Dove mi ha portata il navigatore???

Sogno di Michela

 

Stanotte ho fatto un sogno strano che mi ha provocato paura e angoscia. Era sabato pomeriggio, la mia migliore amica, un mio amico e una vecchia conoscente si sono organizzati per uscire senza dirmi nulla e io li incontro per strada mentre sto andando da mia nonna (a piedi). Dunque li saluto e continuo tranquillamente il mio percorso. A un certo punto non riconosco più la strada quindi metto il navigatore. Inizio ad arrivare in posti abbastanza strani, ad esempio il navigatore mi fa passare in un sotterraneo dove i ragazzi si riuniscono per fare s*sso. Dunque cerco di uscire perché avevo paura e per uscire dovevo passare in una specie di piscina bassa dove c’era un liquido giallo, una specie di acido, che ti purifica. Io non volevo passarci perché non avevo fatto s*sso con nessuno, ma per uscire bisognava passarci per forza. Dopodiché dopo molta fatica arrivo nel posto che mi segnalava il navigatore, ma non era assolutamente casa di mia nonna. Era una specie di posto in una zona di mare/lago con molte rocce e scogli alti. A quel punto ero davvero impaurita quindi cerco di tornare indietro e mi ritrovo in uno spazio in mezzo a due scivoli ad acqua (da divertimento). Allora chiamo mio padre (quando esco spesso lui viene a prendermi con la macchina) per farmi venire a prendere e gli dico che mi sono persa, ma non ero in grado di spiegargli dove fossi e non avevo punti di riferimento da dargli. A quel punto decido di spostarmi per cercare di riconoscere qualche luogo a me familiare ma per spostarmi dovevo scendere gli scivoli ad acqua. Allora mentre ero ancora al telefono con mio padre, scendo lo scivolo ad acqua ma a un certo punto c’è un getto più forte che mi fa perdere il telefono e mi chiude la chiamata. Prendo il telefono e lo vedo leggermente spezzato, ma ancora funzionante. Esco dallo scivolo e dato che avevo tutti i vestiti bagnati me li tolgo e rimango in costume. A quel punto incontro una ragazza, non saprei dire chi fosse, ma forse una mia vecchia conoscente e anche lei si era persa. Iniziamo a camminare insieme e incontro due ragazze che mi prestano una specie di felpa per coprirmi. A un certo punto io e la mia conoscente arriviamo in una zona dove c’era una guida turistica con vari turisti, io e la mia conoscente ci ritroviamo in un luogo pericolosissimo, nel quale rischiavamo di cadere e morire schiantate, ma volevamo tornare a casa! Dunque chiamo il signore anziano che guida e gli chiedo aiuto, lui mi dice: mi dovete dare un bacio nella guancia e io vi aiuterò. Dalla disperazione glielo diamo e lui ci indica la strada per tornare in città. A quel punto mi sveglio.

 

Il sogno può essere diviso nelle seguenti scene (o frame):

  • Era sabato pomeriggio, la mia migliore amica, un mio amico e una vecchia conoscente si sono organizzati per uscire senza dirmi nulla e io li incontro per strada mentre sto andando da mia nonna.
  • Dunque li saluto e continuo tranquillamente il mio percorso.
  • A un certo punto non riconosco più la strada quindi metto il navigatore.
  • Inizio ad arrivare in posti abbastanza strani, ad esempio il navigatore mi fa passare in un sotterraneo dove i ragazzi si riuniscono per fare s*sso.
  • Dunque cerco di uscire perché avevo paura e per uscire dovevo passare in una specie di piscina bassa dove c’era un liquido giallo, una specie di acido, che ti purifica. Io non volevo passarci perché non avevo fatto s*sso con nessuno, ma per uscire bisognava passarci per forza.
  • Dopodiché dopo molta fatica arrivo nel posto che mi segnalava il navigatore, ma non era assolutamente casa di mia nonna. Era una specie di posto in una zona di mare/lago con molte rocce e scogli alti
  • A quel punto ero davvero impaurita quindi cerco di tornare indietro e mi ritrovo in uno spazio in mezzo a due scivoli ad acqua.
  • Allora chiamo mio padre per farmi venire a prendere e gli dico che mi sono persa, ma non ero in grado di spiegargli dove fossi e non avevo punti di riferimento da dargli.
  • A quel punto decido di spostarmi per cercare di riconoscere qualche luogo a me familiare ma per spostarmi dovevo scendere gli scivoli ad acqua.
  • Allora mentre ero ancora al telefono con mio padre, scendo lo scivolo ad acqua ma a un certo punto c’è un getto più forte che mi fa perdere il telefono e mi chiude la chiamata. Prendo il telefono e lo vedo leggermente spezzato, ma ancora funzionante.
  • Esco dallo scivolo e dato che avevo tutti i vestiti bagnati me li tolgo e rimango in costume.
  • A quel punto incontro una ragazza, forse una mia vecchia conoscente, e anche lei si era persa. Iniziamo a camminare insieme e incontro due ragazze che mi prestano una specie di felpa per coprirmi.
  • A un certo punto io e la mia conoscente arriviamo in una zona dove c’era una guida turistica con vari turisti, io e la mia conoscente ci ritroviamo in un luogo pericolosissimo, nel quale rischiavamo di cadere e morire schiantate, ma volevamo tornare a casa!
  • Dunque chiamo il signore anziano che guida e gli chiedo aiuto, lui mi dice: mi dovete dare un bacio nella guancia e io vi aiuterò.
  • Dalla disperazione glielo diamo e lui ci indica la strada per tornare in città.

