Scappo o torno indietro?

Sogno di Sonia

 

Ho da pochi giorni perso mio zio per Covid. Gli volevo un bene dell’anima ci promettevano sempre di vederci ma abitava lontano e ho sempre rimandato di andarlo a trovare. Da pochi giorni è morto e ancora non mi sembra vero, ho i sensi di colpa per non esserlo andato a trovare, e mi sono chiesta perché poche settimane prima di morire abbia chiamato mia cugina per dirgli che aveva il Covid e non me. Dopo due giorni dalla sua morte l’ho sognato. Ho sognato di poggiare sulla sua bara una pianta di fiori già usata. Poi lui ha iniziato a muoversi e risvegliarsi e dopo aver chiamato un dottore sono scappata avevo paura. Mentre scappavo giù per delle scale mi sono detta di tornare indietro perché si sarebbe potuto offendere. In quel momento lui correva verso di me a braccia aperte voleva abbracciarmi. Non ricordo se ero incinta o avevo mio figlio tra le braccia ma lo pregavo di non abbracciarmi perché aveva il Covid. Poi mi sono svegliata non ricordo se è riuscito ad abbracciarmi. Nel sogno non aveva un bellissimo aspetto ma proprio quello di un morto, pallido, viso magro rispetto al suo e barba a chiazze. Ho pensato che fosse il suo aspetto durante gli ultimi giorni di sofferenza.

 

Il sogno può essere suddiviso nelle seguenti scene o frame:

  • Ho sognato di poggiare sulla sua bara una pianta di fiori già usata.
  • Poi lui ha iniziato a muoversi e risvegliarsi e dopo aver chiamato un dottore sono scappata, avevo paura.
  • Mentre scappavo giù per delle scale mi sono detta di tornare indietro perché si sarebbe potuto offendere.
  • In quel momento lui correva verso di me a braccia aperte e voleva abbracciarmi.
  • Non ricordo se ero incinta o avevo mio figlio tra le braccia ma lo pregavo di non abbracciarmi perché aveva il Covid.
  • Aveva un aspetto da morto, pallido, viso magro e barba a chiazze.

I simboli o topoi sono: bara, pianta, dottore, scappare, scale, tornare indietro, correre, paura (emozioni), braccia (aperte), gravidanza, figlio, volto, barba.

 

Nella prima scena, la sognatrice poggia una pianta fiorita sopra una bara, simbolo di amore e compassione ma anche della forza della vita, della morte e della resurrezione  potrebbe indicare che qualcosa di nuovo sta diventando concreto. La bara è un probabile simbolo della repressione dei nostri sentimenti o anche dell’accettazione di un abbandono. A questo punto lo zio inizia a muoversi e la sognatrice spaventata chiama un dottore, simbolo di guarigione, e scappa a causa di una forte emozione di paura e incapacità ad affrontare una situazione. Ricordiamo infatti che le emozioni esperite nei sogni risultano molto più accessibili di quanto non lo siano durante la veglia. Possiamo quindi interpretare questa parte del sogno come la rappresentazione della sensazione di difficoltà nell’affrontare qualcosa che percepiamo di non poter controllare pienamente. Non a caso, nella scena successiva, mentre la sognatrice scende una scala, e quindi accede a un livello di consapevolezza più profondo, sente il bisogno di tornare indietro verso lo zio. Potrebbe quindi percepire necessario un riassestamento nei rapporti con lui, nel caso specifico un’attenuazione delle sensazioni che vive nei suoi confronti, in seguito alla morte. In quel momento questo le corre incontro, esprimendo fiducia, con le braccia aperte, comunicando apertura e accoglienza che potrebbe essere un messaggio di distensione ed attenuazione del senso di colpa della sognatrice. La sognatrice invece si trova in stato interessante o col figlio in braccio e prega lo zio di non abbracciarla per paura del contagio, simbolo di circostanze esterne che ci fanno sentire a disagio. Nel caso in cui la sognatrice fosse incinta, questo potrebbe simboleggiare un periodo di attesa necessario per il completamento di qualcosa, e indicare anche che un aspetto della nostra personalità si sta sviluppando, mentre nel caso in cui avesse il figlio in braccio, potrebbe significare il bisogno di esprimere se stessi, ambizioni speranze e potenziale inespresso. In conclusione nel sogno sono presenti due forze che influenzano la sognatrice: da una parte viene espresso un bisogno di contatto con lo zio e di accettazione del suo destino, dall’altra parte è presente un sentimento di paura, un bisogno di fuga e di negazione. Nel sogno non è presente una risoluzione di queste tensioni perché la sognatrice si sveglia prima che accada.

 

Il Mangiatore di Sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Scrivici qui...