un legame tra questi due mondi lontani, ma così incredibilmente vicini. L’emozione principale che emerge in questo sogno è una profonda tristezza. Tale tristezza viene evidenziata sia dall’atteggiamento triste con cui il suo compagno si avvicina alla madre, sia attraverso l’immagine del piatto vuoto. Sognare un piatto  vuoto potrebbe rimandare, nella simbologia, ad un’insoddisfazione nei confronti della propria vita, ad un’infelicità che non può essere colmata. Questa incapacità di colmare tale sofferenza sembra emergere nel momento in cui sua suocera domanda al figlio che cosa mettere all’interno del piatto, ed egli non risponde, come se non fosse possibile ormai colmare quel vuoto e quella tristezza. Il fatto che il piatto sia bianco, però, porta con sé anche dei messaggi positivi, di speranza. Questo piatto bianco infatti, potrebbe rimandare alla voglia di tranquillità, di pace e serenità, che potrebbe rivolgersi al figlio, che desidera trovare la pace nella propria dimensione, ma anche alla madre. È come se il figlio volesse aiutare la madre a trovare la propria tranquillità, a sentirsi serena anche senza di lui e a lasciarlo andare.

Nonostante sia un sogno in cui emerge l’aspetto di sofferenza e immensa tristezza, emerge anche una sorta di rinascita: un invito alla speranza e il desiderio che sua suocera possa trovare la pace.  

 

Sogno di Letizia   “Ho sognato di comperare delle scarpette (erano bomboniere) d’argento ed erano bellissime e ne ho comperate tantissime.”   Cara Letizia, nel suo sogno appare una simbologia particolare, quella della scarpa. Quest’ultima rappresenta l’abito del piede, ciò che lo riveste. Il piede può essere considerato l’emblema del percorso terreno che l’anima decide di intraprendere, può essere considerato una sorta di chiave che permette il passaggio alla dimensione terrena. Il piede può rappresentare l’affermazione della persona attraverso la via materiale, sessuale e sociale ma anche l’elemento che permette il radicamento e il contatto con la terra. Essendo il piede a contatto con la terra, in epoca passata era diffusa la credenza che trasmettesse al terreno i poteri e le influenze della persona che cammina. Spesso si faceva risalire la colonizzazione al fatto che lo scopritore aveva poggiato il suo piede sul suolo; per analogia si metteva il piede sui nemici sconfitti per dimostrare simbolicamente la loro sottomissione. La scarpetta del sogno è di argento, un metallo ritenuto “nobile”, di solito in relazione con la Luna e le divinità lunari; nell’antico Messico questo metallo  era chiamato “il bianco escremento degli dei” ed anche nei testi di alchimia è spesso indicato col nome della Dea Luna. Il fatto che nel suo sogno compaia una scarpa piccola, che richiama comunque l’immagine di un piede altrettanto piccolo, potrebbe portare ad una riflessione sia sulla possibilità di una sua scarsa capacità di mostrarsi assertiva ed incisiva, sia sul modo di vivere la sua sessualità. La invitiamo quindi a riflettere su questi due aspetti. Sul primo, valutando la capacità di affermare se stessa, la propria volontà e di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e opinioni. Per quanto riguarda la sessualità, provi a domandarsi se vive questo aspetto in modo infantile e come un argomento che le desta imbarazzo oppure se riesce a viverlo appieno,  in modo adulto e libero.

 

