Sogno ricorrente: tre infanticidi

Sogno di Alice

 

Salve, so che è un sogno particolare ma non è la prima volta che lo faccio (mi capita spesso di rifare gli stessi sogni una volta al mese. Io me li scrivo  per ricordarmene). Tre uccisioni di tre bambini da parte dei loro genitori. Sono nella mia ex scuola  delle elementari con però i professori della scuola delle superiori e prima di entrare a scuola vedo tante persone intorno alla scuola perché una ragazza “si è buttata” dal cornicione (anche se io vedo ancora lei che sta lì e delle mani che la spingono). Poi entro a scuola e per i corridoi vedo una bambola che sta in alto, affianco un bimbo avrà avuto al massimo dieci anni, colore dei capelli rossi, abbastanza cicciottello, che mi guarda ma poi sparisce. Arrivano due professori che vedono la bambola sorridere ma scappano. Io non ci faccio caso, però mi ritrovo sempre vicino  il bimbo. Entro in classe, di nuovo la bambola seduta in fondo e appare una ragazza sulla mia destra vicino la finestra, che scende le scale e dall’inizio delle scale, delle mani che la spingono, lei sbatte la testa ma poi si rialza (in verità questa ragazza con vestaglia bianca è morta proprio perché sbatte la testa) . Anche due ragazze in classe (loro sono vive) vedono sia pupazzo che persone morte (sono in totale tre persone vive e tre morte). Il bimbo (quello cicciottello che avevo visto vicino la bambola) ci fa vedere com’è morto: in piscina prima di una gara, i suoi genitori lo hanno strozzato e lui è morto. I genitori sono ancora liberi e vanno sempre al mare e si sono presi i soldi del bimbo. Il bimbo scappa. Io e le altre due ragazze vive parliamo con quella caduta dalle scale e gli diciamo che per finire la storia dobbiamo sbarazzarci della bambola, ma prima dobbiamo scoprire chi ha ammazzato queste tre persone anche se abbiamo capito, sono i loro genitori. Il sogno finisce così; lo so non è bello, ma non riesco a capire.

 

Il sogno può essere suddiviso nelle seguenti scene:

  • Sono nella mia ex scuola delle elementari con però i professori della scuola delle superiori e prima di entrare a scuola vedo tante persone intorno alla scuola perché una ragazza ‘si è buttata ‘ dal cornicione (anche se io vedo ancora lei che sta lì e delle mani che la spingono).
  • Poi entro a scuola e per i corridoi vedo una bambola che sta in alto, affianco un bimbo avrà avuto al massimo dieci anni, colore dei capelli rossi, abbastanza cicciottello, che mi guarda ma poi sparisce.
  • Arrivano due professori che vedono la bambola sorridere ma scappano. Io non ci faccio caso, però mi ritrovo sempre vicino il bimbo.
  • Entro in classe, di nuovo la bambola seduta in fondo e appare una ragazza sulla mia destra vicino la finestra, che scende le scale e dall’inizio delle scale, delle mani che la spingono, lei sbatte la testa ma poi si rialza (in verità questa ragazza con vestaglia bianca è morta proprio perché sbatte la testa)
  • Anche due ragazze in classe (loro sono vive) vedono sia pupazzo che persone morte (sono in totale tre persone vive e tre morte).
  • Il bimbo (quello cicciottello che avevo visto vicino la bambola) ci fa vedere com’è morto: in piscina prima di una gara, i suoi genitori lo hanno strozzato e lui è morto. I genitori sono ancora liberi e vanno sempre al mare e si sono presi i soldi del bimbo.
  • Il bimbo scappa.
  • Io e le altre due ragazze vive parliamo con quella caduta dalle scale e gli diciamo che per finire la storia dobbiamo sbarazzarci della bambola, ma prima dobbiamo scoprire chi ha ammazzato queste tre persone anche se abbiamo capito, sono i loro genitori.

I simboli o topoi sono: scuola, professore, folla, ragazza (sconosciuta), suicidio, cornicione, corridoio, bambola in alto, bambino (morto/defunto), capelli rossi, nascondersi,/sparire, due prof, bambola, scappare, bambino, classe, ragazza, destra, finestra, scendere le scale, mani, spingere, testa, vestaglia bianca (biancheria intima) due, pupazzo, tre, piscina, omicidio, mare, soldi, scappare, due ragazze, parlare, nascondere la bambola, scoprire.

