Il mangiatore di sogni, l'interpretazione onirica

 
 

 IL MANGIATORE DI SOGNI…PRENDE I SOGNI E RESTITUISCE INTERPRETAZIONI

 

 

 

In questo spazio, dedicato alla simbologia onirica, è possibile sottoporre all’analisi di un esperto i propri sogni.

Scrivi il tuo sogno, invialo e dopo qualche giorno “Il Mangiatore” ne interpreterà la simbologia.

La risposta fornita dall’esperto si basa ovviamente su una simbologia culturalmente condivisa che non deve essere ritenuta una vera e propria interpretazione personale, per la quale sarebbe necessaria una conoscenza approfondita della persona stessa e di altri dettagli fondamentali legati al sogno.

Chiunque desiderasse approfondire l’indagine sul proprio sogno o chiarire eventuali dubbi, può farlo scrivendo una mail ai nostri indirizzi di posta

 

 

INTERPRETAZIONE DEI SOGNI

————————————————————–

Ecco alcune analisi simbologiche di nuovi sogni

SOGNI DA GENNAIO A MARZO 2011

Sogno inviato da Elena

Ho sognato che avevo detto a mio padre (non naturale) che è morto, di baciarmi il seno, lo ha fatto e io stavo bene

Cara Elena,

 

il suo sogno è ricco di molti particolari simbolici. Partiamo dal simbolo del padre. In famiglia, il padre svolge le funzioni della razionalità, della volontà e della coscienza attiva, della norma e della regola. Ovviamente non è possibile sapere quale tipo di rapporto la legasse a questa figura. Lei ci rammenta soltanto che non è suo padre naturale, come se volesse ribadire che non sussistono legami di sangue reali con questa persona: una censura data dal retaggio culturale che vede baci intimi tra padre e figlia come un atto da condannare con valenza incestuosa. Il sogno però, come ci insegna Freud stesso, trascende le barriere della censura della coscienza e parla un linguaggio paradossalmente più lineare. Il bacio è di per sé il simbolo dell’accettazione, del riconoscimento affettivo. Nel baciare una persona, simbolicamente è come se potessimo accogliere dentro di noi una parte di questa, quasi ne “mangiassimo” una parte. Non a caso, infatti, il bacio avviene attraverso la bocca, non con un’altra parte del corpo, che è lo stesso organo attraverso il quale ci nutriamo e introduciamo alimenti nel nostro corpo. Nel suo sogno quindi, il bacio caratterizza un momento di tenera accettazione; avviene da parte del padre (naturale o no che sia è il ruolo a definire la valenza simbolica) e ciò può significare che in questo momento della sua vita, lei si sta forse permettendo di accettare una parte di lei che aveva fino ad ora frustrato. Il bacio paterno è un bacio di accettazione e valorizzazione proprio di una sfera femminile materna che è bene simboleggiata dal seno, oggetto del bacio.Tale sogno dunque può essere visto come un sogno di rivalutazione e di cambiamento, per il quale finalmente lei stessa arriva ad accettare la parte di sé più femminile, materna, sensuale, che fino ad ora aveva forse giudicato, temuto e tenuto a freno.

 

Sogno inviato da Carmen

Ho sognato di ballare con una signora anziana che è morta e che conoscevo. Lei ha parlato con me, era felice e le ho dato due baci su una guancia..

Poi ho sognato che avevo sul balcone una grande cesta piena di gattini appena nati di tanti colori diversi..sei o sette erano rosa, alcuni viola. Sotto il mio balcone è passata una mia amica, ho preso un gatto rosa e lei ha detto che era bellissimo.

Cara Carmen,

 

leggendo il suo resoconto è possibile accorgersi che non si tratta di un sogno, bensì di due sogni. Per quanto riguarda il primo sogno, analizzando il suo ballare con la defunta, occorre iniziare dall’azione del ballare. La figura del ballerino è ricollegabile a Shiva, il Dio della vita della religione induista, il quale assume l’immagine di un danzatore dalle molteplici braccia, profondamente venerato. Nella fattispecie, essendo lei stessa a ballare, questo richiama “entrare in ballo”, impegnarsi appieno partecipando in maniera autentica alla vita. La figura della signora defunta, invece, appare come una guida all’interno del suo inconscio; l’anziano saggio, a maggior ragione se defunto, è colui che ha attraversato i misteri dell’esistenza ed è in grado di aiutare il sognatore nella scoperta del sé. Il bacio è il primo gesto grazie al quale il bambino entra in contatto con il mondo esterno e con la madre, grazie alla suzione. L’atto di baciare, quindi, anche tra adulti, è riconducibile a questo gesto, un atto di fiducia e abbandono all’altro. Un atto di affetto, dunque, che simboleggia la sua disponibilità ad accettare la soluzione che le prospetta la sua guida (la signora anziana).

Il secondo sogno inizia da un balcone, il quale simboleggia la serenità e la disponibilità verso gli altri, oltre alla possibilità di incontri rimanendo in un ambiente familiare; segnala quindi che lei si trova in una situazione in cui è in grado di affrontare alcune questioni da una prospettiva diversa e cioè in questo caso affacciandosi dall’alto. Il cesto pieno di gattini appena nati è un’immagine in grado di trasmettere una fortissima emotività. Il gatto, animale sacro dell’antico Egitto, è un animale notturno che ha molti tratti in comune con la natura femminile e che spesso appare nei sogni delle donne. Il numero 7, invece, è probabilmente il numero che più di tutti nasconde significati nascosti. Per gli Ebrei è numero sacro, che prende forma nel Menorah (il calendario a sette braccia). Anche nella religione Cristiana, sono 7 nell’apocalisse di Giovanni: le Chiese, le corna del drago, le coppe, e i sigilli. I 7 gattini di cui lei parla hanno quindi la funzione di sottolineare l’importanza del messaggio che portano. Un elemento in più per comprendere l’importanza del sogno e poter quindi accogliere il messaggio dell’inconscio. Inoltre, sarebbe utile riflettere sul significato che potrebbe avere per lei il numero 7. I gatti simboleggiano la libertà e probabilmente rappresentano i diversi lati della sua femminilità che ha bisogno di recuperare; a riprova di questo si può notare che i gatti sono di colore rosa, quasi a simboleggiare la sua stessa pelle. Il rosa, infatti, è un colore che molto spesso rimanda alla dimensione del femminile, alla giovinezza, all’amore. La sua amica potrebbe rimandare all’immagine archetipica junghiana dell’ombra che rappresenta le parti di sé che tende a nascondere agli altri. Riassumendo, è probabile che i sogni che ha raccontato vogliano indicarle quanto è importante per lei ritornare ad avere un ruolo da protagonista nella propria vita. In entrambi i sogni, infatti, viene sottolineata l’esigenza di riscoprire delle parti del sé lasciate da parte, forse da tanto tempo. Il secondo sogno, in particolare, le indica che queste parti da ricontattare sono quelle legate al suo bisogno di autonomia, di fedeltà alla propria natura e alla sfera del suo essere donna. Prendendo in mano un gattino, infatti, lei cerca una riconciliazione tra il sé e le sue parti oscure e si accorge di quanto questa sensazione sia bellissima ed unica. In questo momento, quindi, il suo inconscio le rimanda l’esigenza di agire recuperando anche i valori e gli aspetti del sé e della sua femminilità (ad esempio affettività e tenerezza ) che aveva momentaneamente accantonato.

 

Sogno inviato da Paola

Mi trovo in un locale, forse un ristorante. Sono seduta a tavola con altre donne, siamo tante, forse una decina. Indosso un paio di sandali infradito con paillettes nere, bassi. Quando sono in macchina mi accorgo che sono scalza, così li cerco, ma al loro posto trovo un paio di scarpe, alte, con la zeppa, color sabbia, prima di indossarle tolgo un po’ di sabbia rimasta attaccata.

Cara Paola,

 

analizzando il suo sogno, è possibile percepire fin da subito la ricchezza dei dettagli che è stata in grado di ricordare,a testimonianza del grande impatto emotivo che ha avuto su di lei. Il sogno inizia in un locale, forse un ristorante, un luogo di ritrovo e di scambio relazionale, dove entrare in contatto con il prossimo. Questo ambiente rappresenta il setting in cui si svolge il suo sogno. la tavolata di donne rappresenta le diverse sfaccettature della sua personalità, i diversi aspetti della sua femminilità, del suo essere donna, figlia e altro ancora. Lei indossa un paio di sandali infradito neri, delle calzature comode, indossate storicamente dai frati che sono entrati a far parte quindi dell’inconscio collettivo come simbolo di semplicità e spiritualità. sono delle scarpe basse legate alla razionalità ( “rimanere con i piedi per terra” ). Nel momento in cui sale in macchina, lei si accorge di essere scalza e inizia a cercare le sue calzature. La ricerca è un’azione che è pregna di affanno e insoddisfazioni ma che non è negativa, in quanto propositiva e votata alla risoluzione dell’affanno. La sua ricerca la porta a trovare delle scarpe molto diverse dalle prime; in modo particolare:le scarpe sono alte ,con l a zeppa, a rappresentare la femminilità e il bisogno di attenzioni che il suo inconscio esprime. La sabbia è simbolo di cambiamento di prospettiva, ad esempio la frase familiare “Le sabbie del tempo” può far pensare ad una clessidra, la sabbia si riversa da un recipiente all’altro, abbandonando una situazione per entrare in un’altra. La sabbia, inoltre, non è solo il colore di cui sono rivestite le scarpe, ma ne fa parte, esse ne sono composte. Riassumendo, probabilmente in questo momento lei sente un bisogno forte di ritrovare la sua femminilità, la sua vanità, il suo essere donna. abbandonare le scarpe basse per calzare scarpe con il tacco,potrebbe simboleggiare il suo desiderio di sicurezza e di “slancio” nell’agire quotidiano. Una possibile interpretazione riguarda il suo bisogno di raggiungere lo status delle altre donne,staccandosi così da un suo probabile senso di inadeguatezza. Infatti, il simbolo della sabbia può rappresentare la fragilità emotiva e le insicurezze che la scuotono in questo momento della sua vita. Togliere la sabbia, quindi, equivale ad abbandonare le paure e le insicurezze che la hanno accompagnata fino a questo momento. occorre che lei rifletta su quale tipologia di scarpa senta più sua,se rimanere fedele a sé stessa (scarpa bassa) oppure no (scarpa alta).

 

Sogno inviato da Michele

Stavo in una vasca da bagno e una persona defunta mi buttava dei pesci nella vasca

Caro Michele,

 

analizzando il suo sogno, è possibile interpretare per prima cosa il luogo nel quale si svolge. La vasca da bagno può rimandare ad un bisogno di protezione e conforto, che la spinge a cercare rifugio fuori dalla sua realtà, in questa sorta di involucro protettivo. Tuttavia, nel suo sogno non è specificata la presenza o meno di acqua nella vasca; considerando che ci sia, l’interpretazione potrebbe rimandare, in modo ancora più forte, al concetto di fuga da una realtà problematica e di ricerca di protezione nel ventre materno, simboleggiato dall’acqua. Per quanto riguarda l’immagine del defunto, le persone “trapassate” possono rappresentare una guida all’interno del proprio inconscio, strumenti in grado di fornire spunti di riflessione precedentemente tralasciati. I pesci simboleggiano nuovi messaggi da parte dell’inconscio, inerenti la sfera intima oppure parti di sé “sommerse” che fanno fatica a venire in superficie. Il pesce è anche un simbolo comune nel Cristianesimo, infatti, le prime comunità cristiane identificavano la propria religione non con la croce ma con il pesce, il quale essendo un animale che vive sott’acqua senza annegare, può entrare nella morte restando vivo come il Cristo. Il defunto, con l’atto di buttare i pesci nella vasca, la invita a prendere coscienza di tali parti non note, forse non così semplici da contattare, visto l’esigenza di affrontarle in un luogo accogliente come è la vasca da bagno. Per dare una visione d’insieme al suo sogno, si può affermare che probabilmente lei stia vivendo una situazione in cui percepisce di non accettare completamente alcune parti di sé, di cui però sente il bisogno di riappropriarsi, nonostante il suo timore nel farlo. Tale sogno potrebbe essere dunque una stimolazione da parte del suo inconscio a riflettere sulle parti del sé che ancora non è in grado di accettare e su ciò che le sta accadendo in questo momento.

Sogno inviato da Ivana

Ho sognato di addentare un panino. All’interno, però, c’era uno scarafaggio che non ho visto ma che ho sentito scrocchiare sotto i denti non appena ho addentato il panino.

Cara Ivana,

 

la prima cosa che emerge dal suo sogno è l’azione dell’addentare, che simboleggia la sua energia vitale. E’ un’azione che indica la sua volontà di riappropriarsi di qualcosa in maniera forte, forse una parte di sé o un rapporto che ha tralasciato. Mangiare il pane, inoltre, può indicare una crescita psicologica, una presa di contatto con noi stessi oppure la scoperta della nostra personalità e di come essa funziona. Il sogno prosegue con la scoperta dello scarafaggio sotto i denti. Questo insetto, utilizzato nell’antichità dagli Egizi come simbolo di resurrezione (scarabeo), rappresenta le nostre paure più intime e misteriose che solamente se accettate sono in grado di fornire forza e vitalità straordinarie. Nel suo resoconto, lei non ci fornisce indicazioni riguardo alle sensazioni che ha provato a causa della scoperta dello scarafaggio ed è difficile interpretare in maniera più accurata questa circostanza. In conclusione, nel dare una visione d’ insieme, si può ipotizzare il suo forte desiderio di fare propria una sua crescita, personale e/o sessuale, e di utilizzarla in maniera consapevole; È possibile percepire il suo bisogno di addentare un nutrimento, che però rivela un’insidia ovvero lo scarafaggio. Come detto, però, lo scarafaggio (assimilabile allo scarabeo) è simbolo di resurrezione, in grado di simboleggiare un ostacolo da superare; durante questa presa di coscienza, quindi, lei deve affrontare e “digerire” le sue paure per crescere e “rinascere”.

SOGNI DA SETTEMBRE A DICEMBRE 2010

Sogno inviato da Cristina
Sognavo di perdere la vera nuziale di mia madre, che mi regalò  prima di morire insieme ad un altro anello sempre suo, e li cercavo in una borsa di plastica gialla ai piedi di una montagna
.

Il suo sogno benché breve, è ricco di simbologie.

L anello  nella cultura popolare ha una valenza molto forte che rimanda al concetto di eternità rappresentata dalla forma a cerchio che esso ha; esso è anche simbolo di riconoscimento e virtù. La vera nuziale, che sancisce l’unione degli sposi, potrebbe rappresentare un legame, un’unione importante e durevole. Nel Suo sogno il fatto di aver perso questo anello  può far pensare ad una fase transitoria da attraversare, ad  un momento di passaggio che concerne il superamento del rapporto protettivo e di accudimento che esiste tra madre e figlia e potrebbe indicare la conseguente interiorizzazione dello stesso rapporto da parte Sua. Questa interiorizzazione Le permetterebbe di trovare dentro di sé le risorse per affrontare situazioni difficili, che sono simbolizzate dal Suo sogno della montagna; quest’ultima infatti, simboleggia un progetto importante da affrontare, compiti e responsabilità cui assolvere, che possono avere un’origine spirituale, materiale o affettiva. La borsa rimanda ad una sfera della propria vita, intima e preziosa; in questo caso, la borsa gialla potrebbe rappresentare una parte di sé in cui risiede l’energia, la forza vitale cui Lei attinge; infatti il colore giallo è il colore del sole, simbolo anche dell’intuizione, dell’intelligenza e del buon consiglio e stimola il risveglio della coscienza e nuove possibilità.