Sogno di Silvia   “Devo metter benzina, per cui scendo e le prima cosa che faccio è aprire il tappo dell’auto. Sorpresa e felice ci trovo un anello prezioso, oro bianco, un diamante e tempestato lateralmente di brillanti. Lo osservo incredula ed emozionata, poi mentre sto per indossarlo nell’anulare della mano sinistra mi appare il nonno e mi dice che è per me e che da tanto avrebbe voluto regalarmelo. Quanta emozione, ancora mi batte il cuore, ho pianto e piango per la gioia”.   Cara Silvia, il sogno da Lei descritto riporta alcuni elementi simbolici ricchi di valenza emotiva. Il fatto che Lei si trovi in auto fa supporre che nel suo sogno sia presente un legame diretto con alcuni aspetti importanti della sua personalità; ciò che ha sognato e descrive, potrebbe quindi svelare i bisogni ed i desideri più profondi in questo momento della sua vita. Sognare di sostare e scendere dall’auto per fare benzina, potrebbe indicare la sua necessità di abbandonare una situazione o alcune preoccupazioni che attualmente vive e che possono indurla a percepire un senso di fallimento; ricevere qualcosa, come nel suo caso un dono, quando è scesa dalla sua auto, potrebbe riferirsi al timore di riuscire a cambiare questa situazione ed a vivere emozioni per Lei più positive, solo per brevi periodi di tempo. Il gesto di togliere il tappo del serbatoio dell’auto, potrebbe riferirsi in modo più specifico al suo desiderio di vivere una situazione amorosa in modo meno idealizzato e più passionale ed a questo potremmo ricollegare anche la presenza nel suo sogno di un anello che Lei riceve in dono. L’anello è un simbolo ricco di significati, poiché in genere fa riferimento al desiderio di costruire un legame affettivo duraturo nel tempo, eterno e ricco di virtù, ricercando quasi una sorta di dipendenza da un’altra persona della quale sembriamo avere molto bisogno. Un anello, come nel suo caso, che sembra essere tramandato in famiglia, potrebbe simboleggiare un passaggio importante che Lei sta attuando nella propria vita (più precisamente quello all’età adulta) o comunque un momento molto particolare ed importante della sua esistenza. Il fatto che Lei stia per indossarlo al dito anulare della mano sinistra, ricorda un anello che ha un valore nuziale e che nuovamente rimanda alla presenza di un passaggio ad un’età più matura, magari associato al desiderio di unire aspetti diversi della propria identità e rendere evidenti a tutti questi suoi cambiamenti interiori; potrebbe nuovamente simboleggiare il desiderio di vivere un amore più duraturo. Le caratteristiche dell’anello che Lei ha sognato potrebbero riferirsi ad alcune qualità che vorrebbe attribuire a questo rapporto amoroso che desidera o a questa sua nuova identità. Un anello d’oro simboleggia la ricerca di una felicità che possa durare nel tempo; la presenza del diamante e dei brillanti incastonati indica l’allontanamento delle proprie paure e preoccupazioni per far spazio nella propria vita alla luce, ad un amore costante e che possa raggiungere la massima espressione, così come alla purezza, alla sincerità, alla fedeltà ed alla comprensione dell’altro partendo dalla piena conoscenza di sé. La figura del nonno è l’archetipo junghiano del “Senex” che si riferisce alla parte più equilibrata, più saggia, più responsabile di noi e può rimandare all’immagine dell’acquisizione di maggiore esperienza. L’anello regalatole da suo nonno potrebbe anche riferirsi al suo desiderio di voler mantenere vivi ricordi di particolari momenti della sua vita magari vissuti proprio insieme a questo suo familiare. Riassumendo, dal sogno che Lei descrive, in questo momento della sua vita, i suoi bisogni ed i suoi desideri più profondi sembrano essere quelli di voler abbandonare situazioni e preoccupazioni negative per poter cambiare ciò che vive e prova in qualcosa di più concreto e positivo. Sembra avere però paura di ottenere dei miglioramenti solo temporanei mentre appare piuttosto marcato il suo desiderio di raggiungere una condizione di benessere interiore e di felicità che possano accompagnarla per molto tempo. Il simbolo dell’anello indica un desiderio di modificare alcuni aspetti della propria identità, per raggiungere una maggiore maturità, saggezza ed esperienza che magari possa esserle di aiuto per sapere come agire in modo secondo Lei più corretto nella vita per poter ottenere ciò che la renderebbe felice. Sembra forte il suo bisogno di maggiore stabilità nella sfera affettiva, creando un legame molto forte con una persona che sia in grado di farle vivere sensazioni di fiducia, di fedeltà e di purezza, di un rapporto che la aiuti a crescere, imparando anche a conoscersi meglio.  

 

Buongiorno sono Letizia, una signora di Torino e chiedo gentilmente l’interpretazione di un sogno che faccio spesso: sogno di salire scale ripide, questa volta in metallo. Ricordo prima di salirle di trovarmi in un’azienda tipo fabbrica con tanta gente che scendeva e saliva dalle scale. Io ero lì come se cercassi qualcosa e contemplavo un po’ gli altri, poi mi accingevo anch’io a salirle con fatica ma arrivata in cima cercavo impaurita qualcuno o parente che mi aiutasse alla fine vidi mio marito che mi aspettava in auto e mi tranquillizzai. Sogno spesso oltre scale anche ospedali e scuole mettendomi in ansia come non riuscissi con facilità arrivarci a casa.

Ringrazio per l’attenzione e ringrazio cordialmente.

 

Cara Letizia,

nel suo sogno l’elemento fondamentale che appare è la scala, che potrebbe assumere il significato della salita e della discesa. Indica che tutte le energie sono impiegate per la realizzazione delle ambizioni, il salire implica il compiere uno sforzo, il migliorare il contesto affettivo di vita o spirituale mentre lo scendere potrebbe significare il ritornare alle proprie capacità innate, precipitandosi dentro di sé, verso gli istinti e l’inconscio. La fabbrica potrebbe simboleggiare l’intero percorso di vita, dove qualsiasi prodotto grezzo del nostro vissuto subisce una metamorfosi in base alle circostanze e alle persone che ci circondano. La scuola onirica genera un po’ di angoscia, potrebbe rappresentare una risposta ai vostri sforzi attuali e rappresentare la scuola della vita. Il posto dove si è seduti, il luogo in cui ci si trova nella scuola, la materia da studiare, l’esame da superare, sono indicativi di altrettante risposte ai propri problemi e sono in diretto rapporto con ciò che si deve comprendere per vivere in una maniera razionale. Mentre il simbolo dell’ospedale potrebbe sotto intendere il desiderio inconfessato ma intenso che gli altri combattono al nostro posto, perché il senso di affaticamento ha raggiunto il culmine.