I simboli o topoi presenti sono: sabato, pomeriggio, migliore amica, amico, vecchia conoscente, incontrare, strada, nonna, piedi, navigatore (bussola), sotterraneo, ragazzi (sconosciuti), sesso (immagini sessuali), uscire, paura, piscina, bassa, liquido, colore giallo, acido, arrivo (destinazione), fatica, mare, rocce, scogli, alti, tornare indietro, scivoli, chiamare (usare il telefono), padre, perdere, scendere, telefono, spezzato, bagnati, svestirsi, costume (da bagno), numero due, ragazze sconosciute, felpa, ricevere in prestito, coprirsi, guida turistica, turisti, pericolo, signore anziano, bacio, indicare, città.

 

Sognare che sia sabato potrebbe rimandarci a un sabato per noi particolare. Il pomeriggio rappresenta un momento della vita in cui possiamo fare buon uso della nostra esperienza. La migliore amica può alludere alla personificazione delle nostre migliori qualità, invece l’amico rappresenta un aspetto della nostra personalità che dobbiamo prendere in considerazione o accettare, oppure può collegarci al nostro rapporto con lui. Una persona che conoscevamo in passato (vecchia conoscente) ci mette in contatto con quel periodo della nostra vita e con ricordi che potrebbero essere dolorosi. Incontrare qualcuno spesso rimanda all’integrazione di diverse parti della nostra personalità. La strada indica il cammino personale davanti a noi. La nonna rappresenta le tradizioni e le convinzioni che ci ha tramandato. Camminare (andare a piedi) simboleggia la nostra capacità di compiere da soli senza aiuto una parte del cammino della nostra vita. Il navigatore ha una funzione simile a una bussola, perciò potrebbe segnalare che stiamo cercando un punto di riferimento per orientarci nella vita. Il sotterraneo può rappresentare le nostre profondità nascoste e l’importanza di entrare in contatto con il nostro inconscio. I ragazzi sconosciuti rimandano all’ Ombra, la parte di noi che non conosciamo o che cerchiamo di nascondere, oppure alla possibilità di dover affrontare le nostre paure per andare avanti. Il sesso (immagini sessuali) in sogno può farci esplorare la fisicità in modo sicuro. L’uscita (uscire) significa che vogliamo allontanarci da una situazione che non ci offre sicurezza o che abbiamo bisogno di un’altra soluzione. L’emozione della paura può spingerci a intraprendere un cammino di crescita personale e di conoscenza del nostro sé. La piscina potrebbe rappresentare un posto sicuro, confortante, perché è uno spazio limitato e facilmente gestibile. Il liquido dal momento che è collegato al flusso può rappresentare il permettere lo scorrere dei sentimenti, in particolare poiché è giallo potrebbero essere legati alla riflessione, al giudizio e alla capacità di essere imparziale. Il fatto che la piscina sia bassa (piccola) può rimandare a una vulnerabilità o che riteniamo qualcosa inferiore a noi. Sognare un acido ci indica che siamo consapevoli che le influenze esterne potrebbero erodere la nostra sicurezza interiore e il nostro benessere, ciò però potrebbe essere un male ma anche portare pulizia e guarigione. Queste prime scene potrebbero suggerirci che siamo in un buon momento della nostra vita per usare la nostra esperienza e integrare le nostre qualità migliori con le parti che conosciamo meno di noi e con dei ricordi che possono essere dolorosi. Nel nostro cammino sappiamo di essere in grado di percorrerne almeno un tratto da soli e potremmo così ricercare le idee che ci ha tramandato nostra nonna come punto di riferimento. I simboli presenti potrebbero sottolineare l’importanza di entrare in contatto anche con il nostro inconscio e con le parti di noi che non abbiamo mai coltivato, forse non ci sentiamo sicuri nell’esplorare la nostra fisicità e ci allontaniamo da queste situazioni. La paura, perciò, può spingerci a crescere e a conoscere il nostro sé in uno spazio che sentiamo sicuro e confortante, anche se forse troppo limitato, dove però possiamo lasciar scorrere i nostri sentimenti legati alla