 

La scuola spesso appare in sogno quando stiamo imparando ad affrontare i lati più difficili della nostra personalità, nel momento in cui stiamo tentando di liberarci di vecchie idee e concetti antiquati. Inoltre, i nostri sentimenti per la scuola riaffioreranno quando ci troviamo di fronte all’autorità e proviamo un senso di inadeguatezza nel gestirla. La scuola è una parte importante nella vita di ciascuno. In situazioni in cui stiamo imparando nuove abilità o nozioni, l’immagine di una scuola spesso riaffiora nei sogni. É anche il posto in cui sperimentiamo associazioni che non appartengono alla famiglia, e può quindi indicare nuovi modi per sperimentare i vari tipi di rapporti. La scuola può anche riguardare il modo in cui impariamo a essere competitivi e ad appartenere a un gruppo. Poiché sognare situazioni legate all’istruzione ci riporta a una condizione precedente caratterizzata da minore responsabilità, in sogno l’istruzione, indica che è comunque importante applicare le lezioni tratte dall’esperienza passata per gestire meglio una situazione presente. Sognare un ambiente scolastico significa dover prendere in considerazione il proprio bisogno di disciplina oppure che non siamo adeguatamente preparati per svolgere un determinato compito e dobbiamo saperne di più. Per molte persone, un insegnante (professori) è la prima autorità che s’incontra al di fuori della famiglia. L’insegnante ha un effetto profondo sul bambino e spesso si sogna durante il periodo adulto. Gli insegnanti possono anche generare un conflitto se la loro visione del mondo è molto diversa da quella imparata dai bambini a casa. Sognare un insegnante potrebbe significare aver bisogno di risolvere questo conflitto, anche a distanza di anni. Inoltre, gli insegnanti sono considerati anche figure autoritarie che possono ricordare alla sognatrice cosa è giusto e potrebbero avere una certa influenza sulle azioni che si compiono. La presenza di una folla (tante persone) in sogno indica che vogliamo nascondere i nostri sentimenti agli altri, che vogliamo nascondere le nostre opinioni o addirittura “perderle”. Può significare anche che nella vita di tutti i giorni dobbiamo mantenere l’anonimato e costruire una facciata. Se, invece, sogniamo di unirci a un gruppo di persone simili a noi, in questo caso il numero è fonte di sicurezza, cioè possiamo abbandonarci e sentirci sicuri. Le folle nei sogni possono rappresentare il nostro rapporto con gli altri, in particolare dal punto di vista sociale, e indicarci come nascondiamo o celiamo alcune parti di noi, scegliendo di non valorizzarle. Quest’immagine potrebbe inoltre suggerire che stiamo cercando di rifiutare ogni responsabilità. La presenza di una ragazza, invece, potrebbe simboleggiare la necessità di ricercare dentro di sé qualità che la sognatrice potrebbe attribuisce a quella ragazza. In generale, la figura femminile nei sogni di una donna se sconosciuta può rappresentare la parte istintiva e nascosta del proprio carattere che non si conosce appieno, forse la parte più istintiva e curiosa di se stessa. Sognare il suicidio (‘si è buttata’ dal cornicione) ci mette in guardia sull’imminente fine di qualcosa, forse un progetto o una relazione. Il cornicione, poiché è sopraelevato rispetto al suolo, potrebbe alludere al sostegno inteso come protezione quindi, la Madre nelle sue funzioni protettive. Il corridoio, potrebbe indicare il modo in cui la sognatrice permette agli altri di penetrare il proprio spazio personale oppure, le transizioni fra i vari stadi della vita e come gestiamo la crescita alla maturità. L’immagine della bambola, nei sogni, può essere la rappresentazione dell’anima di una determinata persona che la sognatrice potrebbe voler aiutare o danneggiare. Poiché si tende a imparare attraverso il gioco, sognare la bambola potrebbe indicare anche l’esigenza di imparare nuovamente alcune lezioni dell’infanzia che si sono dimenticate. Questa immagine potrebbe anche essere la metafora dei sentimenti dell’infanzia e del bisogno di confronto o protezione (dato la posizione nella quale è posta) che potrebbe desiderare la sognatrice.  