Sogno inviato da Laura

Ho sognato che eravamo io e mio padre (è morto anni fa) e lui mi diceva:vieni che andiamo in cantina a vedere che c’è da fare, ma quando andavo non avevo l’impressione che fosse una cantina ma di un bagno perchè c’era lo scaldabagno e poi io toglievo il calcare dalle piastrelle.poi a un certo punto mi accorgo che c’è qualcuno che mi osserva e chiudo la porta(ma quest’ultimo pezzo non ne sono troppo sicura di ricordarmi bene).

Cara Laura,

nel Suo sogno il padre che La conduce in cantina potrebbe rappresentare l’interiorizzazione che Lei ha della figura paterna, le regole, l’autorità, i doveri, i limiti che di conseguenza fungono da guida nella vita. La cantina potrebbe essere una parte profonda e misteriosa della Sua personalità.

Il fatto che la cantina Le appaia come un bagno fa pensare ad una parte di sé connessa ad aspetti più intimi e legati alla sfera sessuale; quindi l’azione di togliere il calcare dalle piastrelle indicherebbe proprio l’esigenza di fare pulizia in merito ad essa; si potrebbe pensare che  questa azione indichi un senso di vergogna poiché la sessualità non viene vissuta in maniera totalmente serena e tranquilla. La vergogna sarebbe scaturita dall’interiorizzazione della figura paterna: è infatti il padre che La conduce in cantina e Le evidenzia che c’è bisogno di far qualcosa. L’essere osservata mentre compie questa azione potrebbe esprimere la sensazione di essere invasa nel proprio intimo, ma il chiudere la porta rappresenterebbe l’esclusione dell’altro dal Suo spazio e quindi la Sua volontà di affrontare il problema da sola.

Sogno inviato da Stefania

Ho sognato mia mamma salita in cielo 2 anni fa e l’ho vista molto più giovane di quando era nell’ultimo anno di vita . Io la facevo aspettare perchè volevo presentarla ad una mia collega di lavoro e lei aveva un telefonino in mano ma non lo stava usando era solo appoggiato aperto sulla sua mano.

Cara Stefania,

nel suo sogno sono presenti diversi elementi, anche se non ci dice  cosa Lei abbia provato a livello emotivo. Possiamo dedurre che rivedere sua madre sia stato piacevole e che il ricordo di lei fosse contestualizzato in un periodo precedente alla sua morte, visto che dice di vederla più giovane rispetto a quando è deceduta.

Sognare le persone defunte è molto frequente; bisogna pensare che nel sogno esse non rappresentino loro stesse, ma che siano  proiezione di qualche  aspetto specifico del la personalità del sognatore. In questo senso, la persona defunta potrebbe anche essere il portavoce di un messaggio importante che il sognatore a livello conscio non conosce; la stessa  avrebbe la funzione di portare l’attenzione su ciò che sta accadendo in lui dandogli  la possibilità  di divenire  consapevole dell’aspetto in questione.

L’elemento che mi ha colpito è il cellulare: esso è uno strumento di comunicazione, serve per mettersi in contatto con qualcuno quando se ne ha bisogno. Il fatto che la Sua collega di lavoro lo tenga in mano senza utilizzarlo, potrebbe significare che Lei senta  la necessità di mettersi in contatto con qualcuno, ma non riesca a farlo in modo attivo. La collega potrebbe rappresentare una parte della Sua personalità, chiamata Ombra: essa  rappresenta ciò che si vede di noi stessi  dall’esterno, indica come ci percepiscono gli altri e spesso quando essa emerge, tira fuori i nostri conflitti interiori, gli istinti e i desideri inconsci. L’Ombra non ha esclusivamente una valenza negativa, poiché in essa possono essere racchiuse capacità e risorse ignote alla persona. Potrebbe essere interessante  riflettere sulle caratteristiche che Lei attribuisce nella  realtà alla  Sua collega di lavoro, sul rapporto che vi lega e sulla  Sua percezione dello  stesso per poter acquisire maggior  consapevolezza su quelle parti di sé che ancora non conosce e che forse per molto tempo ha voluto tenere lontane da sé, con questo sogno possono divenirLe evidenti. Questo lato “oscuro” di sé è legittimato ad emergere grazie all”accettazione concessa dalla parte materna che vive in Lei.

E’ anche possibile  dire che Lei voglia far comunicare 2 parti del proprio sé, quella  della  madre e quella della  collega, visto che ci dice che vorrebbe si conoscessero.

Sogno inviato da Bruno

Buonasera, sottopongo alla vostra attenzione un sogno che ho fatto tempo fa.
Mi trovavo a letto, e nel sogno mi sono apparsi i miei cari estinti, tutti i parenti da parte di mia madre, che sono sepolti in un’unica tomba di famiglia. Mio nonno, mia nonna, i fratelli e le sorelle di mio nonno. Nel sogno miapparivano tutti felici e sorridenti. Nel vederli in un primo momento ero felice, poi sono diventato inquieto e hanno cominciato a chiamarmi dicendo di andare da loro. Ho cercato di farlo, ma mentre cercavo di alzarmi mi sono ritrovato incatenato al letto piedi e mani (a forma di x). In quel momento ho cominciato ad avere paura, a sudare e poi mi sono svegliato davvero spaventato……successivamente circa 2 settimane dopo ho rifatto il medesimo sogno, ovvero tutti i parenti da parte di mia madre (ai quali ero e sono molto legato), mi sono apparsi in sogno. Però questa volta non mi chiamavano mi salutavano e avevano tutti delle facce allegre e sorridenti e io non ero incatenato al letto. Mi hanno salutato e poi sono andati via tutti sorridendo. Grazie e a presto

Caro Bruno,

nel Suo sogno rivede i suoi cari defunti. E’ molto frequente sognare le persone care che non ci sono più, perché sono persone significative per la nostra vita ed il ricordo di loro Li fa rivivere nel sogno. E’ importante essere a conoscenza del ruolo che i parenti hanno svolto nella  propria vita ed il rapporto che si era costruito con loro per comprendere meglio il sogno stesso. Ci dice  che i suoi parenti erano allegri e felici; questo scatena anche in  Lei lo stesso sentimento. Essi le chiedono di raggiungerLa:

i defunti vivono in una dimensione  non terrena, non fanno più parte di questo mondo; forse questa dimensione  oscura e segreta in qualche modo La incuriosisce, vorrebbe scoprirla, vorrebbe vedere cosa c’è al di là. E’ un desiderio frequente e un interrogativo che tutti nella  vita si pongono e che in questo sogno potrebbe essere rappresentato dalla  catena  che lo blocca al letto e che simboleggia il conflitto interiore che La tiene in bilico tra una scelta  e un’altra.

Le catene possono anche essere simbolo di oppressione, potrebbero significare l’impossibilità  di compiere una qualsiasi azione decisa a proprio piacimento, oppure indicare l’attaccamento stesso  alla propria parentela. Quello che accade nel suo sogno però è che, nonostante Lei voglia andare dai suoi parenti, non ci riesce.

Nel secondo sogno, simile al primo, cambia il finale: i suoi parenti non La invitano a raggiungerli, ma La salutano e se ne vanno. Quindi si potrebbe dire che Lei è tentato di raggiungere una dimensione lontana e misteriosa, è curioso di scoprirla ma allo stesso tempo è frenato, c’è qualcosa che La tiene legato al qui e ora, alla realtà che vive quotidianamente.

Data la ripetizione nel tempo del sogno in questione, si può parlare di “sogno ricorrente”, il quale indica un bisogno di risolvere e confrontarsi nuovamente con qualcosa di già vissuto, con un nodo cruciale della nostra vita che abbiamo necessità di elaborare più approfonditamente. Ma data la sequenza con cui si succedono questi due sogni, si potrebbe pensare che Lei sia in una fase di cambiamento  che La porta nella direzione del superamento della  conflittualità sopra descritta, che Le permette di scegliere la  dimensione terrena, ottenendo anche il benestare e l’approvazione dei Suoi cari estinti,  i quali  non sono altro che la rappresentazione di parti di sé che sono riuscite a trovare un’armonia tra loro.

Scusandoci per la lunga attesa, dovuta ad alcuni problemi tecnici, qui di seguito riportiamo alcune nuove analisi simbologiche dei sogni pervenutici in questi ultimi mesi.

SOGNI DA APRILE A SETTEMBRE 2010

Sogno inviato da cisam cabani

ho sognato di essere all interno di una casa con un uomo che ad un certo punto delle persone lo portavano via! ma verso la
fine ritorna nelle sembianze del mio ragazzo!!! ad un certo punto incominciano
ad uscire tanti scarafaggi e io mi sveglio sul punto di aprire una porta per
tentare di scappare

Cara Cisam Cubani,
il suo sogno è ricco di simbologie e nonostante  Lei non riporti nessun tipo di vissuto emotivo né rispetto al fatto che l’uomo viene portato via, né rispetto agli scarafaggi, non ci dice se prova ansia o paura, terrore, sarebbe importante capire come si è sentita rispetto a questi due elementi per comprendere meglio il sogno.
E’ comunque possibile dire che sognarsi la casa è molto frequente ed essa spesso è la rappresentazione di noi stessi. Se consideriamo che Lei sia la casa, possiamo supporre che aprire una porta per scappare dagli scarafaggi possa significare che Lei abbia trovato dentro di sé una via, una maniera (la porta, parte più significativa della casa che permette di entrare e di uscire) per superare le Sue paure ed ostilità che forse in questo momento della sua vita avverte come fuori controllo e La impauriscono: ciò è rappresentato dagli scarafaggi.
Lo scarafaggio può anche essere associato allo scarabeo, animale importante per gli antichi egizi, ritenuto in grado di autogenerarsi. Esso era il simbolo della autogenerazione e resurrezione, di fertilità della
forza. Perciò questi scarafaggi presenti nel Suo sogno potrebbero rappresentare un cambiamento che non è necessariamente negativo, ma solo fuori controllo.
Nel suo sogno è presente anche una figura maschile che viene allontanata da Lei, che nella prima parte è un uomo qualsiasi e poi diventa il Suo ragazzo, forse perché è da sola che trova la soluzione al problema, anche se alla fine l’uomo ritorna ed insieme fronteggiate l’ostacolo.
Questo uomo potrebbe essere l’Animus:  quando una donna sogna un uomo, esso rappresenta la componente maschile della persona, caratterizzata da componenti mascoline quali la determinazione, la caparbia ed il coraggio. E’ grazie a questa Sua parte di sé che riesce a trovare una via di fuga.

Sogno inviato da Vincenza

Mi sono sognata il mio papà che è morto intanto mi sono caduti i denti ed erano bianchissimi e nel sogno c’era anche mio fratello minore : cosa vorrebbe dire ? grazie

Cara Vincenza,
sognarsi i denti che cadono viene ritenuto di cattivo auspicio nelle credenze popolari contadine. In realtà, si pensa questo perché i denti sono simbolo della forza, della vitalità, dell’energia presente in noi stessi; perciò perderli rappresenterebbe un indebolimento, una perdita della propria energia vitale.
I denti rappresentano anche l’aggressività, la capacità di affermarsi, di “mordere” la vita; infatti a livello etologico, un animale che mostra i denti lo fa in segno dell’aggressività e per potersi far valere sugli altri. Oltre a questa visione, si può pensare che nello sviluppo del bambino, la comparsa dei denti sia un passaggio fondamentale, poiché si passa da un tipo di alimentazione passiva (l’allattamento, la suzione) ad un’alimentazione attiva, in cui il bambino usa i denti. In questo modo, si forma una iniziale autonomia e iniziando a mordere, il bambino si rapporta in modo attivo con la vita, che adesso può essere “masticata, aggredita, assaporata”.
Visto che la perdita di denti è associata alla figura di Suo padre defunto, questi due elementi insieme rafforzano il concetto di perdita di qualcosa di importante e forte, che forse è avvenuta prematuramente e senza motivo, visto che Lei sottolinea che i denti sono bianchissimi, perciò sono caduti ma sono denti sani.
Inoltre, in un’altra ottica, la bocca può essere vista come il simbolo della casa e quindi i denti, per il loro posizionamento all’interno di essa, come i membri della famiglia che coabita sotto lo stesso tetto. Visto il sogno in questa ottica, i denti bianchi che cadono potrebbero essere il simbolo della morte del padre, che forse è stata vissuta come ingiusta e prematura ed ha rappresentato qualcosa di forte e buono che se ne è andato definitivamente.

Sogno inviato da Filippo

Ho sognato mia nonna che bussa alla ´porta per antrare in casa e io apro la porta e gli dico come hai fatto a venire fin qua lei mi risponde ho fatto molta fatica per arrivare fin qua voglio un bicchiere di acqua che ho sete

Caro Filippo,
la figura della nonna potrebbe rappresentare una parte di sé che necessita protezione e sicurezza. Il fatto che La lasci entrare e passare dalla porta, potrebbe significare che in Lei c’è una certa disponibilità nell’ottenere affetto dagli altri.
L’acqua è un elemento fondamentale per la generazione, è la sorgente di qualsiasi essere vivente ed il gesto di bere acqua potrebbe significare che si sta compiendo un’azione rigeneratrice, si sta trovando un ristoro spirituale e questo potrebbe portare a trovare una soluzione che si sta inconsciamente cercando.
Perciò si potrebbe concludere dicendo che il suo sogno potrebbe raccontarci il fatto che Lei sia stato disposto ad accogliere una parte di sé che necessita protezione, nonostante forse sia stato faticoso di ammettere ( la fatica provata dalla nonna per arrivare) e di poterla alimentare e finalmente accogliere e soddisfare ( il bicchiere di acqua).

Sogno inviato da Mara

Ho sognato che ero a scuola seduta al mio posto e il mio ex mi toccava i capelli.

Cara Mara,
il suo sogno potrebbe mostrare un vecchio ricordo di un periodo infantile/adolescenziale, in cui è possibile che riemergano sentimenti piacevoli e positivi riguardo ad esso.  Ci dice che Lei è a scuola; in questo periodo di vita si fanno le prime esperienze, anche di tipo sessuale, ci si avvicina e si scopre l’altro sesso e si prende anche coscienza della propria seduttività.
I capelli sono un elemento di seduzione e vanità, ma secondo la credenza popolare, nei capelli risiederebbe la forza vitale della persona, rappresentano le virtù, le caratteristiche positive e magiche della persona.  Essi rimandano alla sensualità e alla femminilità; forse il sogno ci sta dicendo che a Lei piacerebbe oppure ha proprio bisogno di abbandonarsi a questo aspetto di sé, cioè di lasciar emergere la propria seduttività.

Sogno inviato da Giorgia

Ero con la mia moto, mi sono fermata ad un distributore di benzina e dopo la
sosta la moto non partiva più. C’era una coppia con una macchina grandissima e
una tigre di quelle bianche, che mi ha dato un passaggio. Mi sono seduta sui
sedili dietro con la tigre che per tutto il viaggio ha giocato con me, come un
vero gattone gigantesco, affettuosissima.
Mi sono svegliata benissimo.

Cara Giorgia,
sia la moto che la tigre sono simboli riguardanti il potere e la capacità di esercitarlo; il primo oggetto potrebbe rappresentare l’impulsività e l’istinto, la voglia rischiosa di libertà ed avventura. Dopodichè, invece che continuare il percorso da sola, si fa aiutare da una coppia, si affida ad essa. Ciò potrebbe significare che Lei in questo momento senta la voglia o il desiderio di recuperare una sorta di dimensione filiale con i propri genitori (la coppia), ai quali chiede di occuparsi di Lei e di soccorrerla laddove la sua caparbietà trova un ostacolo (la moto che non parte più).
Questo potrebbe significare che qualcuno potrebbe esserLe di aiuto nel gestire la sua aggressività ed impulsività.
Sotto la protezione dei genitori, si può riscoprire anche la piacevolezza di una dimensione caratterizzata dal gioco e dalla dolcezza, che Le permette di smussare alcuni suoi aspetti del carattere più aggressivi. Infatti, la tigre che siede dietro con Lei nella macchina, si trasforma in un tenero micione giocherellone.

Sogno inviato da Marta

Allora, io sto affacciata al balcone di casa mia (4 piano). Ad un certo punto
vedo un vecchio che si sta arrampicando nella fila di balconi vicino al mio; mi
fermo a guardarlo incuriosita,lui arriva fino al tetto e si butta già. La
scena mi passa davanti a rallenty : il vecchio fa un salto aggrazziato, una
mezza capriola e atterra perfettamente seduto su una sedia alcuni balconi più
in basso. Accanto a lui, ci sono altri vecchi che l’acclamano…anch’io e due
miei amici (nn mi ricordo chi erano) applaudiamo e fischiamo entusiasti. Il
vecchio però nn si accorge minimamente della nostra presenza. A questo punto
il vecchio ricomincia ad arrampicarsi..io grido -guardate guardate lo sto
rifacendo!- sono eccitata però, allo stesso tempo, mi sembra che il mio balcone
sia fragilissimo e mi viene una paura folle che possa crollare da un momento
all’altro. Quindi nn riesco ad affacciarmi completamente x seguire la scena,
mentre i miei amici sono li che si sbracciano e ridono.

Una volta arrivato in cima il vecchio si butta di nuovo..questa volta perchè
fa un tuffo ad angelo, supera il suo balcone e s’immerge nel mare sottostante (
si c’è il mare a Milano!!)….il mare è calmissimo e verde smeraldo e noi
vediamo il vecchio scomparire negli abbissi.

Subito mi viene il panico che sia morto  perchè¨ il salto è¨ decisamente troppo
alto per sperare di sopravvivere, provo una pena incredibile per la vecchia del
balcone di sotto (mi sa che è la moglie) che geme angosciata fissando il punto
dove il vecchio è scomparso…

A questo punto il sogno si fa più confuso…mi sembra di vedere una sorta di
squalo-delfino che emerge pochi metri più + avanti e dietro la sua coda
intravedo le gambe del vecchio…fine!

Cara Marta,
il suo sogno è ben articolato e ricco di spunti.
Il personaggio principale è il vecchio, il senex, archetipo che rappresenta la saggezza, la maturità, la stabilità. Il vecchio nei sogni racchiude le varie sfaccettature del maschile, che può essere il saggio, l’eroe, il padre, il figlio. Contrapposto a questa figura, c’è il puer, il ragazzino, rappresentato nel Suo sogno dai ragazzi suoi amici che ridono e fischiano.
Si può dire che Lei sia combattuta tra queste due figure, che rappresentano due parti contrapposte del proprio sé: da un lato, la saggezza e la profondità, dall’altra, la spensieratezza e superficialità.
Il balcone è un altro elemento importante; è la parte della casa che dà verso l’esterno, quindi potrebbe essere la rappresentazione del contatto con gli altri, col mondo esterno. Il fatto che Le sembri vacillare potrebbe essere interpretato come una certa instabilità e difficoltà nei rapporti interpersonali, un senso di insicurezza nel relazionarsi.
La saggezza raggiunge la profondità inconscia, rappresentata dal mare. Lei scrive di provare panico e pena; quando la conoscenza si amplia grazie all’esperienza, ciò può spaventare, perché si entra in contatto con parti misteriose del proprio sé.

Sogno inviato da Eleonora

Salve, ho sognato che mio marito mangiava degli scarafaggi, io pensavo che schifo e non volevo li mangiasse lui al contrario diceva che erano molto buoni e cercava di convincermi a mangiarli. ma io ho solo scelto di bere dell acqua. sono ancora disgustata a pensare a questo sogno. che significato ha?

Cara Eleonora,
possiamo dire che nel Suo sogno ha preso una posizione forte: di fronte a qualcosa che la digustava, ha deciso di compiere un’azione differente. Il mangiare scarafaggi potrebbe significare il disagio o malessere provato nel “mandar giù” qualche aspetto della realtà che non ci piace. Questo disagio non viene colto né ascoltato a livello conscio e si trasforma in sogno nell’immagine degli scarafaggi. Lei però non fa come suo marito, ma sceglie di bere dell’acqua:  ciò potrebbe essere spiegato dicendo che Suo marito è la rappresentazione dell’Animus, cioè del lato maschile della Sua personalità. In questo caso, è come se Lei non si sentisse di assecondare quella componente maschile presente in Lei che è in grado di affrontare e metabolizzare eventi di vita che Le appaiono come spaventosi, disgustosi e fuori controllo ( gli scarafaggi). Lei decide di rinunciare a questa sua parte e sceglie di purificarsi attraverso l’acqua.
Bere è un bisogno fisico vitale e fondamentale; l’avere sete rappresenta l’urgenza di un bisogno e questo suo modo potrebbe rappresentare la sua capacità di fronteggiare una mancanza in maniera attiva, la capacità di raggirare l’ostacolo in qualche altro modo.

Sogno inviato da Grazia

Buongiorno, questa notte ho sognato che stavo guardando un album di fotografie, in particolare una foto di mia suocera ( defunta tanti anni fa, prima di conoscere mio marito ), la quale si tuffava felice, ( credo ) in un fiume . Mio marito nel sogno mi riferisce che quella è l’ultima fotografia scattata prima di morire e io lo rimprovero perchè non me l’aveva mostrata prima. ( Premetto che purtroppo non abbiamo foto recenti prima della sua morte ). Attaccata alla foto c’era anche un biglietto molto commuovente scritto di suo pugno, (credo) ad un nipote di nome Matteo che nemmeno esiste. Leggo il biglietto dove c’ era una data ( troppo recente rispetto alla sua morte ), e inizio a piangere. In quel momento mi sveglio ancora piangendo. Cosa significa ? Grazie in anticipo.

C

ara Grazia,
la foto stimola ricordi e fantasie, va osservata con attenzione e curiosità per comprendere che cosa suscita la visione di questa. E’ proprio l’emozione legata alla visione della foto che può aiutarci a comprendere cosa il sogno vuole dire.
La foto potrebbe rappresentare un frammento di vita che emerge nell’inconscio perché deve essere preso in considerazione a livello conscio ed esaminato.
Si può ricondurre il sogno al concetto di elaborazione del lutto: la suocera defunta lascia un messaggio che tende a ripristinare la serenità dopo la sua morte.
Nel sogno, la foto mostra la suocera che si tuffa in un fiume,;questo elemento naturale dà l’idea di qualcosa che passa e scorre.
Inoltre ci sono due dati che Lei potrebbe prendere in considerazione e indagare per capire meglio quale significato possano avere rispetto a lei: la data scritta sul biglietto ed il nome Matteo. Cercare di ricondurre questi due dati a qualcosa di reale, collegarli a qualcosa, molto probabilmente potrebbero avere un senso nell’ottica dell’elaborazione di questo lutto.
 
 
 

 

SOGNI DA GENNAIO A APRILE 2010

Sogno inviato da Eleonora:
Ho sognato che accarezzavo un furetto che nel sogno apparteneva a una mia ex
collega e si chiamava Simba che nella realtà  lei ha un cagnolino con questo nome…
Lo tenevo appoggiato tra la spalla sinistra e il seno e mentre lo accarezzavo ero in bagno e ad un certo punto è  entrato il mio fidanzato.. il furetto si è spaventato, si è agitato e ha defecato un topo vivo che prontamente è rientrato nel water ed è sparito di corsa e tantissimi insetti scarabeo
sterco raro vivi che stavano andando in giro per il lavabo e si muovevano velocissimi… bè poi mi sono svegliata abbastanza in ansia pensando a questo sogno… cosa significa? Grazie a presto

Cara Eleonora,
Nel suo sogno compaiono alcuni simboli importanti riferiti ad animali (furetto, , topo, scarabeo). Gli animali rimandano ai nostri istinti primordiali, ai nostri desideri repressi e possono simboleggiare, a secondo delle loro peculiarità  aspetti della nostra personalità, talora temuti, talora rifiutati, talora dimenticati. L’animale sognato può a seconda delle sue caratteristiche, riconosciutegli a livello culturale e alla luce della propria esperienza personale, riportarci a ideali di
forza, potenza, bellezza, oppure di ferocia, aggressività impulsività. Cerchiamo adesso di dare delineare meglio quale simbologia si collega ai diversi animali da lei sognati.
Il furetto rimanda ad un animale veloce nello sguardo, difficile da catturare, curioso e sempre alla ricerca di qualcosa di innovativo.  Il topo, invece, viene considerato un animale che simboleggia l’anima, poiché fugge non visto, come lo spirito vitale dell’uomo quando muore. In quanto animali schivi, frequentatori di luoghi oscuri, si attribuivano loro facoltà demoniache e profetiche.
Lo scarabeo, infine, nell’immaginario comune, in quanto molto simile allo scarafaggio, è  un animale paventato, spesso causa di ribrezzo oppure, considerato una creatura di poco conto. In realtà insetti e scarafaggi  rimandano al simbolo della riproduzione, della fertilità della forza, una forza che spaventa e atterrisce perchè spesso fuori dal nostro controllo e questo in modo particolare è una caratteristica che nel tempo è stata attribuita soprattutto a questi piccoli animali che lei sogna, ovvero gli scarabei; insetti spesso venerati e considerati sacri.
Nel sogno scarafaggi e insetti diventano il simbolo delle nostre paure, le nostre meschinità, le nostre bassezze, che solamente se accettate, osservate da vicino e non temute possono  fornirci di una forza straordinaria e di un’energia che è in noi, ma che rischiamo altrimenti di non far emergere e contattare.
Un altro simbolo importante è quello del fidanzato che potrebbe essere ricondotto a ciò che Jung definisce Animus. Cioè quelle parti maschile che alberga nelle donne. Ontogeneticamente, infatti siamo tutti quanti essere bisessuati, questo implica che entrambi i generi sessuali, sia maschili che femminili, possiedono più o meno latentemente e potenzialmente tratti e caratteristiche dell’altro genere, ma è solo quando la persona è in grado di integrare queste componenti antitetiche che si raggiunge la piena essenza del sé. L’Animus  è  caratterizzato da componenti riconducibili al mascolino come virilità, l’affermazione, la dominanza, la forza, la razionalità. Questo aspetto della personalità  permette alla donna di affermare le proprie idee, di imporsi, di garantire l’assertività.
Nel sogno l’Animus si manifesta con sembianze maschili, può trattarsi del partner oppure di uno sconosciuto, di un eroe oppure di un mostro inquietante, così come varie possono essere le caratteristiche di cui tale figura si fa portavace: equilibrio, razionalità, dominanza.
Forse il messaggio che sta affiorando alla consapevolezza nel sogno è che lei, coccolando il furetto, sta cercando di prendersi cura di quella che rappresenta la sua parte più istintuale, ma ad un certo punto ciò viene interrotto dalla comparsa del suo fidanzato, e cioè del suo Animus che rappresenta, invece la sua parte più razionale. Questa parte istintuale, però, continua a rimanere presente nell’immagine dello scarabeo che rimanda alla fertilità, alla forza, a tutte quelle energie che spaventano, poiché fuori dal nostro controllo ma, che se integrate, accettate e non temute possono fornirci di una forza straordinaria e di un’energia che è in noi, ma che rischiamo altrimenti di non far emergere e contattare. Probabilmente questo è un periodo di cambiamento per lei in cui il sente il bisogno di contattare quella parte istintuale che preme per essere ascoltata.

Sogno inviato da Giacomo:
mi trovavo ad una festa.. non sono riuscito a capire cosa.. riguardava però sicuramente i miei genitori poichè tagliavano una torta insieme.. sembrava quasi un anniversario di matrimonio. Tutti festeggiavano ed erano felici e contenti.. Ad un certo punto, ad un lato del tavolo vedo mia nonna (che è defunta da molti anni ed alla quale ero molto affezionato). Era seduta e si guardava intorno ma nessuno stava con lei e nessuno le aveva dato la torta.. La vedo mi avvicino a lei, le taglio due fette di torta e le do il piatto.. Lei mi guardava felice.. ma non parlava.. mi guardava solamente e rimaneva seduta e sorrideva. Ero contento di vederla. Mi bastava questo.
Non ho mai potuto capire perchè mia nonna non mi ha mai parlato in sogno.. una volta in un altro sogno mi lasciò un biglietto per mia madre.. ed una volta mi portò la mamma morta da poco di due miei amici: la mamma dei miei amici mi parlò, lei no.

Caro Giacomo,

Nel suo sogno compare un simbolo molto importante che è quello di sua nonna. Molto frequenti nei nostri sogni sono gli interventi e le immagini dei nostri cari estinti. Il defunto, in quanto non più appartenente a questo mondo assume da sempre nell’immaginario collettivo caratteristiche quasi divine; egli ha conosciuto infatti una dimensione che a noi non è data conoscere e per questo motivo può fornirci informazioni e messaggi preziosi per indicarci il cammino da seguire. Spesso nei sogni i cari estinti divengono i portavoce di messaggi talora fondamentali per sbloccare fasi di stallo della nostra esistenza, per avvisarci e portare la nostra attenzione su ciò che sta avvenendo in noi, ma di cui ancora non abbiamo consapevolezza o per lanciarci segnali di allarme che nella vita da svegli tendiamo ad ignorare. L’immagine di una cara nonna può riportarci ad un messaggio di protezione, di accudimento, di collegamento alle nostre radici. Il simbolo della festa può preludere ad un qualcosa nella vita reale e denotare uno stato d’animo allegro e felice. Forse,attraverso il sogno si intende festeggiare noi stessi per i progressi fatti e per gli obiettivi raggiunti. L’immagine della torta, ed in particolare della fetta di torta, può riferirsi a particolari aspetti della nostra personalità come ad esempio il nostro rapporto con gli altri, il modo in cui abbiamo deciso di condurre la nostra vita Forse il messaggio che sta affiorando alla consapevolezza nel sogno sta ad indicare che sta attraversando un periodo di cambiamento nella sua vita a seguito di una serie di progressi fatti e obiettivi raggiunti. E’ come se,  in una situazione di unione della coppia genitoriale, rappresentata dal matrimonio, lei si sentisse pronto a soddisfare e condividere i propri bisogni anche con altre persone per lei importanti, come in questo caso la nonna. All’interno di un contesto protetto rappresentato dalle principali figure di accudimento che rimangono sullo sfondo ora sembra essere consapevole della sua pienezza interiore e pronto ad avviarsi lungo la strada che potrà condurla a prendersi cura di se stesso in maniera autonoma e adulta, esattamente allo stesso modo in cui nel sogno si prende cura di sua nonna. Per quanto riguarda il fatto che sua nonna, pur comparendo di frequente nei suoi sogni non le rivolge parola, ma comunica con lei

attraverso espressioni, sorrisi, comportamenti ben precisi, può volerle suggerire l’importanza che in questo momento possono avere per lei proprio le emozioni stesse, in luogo delle semplici parole. In qualche modo è come se il suo inconscio, attraverso l’immagine di sua nonna le stesse  rimandando l’importanza di porre attenzione non tanto ai contenuti di ciò che le accade, bensì alle sensazioni e alle emozioni che ne derivano e questa è la più alta forma del prendersi cura di sé.

Sogno inviato da Laura:
stanotte ho sognato di cercare un rubinetto o che qualcuno mi diceva di cercare o prendere il rubinetto.

Cara Laura,
seppure il rubinetto di per sé non costituisca un simbolo archetipico, può essere sicuramente ricondotto ad un altro simbolo, ben più diffuso e conosciuto: l’acqua. L’acqua ha costituito la nostra prima dimora, la nostra prima sensazione riferita al tatto. Siamo cresciuti nel grembo materno, immersi nell’acqua, immersi nel liquido amniotico. L’acqua è indispensabile per quattro stadi simbolici: la nascita, la purificazione, la nutrizione e la generazione nella nostra vita psichica. L’acqua è sorgente di vita, ma può anche, attraverso l’immersione, provocare la morte del soggetto. Se nel sogno compare il simbolo dell’acqua significa che i riflettori sono puntati sulle emozioni, le intuizioni e gli istinti che vivono nel profondo della nostra coscienza. A seconda delle forme che assume nel sogno l’acqua può assumere sfumature simbologiche diverse: l’acqua del mare, i cui abissi sono popolati da creature misteriose, rimanda agli strati profondi e inconsapevoli della nostra personalità, la pioggia è associata talora alla prosperità, talora alla purificazione o ancora, se essa è fredda e insistente alle difficoltà. I gorghi possono rappresentare le difficoltà, gli sconvolgimenti, i pericoli, mentre i fiumi che scorrono calmi simboleggiano la vita che scorre in modo regolare. Se, comunque, nel sogno, l’acqua è bloccata e non può scorrere liberamente, ciò può suonare come un segnale di allarme; forse dobbiamo imparare ad esprimere più liberamente le nostre emozioni, al di là di ogni costrizione. E nel suo sogno ciò che è compare sembra essere  proprio questo: l’acqua non è libera di scorrere ma “bloccata” da un rubinetto.  Tale elemento potrebbe suggerire che in questo momento della sua vita, le stia capitando  proprio una situazione del genere, ovvero che il suo flusso emotivo (similmente all’acqua) sia bloccato, forse a causa di qualche paura o qualche difficoltà che le impedisce di esprimersi liberamente. Ecco che allora lei si trova a sognare di cercare la fonte , il rubinetto, che potrebbe far scaturire fuori ciò che sente come acqua che sgorga,  e questa ricerca onirica può forse essere essere un

messaggio che le rimanda in questo momento l’importanza e il desiderio che, anche se probabilmente ad un livello inconsapevole, avverte, di riappropriarsi della sua capacità di sentire e vivere le emozioni e gli istinti.

Sogno inviato da Stefania:
ieri sera ho sognato mia mamma salita in cielo 2 anni fa che mi diceva in casa di guardare il cane che avevamo tanti anni fa perchè non stava bene
quali significa ha?

Cara Stefania,
nel suo sogno compare un simbolo molto importante che è quello della madre. Il simbolo materno fa rivivere in noi il senso di vita, di crescita, di accudimento, nutrimento e protezione. Molto frequenti nei nostri sogni sono gli interventi e le immagini dei nostri cari estinti. Il defunto, in quanto non più appartenente a questo mondo assume da sempre nell’immaginario collettivo caratteristiche quasi divine; egli ha conosciuto infatti una dimensione che a noi non è data conoscere e per questo motivo può fornirci informazioni e messaggi preziosi per indicarci il cammino da seguire. Spesso nei sogni i cari estinti divengono i portavoce di messaggi talora fondamentali per sbloccare fasi di stallo della nostra esistenza, per avvisarci e portare la nostra attenzione su ciò che sta avvenendo in noi, ma di cui ancora non abbiamo consapevolezza o per lanciarci segnali di allarme che nella vita da svegli tendiamo ad ignorare. Nel suo sogno è presente anche un altro simbolo che è quello del cane. Gli animali rimandano ai nostri istinti primordiali, ai nostri desideri repressi e possono rimandare, a secondo delle loro peculiarità ad aspetti della nostra personalità, talora temuti, talora rifiutati, talora dimenticati. L’animale sognato può a seconda delle sue caratteristiche, riconosciutegli a livello culturale e alla luce della propria esperienza personale riportarci a ideali di forza, potenza, bellezza, oppure di ferocia, aggressività impulsività. Il cane può riportarci alla sua fedeltà e al suo fiuto come simbolo del senso di protezione e capacità di sentire gli eventi che stanno per arrivare. Inoltre, compare anche l’elemento casa che rimanda al sé; in un certo senso, potremmo dire che la “casa siamo noi stessi”. Forse il messaggio che sta affiorando alla consapevolezza e che nel sogno le viene portato da sua madre può avere a che fare con il prendersi cura di una parte di sé stessa collegata al senso di protezione e alla capacità di sentire, e come se sua madre, nel sogno, le dicesse di fermarsi e porre attenzione ad una parte di lei che in questo momento è sofferente così come lo è il cane e che, merita, esattamente allo stesso modo di una cara bestiola (quale è il cane appunto) di avere la sua attenzione e le sue  premure.

Sogno inviato da Tonia
Sogno: ho sognato di chiedere a una conoscente dove
potevo comprare una bottiglia di acqua ,questa conoscente aveva un grappolone
di uva bianca in mano e mi dice dove trovarla , nel frattempo mi ricordo di
averla in macchina …..poi mi svegliai………..grazie .

Cara Tonia,
nel suo sogno appare un simbolo piuttosto importante: l’acqua. L’acqua in genere nei sogni è il          patrimonio delle nostre emozioni, legata alle nostre intuizioni e agli istinti che vivono nel profondo della nostra coscienza. Come flusso primordiale rappresenta inoltre, in molti miti della creazione del mondo la sorgente di ogni forma di vita, ma è anche un elemento di dissoluzione e di annegamento. Nel suo sogno però l’acqua è imbottigliata, quindi incapace di scorrere liberamente e ciò può suonare come un segnale di allarme; con molta probabilità sta “imbottigliando” le sue emozioni e le sue opinioni. D’altro canto nel sogno le appare una conoscente con un grappolo di uva bianca in mano. La donna nel sogno potrebbe rappresentare quella che Jung chiama Ombra. L’Ombra in genere si contrappone alla Persona; mentre la Persona costituisce la parte della nostra personalità più esterna, la parte di noi che desideriamo mostrare agli altri, l’Ombra, al contrario, coincide con ciò che non amiamo vedere di noi, perché considerato inappropriato, sciocco, sbagliato e limitante, ma che comunque è parte integrante di noi stessi. Nel sogno la sua Ombra le mostra un grappolo di uva bianca, simbolo sessuale e lussurioso. L’uva nei sogni come quasi tutta la frutta ha significati simbolici legati alla fertilità ed all’abbondanza, alla dolcezza ed alla ricchezza. Forse il sogno le vuole comunicare che in questo momento è per lei più forte la necessità di manifestare più liberamente le sue emozioni, al di là di ogni costrizione, di lasciarle scivolare via e di accettare parti della sua personalità che invece tende a celare a sé stessa e agli altri.

Sogno inviato da Flora:
Ho sempre avuto una strana fobia dei gatti, mi ha sempre fatto impressione la
loro capacità  di insinuarsi ovunque e il loro sguardo che mi è sempre
parso quasi demoniaco (non vorrei essere esagerata ma è cosi).  I sogni che ho sempre fatto su di loro hanno avuto inizio molti anni fa, forse ero poco più che una bambina. il sogno si svolgeva sempre in luoghi diversi, spesso si trattava di una piazza (molte volte il parcheggio che si trova di fronte casa di mia nonna in cui ho sempre trascorso molto tempo), io ero bloccata in questa piazza vuota in cui a volte arrivavo dopo un percorso e a volte mi ritrovavo dall’inizio del
sogno, io restavo sempre bloccata al centro, immobile, senza potermi muovere, all’improvviso cominciavano e spuntare da tutte le parti gatti sempre più numerosi e che venivano tutti verso di me da ogni direzione, andava avanti sempre così fino a che non mi raggiungevano e arrivavano a saltarmi addosso e di colpo mi risvegliavo.
Cara Flora,
le immagini degli animali nei nostri sogni possono rimandare, a seconda delle loro caratteristiche e della nostra esperienza personale, ad aspetti della nostra personalità talora temuti, dimenticati o rifiutati. L’animale sognato può riportarci ad ideali di forza e potenza oppure ad ideali di aggressività e impulsività.
Il gatto è un animale particolare, investito di una duplice simbologia: una positiva ed una negativa. Se da una parte è infatti riconosciuto da molti come un animale bello e armonioso nei movimenti, dall’altra rimane comunque forte la sua indipendenza e autonomia; la sua dualità è riscontrabile nel comportamento dolce e tenero che talvolta sconfina in un atteggiamento sornione e ipocrita. Per non parlare poi del suo caratteristico sguardo: profondo e misterioso (uno sguardo che lei stessa definisce demoniaco).
Nella cultura egizia, il gatto veniva identificato come potente personificazione protettrice della forza agile, felina. I gatti venivano considerati sacri e venivano onorati ed osservati dai sacerdoti in ogni loro movimento.
Se quindi per alcuni di noi i gatti possono rappresentare qualcosa di ambiguo e misterioso, non dobbiamo dimenticare che sono comunque creature estremamente sensuali.
Infatti, il gatto nei sogni può esprimere un aspetto del femminile interiore (anima), la sensualità e la sessualità, l’armonia, la grazia legata al corpo ed all’espressione di suoi bisogni, e può essere simbolo della necessità per il sognatore di ridefinire i suoi spazi vitali, il contatto con il corpo e le sue pulsioni. I Gatti nei sogni possono indicare aspetti istintuali inconsci, che stanno giungendo alla coscienza, e che ottemperano al bisogno di dare più spazio alle pulsioni vitali e all’espressione di queste.
Alla luce di quanto detto, potremmo avanzare l’ipotesi che i gatti siano per lei espressione di un qualcosa di cui non è consapevole ma che con forza sta cercando di emergere. Forse qualcosa legato alla sua femminilità, alla sua sensualità e al suo essere donna e seduttrice; forse sente il bisogno di ridefinire i suoi bisogni, di dar voce ai suoi istinti e alle sue pulsioni, di riprendere contatto con aspetti della sua personalità che però, in quanto, forse da sempre, tenuti repressi, sente di temere.
Se da una parte questi aspetti emergono in maniera forte (i gatti la assalgono), dall’altra la sua immobilità al centro della piazza (che nella simbologia rappresenta lo spazio pubblico per eccellenza ; l’agorà e che quindi rimanda al giudizio degli altri e all’essere esposti a ciò) è forse espressione di questa sua difficoltà a lasciarsi andare, a mollare il controllo eccessivo di se stessa e degli altri, iniziando ad accettare anche aspetti diversi della sua identità. Provi a chiedersi se ciò può corrisponderle e a sentire come questo risuona in lei.

Sogno inviato da Ana:
E’ da anni che sogno la mia insegnante
(figura estremamente importante nella mia vita ) che tenta di avere dei rapporti
a livello sessuale con me , io nel sogno cosi come avrei fatto nella
realtà  l’ho sempre respinta! Ma da un po’ di tempo a questa parte ciò non
avviene più ,ovvero io mi lascio andare a ciò che lei vuole con piacere !
perchè ? Grazie

Cara Ana,
la figura della sua insegnate potrebbe rimandare a quella che Jung chiama Ombra. L’Ombra in genere si contrappone alla Persona; mentre la Persona costituisce la parte della nostra personalità più esterna, la parte di noi che desideriamo mostrare agli altri, l’Ombra, al contrario, coincide con ciò che non amiamo vedere di noi stessi, perché considerato inappropriato, sciocco, sbagliato e limitante. Inoltre, l’Ombra ci ragguaglia su quanto non siamo consapevoli di essere, esprimere, desiderare o vivere; ci parla dei nostri conflitti interiori e dei nostri lati opposti che conducono ad una crescita personale. L’avere accettato con piacere un rapporto sessuale con la sua insegnante potrebbe significare che in questo momento della sua vita lei è pronta ad accettare altre parti di sé che fino ad ora ha tenuto nascoste perché temute. Quindi, non credo che questo sogno possa essere per lei motivo di preoccupazione, ma credo, anzi, che per lei possa rappresentare un grande passo avanti. L’inizio forse di un nuovo percorso in cui, senza paura, può mostrare agli altri, ma anche e soprattutto a sé stessa, la sua vera identità.

Sogni inviato da Enza:
Nel sogno mio marito mi tagliava l’avambraccio io gli dicevo mi hai tagliato anche la vena adesso mi scende il sangue poi mi ritrovai con l’osso dell’avambraccio in mano e con un coltello lo
tagliavo in 2 per poi andare in ospedale.

Cara Enza,
se ha avuto modo di leggere anche gli altri sogni pubblicati, si renderà conto che non sono rari quelli che hanno come tema principale il sangue.
Il sangue è da sempre considerato nell’immaginario collettivo il simbolo della vita, dell’energia e della vitalità. Vedere parti del nostro corpo sanguinanti ci riporta alla sensazione della perdita di energia ma anche alla perdita di funzionalità legata alla stessa parte del corpo che vediamo sanguinare. Sognare di perdere sangue dal braccio può segnalarci che forse, in questo momento, ci sentiamo meno capaci di prendere o afferrare qualcosa nella nostra vita, che forse qualcosa ci sta sfuggendo.
La ferita è un simbolo denso di significato di cui potrebbe essere interessante considerare il tipo, le condizioni (se si rimargina o meno), che tipo di arma è stata utilizzata e chi ve l’ha procurata. Forse si vuole alludere ad una ferita di carattere psicologico o anche emotivo.
E’ particolare che ad infliggerle questa ferita sia stato proprio suo marito. Jung definisce Anima e Animus quella parte di noi stessi che non si è sufficientemente sviluppata e che caratterizza le pulsioni istintuali del sesso opposto.
Mentre l’Anima è la componente femminile che alberga in ogni uomo, l’Animus è la componente maschile che vive nascosta  nelle profondità della donna;  l’Animus rappresenta la forza, la razionalità, il desiderio di affermazione. Tale aspetto della sua personalità la indurrà a manifestare autonomia del suo pensiero, l’affermazione della sua volontà nelle realizzazioni esteriori o sociali.
Forse lei in questo momento soffre perchè sente forte il bisogno di affermarsi, di dominare determinate situazioni (tutte componenti che caratterizzano l’Animus) ma allo stesso tempo questa continua tensione non le permette, nonostante il suo sforzo,  di afferrare ciò che potrebbe portarla a realizzare i suoi desideri e a soddisfare i suoi bisogni che continuano così a scivolarle via.

Sogni inviato da Simona:
Ciao, sogno sempre di essere incinta e partorire….il bello è che è come se avessi Emma (così sarà il nome di mia figlia) tra le braccia. No fidanzati no amanti no nulla!!!!!
Cara Simona,
la parola gravidanza deriva dal latino Gravidus da Gravis (che ha peso). La gravidanza è una particolare e meravigliosa condizione della natura femminile, in cui il “peso” in questione è il peso di una vita che sta per nascere, di qualcosa che, maturando all’interno del proprio corpo, si prepara ad uscire e vedere la luce.
In alcuni casi, la gravidanza è semplicemente indicativa del forte desiderio di avere un figlio, in altri casi rimanda alla nascita di noi stessi, alla nascita di un progetto o di una decisione importante. Forse lei è in una fase “creativa” della sua vita in cui avverte probabilmente di essere l’artefice di una nuova idea che sta per essere partorita.
Ma posso avanzare anche l’ipotesi che per lei sia vera anche la prima interpretazione; è possibile che lei, anche non essendo fidanzata o sposata, senta forte il desiderio di avere un figlio, di cui tra l’altro ha anche già scelto il nome.

