Il diavolo e l'acqua santa!

Sogno di Luisa

 

Sogno sempre di essere: uccisa, quasi stuprata, inseguita, picchiata, quasi lapidata. Mi è capitato anche di sognare una presenza (diavolo) e, nello stesso sogno, di parlare con il crocifisso (Dio) che subito dopo si è rotto. La mia stanza era diventata simile a quella di un manicomio abbandonato (c’era un letto con le lenzuola di un bianco sporco, i muri erano del medesimo colore delle lenzuola e c’era un solo crocifisso di legno). Sentivo questa presenza e iniziai a parlare con il crocifisso. Io: “Perché lui è qui?” (riferito al diavolo), Dio/crocifisso: “Finché ci saranno tutte queste differenze nel mondo, lui sarà sempre presente”. Il crocifisso poi mi cade di mano e si spezza una parte. Oppure mi capita di sognare delle persone impossessate (un bimbo e il papà) e una sorta di esorcismo fatto da me sul bambino. Raramente faccio dei bei sogni.

 

Il sogno può essere suddiviso nelle seguenti scene (frame):

  • Mi è capitato  di sognare una presenza (diavolo) e, nello stesso sogno, di parlare con il crocifisso (Dio) che subito dopo si è rotto
  • La mia stanza era diventata simile a quella di un manicomio abbandonato (c’era un letto con le lenzuola di un bianco sporco, i muri erano del medesimo colore delle lenzuola e c’era un solo crocifisso di legno)
  • Sentivo questa presenza e iniziai a parlare con il crocifisso. Io: “Perché lui è qui?” (riferito al diavolo), Dio/crocifisso: “Finché ci saranno tutte queste differenze nel mondo, lui sarà sempre presente”.
  • Il crocifisso poi mi cade di mano e si spezza una parte.

I simboli o topoi sono: diavolo, crocifisso, camera da letto, manicomio (edificio) abbandonato, muri, colore bianco (sporco), rottura.

 

La sognatrice introduce il suo sogno, un incubo, citando simboli appartenenti ad altri sogni ricorrenti che ruotano intorno a tematiche quali: l’uccisione, l’inseguimento e lo stupro. Imparare a esplorarli, capirli, potrebbe aiutare a scardinare i meccanismi che li hanno innescati, riuscendo a liberarsene. Nel sogno narrato, nello specifico, appare una presenza che è il diavolo. Generalmente questi è rappresentato come la personificazione del male o è identificato con Lucifero, che in origine era colui che portava luce nel Mondo. D’altra parte, bisognerebbe anche considerare che il Diavolo potrebbe raffigurare la parte del  sé che rifiuta di “ tornare alla luce”. Confrontarsi con esso potrebbe consentire di affrontare il lato oscuro, incontrollabile della nostra personalità che cerchiamo di tenere a freno, oppure al contrario, ci risulta sconosciuto e da esplorare. Appare poi il crocifisso, che rappresenta Dio con cui la sognatrice parla. Questa è l’immagine che più di ogni altra indica la consapevolezza spirituale di un potere superiore. Quando sogniamo Dio, ci stiamo spesso rendendo conto della presenza di un potere superiore e abbiamo necessità di credere in qualcosa. Talvolta Dio potrebbe anche alludere al bisogno di amore e di approvazione che da piccoli nutrivamo nei confronti dei nostri genitori. Il crocifisso però si rompe. Tali immagini, così significative, che compaiono, potrebbero rimandare alla necessità di indagare tali aspetti che emergono con grande intensità.  La scena si svolge nella camera da letto, luogo  privato, che allude generalmente ad una parte della personalità che si esprimerebbe solo nel momento in cui la persona percepisce protezione ed intimità, oppure a un livello di comprensione della sognatrice che appare, però, come un manicomio abbandonato in cui le pareti della stanza e le lenzuola sono di colore bianco sporco. Il manicomio è un edificio particolare, il quale può rappresentare le “costruzioni” della nostra vita, cioè quell’insieme di credenze e atteggiamenti che sono scaturiti dalle esperienze effettuate. Il rimando ad esso e al significato che allude potrebbe essere significativo riguardo alle percezioni dei vissuti personali. Il colore bianco esprime solitamente innocenza, purezza spirituale e saggezza, ma in questo caso è sporco, per cui tali dimensioni potrebbero essere in qualche modo compromesse. Tutto ciò sembrerebbe ribadire, quanto espresso precedentemente, ovvero il bisogno di approfondire alcuni aspetti della personalità che emergono e che necessitano di maggior comprensione. Il dialogo tra il diavolo e il crocifisso, infatti, si presenta più volte nel sogno e sembrerebbe richiamare a una necessità di comunicazione tra le varie parti che la sognatrice potrebbe cogliere. Il crocifisso, che  spesso riconduce al bisogno di credere in qualcosa, inoltre, si rompe, per tale motivo possiamo ritenere verosimile che in questo momento della sua vita la sognatrice stia cercando di conoscere ed integrare alcuni aspetti di sé che risultano opposti e in conflitto tra loro.

 

Il Mangiatore di Sogni

Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi leggere i sogni che abbiamo interpretato e scriverci il tuo sogno, noi lo interpreteremo per te.

Articolati correlati

Parole, parole, parole…

Sogno di Sara   Ho sognato di trovarmi insieme a mia mamma, nella casa del mio ragazzo (fidanzati da una settimana), parlavo e parlavo tantissimo

Leggi »

Sognare abbracci tra sconosciuti

Sogno di Greta Ero in una stanza con persone sconosciute che sorridevano e abbracciavano tutti felici. E’ possibile individuare un’unica scena nel sogno Topoi:  stanza,

Leggi »