riflessione e al giudizio così da arrivare a una pulizia e a una guarigione di noi. Se conosciamo la nostra destinazione (arrivo) indica che abbiamo un obiettivo o un’aspirazione spirituale ben precisa, se la raggiungiamo indica la consapevolezza di un desiderio o di un’ambizione. Infine, se abbiamo difficoltà a raggiungerla potrebbe indicare che la realizzazione delle nostre aspirazioni sembra complicata. La fatica ci dice che abbiamo un obiettivo che vogliamo raggiungere. Il mare simboleggia la coscienza o la conoscenza, ma possono essere nascoste dalla paura dei sentimenti profondi. Le rocce rimandano ad affidabilità, freddezza, rigidità e a una basa su cui poter costruire. Lo scoglio può invece ricordarci tempi più felici e sereni e dal momento che sono alti, potrebbero essere importanti o minacciosi. Tornare indietro ci potrebbe suggerire che ci stiamo legando a vecchi modelli di comportamento oppure che è il momento di cambiare una decisione già presa. Uno scivolo ci indica che stiamo cercando di capire l’origine di una situazione che potrebbe essere conflittuale. Usare il telefono (chiamare) in sogno indica l’abilità a contattare altre persone e a dar loro informazioni. Il padre rappresenta autorevolezza e forme di legge e ordine. Nella vita di una donna è lo “schema” su cui si basano tutti i rapporti con l’altro sesso. Una perdita può indicare negligenza, forse non ci stiamo prestando le giuste attenzioni sul piano fisico, emotivo o mentale. Se ci siamo persi può indicare confusione o un senso di rifiuto, potremmo aver perso la capacità o la spinta a prendere decisioni chiare. Perdere qualcosa può suggerirci che abbiamo dimenticato qualcosa di importante, come un’opportunità o un amico. Nei sogni di una donna di solito riguarda qualcosa di emotivo. Sognare di scendere può indicare il bisogno di occuparsi di sé, di accedere agli aspetti pratici della propria vita, di curare il corpo fisico e le sue sensazioni e di creare un collegamento con l’inconscio. Un telefono può indicare che siamo in grado di farci capire in varie situazioni. Sognare che qualcosa si rompe (si spezza) può rappresentare una perdita o un danno. E’ possibile che si debba decidere se vale la pena ripararlo e quindi recuperare cosa rappresenta per noi. L’immagine del togliersi i vestiti potrebbe suggerire un indebolimento delle vecchie convinzioni e inibizioni. Indossare un costume da bagno indica che è consentito un certo grado di esposizione. Queste scene potrebbero indicare che stiamo attraversando delle difficoltà nel soddisfare un nostro desiderio. Gli ostacoli potrebbero essere la paura dei sentimenti profondi e una qualche rigidità, ma potrebbero esserci anche dei ricordi felici importanti per noi che forse ci stanno spingendo a tornare verso vecchi modelli di comportamento così da capire l’origine di una certa situazione per noi complicata. Abbiamo l’abilità per contattare gli altri e nei nostri periodi  di confusione di rivolgiamo a figure autorevoli per un appoggio, come può essere nostro padre. Potremmo sentire il bisogno di occuparci di noi stessi, ma temiamo che la nostra capacità di farci capire dagli altri si sia leggermente danneggiata. Sentiamo così, che le nostre vecchie convinzioni si sono indebolite e che è arrivato il momento di concederci un certo grado di esposizione. Il numero due rappresenta dualità, indecisione ma anche equilibrio e aggregazione. Le ragazze sconosciute, nei sogni di una donna, possono rimandare all’ Ombra, ovvero alle parti di noi che non abbiamo coltivato o che abbiamo ostacolato e che perciò non conosciamo bene. La felpa può essere un tipo di soprabito dal momento che è usata per coprirsi, perciò potrebbe indicare amore, cordialità e protezione. Il fatto che la riceviamo in prestito ci può suggerire che non siamo ancora nella condizione di possedere ciò. Coprirsi indica che vogliamo nascondere qualcosa di noi. La guida può rappresentare qualcuno che sa di più e rimandare all’Anima, il lato più