Una serie di sogni

Sogno di Alice

 

Da quando sono bambina ad oggi ho avuto sempre nei sogni una figura che mi perseguitava (l’ultima esperienza di questo genere l’ho avuta a 20 /22 anni di età). Solo due giorni fa per due volte stavo per avere il distacco corporeo e questo lo so perché quando faccio questo genere di sogni mi iniziano a fischiare le orecchie e mi formicola tutto e inizio a vedere un vortice…ho sempre fatto sogni lucidi e faccio quel che decido io ma comunque anche su questi sogni scappo comunque da qualcuno ma non da LUI… ovvero sono qui per parlarti di 4 sogni dove c’è Lui e dove ho avuto 4 esperienze fuori dal corpo…

1)Il primo sogno l’ho avuto a 17 anni dove ad un certo punto vedo il mio corpo disteso sul letto che dorme beatamente finché non vedo la maniglia della mia porta che si muove e lentamente si apre la porta dietro il nero assoluto come Lui tutto incappucciato senza vedere il volto come la Morte…così io subito vado nel panico e più sento la paura e più lui cercava di afferrarmi finché mi apre gli occhi con le dita…in realtà in un secondo me lo ritrovo di fianco a me che mi afferra il braccio e così mi sveglio realmente e mi ritrovo io che mi stringevo un braccio…ero rimasta scioccata da questa esperienza per la prima volta mi vidi il mio corpo e feci un sogno nel sogno…

Così a distanza di un anno mentre provavo a dormire percepii di nuovo il formicolio ecc.. quindi automaticamente per la paura non volevo fare di nuovo un’esperienza così ma invece venni risucchiata di nuovo…stessa cosa io distesa sul letto e lui che apre la porta io nel panico più totale perché sento che lui è fortissimo e le sensazioni talmente vere che quando poi mi svegliavo davvero avevo un crollo emotivo.

2) Lui stavolta mi afferra per i piedi e mi trascina lungo il mio corridoio dove con la mia testa strusciante ho un’inquadratura bassa della mia visuale e vedo tante gambe di donna con calze nere e uomini con pantaloni neri proprio da funerale…poi mi svegliai.

poco dopo morì mia Madre ed ero distrutta…mi fidanzai e con lui ne parlai di questi sogni e lui devo dire che mi rassicurava molto…

3)Ero sul letto sdraiata ma sta volta con il mio ragazzo e guardo il soffitto si forma un vortice dove esce lui l’uomo nero ma stavolta con un cane rabbioso che volevano sbranarmi ,ma mi svegliai…non c’è la facevo più così il mio compagno disse che dovevo combatterlo.

4) successe che in seguito feci un altro sogno ma stavolta la figura anche se non la vedevo sapevo che era una donna e non era così potente, mi ricordo che la insultai molto volgarmente e gli zompai addosso girandogli l’osso del collo.

  

