Una vacanza inattesa

Sogno di Stefania

 

Io e mia madre in vacanza in un posto identificato come villaggio dove all’interno si girava in barca per raggiungere qualsiasi punto (mia madre non sa nuotare). Io mi trovo con in braccio un neonato che devo portare al di là di dove mi trovo, dell’acqua alta mi separa da questo posto. Mi viene in aiuto mia madre che si butta in acqua ma non riaffiora per qualche minuto. Grido  aiuto, qualcuno si butta e cambia scena. Mia madre su una barella in stato confusionale mi guarda e quasi non mi riconosce in attesa di subire un intervento di urgenza. Ad un certo punto comincia a sanguinare dalle parti intime (io identifico come emorragia), tanto sangue rosso vivo e fluido che copre tutta la superficie della barella.

Il sogno è costituito da sei scene (frame):

–        Io e mia madre in vacanza

–        Io mi trovo con in braccio un neonato che devo portare al di là, dell’acqua alta mi separa

–        Mi viene in aiuto mia madre ma per qualche minuto non riaffiora

–        Grido aiuto e qualcuno si butta

–        Mia madre su una barella in stato confusionale mi guarda e quasi non mi riconosce in attesa di subire un intervento di urgenza

–        Comincia a sanguinare dalle parti intime ed il sangue copre tutta la superficie della barella

Topoi: madre; neonato; acqua alta/ affogare ; barella; emorragia.

Questo sogno sembra essere particolarmente ricco di dettagli per cui procediamo ad analizzarne gli elementi più importanti. Nel mondo onirico generalmente la madre può richiamare sia la relazione reale che abbiamo con lei sia quella con noi stessi. La barca renderebbe possibile la traversata verso un rinnovamento e non a caso il neonato incarnerebbe una nascita (o rinascita) interiore, una crescita personale che può essere cominciata in occasione di una sconfitta o di un successo importante. Al tempo stesso però il neonato potrebbe indicare preoccupazioni che necessitano di essere superate e rinnovate, modificate in qualcos’altro di nuovo (“da portare al di là”). Tale travesta non sembra essere priva di pericoli (non sapere nuotare) tanto che l’acqua alta potrebbe rappresentare la mancanza di controllo emotivo o paura di non riuscire ad avere in mano la situazione. La madre, che potrebbe coincidere con se stessi, viene infatti sommersa dalle emozioni come raffigurato dalla stessa barella. L’emorragia nei sogni indicherebbe una perdita di energia nervosa dovuta a dispiaceri, probabilmente legati ad incomprensioni amorose (emorragia localizzata nelle parti intime) che minacciano la morale, tua o degli altri. In conclusione è probabile che si ponga un ipotetico percorso volto a raggiungere una crescita interiore. Questo tuttavia potrebbe causare la sensazione di non riuscire a controllare le proprie emozioni e la percezione di dispiegare energia mentale rispetto a queste preoccupazioni che probabilmente si connotano in incomprensioni a livello sentimentale.

Il Mangiatore di Sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *