Tre flash

Sogno di Paola

 

Ho fatto un sogno diviso in tre parti: sono a casa mia ho con me i cani di mia figlia che però non sono mai stati nella mia casa, mio figlio mia madre mio fratello escono e mi dicono che c’è qualcosa che non va ma di non preoccuparmi, appena usciti mi accorgo di avere la casa piena di sacchi con all’interno chili di carne congelata, sono molto arrabbiata e delusa, non voglio sprecarla e non so dove metterla, improvvisamente mi trovo davanti ad uno scenario inquietante: sembrano due militari, sul cofano di un auto, sono armati, io so che uno di loro morirà, infatti quello più vicino a me si provoca involontariamente una ferita alla schiena e il sangue comincia a schizzare fuori, subito mi trovo in una terrazza piena di gente sul mare, io mio figlio mia madre, sono apparentemente serena, ma improvvisamente scorgo onde nere si avvicinano e travolgono le persone, panico.

Il sogno può essere suddiviso in varie scene (frame):

  • sono a casa mia ho con me i cani di mia figlia che però non sono mai stati nella mia casa,
  • mio figlio mia madre mio fratello escono e mi dicono che c’è qualcosa che non va ma di non preoccuparmi,
  • appena usciti mi accorgo di avere la casa piena di sacchi con all’interno chili di carne congelata, sono molto arrabbiata e delusa, non voglio sprecarla e non so dove metterla,
  • improvvisamente mi trovo davanti ad uno scenario inquietante: sembrano due militari, sul cofano di un auto, sono armati, io so che uno di loro morirà,
  • infatti quello più vicino a me si provoca involontariamente una ferita alla schiena e il sangue comincia a schizzare fuori,
  • subito mi trovo in una terrazza piena di gente sul mare, io mio figlio mia madre, sono apparentemente serena,
  • ma improvvisamente scorgo onde nere si avvicinano e travolgono le persone, panico.

Simboli (topoi): casa; cani; figlio; madre; sacchi di carne; militari; cofano auto; ferita alla schiena; sangue; terrazza sul mare; onde nere.

Questo sogno risulta essere caratterizzato da un triplo cambiamento di scena in modo del tutto improvviso e con una mancanza di collegamento tra uno scenario e l’altro. Nel primo frame abbiamo l’immagine della casa che rappresenta come percepiamo di vivere la nostra vita rispetto a quello che ci circonda, in questo caso sembra che ci sia qualcosa di strano, una preoccupazione di sottofondo che viene però contenuta. Il cane della figlia rappresenta una fedeltà ed un senso di vicinanza (che probabilmente il sognatore ritrova nell’animale della figlia e/o nella figlia stessa) che viene visualizzato nella casa di chi sogna, come se in qualche modo volesse avere con se queste caratteristiche dell’animale, per far fronte a quello che sta vivendo nella sua vita. Il figlio e la madre che in qualche modo cercano di tranquillizzare rappresentano rispettivamente il bisogno di esprimersi e le capacità femminili del sognatore che sembrano comunicargli la presenza di un pericolo ma che (insieme a loro) non deve essere temuto, nonostante la preoccupazione. Vedere che la casa è piena di sacchi di carne potrebbe rimandare alla possibilità di avere delle difficoltà con aspetti della propria femminilità, ma di cui sembra difficile riuscire a liberarsene, in quanto questi riempiono il luogo sacro del sognatore (casa) ma lo stesso non sa dove collocarli. Il dispiacere per questo potrebbe rimandare ad aspetti della propria vita che sentiamo di non riuscire a controllare o che inducono difficoltà al solo pensiero di liberarsene.

Ecco il primo cambio di scenario: due militari sul cofano di un’auto. Questi due simboli insieme potrebbero rimandare al fatto che il sognatore percepisce un’evoluzione e uno sviluppo delle proprie potenzialità (interessante notare il collegamento con il figlio nei frame precedenti) che viene rappresentato dai due militari, che rimandano anche al tema del doppio e quindi del bivio, come se il sognatore dovesse fare una scelta per determinare la strada di questa evoluzione personale. Queste due figure sono sul cofano di un’automobile che quindi potrebbe rappresentare il connubio tra dimensione emotiva e psicologica. Il fatto che il sognatore sappia che una di queste due figure dovrà morire rappresenta la scelta che il sognatore sa di dover fare nella propria vita. Il militare più vicino, quindi quello percepito come più semplice da raggiungere si ferisce involontariamente alla schiena e perde sangue. Questo potrebbe ricollegarsi alla percezione del sognatore rispetto alle scelte che deve compiere: sembrano riemergere delle ferite del passato che ancora arrecano dolore e che devono essere curate. Il fatto che la ferita sia proprio alla schiena potrebbe rimandare al fatto che quello che percepirsi vulnerabili a ciò che è inatteso è dovuto ad eventi del passato che ancora non siamo riusciti a superare emotivamente.

Infine abbiamo la terrazza sul mare. La terrazza potrebbe rappresentare il punto dal quale il sognatore osserva le proprie passioni (mare), in questo caso sembra farlo con la giusta distanza e con una certa tranquillità, in quanto accompagnato dalle sue potenzialità (figlio), dalle sue caratteristiche femminili (madre) e altre qualità che lo caratterizzano (le altre persone presenti). Ma torna nuovamente la tematica dell’improvviso ed inaspettato, rappresentato dalle onde nera che travolge tutto. Quest’onda potrebbe configurarsi come un’autovalutazione negativa o un giudizio esterno che travolge la tranquillità del sognatore. In particolare il colore nero, in questo caso, simboleggia proprio la negatività del giudizio fine a se stesso che oscura tutto quello che il sognatore sta vivendo.

Il Mangiatore di Sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Scrivici qui...