In conclusione, il suo sogno potrebbe svelare, in questo momento, un suo desiderio inconscio di cambiamento, di miglioramento di vita attuale. Questo percorso sembra essere estremamente faticoso, creandole preoccupazione e per questo motivo sembrerebbe che lei nel sogno abbia bisogno di essere sostenuta e accompagnata in questo percorso.

 

 

SOGNO DI ANGY

Ho sognato mia suocera defunta da qualche mese, vestita di nero, l’accompagnavo tenendogli la mano ma di fronte a molta acqua fangosa si immerge rapidamente per suicidarsi. Spaventata la tiro su con intenzione di sgridarla ma mi sono svegliata improvvisamente.

Grazie per l’interpretazione.

Può succedere spesso che i protagonisti dei nostri sogni siano dei nostri famigliari defunti, che nell’immaginario collettivo sembrano possedere delle caratteristiche quasi divine perché provenienti da un mondo che a noi “viventi” non è permesso avvicinarsi, entrare, conoscerlo e tantomeno viverlo. Inoltre, molte volte sono portatori di messaggi che sono indispensabili per dare una scossa alla nostra vita, per sbloccarla da quel mare calmo e piatto in cui si è capitati, e per farci riemergere da quello stagno in cui si è finiti e si è rimasti intrappolati (dal quale in maniera autonoma non riusciamo a tirarci fuori), dandoci quell’imput che dovrebbe dare il via a dei cambiamenti che potrebbero aprire una nuova fase ed una nuova stagione alla nostra esistenza.

In base all’importanza ed al ruolo assunto dal defunto nella nostra vita che ci appare nel sogno ed al rapporto che ci lega a questi, la sua “intromissione” può assumere diverse valenze: ad esempio l’immagine della suocera potrebbe essere legata al senso di giudizio, al suo sentirsi all’altezza ed adeguata alle situazioni, anche in riferimento alla maturità raggiunta come donna.

Un altro simbolo presente nel sogno è l’acqua, che può assumere un significato ambivalente: se da un lato viene rappresentata come un flusso primordiale che sta alla base della creazione del mondo, della nascita di ogni forma di esistenza e quindi generatrice di vita e che da fertilità, dall’altro è sinonimo di annegamento e di distruzione, come ad esempio il Diluvio Universale, che va a spazzar via tutto quello che è stato creato. Inoltre non è da sottovalutare anche il riferimento dell’acqua al grembo ed alla figura materna  poiché la nostra stessa vita è iniziata col contatto con questo liquido, che in alcuni casi è limpido, accogliente e protettivo ma in altri è troppo scarso e torpido. E nel sogno raccontato da Angy, quest’acqua non è limpida ma è fangosa, torbida: ciò potrebbe rimandare ad un suo rapporto conflittuale con la figura materna.

Inoltre ci troviamo di fronte ad un tentativo di suicidio della suocera, che in un certo senso lo preannunciava vestendosi di nero. Di particolare interesse è la modalità (lei si immerge in questa acqua fangosa e non un tuffarsi): ciò potrebbe rimandare ad una volontà di voler addentrarsi gradualmente nella profondità del nostro mondo interiore, in quella parte di noi poco conosciuta alla coscienza. Ma questo profondo non è limpido e facilmente “disponibile” ma è torbido, poco accessibile, quasi appiccicoso e nel quale si potrebbe rimanere invischiati. Ma evidentemente Angy non si sente ancora completamene pronta per questa nuova sfida, per questa nuova avventura perciò si sente spaventata, ne ha paura perciò viene riportata su, nel mondo coscient

 

Sogno di Simona: Ho sognato mio suocero morto che mi diceva di non arrendermi .

Cara Simona,
sembra che tu stia vivendo un momento di difficoltà, e in una simile occasione viene in soccorso una figura familiare, protettiva che ti incoraggia ad andare avanti. Potrebbe essere anche che la parte di te più responsabile, più saggia che ti sta ricordando di non mollare, che puoi farcela, che hai le risorse per poter superare eventuali preoccupazioni.
Inoltre, sarebbe importante, da una traccia così breve, attingere alle tue sensazioni al risveglio. Spesso anche frammenti dell’attività onirica possono lasciarci una sensazione di ansia, paura, allegria, euforia, gioia, serenità. Prova a rintracciare il ricordo al risveglio, e la sensazione ad esso collegata. Può essere una strada che conduce al significato che ha per te questa immagine.

 

Sogno di Donatella: Zza, proseguivo nella mia città natale dove non vivo più da 15 anni. Devo andare a trovare mia nonna , le strade sono tutte cambiate e il percorso lungo e articolato. Arrivo in una piazza proseguo a piedi e mi accorgo che devo far raggiungere mia nonna ( morta 8 anni fa ) anche una bambina di 5 anni e che con me c’è mia mamma . Arriviamo al palazzo e per entrarci bisogna arrampicarsi sulla parete ed entrare in un buco piccolissimo. A mia madre dico che forse sarebbe il caso di fare una porta più grande perché mia nonna che nel sogno è malata come nell’ultima parte della sua vita non può più passarci. Una volta in casa trovo un ragazzo che sta cucinando. Non ho visto la nonna è in casa non arriva….