emotivo e intuitivo di noi e una guida per arrivare alla nostra saggezza spirituale. I turisti simboleggiano l’Eremita, che viaggia per il mondo aiutando gli altri, oppure il Vagabondo che rappresenta la parte di noi che ama la libertà e non viene sopraffatta dalle circostanze esterne. Sognare di trovarsi in una situazione di pericolo potrebbe suggerirci che stiamo vivendo con ansia e ci sentiamo insicuri. Forse perseverare in un dato comportamento potrebbe rivelarsi pericoloso. Queste scene confermano l’importanza di unire varie parti di noi, come quella più legata ai nostri ricordi che può essere confusa (infatti abbiamo incontrato una vecchia conoscente che anche lei si era persa). E’ possibile che si debba trovare un equilibrio tra le parti di noi che non abbiamo coltivato e così da avere un amore e una protezione che non sentiamo di possedere in noi adesso e con il quale vorremmo nascondere alcune parti di noi. Così tentiamo di individuare una guida per i nostri lati più emotivi che ci dia libertà e capacità di non lasciarsi sopraffare dagli eventi esterni, poiché stiamo attraversando un periodo in cui ci sentiamo in ansia e insicuri. L’uomo anziano nei sogni di una donna rimanda all’Animus, ovvero la parte maschile del carattere della donna, che ci sottolinea l’importanza di conoscere le sue caratteristiche per cultura più tipicamente maschili. Poiché è anziano potrebbe indicare la saggezza innata che abbiamo tutti oppure la figura paterna. Baciare in sogno può rappresentare lo stringere un patto oppure che stiamo cercando di accettare noi stessi. Forse stiamo cercando di integrare in noi la qualità o la caratteristica di quella persona. Indicare in sogno può mostrare come proseguire per raggiungere un certo obiettivo, se viene seguita si rafforza ancora di più l’indicazione della direzione e ci spinge ad allontanarci da una situazione presente che dovremmo lasciarci alle spalle. La città può rappresentare il luogo di lavoro o un’opportunità professionale. Queste scene finali ci potrebbero indicare che è importante anche integrare in noi le nostre caratteristiche per cultura più tipicamente associate al maschile, così da poter proseguire nel nostro cammino e raggiungere il nostro obiettivo, che potrebbe riguardare l’ambito lavorativo. In conclusione, il sogno potrebbe suggerirci che per raggiungere i nostri obiettivi, siano essi lavorativi o meno, può essere necessario integrare tra loro varie parti della nostra personalità, come le nostre qualità, i ricordi che possono essere dolorosi, le parti di noi che non abbiamo coltivato e quelle per cultura più tipicamente maschili. Le idee tramandate da nostra nonna possono essere un primo punto di riferimento e poi l’emozione della paura può spingerci ad attuare la nostra crescita, partendo da qualcosa che ci dà sicurezza e la possibilità di lasciar scorrere i nostri sentimenti legati alla riflessione. Nel nostro percorso potrebbero esserci varie difficoltà come la paura dei sentimenti profondi e la rigidità, ma dei ricordi felici potrebbero spingerci a cercare le motivazioni che sottostavano a certi nostri vecchi comportamenti. Così sfruttando l’abilità di contattare gli altri e rivolgendosi a figure per noi autorevoli potremmo tornare ad orientarci nei nostri periodi più confusi. In questo periodo, infatti, potremmo sentir il bisogno di occuparci di noi stessi, forse perché temiamo che la nostra capacità di farci capire dagli altri e le nostre convinzioni siano state danneggiate, ma forse è il momento di concederci un certo grado di esposizione. Potremmo dover trovare un equilibrio tra le parti di noi così da avere quell’amore e protezione che non sentiamo di possedere adesso, ma che potrebbe aiutarci. Per farlo cerchiamo, nuovamente, un riferimento in chi sentiamo più autorevole, e che in questo caso può darci libertà e capacità di non essere sopraffatti dagli eventi esterni.

 

Il Mangiatore di Sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Scrivici qui...