Mio padre con una trave di ferro

Sogno di Marta

 

Ho sognato mio padre, morto 20 fa, che parlava serenamente, con una persona che aveva in mano una potrella (trave) di ferro (quelle che si adoperano per la muratura) e dietro c’era in costruzione una casa. Lui non mi aveva visto.

 

In questo sogno appare il padre, morto da molti anni. Nel mondo onirico la figura del padre è emblema di autorevolezza ed autorità. In questo sogno, il padre sembra fungere da esempio per lei rispetto alla fermezza necessaria nella quotidianità e alla responsabilità da assumersi nei propri progetti. Sognare una persona così importante, ma defunta, in generale porta con se un parola chiave: cambiamento. Per capire di quale cambiamento si stia parlando è importante notare cosa stia facendo il padre di Mary: sta parlando serenamente. Questo potrebbe significare che è giunto per portarci un messaggio, che proviene dal nostro inconscio e che, probabilmente, riguarda le capacità relazionali e comunicative ma anche assertive e autoritarie di Mary.

Il destinatario di questa conversazione è una persona sconosciuta e questa immagine sembra rimandare a Marta che il suggerimento, l’insegnamento che suo padre potrebbe voler lasciarle riguarda una parte di lei che le è ancora sconosciuta o conosciuta in parte. Questa parte latente vuole emergere per aiutarla nelle responsabilità e nei doveri che le si presenteranno davanti, ma per affiorare dovrà sostenere contrasti e superare paure. Questa persona ha in mano una trave, uno attrezzo di lavoro, metafora degli strumenti spirituali che sono in sono possesso (amore, compassione, eccetera..). Lo strumento di cui Marta deve scoprire di possedere dentro di se sembra, pertanto, essere la capacità di essere come un muro portante, una persona in grado di sorreggere problemi propri e altrui, esattamente come l’immagine onirica del padre le stava mostrando.

Sullo sfondo di questa conversazione, di cui Marta è osservatrice, si pone una casa in costruzione, che potrebbe stare lì a simboleggiare un nuovo punto di partenza, possibile grazie al cambiamento raffigurato da suo padre. L’immagine della casa potrebbe voler dire alla sognatrice che i primi progetti su cui dovrà riversare queste sue potenzialità interiori si stanno già presentando e che riguardano la costruzione di una nuova fase della sua vita. Ma questa visione potrebbe anche riferirsi prettamente al mondo interiore di Marta, ovvero questi progetti potrebbero rivolgersi alla sua personalità. In tal caso, il sogno potrebbe essere venuto a dirle di iniziare a gettare delle fondamenta solide per riedificare la sua personalità, lasciare alle spalle alcune parti di quella che era e creare una nuova sé a cui poter dare fiducia.

In conclusione, sembra che questo sogno voglia dire a Marta che ha di fronte una opportunità e una necessità di cambiamento interiore. Potrebbe dover scoprire qualcosa dentro se stessa e ripartire con le sue potenzialità ricostruendosi.

 

Il Mangiatore di Sogni

Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi leggere i sogni che abbiamo interpretato e scriverci il tuo sogno, noi lo interpreteremo per te.

Articolati correlati

In una villa in collina

Sogno di Andrea   Stanotte ho sognato di essere da solo in una villa in collina. Dal balcone avevo una buona visuale su tutta la

Leggi »

Un sogno inquietante

Sogno di Alessandra   Salve, io non ho fratelli né sorelle, non conosco bambine piccole, né ragazzi o uomini violenti, e non ho mai subito

Leggi »