Cara Donatella, il sogno ci è arrivato incompleto quindi non ci è stato possibile interpretarlo tutto , ma ci siamo focalizzati sulla parte che a noi è sembrata centrale e più significativa , quella dell’arrivo al palazzo e degli ostacoli che devi superare per entrare. Il palazzo a cui arrivi nel sogno ci fa pensare ad un obiettivo che ti sei posta, una meta, un ambizione o un ideale da perseguire; nel percorso che si dispiega davanti a te per raggiungere questo obiettivo, probabilmente avrai degli ostacoli da superare (arrampicarti sulla parete ed entrare nel buco piccolissimo). Questa situazione in cui ti trovi probabilmente ti crea anche smarrimento , confusione (la piazza) e ciò ti porta forse a cercare sicurezza, protezione, di avere qualcuno che ti supporta e ti sostiene (rappresentato dalla nonna ),e per questo senti il bisogno di tornare alle origini, in un posto per te sicuro come la tua città natale. Può essere anche un cammino a ritroso, un sogno trigenerazionale dove attraverso un buco piccolo si torna verso la madre della madre, e bambini ci si perde nei ricordi che però non ci sono familiari, e avvertiamo l’esigenza di tracciare percorsi più comodi (il buco più grande) per ritrovare la nostra storia. Forse potrebbe essere il caso di perdersi un pò in qualche racconto della nostra infanzia, rintracciare qualche ricordo che possa poi portarci a trovare il senso di questo viaggio.

 

Sogno di anonima: Ti devo troppo raccontare il sogno di stanotte!!! Ero stata in un bar insieme a delle amiche e dovevo tornare a casa prima che facesse buio dato che ero a piedi . Faccio un pezzetto di strada a piedi con la musica nelle orecchie a tremila e camminando a passo molto veloce e quasi ballando quando mi rendo conto di aver scelto la strada più carina ma quella in mezzo ai campi quindi ad un certo punto, presa dalla paura perché stava iniziando a diventare buio, prendo la mia macchina. Inizio a guidare e sbaglio strada, mi trovo in un paesino con la strada principale chiusa dalla polizia perché era successo qualcosa e le volanti uscivano a raffica. Prendo la deviazione e sbaglio di nuovo ( tutti questi errori però non mi mettono ansia )quindi salgo per una strada rapidissima… tanto ripida che pare che la macchina mi si capovolga e quasi arrivata alla fine della salitona mi fermo con il terrore di cadere all’indietro, il freno a mano non mi funziona e via via pigio il freno normale ma inizio ad andare indietro e a scendere con le macchine che mi vengono dietro. Naturalmente io faccio tutto in retromarcia e un ansiaaaa. Avevo però la consapevolezza di avere una scappatoia però un ansiaaaa.

Cara anonima, Andare a piedi può indicare il procedere liberamente , la possibilità di decidere dove andare. Questo cammino viene fatto con entusiasmo ma anche senza attenzione, almeno in un primo momento, una strada dove non ci sono riferimenti, nel momento in cui l’andare non ha certezze , la macchina ti fa sentire protetta. I necessari ma anche inaspettati cambi di direzione e quindi i cambiamenti che possono sopraggiungere, sembrano non metterti ansia, questa mancanza di ansia ti fa osare di più , al punto di intraprendere percorsi molto faticosi, dove sei costretta a retrocedere. Quando devi rimettere in discussione le tue scelte impegnative, a quel punto l’ansia subentra. Forse stai attraversando un momento in cui ti senti in grado di andare, di fare delle scelte, a tal punto che osi , forse senza riflettere troppo, magari impulsivamente. Questi attacchi però ti creano difficoltà, forse , questo potrebbe essere un momento in cui ti si chiede di riflettere sulla strada/e da percorrere. Anche l’auto è un modo per raggiungere i propri obiettivi, per essere autonomi negli spostamenti. La differenza tra andare a piedi e in macchina è la velocità. I freni rappresentano la volontà. Quindi nel percorso che intraprendi per raggiungere gli obiettivi, man mano che questi diventano più ostici, è necessaria la forza di volontà, forse ciò ti fa sentire più fragile. (crescere, maturare, potrebbe metterti ansia, magari perché fino ad oggi hai fatto scelte con spensieratezza, senza tante difficoltà )

 

Sogno di Gloria                                                                          

 Mi ero innamorata di un ragazzo ma nel momento del bacio lui inizia a trasformarsi in altre persone e scappa da me, però quando alla fine si trasforma in una pazza viene rinchiuso in un manicomio dove tenta di scappare per tornare con me.

 

Frammentazione

Frame 1: Mi ero innamorata di un ragazzo ma nel momento del bacio lui inizia a trasformarsi in altre persone e scappa da me.