Sognare un bambino ci fa entrare in contatto con il proprio bambino interiore e con tratti della personalità ancora infantili e curiosi. L’attenzione per i capelli potrebbe simboleggiare la forza e la virilità e il colore rosso accentua queste caratteristiche. La presenza della morte in sogno, può indicare che la sognatrice si sta rendendo conto con chiarezza del potenziale che ha perso o che non ha saputo esprimere pienamente. Inoltre, la morte può indicare anche che è in atto un cambiamento nella consapevolezza del proprio Sé e che forse si sta attraversando un “rito di passaggio” come avviene dalla pubertà all’età adulta. Il fatto che l’immagine di questo bambino morto sparisca e ricompaia diverse volte nel sogno potrebbe sottolineare la presenza della forza ed energia che la sognatrice potrebbe utilizzare per raggiungere i propri obiettivi ma che a volte potrebbe non riuscire a sfruttare al meglio. Il numero due (due insegnanti) simboleggia la dualità, l’indecisione e l’immagine dei professori (autorità) che scappano dopo aver visto la bambola (emozioni) potrebbe rappresentare la necessità di voler intraprendere nuove situazioni; la comparsa del bambino potrebbe sottolineare la forza che possiede la sognatrice. Sognare di essere in una classe potrebbe indicare che si sta imparando una importante lezione di vita. La figura femminile (ragazza), cioè la parte del proprio carattere che non si conosce appieno, posizionata alla destra della sognatrice potrebbe alludere alla parte più dominante e logica di Sé. Si tratta di quell’aspetto del carattere espresso in modo consapevole, che ci consente si essere sicuri di noi stessi. L’immagine della finestra invece potrebbe simboleggiare il modo personale di apprezzare il mondo in cui si vive, il proprio approccio alla realtà. Spesso le scale sono simbolo dello sforzo che si deve fare per raggiungere un obiettivo. Nello specifico, per scendere al lato più nascosto e inconscio, si deve “scendere le scale”. L’immagine della spinta potrebbe indicare che l’energia che la sognatrice ha intorno a sé le sta permettendo di raggiungere i propri obiettivi, mentre le mani sono simbolo di potere e creatività. La testa invece è simbolo di saggezza e potere e un colpo alla testa potrebbe indicare alla sognatrice dovrebbe riconsiderare le proprie azioni in una specifica situazione. L’immagine della ragazza in vestaglia (biancheria intima) potrebbe significare che la sognatrice sta prendendo in considerazione gli aspetti più segreti della propria immagine e il colore bianco potrebbe alludere all’innocenza, alla saggezza e alle capacità personali. Il numero totale delle persone è il sei, che simboleggia l’armonia e l’equilibrio, mentre il tre rappresenta la libertà. Il pupazzo che è visto da due (dualità, indecisione) ragazze (parte sconosciuta di sé) potrebbe simboleggiare il bisogno di sicurezza e protezione della sognatrice, mentre le persone defunte potrebbero sottolineare nuovamente un cambiamento in atto. Anche il racconto del bambino sulla sua morte potrebbe evocare la probabilità di un passaggio, indicando che si dovrebbe cambiare atteggiamento nei confronti della vita. L’immagine della piscina sottolinea la necessità della sognatrice di imparare ad accettare che una parte di Sè se sfruttata in modo positivo può dare molte energie per cambiare. Una famiglia che non si conosce può rappresentare la nostra o evocare un sentimento di gelosia. Il fatto che siano state queste persone ad uccidere il loro bambino potrebbe evidenziare nuovamente la negazione di una parte della propria personalità di cui la sognatrice non ha fiducia. Il mare molto spesso rappresenta la coscienza o la conoscenza, malgrado entrambe possano essere oscurate dalla paura dei sentimenti profondi, mentre i  soldi rappresentano le proprie risorse personali e il proprio potenziale di successo. In alcune circostanze allusioni sul denaro possono collegarsi alla propria visione del proprio potere e dell’impegno emotivo verso se stessi. Nell’ultima scena l’azione di parlare potrebbe indicare la propria abilità di comunicare e di essere in grado di esprimere chiaramente ciò che sentiamo e pensiamo anche se nello stato di veglia la sognatrice potrebbe non fidarsi di questa capacità. Infine l’atto di nascondere la bambola potrebbe suggerire alcuni problemi riguardo alla nostra privacy o con il senso stesso del proprio valore personale, mentre il voler scoprire la verità sulla morte delle persone potrebbe indicare il desiderio della sognatrice di ritrovare informazioni utili per se è per il suo processo di crescita. In conclusione questo sogno, potrebbe indicare alla sognatrice la tendenza a nascondere alcune parti di Sé scegliendo di non valorizzarle ma che invece potrebbero aiutarla nell’affrontare la crescita personale.

 

Il Mangiatore di Sogni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
Scrivici qui...