E’ sera

Sogno di Alberto

 

E’ sera. Mi vedo su una strada curva buia che cinge un castello situato in mezzo ad un’immensa buca erbosa. Sulla parte esterna della strada, si trova una statua della madonna cristiana posta dentro una sorta di struttura rocciosa, circondata da svariati lumini rossi accesi. In seguito, vedo un corridoio, anch’esso buio, pieno di sedili rossi di plastica fissati alla base, che conduce verso un’altrettanto buia stanza in cui si intravede poco e niente.

 

Il sogno può essere diviso nelle seguenti scene (o frame):

  • E’ sera. Mi vedo su una strada curva buia che cinge un castello situato in mezzo ad un’immensa buca erbosa. Sulla parte esterna della strada, si trova una statua della madonna cristiana posta dentro una sorta di struttura rocciosa, circondata da svariati lumini rossi accesi.
  • In seguito, vedo un corridoio, anch’esso buio, pieno di sedili rossi di plastica fissati alla base, che conduce verso un’altrettanto buia stanza in cui si intravede poco e niente.

I simboli o topoi presenti sono: sera, strada, curva, buio, oggetti, castello, buca (buco), immensa (grande), erba, statua, madonna cristiana (vergine madre), struttura rocciosa (roccia), lumini, colore rosso, accesi, corridoio, sedili (sedie), plastica, stanza.

 

Quando in sogno sappiamo che è sera, potrebbe indicare che abbiamo bisogno di tempo da dedicare a noi stessi, per rilassarci o godere di una situazione di pace. La strada è il simbolo del nostro cammino personale, in questo caso, essendo curva, potrebbe rappresentare un cambio di direzione della nostra vita. Il buio in sogno rimanda alla sensazione di essere in un territorio sconosciuto e pieno di pericoli, oppure può alludere ad un lato di noi non ancora esplorato. Anche gli oggetti sono importanti perché ci spingono a scoprire ciò che è nascosto e a comprendere l’importanza della nostra vita quotidiana. Un castello indica uno spazio privato, chiuso e difeso, ma anche, in base alle caratteristiche che lo contraddistinguono, la difficoltà nel raggiungere i nostri obiettivi. Nei sogni di un uomo spesso l’immagine è quella di se stesso che prova ad entrare nel castello. Una buca (buco) potrebbe rappresentare una situazione difficile, oppure un posto dove nasconderci o sentirci protetti, ma potrebbe anche alludere alla nostra parte femminile e al vuoto che si prova mentre cerchiamo di comprendere l’Io, ovvero i nostri processi psichici. Dal momento che è grande (immenso) può indicare che è qualcosa di molto importante o minaccioso. L’erba rappresenta un cambiamento nella vita spirituale, la nascita di nuove idee o progetti oppure un livello di consapevolezza più elevato. Potrebbe anche essere un collegamento alla nostra terra natia e a delle nostre convinzioni radicate in profondità. Una statua è rappresentativa di un’idea o un concetto, ma può anche indicare che siamo concentrati sul lato rigido della natura umana e che adoriamo o amiamo qualcuno che non ci dà nessuna risposta o non ricambia i nostri sentimenti. La Madonna (vergine madre, figura della religione cristiana) ci collega a tutto ciò che è donna e a tutto ciò che è sacro. La roccia (struttura rocciosa) rimanda ad affidabilità, freddezza e rigidità. I lumini (candele) potrebbero indicare che stiamo cercando di fare chiarezza in qualcosa che non comprendiamo, se sono accesi rappresentano la fiamma della vita che resiste e l’uso del potere. Potrebbe essere il simbolo del potere maschile e della passione femminile uniti. Il colore rosso è simbolo di forza, energia, vita, sensualità e potere. Questa scena potrebbe indicare che nel percorso della nostra vita ci troviamo in un momento dove abbiamo bisogno di tempo da dedicare a noi stessi, forse perché siamo vicini a un cambiamento che riguarda il nostro lato non esplorato. Potremmo sentirci in difficoltà nel raggiungere i nostri obiettivi, perché siamo in una situazione difficile e minacciosa, ma che potrebbe portarci a nuovi inizi. Nel nostro cammino sentiamo presenti e affidabili le idee sulla religione e su ciò che è sacro che forse aiutano la nostra fiamma della vita a resistere con energia. Un corridoio può rappresentare una transizione fra i vari stadi della vita e come permettiamo agli altri di entrare nel nostro spazio personale. I sedili (sedie) rimandano alla necessità di un periodo di riposo e di recupero delle energie, forse ci serve una pausa per accogliere nuove prospettive e opportunità. La plastica potrebbe suggerirci che abbiamo la sensazione di mancanza di stabilità. Una stanza può rappresentare una parte della nostra personalità o essere un riferimento alla figura materna. Anche questa scena ci potrebbe suggerire che percepiamo il bisogno di fermarci perché non ci sentiamo così stabili per accogliere dei cambiamenti riguardanti un nostro lato della personalità, la presenza costante del buio ci fa sentire in pericolo. In conclusione, il sogno potrebbe suggerirci di fermarci per dedicare tempo a noi stessi e per prepararci ad affrontare dei cambiamenti nel nostro percorso di vita che possono riguardare i lati inesplorati della nostra personalità, mentre siamo sorretti dalla nostre idee su ciò che è sacro.

 

Il Mangiatore di Sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Scrivici qui...