Frame 2: quando alla fine si trasforma in una pazza viene rinchiuso in un manicomio dove tenta di scappare per tornare con me.

 

Topoi: bacio, trasformazione, fuga, pazza, manicomio.

 

Possibile interpretazione

Cara Gloria,

Dal punto di vista simbolico la metamorfosi si associa ad un cambiamento che si pone a livello interiore e non in termini fisici (il cambiamento fisionomico è solo una rappresentazione della personalità di chi sogna). Sognare la pazzia invece può indicare il bisogno di distaccarsi dalle norme e convenzioni imposte dalla società; rappresenta la parte meno razionale, più impulsiva ed emotiva.

Il sogno, in generale, può rimandare al tema del conflitto che si pone all’interno della sua personalità: da un lato la componente più razionale e restrittiva, che sembra prendere il sopravvento all’interno del primo frame, dall’altro la componente più sregolata e passionale, la quale risulta protagonista della parte finale (l’immagine della pazza che ritorna da lei). Nella prima parte, il ragazzo che le piace inizia a trasformarsi in altre persone e questo potrebbe indicare le limitazioni che spesso si autoimpone e che la portano ad allontanarsi da ciò che realmente desidera. Nel secondo frame sembra emergere il desiderio di superare tali limitazioni, concretizzato nella figura della pazza.  Sembra tuttavia emergere un nuovo tentativo da parte della componente razionale di contenere queste caratteristiche pulsionali (la pazza viene rinchiusa all’interno di un manicomio), in quanto percepite come un qualcosa di destabilizzante e fuori controllo.

Un altro aspetto che sembra emergere con vigore è il cambiamento e la trasformazione che si pone su due piani diversi: da un lato la trasformazione fisica del ragazzo, il quale prima si trasforma in altre persone e poi si nella pazza; dall’altro il cambiamento che si pone a livello comportamentale (inizialmente il ragazzo scappa da lei, successivamente evade dal manicomio per tornare con lei). Questi aspetti potrebbero riferirsi alla sua vita attuale: una situazione caratterizzata da movimento e caos ma anche da transizioni e momenti di crescita che, da un lato  potrebbero spaesarla, dall’altro fornirle un occasione di miglioramento.

In conclusione vorrei invitarla a riflettere sulla presenza di possibili conflitti nella sua vita attuale che rendono difficile dare direzionalità alle proprie azioni per il raggiungimento degli obiettivi, oppure a realizzare e concretizzare questo cambiamento che sembra emergere con così tanta forza all’interno del suo sogno.

 

Sogno di Maria Giovanna

Ho sognato di andare a casa di mia nonna che è morta da due anni con mio padre… e lei stava cucinando delle patate e in un’altra pentola stava rosolando delle cipolle: era felice e serena e stava sul ciglio della porta. Io prima ho mescolato le patate e poi lei mi ha chiesto di riempire la saliera con il sale. 

 

Topoi: nonna defunta, cucinare, felicità, saliera.

Frame 1: Ho sognato di andare a casa di mia nonna che è morta da due anni con mio padre… e lei stava cucinando delle patate e in un’altra pentola stava rosolando delle cipolle: era felice e serena e stava sul ciglio della porta.

Frame 2: Io prima ho mescolato le patate e poi lei mi ha chiesto di riempire la saliera con il sale.

 

Possibile interpretazione

Cara Maria Giovanna,

Dal punto di vista simbolico sognare i defunti rimanda ad un collegamento con le proprie radici e ad un senso di protezione e accudimento, soprattutto quando si ha un legame con essi. La nonna, nello specifico, può rimandare alla figura materna (essendo la mamma di un proprio genitore) di calore e cura, insieme, però, agli aspetti di saggezza ed esperienza che nell’immaginario collettivo vengono associati alle persone anziane. Nel primo frame, la nonna si trova inizialmente intenta a cucinare, poi si trova sul ciglio della porta, felice di rivedere i propri familiari.

Nel secondo frame, è lei stessa che inizia a cucinare sotto la guida della nonna, mescolando le patate e riempiendo la saliera con il sale. Nella simbologia generale, una saliera che viene riempita potrebbe rimandare all’arrivo nella propria vita di miglioramenti, situazioni positive o novità.

Nel complesso sembra emergere un senso di felicità da entrambe le parti: da un lato, la nonna è felice di tramandare le proprie conoscenze e la propria saggezza generale (nel sogno tale saggezza viene rappresentata dalle conoscenze in cucina); dall’altro, la nipote sembra felice di assimilare e far proprie le saggezze ed i preziosi consigli della nonna. È come se si creasse un ponte tra le due generazioni, così distanti ma nello stesso tempo così vicine. Un altro indice di questo forte legame sembra rappresentato dal fatto che la nonna sia in trepidante attesa sulla porta, come se non vedesse l’ora di riabbracciare i propri cari.

Sembra, infine, emergere la volontà di tendere al modello rappresentato dalla nonna, ma che più in generale si riferisce ad una guida dotata di saggezza e capacità di protezione, in grado di condurci e sostenerci nelle nostre scelte e nei momenti più difficili.

