La mia immagine allo specchio

Sogno di Tiziana

Ho sognato di vedermi allo specchio e vedevo solo il mio corpo, sapevo che la testa c’era ma io non la vedevo.  A tratti la vedevo, a tratti no.  Vedevo dalle spalle in giù.  Nel sogno avevo paura di essere pazza o avere le allucinazioni come mia mamma, che è una cosa che ricorre ogni tanto.

Il sogno può essere suddiviso in quattro scene:

–        Ho sognato di vedermi allo specchio e vedevo solo il mio corpo

–        sapevo che la testa c’era ma io non la vedevo.

–        A tratti la vedevo, a tratti no.  Vedevo dalle spalle in giù.

–        avevo paura di essere pazza o avere le allucinazioni come mia mamma, che è una cosa che ricorre ogni tanto

Topoi: specchio; corpo; madre

Vedere se stessi in sogno, il proprio corpo, attraverso uno specchio, ma senza testa.  Questa immagine potrebbe stare a rappresentare il bisogno di guardarsi da un’angolazione differente, inquadrandosi e cercando di scoprire parti di sè o riguardo la propria vita ancora nascoste. Questo frame, perciò, potrebbe far riferimento ad una possibile necessità di completezza e unità come persona, cosa che potremo sentire come assente o complicato in questo periodo. Infatti, nel sogno non c’è una visione chiara di se stessi, il sognatore si vede dalle spalle in giù, ma la testa viene vista solo a tratti. Questo potrebbe essere uno spunto importante: il sogno potrebbe aver consigliato di osservare il mondo e le situazioni attuali sotto un altro punto di vista, e facendo leva sull’atto realizzativo. In altre parole, la propria immagine senza testa nello specchio potrebbe far riferimento al bisogno di forza e resistenza in un periodo che potremo percepire tumultuoso o di notevoli cambiamenti. Infine, vengono espressi sentimenti importanti per questa condizione di “parzialità”: paura.  Manifestare il timore di impazzire o di avere allucinazioni, come la propria madre. Questo significativo elemento potrebbe far riferimento ad una scarsa fiducia in se stessi, alla sensazione di avere sempre meno energie per fare ciò che si deve o che si vorrebbe e la conseguente paura di fallire. In alternativa, questo passaggio finale potrebbe rispecchiare il timore di condividere con la madre qualità che non apprezziamo di lei.  Ad ogni modo, la natura di questo importante sentimento andrebbe indagata, per capire esattamente su cosa va a costruirsi.

 

Il Mangiatore di Sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *