Voglio tornare con te

Sogno di Lucio

 

Mi sono sognato che stavo a Gioia lì incontro in una pizzetta il mio ex ragazzo e gli dico che voglio tornare con lui e fino all’ultimo torniamo e ci limoniamo e  tutto, poi vado a casa di Alessia una sua amica, che però non era casa di Alessia ma di mia sorella Ida e invece di avere due lettini ne aveva 3 e stava anche un’ amica di mia sorella Anita e cristiano il fidanzato di mia sorella e Michele che però non è il fidanzato di Anita e appena arrivo io, Cristiano e Michele stanno in bagno e io resto con Anita e Ida che restano a parlare fanno i letti e io  parlo loro di mattia il mio ex ragazzo e fanno tutte quelle che dicono che teneri che belli e poi gli mando un messaggio a mattia tipo lo scrivo strano se pomeriggio ci vedevamo era tipo domenica e lui mi dice che non può e io mi ricordo che dovevo mettermi una maglietta bellissima che fa corta che me la ricordo ancora, mia sorella l’amica e i ragazzi se ne vanno e resto in quella casa che sarebbe identica a quella di Alessia appena esco sta tipo un centro commerciale con banconi con sushi ecc… e a un tavolino stanno tutti quelli che mi prendono in giro per il mio orientamento di laterza da cui mattia mi aveva difeso, che mi guardano e vedo mia sorella l’amica e i ragazzi che vanno via. Arriva il giorno dopo lunedì era tipo mattina e stavo tipo in giro per gioia e non ricordo con chi è incontro a via Roma a Gioia Mattia in bici e ci salutiamo e se ne va poi chiedo a non so chi di vedere che giorno era al telefono perché e appena accedono il telefono diventa da domenica a lunedì e poi tipo non so perché stavo sempre a gioia torno in quella casa da mia sorella e l’amica e dico a mattia che sarei rimasto lì e avrei preso il pullman delle 19 e 20  per tornare a casa e se lui c’era nel pomeriggio ci vedevamo, e mi fa non so. Arriva il pomeriggio e tipo vado in una scuola strana a gioia e stiamo tutti a non fare nulla con una prof strana  e tipo dimentico lo zaino nella scuola e me lo prendono mia zia e mio cugino e stavo tipo con Micaela mia cugina, e ci inseguono, poi vado non so perché di lunedì a teatro a Gioia quando in realtà lo faccio a laterza, e la mia maestra non c’era stava la segretaria e un signore in carne, facciamo la lezione di teatro su dei banchi in piedi, con sto signore, e recitiamo io due mie amiche e tre tra cui Vanessa una che conosco io, poi rimaniamo io e Miriam a dirci delle cose e tipo dal nulla dovevano cambiarmi banco e mettermi uno per i gay, e la segretaria fa ma Gianni mi sa che non è Gay è bi, io gli dico no tesoro sono Gay non mi piace la patata per nulla, poi perdo la cognizione del tempo prendo il mio telefono che non mi segnava orari giusti mi segava le 8 di mattina le 22 di sera, ma era tipo pomeriggio, poi capivamo che non prendeva bene, e riuscito a vedere l’orario convinco quelli che devo andarmene via, da Mattia il mio ex ragazzo nella vita reale ma attuale ragazzo nel sogno, e esco prima, erano tipo le 18,e mi inizio a cambiare che mi devo mettere la maglietta quella corta bella che ricordo ancora, e poi squilla il telefono nella vita reale e mi sveglia mamma.

 

Il sogno può essere suddiviso nelle seguenti scene (frame):