Mi piacerebbe invitarla a riflettere su questo sogno che appare come un “passaggio di testimone”: potrebbe essere interessante per lei capire quali figure intorno a lei potrebbero incarnare queste caratteristiche di protezione e saggezza e quali aspetti di sé le piacerebbe migliorare o acquisire (la saliera che viene riempita).  

 

Sogno Anonimo

Ho sognato di essere ad una festa in un giardino che non conosco e all’inizio c’erano solo femmine, e stavamo prendendo il tè. Poi dopo arrivano dei ragazzi che iniziano a parlare con le femmine e a ballare (le femmine e i ragazzi che non conoscevo sono diventati persone che conoscevo), ad un certo punto un conduttore parla e dice che dobbiamo mischiarci. Questo conduttore mi butta e io mi trovo addosso a un ragazzo sconosciuto, il conduttore dice di partire e questo ragazzo che è il capofila mi prende per mano e pure io lo prendo per mano a chi c’era dietro e facciamo una catena. Facciamo un giro di tutto questo giardino e poi una mia amica che conosco mi mostra delle foto e dice guarda quel ragazzo mentre tutti ballavano se n’è stato seduto solo sul muretto….. e poi mi sono svegliata.

FRAMMENTAZIONE

Frame 1: Ho sognato di essere ad una festa in un giardino che non conosco e all’inizio c’erano solo femmine , e stavamo prendendo il tè.

Frame 2: Poi dopo arrivano dei ragazzi che iniziano a parlare con le femmine e a ballare (le femmine e i ragazzi che non conoscevo sono diventati persone che conoscevo), ad un certo punto un conduttore parla e dice che dobbiamo mischiarci.

Frame 3: Questo conduttore mi butta e io mi trovo addosso a un ragazzo sconosciuto, il conduttore dice di partire e questo ragazzo che è il capofila mi prende per mano e pure io lo prendo per mano a chi c’era dietro e facciamo una catena. Facciamo un giro di tutto questo giardino

Frame 4: poi una mia amica che conosco mi mostra delle foto e dice guarda quel ragazzo mentre tutti ballavano se n’è stato seduto solo sul muretto.

TOPOI: FESTA, PERSONE, maschi e femmine.

POSSIBILE INTERPRETAZIONE

Cara Anonima,

nel sogno che ci ha inviato racconta di aver preso parte a una festa, insieme a molte altre persone. Nella prima scena del sogno, lei prende un tè in compagnia di alcune ragazze, attività che richiama sensazioni di tranquillità e di rilassamento; poi, nella seconda parte del sogno, spinta dal “conduttore”, si ritrova a ballare in mezzo agli altri, “mischiandosi” con dei ragazzi e formando “una catena”. Le scene da lei descritte evocano un bisogno di integrazione: da un lato, l’incontro e  la mescolanza di maschi e femmine può evidenziare il suo bisogno di relazionarsi e affacciarsi al maschile; dall’altro, può rappresentare la necessità  di integrare la sua componente femminile con quella maschile. Jung ha definito Anima e Animus quelle parti di noi stessi che caratterizzano le pulsioni istintuali del sesso opposto: nel sogno, la sua componente femminile, sensibile, emotiva e passiva si completa con la componente maschile che vive dentro di lei, più dominante, razionale e forte. Ragazzi e ragazze formano “una catena”, creando un legame,  si tengono per mano e fanno insieme il giro del giardino. Anche la figura del conduttore, che nel suo sogno la spinge ad avvicinarsi ai ragazzi, può essere ricondotta ad un archetipo di Jung, il Senex: costui rappresenta la parte più equilibrata, saggia e responsabile di noi stessi, e nel sogno le indica la strada per l’integrazione e l’unificazione delle parti opposte del sé e per favorire l’incontro tra i due sessi.

Nella scena finale , lei racconta di aver visto la foto di un ragazzo, che durante la festa è rimasto seduto in disparte: ancora una volta, questo ragazzo potrebbe rappresentare la sua componente maschile, più razionale, che tende, generalmente, a rimanere isolata e separata  dagli altri.

 

 

 

SOGNO IN RETE SELENE 

Ho sognato che il mio fidanzato aveva le sembianze di mio padre e anche il suo carattere quindi poi litigavamo sempre e io alla fine lo lasciavo. Cosa può voler dire? Io e lui andiamo molto d’accordo anche se adesso attraversiamo un momento di crisi.

FRAMMENTAZIONE

Un solo Frame: Ho sognato che il mio fidanzato aveva le sembianze di mio padre e anche il suo carattere quindi poi litigavamo sempre e io alla fine lo lasciavo.

 

TOPOI: padre.

 

POSSIBILE INTERPRETAZIONE

Cara Selene,

nel suo sogno non è presente una vera e propria successione di azioni, bensì un’unica scena, in cui lei vede il suo fidanzato sotto le sembianze di suo padre. Il padre è molto comune all’interno della simbologia onirica e può associarsi a vari significati. Generalmente viene affiancato al simbolo dell’autorità, al Super-Io freudiano, ovvero quella parte dell’Io che pone limiti e regole, tenendo a freno gli impulsi e l’emotività. A livello corporeo viene rappresentato dal diaframma, ovvero quella parte che separa l’Io (che si trova nel petto) dalle parti più emotive e pulsionali (situate nella pancia).