Il primo sogno ha inizio con la protagonista che vede il suo corpo disteso sul letto, mentre dorme. Poiché la dimensione onirica rappresenta il momento in cui ciascuno abbandona la frenesia della quotidianità, il letto potrebbe rappresentare un rifugio spirituale, in cui potrebbe essere richiamato il desiderio di sicurezza e tranquillità. La protagonista, mentre osserva se stessa dormire, vede la porta aprirsi lentamente. A livello spirituale, l’immagine della porta potrebbe rappresentare le aperture del corpo e richiamare l’ambito della sessualità. La protagonista scorge una figura maschile completamente oscura, incappucciata, di cui non si distingue il volto, come la Morte. Nel sogno, la presenza di una figura maschile potrebbe rappresentare un aspetto o una sfaccettatura del proprio carattere di cui vengono amplificate e identificate le caratteristiche e gli atteggiamenti che spesso assumono le sembianze di personaggi. La figura maschile potrebbe simboleggiare anche l’Animus della sognatrice, ovvero la parte che è stata trascurata, gli aspetti del proprio carattere che sono stati combattuti e osteggiati, in sintesi tutto quello che non è mai stato accettato. Il fatto che questa figura sia incappucciata potrebbe rappresentare qualcosa di minaccioso per la protagonista, un aspetto della propria personalità che deve essere rivelato. L’immagine della morte richiama a livello simbolico, il passaggio dalla natura fisica alla natura spirituale del proprio Sé e della consapevolezza raggiunta relativamente all’importanza di questo passaggio. La presenza della morte in sogno potrebbe indicare la presa di coscienza della perdita di potenziale e quindi la necessità di far riemergere le risorse perdute o non adeguatamente sfruttate, ma anche la messa in atto di un cambiamento nell’atteggiamento fino ad ora adottato nell’ affrontare la vita. La protagonista sperimenta un crescendo di paura e panico tanto da forzare il suo risveglio, attraverso l’apertura degli occhi con le dita. Queste emozioni così forti vengono sperimentate nei “sogni d’ansia” che permettono di rivivere, e quindi percepire meglio, quegli aspetti della vita che mettono in difficoltà. Ecco che in questi sogni, le preoccupazioni e i problemi possono salire in superficie nel momento in cui chi sogna si trova al sicuro nel proprio letto. Nella dimensione onirica, la presa di coscienza di tali emozioni, che nella vita reale potrebbero non essere vissute a pieno, permette al sognatore di esserne quasi controllato. Gli occhi che vengono aperti in modo forzato, potrebbero rappresentare la paradossale necessità della protagonista di prendere consapevolezza delle proprie ansie e paure, per vederle meglio e imparare a gestirle. Sognare di svegliarsi potrebbe rappresentare la possibilità di divenire consapevoli di se stessi e potrebbe essere il segnale del superamento di un periodo di chiusura emotiva.  Il sogno prosegue con la donna che si ritrova l’oscura presenza di fianco, mentre cerca di afferrarle il braccio.Si utilizzano le braccia in tanti modi differenti, ma, nei sogni, le braccia potrebbero rappresentare la difesa che può esprimersi attraverso la lotta o, appunto, nell’essere trattenuti da qualcuno o qualcosa. In questo caso, la protagonista potrebbe trovarsi in una condizione di conflitto in cui c’è la spinta a prendere consapevolezza di tutte quelle emozioni che la trattengono e non le permettono di essere se stessa, ma anche la paura di vederle davvero.

Il sogno successivo si apre con la stessa immagine del precedente, ovvero la protagonista che osserva se stessa mentre dorme sul letto. Si apre nuovamente la porta, ma questa volta le emozioni sperimentate sembrano essere molto più forti, quasi amplificate e fuori controllo. L’intensità percepita a livello emotivo potrebbe rappresentare un potenziale da cogliere e gestire con maggiore consapevolezza. L’uomo senza volto afferra per i piedi la protagonista e la trascina lungo un corridoio. La donna, con la testa strisciante a terra, vede tante gambe di donna con calze nere e uomini con pantaloni scuri. Un’immagine che richiama quella di un funerale. I piedi, in alcune culture, sono considerati la parte più sacra del corpo: nella dimensione onirica, i piedi potrebbero significare l’assunzione di responsabilità, ma anche le radici, il fondamento più saldo della vita. I piedi potrebbero rappresentare infine il simbolo del proprio essere e un riflesso del carattere. L’essere trascinati potrebbe invece simboleggiare il bisogno di essere sostenuti in un momento di particolare difficoltà. Il corridoio può rappresentare una transizione fra i vari stadi della vita, e come viene vissuto il percorso volto al raggiungimento della maturità. La testa, che nel sogno appare strisciare lungo il corridoio, è considerata la parte principale del corpo, in cui risiede la forza vitale mentre la gambe potrebbero richiamare il bisogno di sostegno e stabilità, ma anche il bisogno di andare avanti. Nella scena, le gambe con calze scure, appartengono a figure femminili, questo potrebbe significare la volontà nascosta della protagonista di approfondire la parte più oscura di sé, la sua Ombra, costituita da difetti e debolezze, ma anche le tante sfaccettature presenti nel proprio carattere. Gli abiti possono essere considerati il simbolo della protezione spirituale, spesso hanno lo scopo di creare una barriera per proteggere da ogni forma di contatto diretto o di violazione che può essere compiuta a danno del proprio corpo. Gli abiti possono anche nascondere o mascherare le imperfezioni e anche la sessualità. Il funerale è un rito di passaggio, poiché segna la fine della vita. L’immagine onirica del funerale potrebbe rappresentare la possibilità di lasciarsi alle spalle problematiche più terrene per risvegliare la consapevolezza ed elevarsi verso una dimensione più spirituale. L’immagine del funerale nel sogno potrebbe anche riflettere la possibilità di guardare avanti rispetto ad un periodo particolarmente doloroso legato a qualcosa che è accaduto nel passato.

