Ero in aeroporto e poi mi sono ritrovata su una nave

Sogno di Ginevra

 

Mi trovavo in un aeroporto illuminato da una luce bianca divina insieme alla mia famiglia con moltissime persone che andavano di fretta. Poi mi sono ritrovata in una nave, tutti erano agitati perché il mare era molto agitato e c’era mio padre morto che mi guardava seduto su un divanetto.

 

Sognare di essere in aeroporto potrebbe indicare il bisogno di cambiamenti, di nuovi inizi. In particolare, se il luogo appare affollato e pieno di persone, se inoltre ciò è connesso ad una luce bianca e divina, questa rimanda ad una sensazione di energia, vitalità nella trasformazione. La luce bianca rimanda ad un segno positivo, quindi a vedere nel cambiamento speranza. Allo stesso tempo la nave può rimandare al senso di produttività, all’energia utilizzata per innescare un cambiamento, se questa è connessa ad un mare agitato, la scena potrebbe rimandare a delle paure o turbamenti che creano preoccupazione nella vita del sognatore, potrebbe inoltre essere collegato alla figura dei genitori, essendo il mare un simbolo che rimanda all’elemento madre della vita. Nei sogni il padre è spesso il simbolo dell’aurotirtà ma può anche simboleggiare una forma di sicurezza e fermezza che potrebbe rimandare al bisogno di cercare sicurezza nel cambiamento.

In conclusione il sogno sembra rimandare ad un bisogno di cambiamento nella vita del sognatore, un cambiamento che viene vissuto in senso positivo e con la speranza che possa portare a serenità nella propria vita. Allo stesso tempo questo cambiamento potrebbe comportare uno stato di agitazione e turbolenze iniziali che il sognatore dovrebbe provare ad affrontare in modo lucido e fermo.

 

Il Mangiatore di Sogni

Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi leggere i sogni che abbiamo interpretato e scriverci il tuo sogno, noi lo interpreteremo per te.

Articolati correlati

Vita da universitari

Sogno di Nino   Ciao. Ho sognato di essere all’università e di andare a studiare in biblioteca, allora incontro un mio amico e mi metto

Leggi »