È molto comune sognare il proprio compagno sotto le sembianze paterne, in quanto da un lato, il padre nei sogni può associarsi all’autorità e alla forza, dall’altro, al bisogno di sicurezza, cura e protezione. Può darsi che, in questo momento della vostra relazione, lei senta più forte la sua parte autoritaria e rigida, quella che sente più vicina alla figura paterna (lei infatti nel sogno vede il suo fidanzato anche con il carattere del padre, motivo che vi porta a litigare e a lasciarvi). In associazione a questo aspetto, può darsi che lei sia alla ricerca della parte più protettiva del suo compagno, di quegli aspetti di sicurezza, protezione, cura, che in questo momento sembrano mancarle e che rivede, anch’essi, nella figura paterna.

In conclusione, vorrei invitarla a riflettere su quali aspetti del carattere del suo fidanzato vorrebbe maggiori sicurezze e  meno rigidità, comunicando con lui e aiutandovi a vicenda a venirvi incontro nelle vostre richieste, per superare questo “momento di crisi”.

 

Sogno di Maria Beatrice  “ Cammino a lungo. Percorsi vari anche scale in ambienti sconosciuti surreali. Sono in ricerca di risposte al mio malessere alla mia ansia (che è reale). Alla fine arrivo dentro una stanza in cui è presente un tavolo. Al di là del tavolo un signore sorridendo mi invita a pescare in una grande ciotola di vetro, un pacchetto sorpresa. Senza molta convinzione ne prendo uno e lo scarto. Dentro un dolcino bianco e sulla carta che lo avvolgeva c’era scritto “Scaduto”. Guardo quel signore che sempre sorridendo mi dice: ” può mangiare i dolci esposti sono buoni “ e mi indica un vassoio con altri dolci bianchi decorati con palline argento come il dolce scaduto”.   Cara Maria Beatrice, nel suo sogno appaiono diversi simboli di notevole rilevanza. In primo luogo, il camminare potrebbe indicare che lei attualmente sta compiendo un itinerario personale, una evoluzione interiore della propria vita. Durante tale cammino, potrebbero esserci momenti di passaggio simboleggiati dalle scale che nella simbologia tradizionale si riferiscono al legame tra la terra e il cielo, l’oscurità e la luce. Potrebbe dunque essere indice di una conquista lenta ed impegnativa. Nel suo sogno, inoltre, compare un tavolo che potrebbe simboleggiare stabilità affettiva a cui lei potrebbe intimamente aspirare in questo momento. L’atto del pescare rimanda ad un’analisi personale alla presa di coscienza di ciò che si possiede e che ci viene offerto nelle varie circostanze della vita. Qui subentra, infatti, il pacchetto a sorpresa che contiene un dolce scaduto e che potrebbe simboleggiare un evento o persona appartenente probabilmente alla sua sfera intima/sessuale che si è presentato nel suo cammino di vita ma che si è rilevato essere diverso rispetto a quello che si è poi mostrato, tanto che compare la scritta “scaduto”. Tuttavia, sembra comunque che lei abbia il desiderio di voltare pagina e intraprendere una scelta che le possa donare maggiore serenità e scacciare l’ansia che descrive nel suo cammino. Tutto ciò è simboleggiato dal vassoio di dolci bianchi che le vengono offerti nella parte finale del sogno. Il colore bianco, infatti, simboleggia serenità e pace interiore e nella simbologia tradizionale ha il potere di eliminare ossessioni e calmare le passioni. La invitiamo a riflettere su questo momento particolare della sua vita che sembra causarle ansia e preoccupazione. Probabilmente ha dovuto affrontare un’esperienza di vita che l’ha turbata notevolmente ma lei sembra desiderosa di proseguire il suo cammino alla ricerca di vissuti più positivi in grado di donarle maggiore sicurezza e pace interiore. Concludendo, le suggeriamo di soffermarsi anche sulla persona che nel suo sogno le mostra le varie alternative, rassicurandola, nei confronti della quale forse potrebbe trovare un supporto per affrontare al meglio questo particolare momento della sua vita.