Il terzo sogno inizia con l’immagine della protagonista che si trova sul letto insieme al fidanzato. Il suo sguardo è rivolto in alto, verso il soffitto, che simboleggia la divisione tra il mondo terreno e quello spirituale. Si forma un vortice dal quale esce di nuovo l’oscura figura maschile insieme ad un cane rabbioso che tenta di sbranare la protagonista. La presenza del fidanzato nella scena potrebbe rappresentare la ricerca di compagnia e amore come supporto e difesa per affrontare qualcosa di temuto, probabilmente quei lati più segreti e misteriosi che sono percepiti come una potente minaccia e vengono richiamati, nella dimensione onirica, proprio dalla figura del cane. Il vortice rappresenta la vita e l’energia naturale che, se canalizzata può dare origine a una potente creatività, se liberata potrebbe invece essere distruttiva.

L’ultimo sogno ha inizio con la presenza della figura poco nitida di una donna, meno potente rispetto all’uomo misterioso. La protagonista, in virtù della minore forza attribuita a questa figura, la insulta pesantemente con parole volgari fino ad arrivare ad un vero e proprio scontro fisico in cui, la protagonista annienta la donna. Questo violento conflitto potrebbe rappresentare la difficoltà ad accettare un aspetto della propria personalità che non è stato compreso appieno, ma anche il riconoscimento di un disagio e l’affermazione della propria capacità decisionale

 

La serie di sogni analizzati, presentano la stessa ambientazione e vedono la presenza di figure persecutorie per lo più di sesso maschile. Dal punto di vista spirituale, un senso di persecuzione suggerisce una sorta di compulsione. Lo stress è una delle maggiori fonti di disturbo del sonno e può comparire in sogno sotto forma di persecuzione. Solitamente, cercando di esplorare e comprendere questi sogni, si riesce a scardinare quei meccanismi che li hanno innescati per arrivare a potersene liberare. Tutti i sogni sembrano evidenziare la minacciosa presenza di alcuni aspetti della personalità oscuri e non accettati sui quali la protagonista sente di voler fare chiarezza. Sembra essere presente un’ambivalenza di fondo che caratterizza tutti i sogni: da una parte la volontà di andare avanti e lasciarsi alle spalle un periodo difficile dal punto di vista emotivo, dall’altro la paura e il panico che ostacolano la chiara definizione di zone d’ombra dei vissuti della protagonista. Soprattutto nell’ultimo sogno sembrerebbe predominare la determinazione a proseguire il difficile percorso della scoperta, che conduce ad una visione più consapevole di sé stessi.

 

Il Mangiatore di Sogni

Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi leggere i sogni che abbiamo interpretato e scriverci il tuo sogno, noi lo interpreteremo per te.

Articolati correlati

Una città sconosciuta

Sogno Monica Ho fatto un sogno in cui ero con mio fratello in un paese a me sconosciuto (forse Gerusalemme, ma non sono sicura). Mentre

Leggi »