  • stavo a Gioia lì incontro in una pizzetta il mio ex ragazzo e gli dico che voglio tornare con lui e fino all’ultimo torniamo e ci limoniamo e tutto,
  • poi vado a casa di Alessia una sua amica, che però non era casa di Alessia ma di mia sorella Ida e invece di avere due lettini ne aveva 3 e stava anche un’ amica di mia sorella Anita e cristiano il fidanzato di mia sorella e Michele che però non è il fidanzato di Anita e appena arrivo io, cristiano e Michele stanno in bagno e io resto con Anita e Ida che restano a parlare fanno i letti e io  parlo loro di mattia il mio ex ragazzo e fanno tutte quelle che dicono che teneri che belli e poi gli mando un messaggio a mattia tipo lo scrivo strano se pomeriggio ci vedevamo era tipo domenica e lui mi dice che non può e io mi ricordo che dovevo mettermi una maglietta bellissima che fa corta che me la ricordo ancora,
  • mia sorella l’amica e i ragazzi se ne vanno e resto in quella casa che sarebbe identica a quella di Alessia appena esco sta tipo un centro commerciale con banconi con sushi ecc…  e a un tavolino stanno tutti quelli che mi prendono in giro per il mio orientamento di laterza da cui mattia mi aveva difeso, che mi guardano e vedo mia sorella l’amica e i ragazzi che vanno via.
  • Arriva il giorno dopo lunedì era tipo mattina e stavo tipo in giro per gioia e non ricordo con chi è incontro a via Roma a Gioia Mattia in bici e ci salutiamo e se ne va poi chiedo a non so chi di vedere che giorno era al telefono perché e appena accedono il telefono diventa da domenica a lunedì e poi tipo non so perché stavo sempre a gioia torno in quella casa da mia sorella e l’amica e li dico a mattia che sarei rimasto lì e avrei preso il pullman delle 19 e 20  per tornare a casa e se lui c’era nel pomeriggio ci vedevamo, E mi fa non so,
  •  Arriva il pomeriggio e tipo vado in una scuola strana a gioia e stiamo tutti a non fare nulla con una prof strana  e tipo dimentico lo zaino nella scuola e me lo prendono mia zia e mio cugino e stavo tipo con Micaela mia cugina, E ci inseguono, poi vado non so perché di lunedì a teatro a Gioia quando in realtà lo faccio a laterza, E la mia maestra non c’era stava la segretaria e un signore in carne, facciamo la lezione di teatro su dei banchi in piedi, con sto signore, E recitiamo io due mie amiche e tre tra cui Vanessa una che conosco io, poi rimaniamo io e Miriam a dirci delle cose e tipo dal nulla dovevano cambiarmi banco e mettermi uno per i gay, E la segretaria fa ma Gianni mi sa che non è Gay è bi, io li dico no tesoro sono Gay non mi piace la patata per nulla,
  • Poi perdo la cognizione del tempo prendo il mio telefono che non mi segnava orari giusti mi segnava le 8 di mattina le 22 di sera, Ma era tipo pomeriggio, Poi capivamo che non prendeva bene, E riuscito a vedere l’orario convinco quelli che devo andarmene via, Da mattia il mio ex ragazzo nella vita reale ma attuale ragazzo nel sogno, E esco prima, erano tipo le 18,E mi inizio a cambiare che mi devo mettere la maglietta quella corta bella che ricordo ancora.

I simboli o topoi sono: piazza, exfidanzato, abiti, baciare, casa, amica, sorella, messaggio, centro commerciale, incontrare, bicicletta, telefono, autobus, scuola, insegnante, zia, cugini, teatro, uomo, recitare, inseguire, tempo.

 

