Passami il Kalashnikov!

Sogno di Michele

 

Questa parte del sogno segue un’altra parte, molto tranquilla, in cui sto facendo una supplenza in una scuola. Mi trovo in una cittadina di circa trentamila abitanti che frequento spesso; sono in una zona della città che non esiste e che è caratterizzata da due bar. Sono in uno dei due bar, quello più vicino alla campagna, insieme a mia madre, mia zia e mia nonna. So che in quella zona, sulla collina antistante i due bar, da alcuni giorni, si apposta un cecchino. Ma noi conversiamo impunemente, come se niente fosse. La barista ci informa che ci sono già state cinque vittime. A un certo punto, uno sparo! La barista viene colpita in testa. Mentre inizia una raffica di colpi, dico ai miei familiari di abbassarsi. Nessuno è caduto nel panico, stranamente. Per fortuna, in sala c’è un mitra e dico a mia madre: “Passami il Kalashnikov”, che io, poi, subito dopo, chiamo solo “Kalash”. Il Kalashnikov si rivela poi essere un normale fucile di precisione, ma, nel sogno, lo chiamo erroneamente “Kalashnikov”. Attraverso uno dei buchi creato dalla raffica, quello più basso, lo punto al cecchino. Prima lo vedo in faccia: è una ragazza sui 25-26 anni con una bandana beige, poi, tento di sparare. Ma il fucile è scarico. Impreco. La cecchina, a questo punto, ha tempo di sparare un altro colpo, prepararsi e abbandonare la postazione che, intanto, si è abbassata e si è avvicinata a me/noi. Allora, decido di tenerla d’occhio, dato che la cecchina, sicura che nessuno l’abbia vista, scende in paese come se nulla fosse, senza più la bandana. Dico ai miei familiari di alzarsi e procedere verso la stazione, dato che devo prendere un treno. Ma, intanto, la tengo d’occhio. Nel sogno passano diversi minuti, forse dieci, prima che lei mi appaia all’improvviso uscendo da un negozio (di scarpe?). D’istinto, le tiro un pugno col braccio destro da sinistra verso destra; non un pugno tradizionale, ma più una manata a pugno chiuso che le spacca il labbro superiore. Le dico che deve tirare fuori l’arma e che adesso andiamo dalla polizia, della quale alcuni agenti si trovano al bar accanto. La prendo per un braccio e ce la porto ma mi accorgo, una volta raggiunti gli agenti, che la ragazza si è trasformato in un ragazzo, intorno all’1 e 65m di altezza, apparentemente innocuo, con una maglia rossa con strette strisce bianche orizzontali e pantaloni bianchi o beige. Non ci credo, penso, e ho quasi un attacco isterico con pianto. I poliziotti non mi credono perché ci sono già state altre segnalazioni, rivelatesi erronee. Pretendo il test sulla mano, per vedere se ha sparato recentemente. Negativo. Addirittura, pretendo il controllo del sesso e gli faccio abbassare i pantaloni. Ha un pene, glabro. Il presunto cecchino, a questo punto, mi dà del pazzo e mi dice che nemmeno mi denuncerà per il pugno.

 

Sognare scene di campagna potrebbe essere legato alla necessità di chiarire il nostro stato d’animo in relazione allo stile di vita che abbiamo scelto e potrebbe significare che stiamo entrando in contatto con i nostri sentimenti più spontanei e naturali. Sognare una figura femminile potrebbe indicare una parte della personalità del sognatore che non ha ancora compreso nella sua totalità ed inoltre, potrebbe simboleggiare il rapporto con i sentimenti e la propria parte emotiva. Sognare la zia potrebbe indicare e definire alcuni aspetti identificabili della propria personalità, mentre la nonna potrebbe dare un senso di sicurezza e riportare la nostra attenzione sull’importanza delle radici e delle tradizioni. L’arma da fuoco potrebbe metterci in allerta perchè potremmo compiere delle azioni particolarmente aggressive. Sognare degli spari suggerirebbe il bisogno del sognatore di scaricare la propria energia per ottenere un risultato definitivo e comprendere quale realmente possa essere il nostro ruolo nel mondo. Il pianto esprimerebbe un’emozione incontrollabile che ha bisogno di essere espressa. Sognare una ragazza indicherebbe che stiamo cercando di entrare in contatto con il nostro lato più sensibile mentre, sognare un ragazzo mostrerebbe il proprio potenziale di crescita e la propensione a fare nuove esperienze. Sognare di dare un pugno (scontro) potrebbe indicare che il sognatore sta cercando di affrontare il proprio modo di reagire e di esprimere la propria rabbia e frustrazione. La polizia invece, potrebbe indicare la necessità di protezione e potrebbe anche volerci mettere in contatto con la coscienza che ci porta a controllare quello che è il nostro lato più selvaggio. La scuola spesso appare in sonno quando stiamo imparando ad affrontare i lati più difficoltosi della nostra personalità, soprattutto nel momento in cui stiamo cercando di liberarci di vecchie idee o sperimentare nuovi rapporti. Sognare un buco potrebbe indicare il vuoto che si sperimenta quando tendiamo di comprendere il nostro “Io” e rappresenta dunque una difficoltà che stiamo vivendo. Sognare dei numeri può avere differenti significati, come in questo caso, il numero uno rappresenta sé stessi ed un nuovo inizio. Il numero due invece, rappresenta l’indecisione e gli opposti, il numero cinque equivale al corpo umano e alla consapevolezza materiale di esso, mentre il numero sei indicherebbe l’onestà ma allo stesso tempo il disinteresse. Generalmente, gli abiti vengono considerati il simbolo della protezione spirituale creando una barriera da qualsiasi forma di contatto diretto. Il colore rosso, associato ad un oggetto, in questo caso alla maglia presente nel sogno, simboleggerebbe la forza e l’energia. L’immagine dell’arto indica che il processo di crescita del sognatore potrebbe essere un po’ incerto.

In conclusione, il sognatore potrebbe essere in un momento di difficoltà in cui diventa molto importante imparare a gestire la sua emotività, cercando di contenere l’aggressività ed il suo lato più selvaggio ed esprimere la rabbia in maniera funzionale ed efficace. Inoltre, il sognatore potrebbe avere bisogno di scaricarsi avvicinandosi al suo lato più sensibile e capire quale realmente possa essere il suo ruolo nel mondo reinventandosi in maniera creativa e cambiando il suo stile di vita.

 

Il Mangiatore di Sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Scrivici qui...