Quando stare bene diventa un’ossessione

Il termine “ipocondria” è stato coniato dal medico greco Ippocrate, che supponeva che il disturbo provenisse da un’area dell’addome chiamata “ipocondrio”.

All’inizio dell’800, l’ipocondria era diventata una condizione più mentale che fisica. Come sottolinea C. Crampton, una giornalista e scrittrice britannica, “Ancora oggi rimane l’idea che sia un disturbo mentale”. Inoltre, sostiene che l’industria del benessere è sempre più determinata ad alimentare l’ansia nei consumatori per vendergli elisir di lunga vita

L’ipocondria è un disturbo psicologico caratterizzato da una preoccupazione eccessiva e persistente per la propria salute, accompagnata da una convinzione infondata di avere o di poter sviluppare una malattia grave, nonostante l’assenza di evidenze mediche che lo supportino. Le persone affette da ipocondria tendono a interpretare normali sensazioni corporee come segni di malattia grave, il che può causare ansia significativa e interferire con la loro qualità di vita.

Molti prodotti e servizi pubblicizzati nell’industria del benessere sono accessibili solo ai più ricchi, dato il prezzo. Esempi di questi prodotti  e servizi includono:

  • Integratori di lusso: Alcuni integratori sono venduti a prezzi molto elevati, spesso giustificati da ingredienti rari o metodi di produzione esclusivi. Aziende come Moon Juice e Goop offrono integratori costosi che promettono benefici vari, dalla riduzione dello stress all’aumento dell’energia.
  • Diete personalizzate e programmi di benessere: Programmi di dieta e benessere personalizzati, offerti da società come Sakara Life, possono essere molto costosi. Questi programmi promettono miglioramenti significativi nella salute generale attraverso pasti biologici e nutrienti.
  • Tecnologie avanzate per la salute: Dispositivi di monitoraggio della salute avanzati, come i wearable di alta gamma (es. Oura Ring o alcuni modelli di smartwatch Apple), spesso hanno un prezzo elevato, rendendoli accessibili solo a una fascia di popolazione più ricca.
  • Trattamenti di bellezza esclusivi: Trattamenti estetici avanzati come la crioterapia, la terapia con cellule staminali o i trattamenti facciali con oro e diamanti, offerti in cliniche di lusso, sono spesso molto costosi e destinati a un pubblico facoltoso.

In conclusione, la scrittrice afferma: “Gli integratori, le diete e i comportamenti promossi oggi somigliano a volte alla medicina dei ciarlatani del passato” perché, come la medicina dei ciarlatani, molte di queste offerte sono basate su affermazioni non sempre supportate da solide prove scientifiche. Alcuni esempi di questi prodotti e comportamenti includono:

  • Integratori miracolosi: Prodotti che promettono risultati straordinari senza un adeguato supporto scientifico, come alcuni integratori per la perdita di peso o anti-invecchiamento.
  • Diete alla moda: Regimi alimentari estremi o non bilanciati che promettono risultati rapidi e spettacolari, come la dieta chetogenica o la dieta paleo, spesso promossi senza considerare le necessità individuali e i possibili rischi per la salute.
  • Pratiche di disintossicazione: Programmi di detox che pretendono di purificare il corpo dalle tossine attraverso succhi, tisane o altre pratiche non comprovate scientificamente, come i trattamenti di colon cleansing.
  • Apparecchiature e tecnologie dubbie: Dispositivi che promettono benefici incredibili per la salute e il benessere, come i braccialetti magnetici o le apparecchiature per la ionizzazione dell’acqua, spesso senza evidenze scientifiche che ne supportino l’efficacia.

Questi esempi riflettono come, nonostante i progressi della medicina e della scienza, l’industria del benessere possa ancora sfruttare le paure e le insicurezze dei consumatori per vendere prodotti e servizi costosi con benefici non sempre dimostrati.

 

Bibliografia:

  • Serena Smith, 2024, Quando stare bene diventa un’ossessione, Internazionale, Numero 1566, 7/13 Giugno, 115-116
  • Beck A.T. & Freeman A. (1990) Cognitive therapy of personality disorders.The Guilford Press, New York. (trad. it. Terapia cognitiva dei disturbi di personalità, Mediserve, Milano, 1993). Costantino G., Malgady R. G., Rogler L. H. & Tsui G. (1988) Discriminant analysis of clinical autpatients and public school children by TEMAS: A thematic apperception test for Hispanics and Blacks, Journal of Personality Assessment, 52, 670-678.
  • Crotti N., Di Leo S. & Viterbori P. (1998) Dalla paura al cambiamento, in Crotti N. (edt), Cancro: percorsi di cura, Meltemi, Roma, 27-49.
    Zani B. & Cicognani E. (1999) Le vie del benessere. Eventi di vita e strategie di coping. Carocci, Roma.
Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi leggere i sogni che abbiamo interpretato e scriverci il tuo sogno, noi lo interpreteremo per te.

Articolati correlati

Una vacanza inattesa

Sogno di Stefania   Io e mia madre in vacanza in un posto identificato come villaggio dove all’interno si girava in barca per raggiungere qualsiasi

Leggi »