Sognare il fidanzato attuale o passato ci mette in contatto con le emozioni, l’attrazione e i sentimenti che proviamo o abbiamo provato per lui. Il sognatore si trova in una piazza. La piazza nei sogni può assumere vari significati in base ad alcune caratteristiche quali buio, illuminazione ecc… Solitamente allude alla sfera sentimentale e a quella lavorativa del sognatore. Per quanto riguarda la sfera sentimentale, se la piazza è affollata potrebbe alludere ad un periodo in cui il sognatore avverte la necessità di stare un po’ da solo. Una piazza vuota rappresenta invece possibili cambiamenti nella vita sentimentale, e la reazione del sognatore alla vista della piazza vuota indica la tipologia di cambiamento. Se il sognatore è felice, i cambiamenti sono positivi, se triste o spaventato, sono negativi, infine se indifferente, significa che i cambiamenti per lui erano scontati. Una piazza illuminata sembra un presagio positivo in campo sentimentale, significa che sta per succedere qualcosa, oppure che qualcosa sta andando finalmente secondo le aspettative del sognatore. Di contro sognare di trovarsi in una piazza buia, significa che il sognatore si troverà ad affrontare problemi di incertezza in ambito sentimentale, anche se queste incertezze potrebbero portare anche a qualcosa di nuovo in senso positivo. Per quanto riguarda l’ambito lavorativo, sognare di attraversare una piazza è un avvertimento a stare attenti a possibili insidie in campo lavorativo. Il sognatore bacia il suo fidanzato. Solitamente sia per gli uomini che per le donne il bacio in sogno è un riconoscimento di parti della personalità che non sono state integrate con successo. Sognare di baciare qualcuno può indicare l’accettazione di una nuova relazione con quella persona. Può anche indicare che a livello inconscio stiamo cercando di sviluppare in noi stessi una qualità che appartiene all’altra persona. L’immagine della casa, indica, a seconda di come ci sentiamo al suo interno (se a nostro agio o meno), in quale stato d’animo ci troviamo e in quale relazione con l’ambiente che ci circonda, che sia familiare che lavorativo. Solitamente gli amici rappresentano un determinato aspetto della nostra personalità che dobbiamo prendere in considerazione, oppure capire o accettare in qualche modo. Sognare degli amici può indicare la necessità di fare chiarezza sul nostro rapporto con la persona amica e decidere che cosa rappresenta per noi (es. sicurezza, sostegno, amore). Gli amici d’infanzia rappresentano l’innocenza, il miglior amico rappresenta invece le nostre qualità migliori. Nei sogni i familiari rappresentano i molteplici lati della nostra personalità. La sorella rappresenta di solito l’aspetto emotivo della nostra personalità, e se  riusciamo a comprenderlo, possiamo ricongiungerci con questa parte di noi. Nei sogni di un uomo, se la sorella è più grande rappresenta contemporaneamente il potenziale di persecuzione e  di cura che è dentro ciascuno di noi; se è più giovane può alludere al lato più vulnerabile dell’uomo.  Sognare i propri cugini può indicare la mancanza nei confronti di quel parente o la nostalgia di emozioni che riportano indietro nel tempo. Può anche indicare la presenza di conti in sospeso con questi parenti. Ogni figura maschile nei sogni mostra un aspetto o una sfaccettatura riconoscibile del nostro carattere. Nei sogni, infatti, le caratteristiche e gli atteggiamenti di ognuno di noi sono amplificati, in modo da essere facilmente identificati e spesso trasformati in personaggi. La figura maschile in ambito onirico indica qualità del sognatore che gli consentono di prendere consapevolezza del suo potere e della sua energia. A seconda delle caratteristiche, la figura maschile può assumere diversi significati: un uomo anziano può indicare la saggezza innata o rappresentare la figura paterna; un uomo robusto spesso indica che stiamo prendendo coscienza della forza, della protezione e delle certezze offerte dai principi e valori sostenuti nella nostra vita. Uno sconosciuto rappresenta generalmente quel lato della personalità del sognatore che non è ancora conosciuto. Gli abiti hanno spesso lo scopo di creare una barriera protettiva, in particolare da ogni forma di contatto diretto, o persino da ogni tipo di violazione che può essere compiuta a danno del nostro corpo. Inoltre, gli abiti possono in un certo senso nascondere o rivelare: se nascondono le nudità, nascondono le imperfezioni, se invece lasciano scoperte alcune parti del corpo, mettono in luce gli aspetti più vulnerabili del nostro essere (maglia corta). Nei sogni incontrare delle persone può alludere all’integrazione