Sogno inviato da Antonella:
Buongiorno questa notte ho fatto un sogno..
Ho sognato che ero in piedi vicina ad un tavolo..con me c’era mia mamma morta
due anni fa, anche lei in piedi, e le facevo vedere che un dente, precisamente
un incisivo superiore, mi dondolava. Lei era calma e mi diceva caspita dondola
davvero tanto. Nella realtà mi dondola davvero e spero presto di poter
sistemare i denti. Nel sogno ero serena con lei vicina era lei a trasmettermi
serenità , nella realtà purtroppo non lo sono. Ricordo che era vestita di blu
e che era bella. Cosa significa questo sogno?
Cara Antonella, nel suo sogno appaiono due elementi interessanti della simbologia onirica: la mamma defunta e i denti.
I denti rinviano a livello simbolico alla vitalità, alla riproduzione, alla potenza e all’efficacia intesa anche a livello sessuale. Denti sani e forti hanno a che fare con la capacità di affermarsi, con l’aggressività nei confronti della vita stessa. I denti deboli caduci ci riportano invece ad un senso di indebolimento di inefficacia e impotenza
Se pensiamo allo sviluppo umano è proprio con la comparsa della dentatura che l’individuo bambino inizia a sviluppare una prima forma di autonomia e di sopravvivenza; infatti, mentre durante la fase di allattamento, che precede la comparsa dei denti, c’è una completa dipendenza dalla madre e dal latte materno, iniziando a mordere, il bambino inizia a rapportarsi in modo attivo  alla vita, che adesso può essere “aggredita”, masticata, assaporata, strappata e non più  “subita” passivamente.
A partire da queste riflessioni, quindi, nel linguaggio onirico, i denti che cadono, che sono doloranti, che dondolano o sanguinano, rimandano ad una perdita di energia vitale, di incisività (ed è proprio il suo caso in quanto è l’incisivo a dondolare) e di autoefficacia. Inoltre, nel suo sogno compare l’immagine della sua mamma defunta. Non sono rari i sogni in cui ci appaiono i nostri cari estinti e, se ha avuto modo di leggere gli altri sogni pubblicati, i defunti sono nell’immaginario collettivo portatori di caratteristiche quasi divine, in quanto conoscono una dimensione che a noi non è dato conoscere e per questo motivo possono fornirci informazioni e messaggi preziosi per indicarci il cammino da seguire. Nei nostri sogni i defunti diventano quindi portavoce di messaggi fondamentali che ci possono aiutare a superare momenti di stasi della nostra vita. Forse sua madre nel sogno diventa per lei portavoce di un messaggio importante: vuole portare la sua attenzione su qualcosa di cui lei ancora non è consapevole, che forse, ritornando all’immagine dei denti, qualcosa dentro di lei in questo momento sta vacillando, che qualcosa le impedisce di auto realizzarsi in qualche campo della sua vita, magari la famiglia o il lavoro o l’amore, che qualcosa dentro di lei è ancora fragile, ma che comunque dentro di lei può trovare la serenità per affrontarla, esattamente così come la presenza di sua madre riesce a farla sentire nel suo sogno più sollevata. Provi ad interrogarsi e a sentire se effettivamente qualcosa nella sua vita sta “dondolando” proprio come il dente nel sogno e a quali risorse interne (che nel sogno lei ricollega a sua madre) può fare appello per farvi fronte.

Sogno inviato da beo:
Ho sognato di mangiare per sbaglio degli scarafaggi e di conseguenza dover assumere,io e la mia famiglia, delle medicine particolari. Cosa significa? Grazie
Cara Beo,
lo scarafaggio è molto vicino ad un simbolo frequentemente utilizzato nell’antichità che è lo scarabeo. Nelle scritture di Plutarco lo scarabeo veniva ritenuto in grado di auto-generarsi; si pensava infatti che questi coleotteri fossero tutti di sesso maschile e che depositando il loro seme su del materiale lo lavorassero fino a farlo diventare una palla per poi farlo rotolare imitando il corso del Sole. Se, grazie a questa similitudine, per gli Egiziani il piccolo animale era emblema della resurrezione, oggi, nell’immaginario comune lo scarafaggio è invece un animale temuto che causa spesso ribrezzo oppure, considerato una creatura di poco conto. Dare ad una persona dello scarafaggio equivale a assimilarlo ad una nullità. In realtà insetti e scarafaggi  rimandano al simbolo della riproduzione, della fertilità della forza, una forza che spaventa e atterrisce perchè spesso fuori dal nostro controllo. Nel sogno scarafaggi e insetti diventano il simbolo delle nostre paure, le nostre meschinità, le nostre bassezze, che solamente se accettate, osservate da vicino e non temute possono  fornirci di una forza straordinaria e di un’energia che è in noi, ma che rischiamo altrimenti di non far emergere e contattare. Nel suo caso lei  sogna di mangiare lo scarafaggio, e quindi, in qualche modo, di provare ad accettare e interiorizzare le sue paure, ciò che non le piace o che teme, ma nello stesso tempo, sente di dover ricorerre a delle medicine, sia per lei che per la sua famiglia, quasi come se sentisse che, se lei si permettesse di mollare il controllo e si avvicinasse a ciò che fino ad ora ha tenuto a distanza, questo potesse ripercuotersi negativamente, non solo su lei, ma anche sui suoi familiari.

SOGNI DA SETTEMBRE A GENNAIO 2010

Sogno inviato da Elena
mi trovavo a fare la spesa con degli amici dicevano che lì si risparmiava sulla carne cosi vado con loro compro carne x ragù macinato ecco poi improvvisamente dico alla mia amica ma questo è uno scoiattolo x la paura lo poso non lo compro vado più avanti e vedo una bella vasca piena di pesciolini tutti colorati era bello da vedere fine non ricordo nient’altro.

Cara Elena,
spesso i sogni nei quali compaiono gli animali riflettono i nostri istinti e le nostre reazioni di base. Può essere importante, analizzando il sogno, valutare il nostro giudizio nei confronti dell’animale che appare in quella determinata situazione onirica. Gli animali possono rimandare ad aspetti della nostra personalità talora temuti, rifiutati o dimenticati. Caratteristica è l’immagine dello scoiattolo, un animale un tempo guardato con diffidenza. Lo scoiattolo, ad esempio, in epoca cristiana veniva associato al diavolo, che si riteneva incarnato in questo animale rossiccio, veloce nello sgusciare via e difficile da catturare. Lo scoiattolo potrebbe rappresentare una parte della sua vita o della sua personalità che in questo momento le sfugge o dalla quale vorrebbe allontanarsi; potrebbe essere espressione di un timore che lei esprime nei confronti di una parte di sé stessa. Nei confronti di questo animale, lei stessa dice di provare paura. Nel corso del sogno c’è poi uno spostamento: dall’immagine dello scoiattolo a quella dei pesci. Per quanto riguarda il significato simbolico dei pesciolini (che lei vede in una vasca e tutti colorati), posso dirle che secondo la psicologia, i pesci, vivendo nell’acqua, simboleggiano l’inconscio, e rappresentano i contenuti viventi situati nello strato profondo della personalità. E’ importante che le riesca a ricordare che i pesciolini nella vasca sono colorati. Secondo alcune teorie i sogni a colori mostrano la grande attività dell’inconscio del sognatore e testimoniano la sua vitalità e il suo spirito d’iniziativa. Forse in questo momento della sua vita lei preferisce allontanarsi da qualcosa che le crea disagio e far emergere invece la sua capacità creativa. In altri termini il suo sogno potrebbe suggerirle una sorta di clichè che lei tende ad adottare, ma allo stesso tempo la riporta sull’importanza di porre attenzione anche ad altri aspetti della sua personalità che in qualche modo nella realtà tende a non voler prendere in considerazione.

Sogno inviato da Matilde
ho sognato mia madre e mio padre con tutti i miei fratelli vicino a me che parlavano però loro sono defunti ormai da tanti anni cosa vuol dire?

Cara Matilde,
sono frequenti nei nostri sogni gli interventi e le immagini dei nostri cari estinti; si tratta generalmente delle persone significative che hanno caratterizzato la nostra esistenza. Il defunto, nell’immaginario collettivo, assume caratteristiche quasi divine: egli ha infatti conosciuto una dimensione che a noi non è dato conoscere e per questo motivo può fornirci informazioni e messaggi preziosi per indicarci il cammino da seguire. Spesso nei nostri sogni, i cari estinti diventano portavoce di messaggi talora fondamentali per sbloccare fasi di stallo della nostra esistenza, forse per avvisarci che qualcosa sta cambiando in noi.
Pensi quindi al particolare momento di vita che sta attraversando e si chieda se effettivamente qualcosa in lei sta cambiando o se in questa fase della sua vita sente maggiormente il bisogno di rievocare e di sentirsi vicina la presenza e la protezione di queste figure che hanno fatto parte della sua vita.

Sogno inviato da Assia:

ho sognato ke mia la mia ex suocera, nella realta’ defunta da tempo, fosse viva e sputasse sangue dalla bocca e che un bimbo cicciotello stava ai piedi del mio letto e io non riuscivo a muovere i piedi sotto le lenzuola.

Cara Assia,
nel suo sogno compaiono diversi elementi caratteristici: il sangue, la suocera e l’immagine di un bambino cicciottello ai piedi del letto.
Il sangue è da sempre simbolo della vita, dell’energia e della vitalità. A livello onirico, sognare di perdere sangue ci riporta alla sensazione della perdita di energia vitale. Vedere parti del nostro corpo sanguinanti, può segnalare la perdita della funzionalità legata alle parti che vediamo dissanguarsi. L’immagine della suocera potrebbe essere legata al senso di giudizio, al suo sentirsi all’altezza, adeguata alle situazioni, anche come donna. Inoltre, è possibile che le immagini del sogno potrebbero essere legate ad un vissuto di impotenza che forse in questa fase della sua vita sta attraversando. La perdita di sangue dalla bocca potrebbe essere legata infatti ad una sua incapacità in questo momento di parlare, di esprimersi, di comunicare qualcosa. Il vissuto dell’impotenza sembra emergere anche dall’immagine dei suoi piedi che sotto le lenzuola sono incapaci di muoversi. La sensazione di impotenza è data poi anche dall’immagine del bambino ai suoi piedi, immagine che potrebbe riflettere aspetti della sua personalità che potrebbero essere ancora immaturi e che lei vorrebbe cambiare e che ancora le causano disagio.

Sogno inviato da Muffin:

Mia madre ha 60 anni ed è sposata da più di 30 anni. Ieri ha sognato che percorreva la navata della chiesa per andare a sposarsi. Era vestita con l’abito nuziale bianco ed era accompagnata da suo padre, che  è morto da anni. Le hanno detto che questo sogno è un presagio di disgrazie o di grattacapi, ma vorrei sapere se ha qualche significato diverso. Grazie

Caro/a Muffin,
non credo che il sogno di sua madre debba essere per lei motivo di preoccupazione.
Le nozze sono un simbolo diffusissimo che esprime l’unione di elementi completamente opposti e che consente ai contrari di divenire complementari e di non essere quindi più in concorrenza l’uno con l’altro. Allo stesso tempo il rito del matrimonio ha la funzione di rendere pubblico e palese agli altri che questa importante unione, che questa trasformazione è avvenuta. Culturalmente, inoltre, il matrimonio caratterizza l’avvenuta maturità della donna, il momento in cui il padre (pater familias) accompagnando la figlia all’altare e “consegnandola” allo sposo, sancisce il suo ingresso nell’età adulta. Nel nostro “inconscio collettivo” il matrimonio rappresenta quindi un passaggio all’età adulta, una sorta di rito di iniziazione che garantisce l’ingresso in una fase di maggior autonomia e maturità, cicli della vita che possono presentarsi in qualsiasi momento e che non sono determinati dall’età anagrafica. Per questo motivo il sogno di sua madre, secondo un’analisi simbolica, non ci rimanda affatto un messaggio nefasto, al contrario potrebbe indicare un passaggio cruciale ad una maggior presa di coscienza e autonomia anche nei confronti di legami con la famiglia di origine e con il padre, fino ad ora eventualmente rimasti vincolanti.

Sogno inviato da Renata:
ho sognato mio padre morto da 40 anni in cui non c’è mai stato alcun rapporto di tenerezze, che mi baciava quasi come un bacio d’amore e io gli chiedevo se mi voleva bene veramente e la sua risposta è stato quel bacio piuttosto strano ma mi sentivo felice; il resto del sogno si confonde e non ricordo altro.

Mi ha lasciato sconcertata al risveglio; è possibile ricavare dei numeri per giocarli?
Spero sopratutto non sia indice di cose negative.

Cara Renata,
Nella psicologia del profondo il padre esprime l’istanza d’ordine del Super Ego (il Super Io) ovvero colui che pone un freno, una regola ed un limite. Dunque nel sogno il padre è la figura che simboleggia la massima autorità e se da un lato l’immagine del padre rimanda al senso di rispetto e al giudizio sul proprio operato e il proprio sé, dall’altro rappresenta anche protezione. Spesso accade che nei sogni ci appaiano i nostri cari estinti che nell’immaginario collettivo sembrano avere caratteristiche quasi divine, perché appartenenti ad un mondo che non ci è dato conoscere, e spesso i nostri cari diventano portavoce di messaggi fondamentali per sbloccare fasi di stallo della nostra esistenza. Lei non solo sogna suo padre ma sogna anche un gesto d’affetto che le rivolge: un bacio. Un bacio “strano” forse perché poco frequente in un rapporto che lei definisce privo di tenerezze. Il bacio nei sogni raramente ha connotazioni sessuali ma esprime amore e affetto e forse nel suo caso il bacio è solo l’espressione del bisogno di conferma, accettazione e d’amore ( “gli chiedevo se mi voleva veramente bene”) da parte della figura paterna.

Potremmo ipotizzare che il bacio con suo padre possa rappresentare da un lato per lei un desiderio di riappacificazione e di riconciliazione con una parte di lei che ha sempre sentito forte il senso del dovere e il bisogno di conferma, istanze che le vengono rimandate dall’immagine paterna, e dall’altro anche il compiersi dentro di lei di questo processo. Molto probabilmente il sogno le sta indicando che in questo momento della sua vita, qualcosa dentro di lei sta cambiando in tale direzione.

SOGNI DA LUGLIO A SETTEMBRE 2009

Sogno inviato da: barbara

mia sorella mi telefonava dicendomi se avevo ritrovato l’anello? io ho risposto quale anello? ….e mi sono svegliata

Cara Barbara,
l’anello ha un significato particolare che va dal simbolo dell’infinito e dell’eternità, all’unione (anello della catena), allo stipulazione di un rapporto di fiducia (fede), fino a rappresentare uno status symbol in grado di identificare un ruolo particolare e l’identità stessa di una persona, nel Medioevo gli anelli araldici portavano il sigillo con cui venivano contrassegnati i documenti ufficiali, proprio allo stesso modo in cui oggi firmiamo. Nel suo sogno lei pare aver perso un anello, questo potrebbe forse lasciarle intuire che è possibile che abbia perso di vista qualcuno di questi aspetti che caratterizzano la sua personalità o le sue relazioni con gli altri, ma di non aver ancora raggiunto consapevolezza di questa perdita.