 

Sogno di Simona   “Ho sognato le due nonne defunte di mio marito che facevano panini sulla strada davanti al negozio di panetteria di famiglia, mia suocera diceva alla madre di mio suocero di tagliare il salame più sottile mentre la madre di mia suocera diceva di tagliarlo più spesso, mio suocero vestito da panettiere (di bianco), se ne stava tranquillo a guardare, la signora della bottega di paese correva avanti e indietro dal suo negozio con gerle piene di salami…”   Cara Simona, il primo simbolo che compare nel suo sogno è quello relativo all’immagine delle nonne defunte. Le figure anziane rappresentano solitamente la parte più equilibrata e saggia dell’uomo, quella con maggiore esperienza e saggezza. Il defunto assume caratteristiche non propriamente umane ed è comune credere che abbiano l’accesso ad una dimensione diversa, ultraterrena, che li mette a contatto con realtà ritenute inaccessibili per noi. Nei sogni, i cari estinti diventano portatori di un messaggio fondamentale per superare un nostro momento di difficoltà, di stallo o per portare la nostra attenzione su situazioni di cui abbiamo scarsa consapevolezza. E’ importante quindi riflettere sul ruolo che queste persone defunte hanno ricoperto nella nostra vita ed al rapporto che ci lega a loro. Nel suo sogno sembra emergere una situazione di incertezza e dubbio: da un lato l’invito ad agire in un determinato modo (tagliare il salame più sottile), dall’altro l’invito opposto (tagliarlo più spesso). Un altro elemento presente nel suo sogno è il pane: simbolo di ricchezza, sia materiale che spirituale, con una connotazione quindi prettamente positiva. Il pane è considerato cibo universale, un elemento comune e al tempo stesso “sacro”. Aeppli scrive: “Il cammino del pane – dal chicco di grano, che viene sprofondato nel buio solco del terreno, dal campo che si tinge delicatamente di verde, dall’ondeggiante e dorato mare di spighe, attraverso il lavoro della mietitura e della trebbiatura, il processo della macinazione e del setaccio, la preparazione dell’impasto e la cottura al calore del forno, fino alla sua generale distribuzione sul desco familiare – ebbene, ogni tappa della trasformazione di questo cibo è densa di valenze simboliche e testimonia il cammino compiuto dalla civiltà umana”. Il salame è un altro elemento che rimanda ad un concetto di abbondanza, soddisfazione dei sensi e prosperità e questi concetti sembrano essere amplificati dal fatto che questo compaia in modo ridondante nel suo sogno. Inoltre compare la figura di suo suocero, nelle vesti di panettiere. Così come il pane, anche il panettiere è simbolo di fortuna e salute anche se sognare un suocero potrebbe corrispondere ad un’avvisaglia di conflitti nel contesto familiare. L’ultima figura che appare nel suo sogno è quella della signora della bottega, colta in un atteggiamento opposto rispetto al suocero: se quest’ultimo è calmo ad osservare, la signora corre “avanti e indietro”. Diverse motivazioni possono spingerci a correre ed è importante analizzare il significato che per noi potrebbe assumere questa corsa, capire se è per raggiungere qualcosa o, al contrario, per fuggire. L’atto del correre potrebbe indicare la presenza di un conflitto interiore, con se stessi o con gli altri. L’invito che le rivolgiamo, è quello di riflettere sul momento che sta vivendo, sull’eventuale presenza di conflitti, su quelli che possono essere i dubbi e le incertezze che le si presentano e quelle che invece considera certezze e risorse a cui attingere la forza per superare possibili difficoltà.

 

Sogno di Luam   “Tanti scarabei neri sul muro del salotto”   Caro Luam, nel suo sogno compaiono alcune simbologie tra le quali gli scarabei. Questi insetti costituivano la base di un importante simbolismo animale nell’antico Egitto, andando a rappresentare l’autogenerazione, la rigenerazione, la risurrezione. Lo scarabeo viene solitamente associato all’alba, simboleggiando la felicità, la soddisfazione di sé e una forma di risveglio della coscienza, ma indicano anche le nostre paure più profonde che solo se conosciute bene e accettate, ci forniscono la forza necessaria per affrontare le difficoltà. Lei specifica inoltre che questi scarabei fossero neri e questo è un segno meno positivo. Il nero è il colore di Saturno, rappresenta il mondo delle origini, del germe presente in ogni forma di vita e tutto ciò che è oscuro. E’ sempre un colore riferito a rinuncia e lutto. Tutto ciò che è tinto di nero impone il distacco. In un sogno, l’oggetto nero simboleggia ciò da cui vi dovete sbrogliare nella vita. Ma il nero può essere brillante o cupo, luccicante o plumbeo. Se è brillante, preannuncia un pericolo proveniente dall’esterno; se è cupo, il pericolo scaturisce, al contrario, dall’interno, dal sé. Altro simbolo è il muro. E’ il recinto che precisa esattamente i limiti, è ciò che protegge ciò che vi sta dentro, ossia un luogo intimo. Nel bene, come nel male, ci si pone al suo interno. Se la casa è la vita del sognatore, la trama del suo vissuto, il salotto informa su quanto si riferisce alla vita agli occhi degli altri, alla vita sociale, ai sentimenti, agli amori legittimi. In conclusione,  gli scarabei rappresentano qualcosa che lei teme e non conosce e che percepisce come una minaccia riconducibile alla sfera delle relazioni con gli altri, dell’ apparire, della facciata sociale rappresentata dal salotto, ma tali minacce in realtà così come gli scarafaggi possono assimilarsi agli scarabei, i quali potrebbero anche costituire una grande opportunità per lei nel momento in cui sarà disposto ad accogliere ciò che più teme di sé.      

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *