Barcollo poi mollo

Sogno di Pina

Ho sognato di alzarmi e andare in bagno, mi sentivo ancora addormentata, con un occhio aperto e l’altro chiuso. Inizio ad avere leggere vertigini, quindi decido di sciacquarmi la faccia per svegliarmi un po’, ma è come se non funzionasse…quindi esco dal bagno per dirigermi in cucina e inizio ad avere vertigini fortissime e cado per terra e nella mia testa sento la voce che tenta di chiedere aiuto, sfumandosi nell’ aria e poi tutto buio, quindi suppongo fossi morta dopo la caduta…e mi son svegliata.

 

Il sogno può essere suddiviso nelle seguenti scene:

  • ho sognato di alzarmi e andare in bagno
  • Inizio ad avere leggere vertigini, quindi decido di sciacquarmi la faccia per svegliarmi un po’, ma è come se non funzionasse…
  • quindi esco dal bagno per dirigermi in cucina e inizio ad avere vertigini fortissime
  • cado per terra e nella mia testa sento la voce che tenta di chiedere aiuto, sfumandosi nell’aria
  • e poi tutto buio, quindi suppongo fossi morta dopo la caduta.

I simboli o topoi sono: alzarsi (svegliarsi), bagno, occhio, vertigini, lavarsi, faccia, cucina, cadere, voce, buio, morte.

 

Pina sogna di alzarsi presumibilmente dal letto dove stava dormendo e quindi di svegliarsi, sognare questo rappresenta il passare da uno stato di probabile chiusura emotiva a uno di maggior consapevolezza delle proprie emozioni. La sognatrice riferisce di andare in bagno. Come ogni altra stanza della casa, questa ha una sua specifica simbologia: il senso di intimità e libertà. Possiamo quindi assumere che ci sia un movimento verso la possibilità di liberarsi dalla negatività che in questo momento potrebbe sperimentare nella sua vita. Ma si sente ancora addormentata e quindi ancora probabilmente confusa, infatti i suoi occhi, simbolo di chiarezza e controllo sul mondo esterno (quello che ci accade), non riescono a stare entrambi aperti e ha delle vertigini che rimandano ancora alla sensazione di confusione e mancanza di controllo. Quindi tenta di lavarsi la faccia, gesto che nei sogni rappresenta la volontà di ripulire per affrancarsi da qualcosa che segna la persona (volto è una delle parti più espressive del nostro corpo che porta spesso un chiaro messaggio di chi siamo e cosa abbiamo vissuto), ma non ci riesce. La sognatrice prova poi a dirigersi verso la cucina, che simboleggia la possibilità di esprimere la propria creatività, la possibilità di trasformare oltre ad essere luogo di calore e piacevole rilassamento, ma può anche rappresentare il ruolo materno e la percezione che la persona ha in questo momento della sua vita. Di nuovo una fortissima confusione (vertigini) l’assale e cade, simbolo di poca fiducia in se stessi e di fuga dalla situazione in quanto ci sentiamo minacciati da una mancanza di fiducia. La sognatrice sente però nella sua testa, simbolo di potere, la sua voce che chiede aiuto, potremmo quindi ipotizzare che potrebbe essere utile chiedere aiuto, ma questa richiesta non riesce ad uscire in modo deciso e si perde nell’aria, che indica il suo intelletto, la sua mente. Sembra quindi che una situazione, probabilmente legata alla maternità possono far sentire insicuri e in difficoltà ma che questo non si traduca in una richiesta esplicita di aiuto. La scena seguente è completamente dominata dal buio, simbolo della presenza dei sentimenti negativi, così denso che la sognatrice ipotizza di essere morta. Questa supposizione finale potrebbe essere interessante in quanto determina di fatto l’interruzione, la morte del sogno. Questo finale, infatti, potrebbe essere la traduzione di quello che stiamo sperimentando: meglio prendere le distanze (morte) da una sensazione di confusione (vertigini) che porta a tentare, in vari modi, di trovare una soluzione, soprattutto negli ambiti in cui possiamo esprimere creatività o ci rapportiamo con la maternità (cucina). Forse una scarsa fiducia in se stessi (cadere) e una difficoltà nel chiedere aiuto (voce) impediscono di farcela, ma possono essere anche il messaggio che il sogno sta veicolando e che può fornirci spunti utili per essere sostenuti se vacilliamo.

 

Il Mangiatore di Sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Scrivici qui...