di diversi aspetti della nostra personalità. Può essere anche un modo di occuparci della nostra confusione interiore, o di quella che realmente può esserci in una situazione quotidiana. Usare il telefono indica il mettersi in contatto con altre persone e dare informazioni che pensiamo possano interessare loro. Può anche simboleggiare un tentativo di stabilire un contatto con un determinato lato di se stessi. Venire contattati indica che c’è un’informazione disponibile per noi, ma che non ne siamo ancora consapevoli. Sempre in relazione al mettersi in contatto con altre persone, ricevere o mandare un messaggio evidenzia l’importanza dell’informazione di per sé. Ricordare il messaggio indica che l’informazione è utile, dimenticarlo indica che abbiamo l’informazione ma la dobbiamo riscoprire. Nel sogno sono citati alcuni mezzi di trasporto che solitamente rispecchiano l’immagine che abbiamo di noi stessi. L’immagine del bus indica sia il desiderio di individualità che quello di socialità. Viaggiare in autobus potrebbe indicare la necessità di valutare meglio il modo in cui gestiamo le relazioni di gruppo. La bicicletta rappresenta giovinezza, libertà e movimento. Essendo su due ruote è simbolo di dualità e bivalenza, e può rappresentare le prime esperienze di relazioni e comportamenti adulti. In relazione alla socialità, l’immagine del teatro e l’attività di recitare si prestano a molteplici interpretazioni. Essere sotto i riflettori, per esempio, potrebbe indicare il bisogno di venir notati. Avere dei posti in galleria ci ricorda che dobbiamo avere una visione distaccata di una situazione. Nei sogni è importante quale parte del teatro è illuminata: se è il palco, allora un aspetto della nostra vita attuale è posto al centro della nostra attenzione; se invece è la platea a essere in luce, allora l’aspetto significativo sarà legato alla nostra capacità di ascoltare e capire le situazioni. Un palco all’aria aperta indica comunicazione con la massa, invece che con un pubblico selezionato. Un palco in movimento indica la necessità di continuare a muoversi, anche mentre si interpreta.  Il ruolo che abbiamo nel sogno è molto rilevante e richiama un aspetto della nostra vita reale. Se non siamo coinvolti nell’azione, significa che siamo capaci di stare da parte e avere una visione obiettiva delle cose. La storia della rappresentazione, invece, ci può suggerire quali azioni attuare nella vita reale. Il sognatore sembra in un periodo della sua vita in cui sta apprendendo nuove nozioni e abilità (scuola). La figura dell’insegnante è la prima autorità che s’incontra al di fuori della famiglia. Sognare un insegnante potrebbe alludere alla necessità di risolvere eventuali conflitti fra la visione del mondo proposta dalla famiglia e quella proposta dalla scuola. In questo sogno vengono fatte varie allusioni allo scorrere del tempo e ad i vari momenti della giornata. Le ore del giorno si riferiscono a periodi specifici della nostra vita reale: il pomeriggio allude a un momento della nostra vita in cui possiamo fare buon uso
della nostra esperienza; la sera rappresenta il momento più rilassante; mezzogiorno indica la consapevolezza di quelli che sono i nostri impegni; la mattina rappresenta le prime esperienze; la notte (le 22:00) un periodo di depressione; il crepuscolo (le 18:00-19:00) un periodo di incertezza per quanto riguarda la direzione da prendere. Il sognatore potrebbe trovarsi in un momento di spaesamento rispetto agli obiettivi da perseguire e ai valori da sostenere nella propria vita, pertanto potrebbe tentare di fuggire dalle responsabilità o da emozioni che fa difficoltà a gestire (inseguire, centro commerciale). In conclusione il sognatore sembra in un periodo della sua vita in cui è in contatto con la sua personalità, inclusi i lati più vulnerabili del suo essere. Sembra inoltre vivere un periodo denso di cambiamenti nel quale sta apprendendo nuove nozioni e abilità, e ciò potrebbe rischiare di intimorirlo rispetto alla propria capacità di adempiere alle richieste dell’ambiente e di gestire efficacemente le proprie emozioni. Il sognatore sembra quindi trovarsi in una fase della propria vita in cui potrebbe sentirsi spaesato rispetto agli obiettivi da perseguire e ai valori da sostenere nella propria vita.

 

Il Mangiatore di Sogni

Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi leggere i sogni che abbiamo interpretato e scriverci il tuo sogno, noi lo interpreteremo per te.

Articolati correlati

Aiutiamo la nonna

Sogno di Anna   Ho sognato mia nonna morta sedici anni fa che voleva aiuto perchè non riusciva a camminare e nessuno la aiutava poi

Leggi »