Sogno inviato da: valentina

Ho sognato di aver ingerito uno scarafaggio il quale si e’ riprodotto nel mio organismo e me ne uscivano in continuazione dalla bocca, finche il mio patrigno x aiutarmi mi taglia un braccio e me li fa uscire da li. che significa? grazie!
Cara Valentina,
lo scarafaggio è molto vicino nella sua immagine ad un simbolo molto utilizzato nell’antichità che è lo scarabeo. Nelle scritture di Plutarco lo scarabeo veniva ritenuto in grado di autogenerarsi.Si pensava infatti che questi coleotteri fossero tutti di sesso maschile e che depositando il seme su del materiale lo lavorassero facendolo diventare una palla che poi facevano rotolare imitando il corso del Sole. Per questa similitudine gli Egiziani assunsero il piccolo animale ad emblema della resurrezione, simbolo che si è trascinato fino alla cultura protocristiana.
Nel caso del suo sogno questi animali si riproducono nel suo corpo che assume dunque la funzione  di terreno fertile in grado di ospitare un qualcosa che le porta ricchezza, che è pronta ad uscire attraverso la sua bocca (come le parole che celano un’importante verità) ma che allo stesso tempo la spaventa (forse per la forma piuttosto disgustosa che ha e per l’incontrollabilità del processo) tanto che ha bisogno di ricorrere ad un intervento esterno (il patrigno), il quale però, la priva di una parte importante di lei, ovvero il suo braccio. Il braccio rappresenta nel corpo umano l’efficacia, la prestanza, l’agire e il fare. Nel suo sogno sembra emergere come lei venga privata (si privi) di questi aspetti importantissimi alla sopravvivenza e all’autorealizzazione, allo scopo di fermare un flusso che sta nascendo da dentro di lei e sta emergendo e uscendo con forza e irruenza.

Sogno inviato da: nadia

Premetto, che non sempre ricordo i miei sogni e che da un pò stiamo (io e mio marito) cercando di avere figli.
Ho sognato di comunicare ai miei genitori che attendevo due figli ed ho sentito la loro gioia e la mia

Cara Nadia,
sognarsi una gravidanza può assumere significati diversi a seconda della fase della vita. Può infatti rappresentare la riuscita di un progetto molto importante e che ci sta particolarmente a cuore, oppure l’arrivo di un’importante illuminazione o cambiamento che però nascono direttamente da noi.
Data la sua premessa, tuttavia, è abbastanza evidente quanto il suo sogno rifletta il suo desiderio più grande di questo momento, che allo stesso tempo costituisce per una donna il manifestarsi e il concretizzarsi della sua essenza naturale di madre e creatrice di vita. Le auguro di cuore che il suo sogno si possa concretizzare nella realtà al più presto e che lei e suo marito possiate gioire realmente di tale notizia.

Sogno inviato da: Maria

Salve, vorrei sapere cosa significa un sogno che ho appena fatto.
Ho sognato che una mia compagna si rivolgeva a me dicendomi : ” Maria, guarda qua.. mi sanguinano di nuovo i denti…”
E con le dita si apriva la bocca e io vedevo il suo sangue , sopratutto sugli incisivi e i canini …
Grazie mille

Cara Maria,
i denti hanno una forte valenza simbolica e frequentemente compaiono nei sogni. Nella fase di sviluppo umano la crescita dei denti accompagna la prima forma di indipendenza; nel momento stesso in cui un bambino mette i denti la simbiosi con la madre, funzionale alla sopravvivenza, scompare, i bambini in questa età iniziano solitamente a deambulare e a potersi spostare autonomamente, a livello metaforico possiamo immaginare che nel momento in cui la dentatura compare diventiamo in grado di “mordere” la vita anzichè “succhiarla” e di conseguenza passiamo in una fase attiva e incisiva dell’esistenza. Per quanto riguarda l’utilizzo dei denti e la loro funzione, oltre che alla masticazione e quindi alla possibilità di sopravvivere alimentandosi, essi hanno un’enorme ruolo nell’attacco-difesa, de lo dimostra il mondo animale stesso, del quale non dobbiamo scordarci di far parte anche noi. Quando un animale diventa aggressivo fa mostra dei denti e questo vale anche per le espressioni facciali umane della rabbia, sentimento che si accompagna sempre alla componente aggressiva.
Detto questo nel suo sogno i denti che vengono mostrati, pur appartenendo ad una sua compagna potrebbero avere a che fare in realtà con un suo stato d’animo (non ci dimentichiamo che il sogno è frutto del nostro inconscio e pertanto ciò che ci viene riversato appartiene esclusivamente al nostro vissuto, personale e culturale) in cui forse avverte di essere più fragile e poco incisiva nella sua vita. Questa immagine è rimandata in modo particolare dal tipo di dente che sanguina, ovvero gli incisivi, i denti con cui cioè ci apprestiamo a afferrare il cibo/vita e i canini con cui strappiamo e facciamo nostro il cibo/vita. Il sangue indica probabilmente come questi “strumenti” in questo momento siano fragili e forse lesi e feriti da qualcosa che tende a azzerare il suo senso di autoefficacia.

Sogno inviato da: Rosalba

Sogno: ho sognato mio marito che piangeva disperatamente abbracciato con mio padre, dandogli conforto.

Cara Rosalba,
l’immagine del proprio compagno nel sogno può riferirsi ad un lato della nostra personalità che si riflette in quella del partner. Per una donna sognare il proprio marito può significare mettere in luce quella parte di sé che ha a che fare con il maschile (l’animus di Jung), con l’assertività e la forza, che nel suo sogno però si possono permettere di piangere e di dare libero sfogo a quella sfera emotiva  irruenta e che solitamente è caratteristica della donna e della sua sensibilità. Una splendida immagine di unione dei due opposti che potrebbero simboleggiare due aspetti forti dell’identità che finalmente si incontrano e  si coniugano tra loro superando la conflittualità. Tutto questo poi assume un significato ancora più profondo se unito al fatto che il pianto a cui si assiste, pur essendo disperato, è in grado di apportare conforto a suo padre stesso in una sorta di inversione dei ruoli tipica di quando diventiamo finalmente adulti ed iniziamo ad accettare che anche i nostri genitori possano essere in difficoltà, non farcela e persino sbagliare.

Sogno inviato da Bruna:

Sogno: gallina che fa le uova che poi si schiudono e ne escono pulcini.

Cara Bruna,

il suo sogno ha una simbologia molto forte, soprattutto se teniamo in considerazione il fatto che il sognatore è una donna, una sognatrice per l’appunto.
La gallina ci restituisce  l’immagine della fertilità e di conseguenza della forza creatrice femminile, l’uovo come immagine rimanda ad un simbolo antico, potremmo definire primordiale di sintesi, di totalità, di potenza e vitalità, un’unità divisa in due (il bianco e il rosso), in attesa che l’atto di fecondazione possa trasformare questa potenza divisa in un’unità vitale, in un’identità.
Nel caso del suo sogno le uova sono uova feconde che generano una nuova vita, nel pulcino si intravede l’immagine di un rinnovamento, della celebrazione di qualcosa di nuovo che ha visto la luce ed è uscito allo scoperto infrangendo quel guscio che, incubandolo, lo teneva ancora nascosto.
Potrebbe trattarsi di una parte della sua personalità, fino ad oggi silente, ma potenzialmente dentro di lei, che finalmente è giunta a maturazione e può uscire allo scoperto, probabilmente qualcosa di molto attinente alla sua femminilità e creatività.

Sogno inviato da: anonima

ERO IN UNA CASA CON LUCE MOLTO SOFFUSA. ERO CON LA MIA CARA NONNA E LEI STAVA CUCINANDO AL FORNO.AD UN CERTO PUNTO PASSANDO DAVANTI ALFORNO VEDO LE FIAMME
– NONNA, NONNA CORRI PRENDE FUOCO TUTTO!!
LEI E’ CORSA, HA APERTO IL FORNO ED UNA VAMPATA DI FIAMME E CALORE è FUORIUSCITO DAL FORNO.
IO MI SON VOLTATA DI SCATTO A TEMPO PER SPOSTARE IL VISO. LEI è RIMASTA PRENDENDO IL FUOCO IN FACCIA
– NONNA, NONNA ESCI TI USTIONI!!!!
DETTO QUESTO NOTO CHE LA MIA GAMBA SINISTRA ERA COMPLETAMENTE USTIONATA.
LA NONNA BUTTA UNA SECCHIATA D’ ACQUA ALL’ INTERNO DEL FORNO E SI VOLTA.
IL SUO VISO SI STAVA SCIOGLIENDO COME FOSSE UNA CANDELA DI CERA . COLAVA LETTERALMENTE
– NONNA, CHIAMO IL 118
– NON LO FARE.
ME LO DICE IN TONO PACATO E CALMO COME SE NON LE STESSE SUCCEDENDO NULLA
ED IO CHIAMO IL 118 CHE MI METTE IN ATTESA CON MUSICA MELODIOSA.

Il fuoco è certamente l’elemento centrale del suo sogno. Questo elemento dalla forte connotazione simbolica vine considerato come l’emblema della trasformazione, della purificazione e dell’illuminazione. Nel corso dei secoli e della storia dell’uomo, questo elemento ha assunto spesso una valenza duplice: da un lato esso è stata la più grande scoperta umana della storia e per questo è stato considerato un elemento sacro di vita e di garanzia per la sopravvivenza, dall’altro è stato utilizzato come simbolo di morte e sofferenza e assunto come emblema degli Inferi e del Diavolo stesso.
Nel suo sogno mi sembra evidente della valenza benefica costituita dall’immagine del fuoco, che sì spaventa, ma allo stesso tempo non fa male, è un fuoco che scioglie, trasforma, cambia e che è veicolato da una figura a lei vicina come sua nonna. In questo caso la nonna può rappresentare proprio la saggezza, l’esperienza e la trasmissione dei grandi segreti dell’esistenza umana stessa. Al contempo la conferma della innocuità di questo elemento le è data anche dalla calma della musica che ascolta nel chiamare il pronto soccorso, segno evidente che  l’emergenza e il pericolo non sussistono realmente. Non sia perciò atterrita da questo sogno, ma si ponga in ascolto del suo “fuoco”, della sua energia che in questo momento starà forse agendo in lei delle importanti trasformazioni.

Sogno inviato da: xxx

la scorsa notte ho sognato di sposarmi:

mi trovavo di fronte ad una grande chiesa, vecchia, imponente che però all’interno si trasformava in una piccola chiesa stile “Las Vegas” (decori rosa, panche bianche, addobbi, kitch di poco gusto) tutto molto informale, addirittura un banchetto già  disposto sull’altare, ci sono facce amiche con cui parlo oltre ad i classici parenti, chiedo loro se sono contenti della mia scelta, e tutti sono molto passivi, colgo nelle loro parole un tono di disapprovazione o ipocrisia spicciola, solo la mamma sembra essere felice ed entusiasta, ha organizzato lei la cerimonia. Le chiedo dove sia lo sposo, e lei mi informa che è¨ all’altare ma io non riesco a vederlo se pure tutti mi dicono che è¨ proprio li davanti a me e aggiungono inoltre che perlopiù¹ ci siamo già  sposati. Anch’io ho questa sensazione addosso ma non riesco ad orientarmi, sento che è¨ successo qualcosa ma mi mancano i passaggi: i classici momenti da cerimonia (scambio anelli, marcia nuziale, il bacio)- Un’altra assenza particolare è¨ quella del prete, colui che dovrebbe sancire la nostra unione.
Gli amici che nella vita reale sono più vicini a me nel sogno al contrario sembrano lontani, sono invece più¹ entusiasti e carini amici con cui in realtà  nella vita di tutti i giorni ho meno contatto.
Il sogno finisce qui, mi chiedo cosa voglia dire, e cosa dice la simbologia in merito.

Piccola premessa sono una ragazza ancora non in età  da matrimonio in maniera più assoluta.

Altro appunto che potrebbe servire, non sono particolarmente credente nè¨ praticante e non è¨ nel mio stile un matrimonio sfarzoso in chiesa.

Grazie a presto,

xxx

Cara XXX,
le nozze sono un simbolo diffusissimo che esprime l’unione di elementi contrapposti, che consente ai contrari di divenire complementari e raggiungere così una pienezza completa. Questo ovviamente vale non soltanto per le nozze tra uomo e donna, ma anche per quanto riguarda gli aspetti della nostra identità. Allo stesso tempo il rito del matrimonio ha la funzione di rendere pubblico e palese agli altri che questa importante unione, questa trasformazione è avvenuta.. Culturalmente il matrimonio caratterizza l’avvenuta maturità della donna, il momento in cui il padre (pater familias) accompagna la figlia “consegnandola” allo sposo, sancendo così il suo ingresso nell’età adulta. Ancora oggigiorno, nonostante non sia più necessario essere sposati per “uscire di casa”, nel nostro “inconscio collettivo”  il rito del matrimonio ha ancora a che fare con un passaggio nell’età adulta.  Nel suo sogno però, pur essendoci un contesto di celebrazione piuttosto evidente (oserei dire anche troppo evidente, quasi finto!) mancano quei riti fondamentali che contraddistinguono la celebrazione di un vero e proprio passaggio e cambiamento: in primo luogo manca lo sposo, ovvero la nuova destinazione, il nuovo porto a cui attraccare, e di seguito l’anello, il bacio, il calore e il benestare dei propri cari e infine la figura del padre che accompagna all’altare. Tutto avviene senza che lei possa rendersene conto, come se fosse stata proiettata in questa dimensione “adulta” suo malgrado, ma per volere di qualcun altro (nel sogno sua madre), quando è lei stessa a dire che ancora non si sente “in età da marito”. Il sogno potrebbe evidenziare che qualcosa forse la sta spingendo a crescere prima del tempo e nonostante lei non si senta pronta, non riesce a sottrarsi a questa situazione.

Sogno inviato da: Stefania

ho sognato che stavo camminando con mia mamma (salita in cielo un anno e 4 mesi fa) ed mentre camminavamo lei si china e raccoglie un cozza per terra e sta per mangiarla, quando le dico ma mamma cosa fai ! questo è quello che ricordo dell’ultimo sogno che ho fatto di lei. Che significato può avere ?

Cara Stefania,
la cozza che lei ha sognato rimanda alla simbologia della conchiglia. La conchiglia nella simbologia antica era collegata con gli organi di nascita e in particolar modo alla vulva (il lat. Concha significa entrambe le cose). Come creatura acquatica la conchiglia collega il concetto di sessualità a quello di procreazione e fertilità divenendo l’attributo della dea dell’amore. Moltissimi sono i rimandi in arte ai quadri in cui Venere è associata alla conchiglia. Considerando la profonda valenza di questo elemento il gesto che sua madre compie nel sogno, ovvero il raccoglierlo e mangiarlo, appare quasi come una specie di rito di passaggio; come se sua madre le stesse mostrando come accogliere questa parte fondamentale di una donna che conduce ad una crescita e ad una maturazione dell’identità stessa. Il sogno potrebbe dunque comunicare che in lei sta avvenendo questo importante passaggio, questa consegna del testimone in cui da figlia si prepara a diventare donna e madre.

