Sogni ricorrenti

Sogno di Marianna

Vorrei parlarti di un sogno che ho fatto più o meno due settimane fa. Sognai di uscire da scuola però mi trovavo in un edificio differente, era un palazzo, un condominio. Il sogno inizia con il suono della campanella e io che esco dalla classe. Non c’era nessuno che riconoscessi tranne mia sorella maggiore. I piani del condominio erano molti ma presi le scale, dopo qualche piano pensai di prendere l’ascensore ma bocciai l’idea siccome c’erano molte persone in attesa. Così scendo le scale, esco dal palazzo con mia sorella e c’erano i nostri genitori ad aspettarci vicino la macchina. Il sogno non mi ha turbata, anzi posso dire di non avergli dato molto peso. A distanza di una settimana circa ho rifatto lo stesso sogno. Il suono della campanella, io che scendo le scale però dopo un paio di piani decido di prendere l’ascensore. Entro nell’ascensore e di sfuggita all’interno mi era sembrato di vedere una ragazza. C’eravamo solo noi due, le porte dell’ascensore si chiudono e mi accorgo che si trattava di un ragazzo. All’improvviso era come se non ci trovassimo in un ascensore ma in una sorta di cassa di ferro con delle ruote e sembrava che qualcuno dall’esterno ci stesse trasportando. Così lui fa una chiamata e dice :” l’ho presa, ne ho presa un’altra”. Poi subito dopo la chiamata le porte si aprono e mi trovo in un vicolo ed era notte , vedo una macchina venire verso di noi. Da questa macchina esce subito un ragazzo così il tipo dell’ascensore mi spinge fuori e questo ragazzo della macchina mi prende per le braccia cercando di farmi salire in macchina. Il sogno finisce in quel momento e anche se non sembra molto spaventoso mi sono svegliata con una brutta sensazione, ero molto spaventata. Ciò che mi incuriosisce è il fatto che ho fatto lo stesso sogno però prendendo due decisioni differenti ottenendo due diverse conclusioni.

 

Il primo sogno può essere suddiviso in tre scene (frame):

  • uscire da scuola il suono della campanella e io che esco dalla classe. Non c’era nessuno che riconoscessi tranne mia sorella maggiore;
  • presi le scale, dopo qualche piano pensai di prendere l’ascensore ma bocciai l’idea siccome c’erano molte persone in attesa. Così scendo le scale;
  • scendo le scale, esco dal palazzo con mia sorella e c’erano i nostri genitori ad aspettarci vicino la macchina.

Il secondo sogno può essere suddiviso in varie scene (frame):

  • suono della campanella;
  • scendo le scale però dopo un paio di piani decido di prendere l’ascensore. Entro nell’ascensore e di sfuggita all’interno mi era sembrato di vedere una ragazza. C’eravamo solo noi due, le porte dell’ascensore si chiudono e mi accorgo che si trattava di un ragazzo;
  • All’improvviso era come se non ci trovassimo in un ascensore ma in una sorta di cassa di ferro con delle ruote e sembrava che qualcuno dall’esterno ci stesse trasportando. Così lui fa una chiamata e dice :” l’ho presa, ne ho presa un’altra”;
  • subito dopo la chiamata le porte si aprono e mi trovo in un vicolo ed era notte , vedo una macchina venire verso di noi. Da questa macchina esce subito un ragazzo così il tipo dell’ascensore mi spinge fuori e questo ragazzo della macchina mi prende per le braccia cercando di farmi salire in macchina.

Simboli (topoi): scuola; sorella; scale; genitori; macchina; ascensore; ragazzo sconosciuto.

 

I sogni ricorrenti sono spesso incubi che ruotano attorno ad un elemento invariato: ambientazione, protagonisti o il tema. Imparando ad esplorare e capire questi sogni, riusciamo a scardinare i meccanismi che li hanno innescati. La scuola nei sogni ha la connotazione di sperimentare per elevare il proprio potenziale, quindi il fatto che venga sognato più volte questo simbolo, rimanda proprio alla volontà di sperimentare e vedere che cosa succede.

Nel primo sogno ci sono diverse figure e l’unica conosciuta è quella della sorella. Questo simbolo rimanda alla nostra emotività e la volontà di ricongiungerci con questa parte di noi e dato che è specificato sorella maggiore, questa sembra rappresentare un obiettivo cui aspiriamo. Si presenta un alternativa: scale e ascensore, che come abbiamo visto conducono a due scene ben diverse. Le scale rappresentano la strada più difficile da percorrere in quanto ogni gradino rappresenta la consapevolezza dei passaggi che ci portano a raggiungere un obiettivo. In questo primo sogno l’obiettivo viene rappresentato dai genitori che rappresentano l’unione tra amore e saggezza che conducono all’evoluzione, alla creazione e alla percezione di sentirsi al sicuro. Infatti in queste condizioni è possibile accedere al proprio spazio personale, il nostro essere in evoluzione, rappresentato dall’automobile Quindi questo sogno sembra suggerire che per raggiungere questa meta nella propria vita è necessario percorrere questa scala con consapevolezza e con un certo livello di sforzo emotivo e mentale.

Nel secondo sogno invece la scelta viene cambiata: questa volta il sognatore opta per l’ascensore. Qui si trova una figura ambigua sconosciuta (sembra una ragazza ma poi non lo è) che si rivela un ragazzo che in effetti rapisce il sognatore e sembra sia abituato a farlo. Questo potrebbe indicare che nella vita del sognatore si stia facendo avanti la sensazione di essere vulnerabile e vittima, una sorta di impotenza dovuta al fatto che un’autorità sta decidendo per noi (ambito professionale o vita privata). Risulta molto interessante il fatto che spesso una donna che vive una relazione molto intensa sogna di essere rapita. In questa direzione sembrando andare anche le parole del rapitore che alludono al fatto che il sognatore ritenga che sia presente il rischio di essere catturati e portati in un vicolo se si cede a queste emozioni molto forti. Il sogno si conclude con un vicolo buio e la comparsa di un nuovo estraneo che obbliga a salire in macchina che qui assume un significato molto diverso da quello del primo sogno. In questo caso rappresenta la percezione che ci sia una forzatura, con riferimento ad alcuni aspetti relazionali, quali ad esempio: sessualità, comunicazione o empatia che in questo caso vengono percepiti come non naturali.

 

Il Mangiatore di Sogni

Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi leggere i sogni che abbiamo interpretato e scriverci il tuo sogno, noi lo interpreteremo per te.

Articolati correlati

Lo specchio

Sogno di Michele   Ho sognato me stesso, davanti ai miei occhi vedere me stesso, cosa starebbe a significare?   Il sogno è composto da

Leggi »

Ti abbraccio forte nonna

Sogno di Arturo   L’altra notte ho sognato che entravo in casa di mia nonna materna (deceduta nel 1991) che compiva gli anni, c’era già

Leggi »

Belzebù!

Sogno di Samantha Il sogno è un po’ frammentato ma ricordo bene alcune parti. Ho sognato di essere in una casa enorme (tipo quelle delle

Leggi »