Vicino all’albergo di famiglia ho incontrato una strega

Sogno di Luana

 

Ho sognato che era Capodanno ed eravamo in discoteca e ho incontrato un mio vecchio caro amico che ci spiegava un imballaggio strano per fare le foto che aveva al cellulare. Ho salutato questo mio vecchio amico facendogli una carezza e il mio moroso, che era al mio fianco, non ha gradito e si è arrabbiato.

Così me ne sono andata e sono arrivata correndo sul lungo mare vicino all’albergo della mia famiglia ma per strada ho incontrato tipo una strega, una signora che mi regalava orecchini e bracciali che rubava sul momento dalle bancarelle facendo finta di comprarle. Io dicevo grazie non posso accettare ma me le faceva indossare e le tenevo. Intanto correvo verso l’albergo facendo tutte strade conosciute ma questa strega rapisce il mio cane. Per salvarla entro nell’hotel di fianco a quello della mia famiglia dove ci sono questa strega e tipo altre persone che vedevo come giocolieri ma avevano tutti un’identità un volto che ricordo ma che non conosco. Inseguo il cane e loro inseguono me ma non riesco ad uscire e a salvare il mio cane. Poi vedo mia sorella e insieme incontriamo finalmente dentro questo albergo questa strega che per ridarmi il cane rivuole indietro tutto quello che mi ha dato e glielo do tutto volentieri!

Riusciamo ad uscire da questo albergo e da sola entro in quello della mia famiglia dove vedo però un’ambulanza fuori e una barella che sta per entrare. Sopra c’è mio nonno paterno (morto da qualche mese) lo vedo in barella ma lo vedo anche correre verso un’auto e lo inseguiamo e io mia madre mio padre e mi zia saliamo in macchina con lui e guida mia zia. Io chiedo se posso dirgli che nella barella era lui ma mia zia non vuole. Lui mi sente per capire meglio cosa ho detto e gli dico: “Niente, mi mancavi. È tanto che non ci vediamo”.  Lui mi prende la mano e mi dice: “È vero anche tu mi sei mancata, vieni con me”. Dopo di che ho chiesto in macchina se potessero cambiare le cose e rimanere in vita il nonno e mia zia mi dice di no, e come dice di no mio nonno inizia a stare male in macchina come se avesse un infarto (mio più grande incubo) e gli si gonfia il volto e inizia ad accasciarsi, mia zia cerca di guidare ma siamo nelle strade non più vicino all’albergo ma vicino a casa nostra natia e gli diciamo che strade fare per raggiungere l’ospedale più vicino… e poi niente mi sveglio. È stato un incubo più che un sogno piuttosto terribile…  ho paura che queste parole di mio nonno che mi ha detto vogliano dire qualcosa di brutto, io e mio nonno non abbiamo mai parlato in questo modo come nel sogno, eravamo sempre un po’ distaccati in quanto mia nonna e morta presto quando eravamo piccole e lui è rimasto in quella casa non proprio vocino casa nostra e negli ultimi anni era in una casa di riposo e non lo vedevo da quando ci era entrato per cui diversi anni…

 

 

Il capodanno nei sogni può rappresentare il bisogno di rinnovamento e/o di crescita personale, segnando, a volte, un nuovo inizio per la consapevolezza di noi stessi. La discoteca rappresenterebbe un luogo di festa e divertimento, può quindi essere associato al bisogno di festeggiare o al bisogno di ritrovarsi con una compagnia allegra.

Gli amici nel sogno rappresentano solitamente un determinato aspetto della nostra personalità che dobbiamo prendere in considerazione, oppure accettare e comprendere. L’amicizia nel sogno suggerisce, inoltre, la modalità di relazionarsi con il mondo esterno ed il bisogno ad esso collegato.

L’imballaggio può rappresentare il dono, forse associato al regalo che ha fatto al compagno ma anche il richiudere e conservare qualcosa di prezioso.