——————————————————————————–

11 GENNAIO 2009: mary

Sogno: ho sognato una cara amica defunta che mi diceva: mariella ti do un posto nel portoncino(androne di un portone di una casa dove abitavamo tempo fa)e un posto auto dove io vedevo un carro funebre, al costo di 30000 euro, lei poi facendo segno di telefonare mi diceva ti richiamo più tardi per sapere cosa avevo deciso. Sono molto angosciata anche perché mi succedono sogni premonitori. grazie

Cara Mary, i sogni premonitori che molto la spaventano, sono soltanto dei messaggi che arrivano dal nostro inconscio e che attingono da ciò che abbiamo percepito, dalle nostre sensazioni riguardo alla situazione o al momento che viviamo, ma che ancora non abbiamo consapevolizzato, per questo motivo ci sogniamo situazioni o eventi di cui abbiamo avvertito l’imminente accadimento e che poi di fatto si verificano. Non so se anche questo sogno possa essere un’anticipazione su qualcosa che potrà succedere, non so se realmente sia in cerca di un luogo dove abitare, quello che si intuisce è la sua paura per la morte, come se l’immagine del carro funebre fosse portatrice di un messaggio nefasto, che le fa intravedere questa possibilità e ne è tanto più spaventata dal momento che afferma di avere spesso dei sogni premonitori. In realtà può darsi semplicemente che stia attraversando un momento di difficoltà in cui forse teme per la sua salute, oppure che sia rimasta così traumatizzata per un lutto, per la morte di una persona cara, tanto da essersi identificata con questa persona stessa, temendo dunque di poter incorrere nella stessa fine. Talvolta questi sono meccanismi naturali che ci permettono a poco a poco di elaborare il lutto e con esso la paura della morte, tuttavia è importante riuscire a rimanere ancorati alla realtà attraverso la consapevolezza che la morte non è contagiosa e che se il pensiero di questa ci sfiora è molto probabile che questo derivi piuttosto da una nostra paura o fantasia che da una sensazione avuta sul suo possibile sopraggiungere

——————————————————————————-

8 GENNAIO 2009: federica

Sogno: Ho sognato di perdere l’anello che ultimamente porto sempre. Non è un regalo particolare e non ha un valore affettivo se non quello di essermelo comprata da sola… pensavo nel sogno di non ritrovarlo più e mi chiedevo come avrei fatto senza, ma poi, sempre nel sogno mi sono ricordata che forse l’avevo dimenticato in bagno mentre mi lavavo le mani. Ed era li! l’ho indossato e l’angoscia di prima è sparita…

Cara Federica, l’anello ha una valenza molto forte e culturalmente, anche se con sfumature differenti, riporta al concetto di eternità, legato alla forma stessa del cerchio, ma nello stesso tempo è simbolo di virtù e riconoscimento. Gli anelli con i simboli araldici infatti avevano la funzione di autenticare i documenti e di sancire le proprietà. Per esteso possiamo anche pensare all’anello come qualcosa che ci caratterizza e che, come oggetto, potrebbe rappresentare la nostra identità, questo nel particolar caso in cui siamo stati noi stesso a sceglierlo e a farlo nostro. Il sogno da lei fatto in cui teme di poterlo perdere la pone innanzi ad una sua eventuale paura, in questo determinato momento, di sentir vacillare in lei una qualche certezza o sicurezza, potremmo forse azzardare forse anche l’essersi troppo trascurata ultimamente. Tuttavia il messaggio lascia intuire che, nonostante questa fugace paura, lei è completamente in grado di poter recuperare quanto momentaneamente perso di vista. Non sono in grado di giudicare quanto il legame con questa sua parte le sia davvero utile a tal punto da paventare la possibilità di vederlo perduto, quello che è certo è che in questo momento sente di non poterne fare a meno, chissà se poi in un sogno futuro le accadrà di perdere l’anello senza incorrere nella disperazione di non poterlo ritrovare!

——————————————————————————–

3 GENNAIO 2009: massimo

Sogno: sogno di fare incidenti stradali bruttissimi dai quali rimango illeso e continuo a correre con la macchina . Poi mi ritrovo a dover superare percorsi fatti da stretti cunicoli o a prendere ascensori minuscoli nei quali bisogna entrare tutti piegati e questo inizia a provocare stati d’ansia durante i sogni. Infine mi ritrovo immischiato in incredibili risse nelle quali affronto una moltitudine di avversari umani e non contro i quali ho una paura tremenda di affrontarli ma una volta cominciato li massacro velocemente senza subire alcun danno. Ultimamente mi ritrovo anche ad essere inseguito per chilometri e chilometri. Cosa significa tutto questo? Perchè questi incubi sono ricorrenti? E perchè molto spesso riesco a decidere cosa voglio sognare? Rispondimi grazie

Caro Massimo, i sogni ricorrenti, come i suoi, tendono continuamente a sottolineare un tema particolarmente pregante per il sognatore e di estrema importanza in un dato periodo della vita. Tuttavia ciò che rende particolarmente degni di nota questi sogni è, aldilà dell’impatto emotivo che ovviamente provocano in chi li sogna, che è possibile percorrere, attraverso di essi, il nostro cammino evolutivo, facendo attenzione e cogliendo le diverse sfumature che si presentano di volta in volta. In base alla descrizione dei suoi sogni si evince quasi l’immagine di un “Ercole” che deve affrontare le sue fatiche, uscendone immancabilmente vincitore. L’atmosfera quasi mitologica, anche se ovviamente contaminata da elementi moderni come “incidenti stradali”, “ascensori”, è data soprattutto da queste risse e combattimenti con personaggi talvolta anche non umani e comunque non conosciuti che incutono timore e dai passaggi attraverso i cunicoli stretti. Pare dunque che in questo periodo della sua vita lei si senta continuamente sotto pressione, messo alla prova, sfidato da tutto e da tutti: destino, natura, uomini e creature non umane. Tuttavia l’aspetto più sorprendente è dato dalla sua invincibilità che la rende simile ad un eroe mitologico. Gli eroi dei poemi epici erano infatti uomini dotati di capacità superiori alla media, i quali si trovavano a dover affrontare delle prove difficili, solitamente simboleggianti un cammino di purificazione, per poi poter raggiungere il loro premio finale, il loro obiettivo. Nel sogno nel quale, per Jung, si attinge cospicuamente da un inconscio collettivo, si ricalcano i “clichè” del mito, delle fiabe e dei poemi antichi, ma tali elementi non sono altro che un messaggio cifrato di ciò che stiamo vivendo. Per questo motivo mi viene da dirle che, nonostante chiami incubi i suoi sogni, quello che essi rimandano è la sua capacità di sentirsi pronto ad affrontare sfide che le incutono timore, ma che sicuramente sono alla sua portata. Nel suo cammino lei ha raggiunto una fase di maturazione per cui sente di avere un nucleo solido e inespugnabile dall’esterno, per il resto, provare paura o ansia davanti al pericolo è del tutto sano e utile. Infine le accenno brevemente alla sua capacità di “manipolare” i suoi sogni. Non so se ha mai sentito parlare dei “sogni lucidi”; essi sono sogni in cui il sognatore ha la facoltà di accorgersi di stare sognando e di poter controllare il proprio sogno dall’interno. Esiste una ricca letteratura in merito per cui la invito a approfondire l’argomento se è interessato. Forse lei è fra i pochi “eletti” che spontaneamente e senza l’ausilio di tecniche opportune, sono in grado di avere sogni lucidi. Se così fosse la sua è una dote molto importante che sarebbe importante coltivare.

——————————————————————————-

28 DICEMBRE 2008: Emanuela

Sogno: Salve,ho fatto un sogno che mi ha lasciato un po’ perplessa..ho sognato che il dente ,il canino a un certo punto me lo sentivo molle e che dondolava fino al punto che me lo ritrovavo in bocca ,poi posandolo in mano e visionandolo ho notato che era bello bianco ma all’interno uscivano tipo delle molecole simili a spermatozoi colorate e poi la parte dalla quale si rompeva era leggermente sporca di carie,ma non lo era..tutto questo senza dolore..e senza la sensazione di perdita. All’improvviso mi sono ritrovata su un treno affollato e x fare in modo di trovare uno scomparto libero ,insieme ad altre 2 persone che non conosco,siamo scesi dal treno e non siamo più riusciti a salire perché si sono chiuse le porte e mi sono ritrovata alla banchina della stazione..cosa significa tutto questo ??grazie..

Cara Emanuela, sognarsi la perdita dei denti o il loro dondolare sono elementi frequenti nei sogni e questo perchè i denti stessi hanno un enorme valore simbolico sia nella storia di vita dell’individuo, sia nella storia dell’uomo e dei diversi popoli. Basti pensare al fatto che la prima forma reale di autonomia la acquisiamo proprio grazie ad essi e al poter mangiare autonomamente.
I denti costituiscono fisicamente un punto di forza e psichicamente il diventare attivi all’interno della vita o per meglio dire “incisivi”! Svolgendo funzioni diverse anche i diversi tipi di denti sono forieri, poi, di una simbologia ben precisa. Il canino, che è il dente del suo sogno è rappresentativo dello spirito combattivo, aggressivo, se vogliamo anche della capacità e dell’energia lavorativa. Nello stesso tempo la caduta di questo dente, che in realtà è sano, allude proprio ad una sensazione di perdita di efficacia, di calo delle forze e forse anche di capacità produttiva o creatrice, se consideriamo che lei stessa vede fuoriuscire dal dente una sostanza simile a sperma e quindi, metaforicamente, l’energia propulsiva per la fecondazione e il concepimento della vita. Tutto questo avviene senza dolore, come lei riferisce e dunque potremmo dire, in una condizione quasi di anestesia che la pone in un ruolo di spettatrice completamente passiva e impotente. Bisogna infatti ricordare che fisiologicamente il dolore fisico è un segnale di allarme che ci fa reagire davanti ad un pericolo per la nostra incolumità. La seconda parte del suo sogno, poi, non è che un’ulteriore conferma di quanto appena detto. Il treno è simbolo della vita collettiva e sociale, ma anche delle opportunità che sentiamo di avere, delle possibilità di intraprendere nuove strade, reali e psichiche. Per lei, tuttavia, non c’è posto e non solo si assiste ad una difficoltà di integrazione sociale data dalla folla che invece di accogliere espelle, rifiuta, ma quello che il sogno le rimanda è che in questo modo lei è costretta a scendere da questo treno e a lasciarlo sfilare via davanti ai suoi occhi, ancora una volta immersa in un’atmosfera di completa impotenza e di totale assenza di spirito combattivo. Questo suo sogno le sta probabilmente inviando un messaggio importante riguardo al periodo che sta attraversando e alle sensazioni che le derivano. Come spesso accade dopo un sogno di questo tipo, che potremmo considerare “rivelatore” , può capitare di farne altri che svolgono una funzione più “illuminante”, ovvero forieri di una possibile risoluzione alla difficoltà affrontata, che non è ancora giunta alla nostra consapevolezza. Per questo motivo è molto importante porvi attenzione e ascolto, dal momento che spesso, il nostro inconscio sa ciò che ancora alla nostra coscienza non è dato sapere.

——————————————————————————-

21 DICEMBRE 2008: Ana

Sogno: ho sognato di essere su un aereo x un viaggio di istruzione del 5 anno scolastico. Eravamo tutta la mia classe con la mia insegnante di inglese . D un tratto il comandante ci avvisa che qualcuno ci attaccherà ,e così succede,l’aereo si spezza in 2 ,ed io ed altre persone che non so chi siano ,veniamo chiamati x cercare di tenere unito l’aereo ,io xò non ho abbastanza forza ,infatti vengo sostituita. Intanto io mi guardavo intorno,tutti erano molto spaventati ,eccetto una persona :la mia insegnante ,lei era tranquillissima ,parlava al cell e nn si spaventava x niente,io la guardavo incredula e mi chiedevo come facesse a stare cosi calma ….poi mi sono svegliata e nn ho scoperto che fine abbiamo fatto!!!! grazie x l’attenzione

Cara Ana, il suo sogno presenta una struttura drammaturgica completa: abbiamo una trama (desis), una crysis, la parte centrale in cui si verifica il problema e uno scioglimento (lysis). Secondo Jung è proprio in questa parte finale che si ha l’epifania dell’archetipo, ovvero il motivo portante del sogno, anche se fondamentali sono anche gli elementi simbolici della krysis, che ne completano il senso.
L’aereo simbolicamente rimanda a Pegaso, il cavallo alato mitologico e rappresenta i nostri lanci interiori, le nostre ambizioni, i nostri desideri di realizzazione e di successo. Nel suo sogno questi ideali vengono minacciati e spezzati da un attacco esterno e lei si sente incapace e “non abbastanza forte” per riuscire a tenerli saldi e uniti. Questo molto probabilmente le comporta di vivere spesso (magari in questo periodo) un senso di inefficacia e di impotenza e un continuo confronto con gli altri che lei considera “più forti” di lei. Del resto il contesto del suo sogno la vede in compagnia di compagni di classe e quindi, per antonomasia, termini di confronto dei successi scolastici. Tuttavia è nella parte finale del suo sogno che si ha l’epifania dell’archetipo. L’insegnante che in mezzo al panico, al terrore e al caos generale rimane tranquilla, addirittura parla al cellulare (cosa vietatissima in aereo tra l’altro!), rappresenta quella che Jung definisce “ombra” e che costituisce quella parte di noi che solitamente tendiamo a non voler far uscire, a reprimere perchè o ritenuta disdicevole sulla base delle ingiunzioni del nostro Super-Io, o perchè troppo temuta. Tuttavia è con l’integrazione dell’ombra che si arriva all’acquisizione della piena identità, è con la sua accettazione che potremo godere in pieno della nostra energia psichica. Quello che fino ad ora non si è concessa di fare o essere, dunque, è probabilmente quello che la sua professoressa fa nel suo sogno, ovvero restare tranquilla e osservare il problema da un’altra prospettiva, permettendosi con maggior indulgenza nei confronti di se stessa, di lasciar fare un po’ agli altri e di non dover essere sempre e per forza all’altezza di ogni situazione e perfetta.

——————————————————————————

17 DICEMBRE 2008: valeria

Sogno: salve,il sogno lha fatto mia suocera ha sognato a sua volta la suocera defunta da anni che arrivava su un motorino era incinta e mia suocera le chiedeva :ma nn hai ancora partorito?e lei:no non ancora…..e il sogno finiva mi saprebbe dare il significato forse era un messaggio che voleva inviarci? grazie

Cara Valeria, dal fatto che è lei a scrivermi il sogno di sua suocera e a concludere con un’aspettativa comune riguardo al significato del sogno, mi viene da pensare che fra di voi esista un legame molto forte. Per quanto riguarda la simbologia che ruota attorno a questo ruolo familiare, molte fonti concordano nel fatto che la suocera, per una donna e il suocero, per l’uomo ,siano in generale una rappresentazione del nostro senso del giudizio, del timore delle critiche, soprattutto per quanto riguarda la capacità di essere dei buoni compagni e dei buoni genitori e questo a prescindere dal tipo di rapporto che esista effettivamente con la persona in questione. Nello stesso tempo il parto, elemento presente in molti sogni femminili e che nel caso di questo sogno non è ancora avvenuto, rimanda al cambiamento, alla fine di un periodo particolare e alla creazione di qualcosa di nuovo anche all’interno di un rapporto. Nella sua richiesta, Valeria, lei fa riferimento ad un messaggio che il sogno potrebbe mandare a voi, ovvero a lei e a sua suocera e visto che le intuizioni non sono mai da sottovalutare, potrebbe proprio trattarsi di un particolare momento di passaggio nel rapporto che lega sua suocera a lei, una sorta di “passaggio di testimone” che avviene solitamente tra suocera e nuora e che sua suocera si sta preparando ad affrontare. In molti casi questo si concretizza in pieno, proprio nel momento in cui la nuora stessa partorisce, esattamente come quello tra suocero e genero avviene nel momento del rituale dell’accompagnamento all’altare della sposa, da parte del proprio padre. Può darsi che come ogni madre, anche sua suocera sia, pur inconsciamente, spaventata dall’idea di “farsi infine da parte” cedendole il passo e per questo nel suo inconscio abbia rievocato proprio colei che a sua volta le “aveva consegnato il suo testimone”.