Sognare il fidanzato ci mette in contatto con le emozioni, l’attrazione e i sentimenti che proviamo o abbiamo provato per lui. Il fatto che sia arrabbiato con noi potrebbe lasciar intendere che questa persona si sente, in qualche modo, offesa da noi, sebbene noi non ne siamo pienamente consapevoli.

Andarsene via dalla situazione e dal fidanzato correndo, potrebbe indicare la volontà di allontanarsi da qualcosa o qualcuno che in qualche modo ci spaventa o che sentiamo di non riuscire a gestire. Nel sogno, infatti, la sognatrice corre verso il lungomare e l’albergo di famiglia. Una strada vicino al mare potrebbe rappresentare il cammino intrapreso verso le parti più profonde di noi, come la consapevolezza o la coscienza, talvolta oscurate dai sentimenti. La famiglia può infatti rappresentare la sicurezza e il riparo, rappresentati dall’albergo di famiglia, un ambiente familiare e sicuro che ci accoglie, dove possiamo essere noi stessi senza il timore di essere giudicati. Io penso di più alle formalità alberghiere, alla reception, al sorriso, all’ospitalità ed alla stabilità. In albergo sono gli altri a venire, mentre chi sta in albergo è stantio e immobile.

La strada potrebbe rappresentare un nuovo cammino che ci conduce ad una maggior consapevolezza di noi stessi, ed il fatto che vi incontriamo una strega è interessante, in quanto la strega potrebbe simboleggiare una parte di noi che non abbiamo compreso a pieno, ma che desidera emergere e che, forse, un po’ temiamo perché ci spaventa.

Il fatto che questa strega ci regali orecchini e bracciali potrebbe dirci che questa parte di noi sta cercando di emergere ma noi continuiamo a non accettarla, ed il fatto che il dono sia rubato può simboleggiare che questo rifiuto ci stia assorbendo molte energie.

Il fatto che la strega rapisca il nostro cane può dirci che la nostra fedeltà è stata tradita, il cane infatti ci parla proprio di quella sicurezza e fiducia che ci è stato sottratto.

Nella scena successiva appaiono dei giocolieri. È interessante il significato che ricopre questa figura in quanto potrebbe rappresentare proprio questo bisogno che avventiamo nel mantenere il controllo delle nostre emozioni. Anche la sorella potrebbe parlarci di questo aspetto emotivo della nostra personalità da cui cerchiamo di sfuggire; nel sogno infatti gli inseguimenti, i tira e molla con la strega continuano a parlarci di questo sfuggire da quel qualcosa di noi che cerca di raggiungerci.

Anche la famiglia, il nonno paterno, la zia, il padre, rappresentano le nostre radici, le tradizioni, le convinzioni che ci hanno accompagnato fin da sempre. Ancora compare il rincorrere e lo sfuggire, che potrebbe riportare ancora una volta all’allontanarsi dalle nostre radici. Sognare il nonno defunto può ricordarci di quel modello familiare e tradizionale dal quale ci stiamo allontanando e che so fa sentire ancora nella nostra memoria. Infatti, la sognatrice ci racconta che prova a chiedere “se le cose si possono cambiare” ma le viene risposto di no. Da questa negazione scaturisce infatti il malore del nonno, ovvero la violazione delle tradizioni; che però avviene di fronte alla noncuranza dei presenti.

 

In conclusione, questo sogno sembra raccontarci la linea continua tra presente, passato e futuro, tra ciò che fu ed di ciò che sarà. La sognatrice sembra lottare tra una parte di sé che rimane legata alle tradizioni della famiglia: a ciò che le è stato insegnato, e ciò che, in realtà, sembra voler rinnovare. Nel sogno il rincorrere e lasciarsi rincorrere sembra ripetersi in ogni instante; narrandoci, forse, le emozioni e le volontà che la sognatrice cerca di tenere a bada.

Forse potrebbe significare che è arrivato almeno in sogno il momento di lasciare andare le cose che ci stanno strette abbracciando quello che ci fa star bene e ci fa sentire liberi ma soprattutto noi stessi.

 

Il Mangiatore di Sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Scrivici qui...