——————————————————————————–

13 DICEMBRE 2008: Heidi

Sogno: ho sognato che il mio compagno – ex compagno non si sa, è morto annegato nel mare
grazie

Cara Heidi, il mare ha un valore archetipico molto forte. Esso è il simbolo della nascita, della vita e in quanto tale richiama al rapporto con la madre, ma nello stesso tempo è anche l’ignoto che spaventa. Le sua acque possono essere sia limpide, calme e cristalline, che nere, impetuose e minacciose. I suoi fondali lisci e ricchi di tesori, oppure costellati da relitti e da mostri marini. In qualche modo il mare è molto simile al nostro inconscio che si fa conscio, che si svela attraverso l’andirivieni dei flutti, che lascia emergere oggetti dimenticati da tempo e trasformati dall’usura delle onde e del sale. Per questo motivo l’annegare nel mare rimanda alla rimozione, allo scivolamento di qualcosa dalla sfera consapevole a quella inconsapevole. Lei vede annegare il suo compagno, o forse ex compagno, lasciando intuire già da queste parole che qualcosa rispetto a questa persona le sta sfuggendo, ma non dice quale sia il suo stato d’animo nell’aver assistito a questa morte, la scena che emerge è solo quella dell’aver assistito al lento scomparire tra le acque di questa persona, come se tutto ciò che appartiene a costui fosse stato rimosso dalla sua consapevolezza, scivolato in una dimensione di dimenticanza e di ignoto e solo lei può intuire se questo sia in parte un suo desiderio o una sua paura.

——————————————————————————-

9 DICEMBRE 2008: Gio’

Sogno: il mio ragazzo attuale mi confessa di amare un’altra (che nella realtà non conosco) e mi lascia piangendo.

Cara Giò, sognarsi di essere traditi o abbandonati è assai frequente, il tradimento stesso è il primo tabù della storia dell’uomo, basta pensare alla Bibbia e al tradimento di Adamo ed Eva, a Caino e Abele, a Giuda, per passare poi in rassegna una serie innumerevole di miti e di fiabe, frutto delle credenze che da sempre hanno caratterizzato il pensiero e i sentimenti dell’uomo, al centro delle quali troviamo per l’appunto storie di tradimento, abbandono, inganno. Il tradimento è un concetto che va sempre di pari passo con la fiducia, infatti non può esserci l’uno se prima non c’era l’altra e le conseguenze che ne seguono sono inevitabilmente quelle di una sofferenza a tratti apparentemente intollerabile, in cui sentiamo negata la nostra stessa esistenza e pertanto ci sembra quasi di andare incontro ad una morte interiore. Sognarsi di essere traditi dunque riflette una delle più grandi paure umane, quella dell’abbandono, dell’annientamento, della separazione, laddove invece siamo alla continua ricerca di sicurezza, riconoscimento e amore. Tuttavia il tradimento non è morte, ma è vita, o meglio l’inizio di una nuova vita, è morte e resurrezione e quale esempio migliore del tradimento di Giuda verso Cristo ce lo può confermare. Il bacio traditore che conduce alla morte terrena, ma alla rinascita spirituale, alla resurrezione stessa. La stessa etimologia del verbo TRADO rimanda al significato di un passaggio. Il primo tradimento nella vita di un uomo è quello della nascita in cui nostra madre ci “caccia” dal paradiso terrestre del suo ventre, in questo modo traumatico inizia la vita e senza questo tradimento ci sarebbe la morte. Nel sogno questa paura di essere traditi ricorre, specie quando avvertiamo di sentirsi meno sicuri di noi, quando la nostra stessa fiducia vacilla, ma non per questo dobbiamo temere una simile esperienza, poichè essa diviene necessaria al fine di una crescita o di un cambiamento interiore in assenza del quale, allora rischieremmo davvero una morte dell’anima.

——————————————————————————–

6 DICEMBRE 2008: Enza

Sogno: Ho sognato mio padre defunto che beveva acqua … che vuol dire?

Cara Enza, la figura del padre richiama a valenze simboliche profonde e archetipiche che chiamano in causa l’immagine della più alta autorità, addirittura la divinità. Nella psicologia del profondo il padre rimanda al Super-Io, ovvero alle istanze normative dell’ordine, del limite. Per Freud il Super-Io si contrapponeva alla sfera dell’ES, ovvero degli istinti, del piacere e della soddisfazione dei bisogni. Nel suo sogno si assiste all’integrazione di queste due istanze antitetiche, in cui è proprio l’immagine del padre a manifestare l’appagamento di un bisogno primario come quello di bere, che rimanda alla vita e alla vitalità. Per questo motivo il suo sogno, nella sua semplicità si configura come un “Grande sogno”, ovvero uno di quei sogni emblematici nella vita di una persona, in cui può assistere ad una tappa interiore importante da lei raggiunta, costituita dal raggiungimento di una maturità psichica in cui si ha il giusto compromesso fra principio di piacere e principio di realtà.

——————————————————————————–

2 DICEMBRE 2008: Carmine

Sogno: ho sognato il mare che per metà era calmo con acqua cristallina mentra l’altra metà era agitatissimo quasi in burrasca.

Caro Carmine, il mare rappresenta un elemento profondamente significativo a livello simbolico. Esso è collegato con l’immagine materna perchè racchiude in sè l’elemento dell’acqua veicolo di vita. Nello stesso tempo raffigura l’inconscio che si rivela dal momento che è costituito da due aspetti; quello della sua superficie e quello del suo fondale. I suoi abissi possono riservare i tesori più belli o i mostri marini più spaventosi per cui il mare è di volta in volta madre protettrice o madre pericolosa. Un mare agitato scopre i suoi fondali, le onde riportano alla superficie ciò che prima era celato dalla coltre delle acque, preparando dunque la nascita o la riscoperta di qualcosa di nuovo o di dimenticato. Tuttavia nel suo sogno questo processo impetuoso di trasformazione e cambiamento, di elaborazione e smussamento delle asperità (operazione che il mare, con il suo continuo rimescolare, compie su ciò che incontra) che evidentemente è foriero di inquietudine, è accompagnato dalla consapevolezza che possa esistere anche un altro aspetto di questo stesso mare, del tutto opposto. Per questo motivo il suo sogno è un sogno di raggiunta maturazione in cui è arrivato ad un’integrazione perfetta tra gli opposti. Mi viene da dirle che a questo punto del suo viaggio l’esperienza “della navigazione” l’ha portata a capire, come un vecchio marinaio, che dopo la tempesta esiste la calma e che in entrambe le situazioni esistono pro e contro, esattamente come si impara ad accettare l’ambivalenza nella propria madre senza esserne atterriti. In questa consapevolezza si cela il segreto dell’accettazione, il raggiungimento della maturità e della propria identità.

——————————————————————————-

30 NOVEMBRE 2008: Faby

Sogno: Stanotte ho sognato di trovare in mezzo a un librone tanti biglietti colorati di saluti di persone a me conosciute, Erano biglietti colorati e pieni di disegni. Il sogno poi si è fatto più cupo perchè mi sono tyrovata di fronte una persona che non conoscevo con un coltello in mano che mi minacciava ma la scena rimaneva ferma sempre nello stesso punto: io che fissavo questo coltello appuntito col manico di legno chiaro.
Ambiente: una stanza chiusa
Grazie

Cara Faby il suo sogno presenta due scene antitetiche. Nella prima il librone pieno di biglietti colorati rappresenta il. Libro della vita, la presa di coscienza delle sue relazioni, dei suoi rapporti, di tutto ciò che le dà sicurezza perchè consciuto. Questo significa che esiste in lei la percezione di pote avere molte persone su cui fare affidamento, molti affetti che la fanno sentire amata e che hanno caratterizzato la sua vita fino ad ora. Tuttavia, nella seconda parte del suo sogno un nuovo elemento, l’ignoto arriva a turbarla. Lei stessa avverte l’atmosfera farsi più cupa, come se la serenità di prima svanisse assieme ai colori di quei biglietti che la facevano sentire a casa. Arriva l’ignoto e lei si trova costretta a guardarlo in faccia. L’elemento cruciale di questa persona che simboleggia una parte di lei sconosciuta e che le incute timore è il coltello a serramanico. Il coltello rimanda ad una minaccia avvertita, solitamente di natura sessuale, richiamando con la sua forma un simbolo fallico.
L’aspetto più interessante è però il fatto che la scena è comunque ferma, come sospesa, senza che vi sia alcun tentativo da parte di questa persona e del suo coltello di avventarsi su di voi. L’immagine si ferma su lei che fronteggia ciò che la sta minacciando in attesa di prendere una decisione sul da farsi: scappare e tornare a contemplare il suo libro, il suo mondo colorato e conosciuto quasi adolescenziale oppure affrontare l’ignoto, lo sconosciuto e quell’aspetto della sessualità femminile che spaventa, ma attrae nello stesso tempo.

——————————————————————————-

26 NOVEMBRE 2008: Massi

Sogno: ho fatto un sogno che mi ha lasciato agitato e nervoso.
Ero al lavoro (anche se gli ambienti erano diversi da come sono in realta’, sconosciuti) e ricevo una telefonata sul cell. Rispondo e dall’altro capo del telefono mi chiedono se sto ancora cercando un lavoro, rispondo di si, e subito si introduce nella comunicazione la voce di uno dei due capetti (tra l’altro quello meno peggio), di cui non capisco le parole che dice, ma riconosco la voce e capisco che si rivolge a me in tono accusatorio. Attacco immediatamente il telefono e cerco di capire come sia stato possibile e facendo mente locale ricordo di aver attivato la deviazione di chiamata dal telefono al lavoro (io non ho interno) al mio cellulare, e cosi’ deve essere capitato che mi hanno cercato sul numero del lavoro e cosi’ e’ stato possibile per il capo sentirmi, spiarmi e introdursi nella comunicazione.
Da questo sogno mi sono svegliato molto agitato e innervosito

Caro Massi, la sensazione di agitazione che le ha lasciato il suo sogno al risveglio, mi lascia pensare che la sua reale situazione lavorativa non sia in realtà molto rosea e serena. Se così non fosse molto probabilmente un sogno del genere l’avrebbe fatta sorridere anzichè renderla più teso.
Tuttavia è possibile che il suo timore di essere in qualche modo “sotto controllo”investa anche altri campi della sua esistenza, ad esempio la famiglia e la vita privata, quello che sappiamo è che in questo momento, non so quanto consapevolmente o meno avverte su di sè una pressione molto forte. Ciò che emerge è la sua preoccupazione di essere non libero di scegliere e completamente impotente innanzi alla paura di ricevere delle accuse. Scendendo su un piano più simbolico la telefonata rappresenta una richiesta che le viene fatta, qualcuno o qualcosa che richiedono l’intervento o l’aiuto del diretto interessato. C’è tuttavia la presenza del “capo” che altri non è se non l’incarnazione del super-IO, ovvero di quell’insieme di norme e regole che sente di dover rispettare e che si frappongono fra i suoi desideri e la loro realizzazione. Queste ingiunzioni che le provengono dalla sua parte più normativa e razionale (non a caso si parla di “capo”, dal momento che la razionalità che si contrappone all’emotività e all’istintività si ha a livello mentale e quindi “di testa”) le impediscono di poter seguire o forse solo ascoltare i suoi desideri, i suoi bisogni. Il dovere la richiama continuamente all’ordine ed è lei stesso che ha bisogno di farci ricorso, tant’è che nel sogno è stato lei in persona ad attivare la deviazione di chiamata, come se qualsiasi sua scelta sempre e comunque debba essere presa dopo essere passata al vaglio del dovere. E’ un filtro molto severo quello che si pone e a lungo andare, anche se in molti casi può costituire fonte di sicurezza per lei, rischia di diventare motivo di frustrazione e insoddisfazione. Curioso è anche il gioco di parole sulla mancanza di un “interno” che lei utilizza per far riferimento alla mancanza di un numero di telefono personale che le consenta di ricevere direttamente le telefonate dirette a lei. Nel linguaggio del sogno, dove spesso vengono utilizzati chiavi simboliche, basate sui modi di dire o sui giochi di parole, questo potrebbe ulteriormente confermare il fatto che, non potendo fare affidamento sulla sua parte più istintuale e d emotiva (“l’interno” per l’appunto) è costretto a far passare tutto attraverso il suo “capo”, ovvero la sua razionalità, il suo senso del dovere e del non deludere mai le aspettative. Tuttavia concludo dicendole che, nonostante probabilmente questo sia il suo abituale modo di rapportarsi alle scelte e alle esperienze della vita, qualcosa sta iniziando a vacillare e questo equilibrio fittizio, in cui tutto di lei pende dal lato razionale, inizia a scricchiolare, è lei stesso che lo comunica nel momento in cui si sveglia con una sensazione di agitazione e nervosismo segno del fatto che tutto ciò non è per lei più accettabile come lo è stato fino ad ora.

——————————————————————————-

23 NOVEMBRE 2008: Luna

Sogno: Stanotte ho sognato di avere indosso un vestito nero fino al ginocchio. Qualcuno di cui non ricordo il volto me lo ha strappato ed io cercavo in tutti i modi di ricucirlo senza riuscirci. Poi mi sono svegliata subito senza riuscire a vederlo cucito. Che significa?

Cara Luna, la veste, soprattutto in una donna rappresenta il biglietto da visita, la maschera che offriamo di noi agli altri e della quale spesso rischiamo di non saperci più spogliare identificandosi completamente e “fondendo la nostra pelle” con ciò che invece la ricopre soltanto. Il vestito è anche una protezione a più livelli, sia dalla temperatura, sia dai pericoli, sia dal punto di vista del non sentirsi psicologicamente scoperti e quindi più vulnerabili. E’ frequente, in momenti di difficoltà in cui ci si sente impotenti e disarmati, sognarsi di rimanere completamente nudi, in mezzo a persone che non lo sono e questi sogni spesso sono forieri di grande imbarazzo e disagio per chi ne è l’autore. Nel suo caso la sfumatura è diversa. Lei non si sente priva di protezione, anzi, è ben vestita e il colore nero, se da un lato nel mondo della moda femminile è adatto ad ogni occasione e quindi la può far sentire adeguata, nel linguaggio dei colori indica la rinuncia, il distacco, la non consapevolezza. Dunque si potrebbe ipotizzare che un vestito così potrebbe costituire per lei una fonte di sicurezza che la fa sentire adeguata, ma nello stesso tempo le impone un’assoluta rigidità, una rinuncia continua anche a voler prendere coscienza che evidentemente qualcosa le manca e le impedisce di essere soddisfatta, “sebbene al sicuro”. Nel sogno però questo equilibrio è infranto, emerge un tentativo di strappare questa veste alla quale è così morbosamente attaccata tanto da volerla subito ricucire (non sostituire perchè evidentemente è proprio quella che vuole e che la fa sentire al sicuro). Il suo sogno è il messaggio di quella parte di lei che forse per adesso è rimasta a livello incosciente che sente di doversi spogliare di questa veste nera, di voler osare qualcosa di diverso, pur se questo vuol dire esporsi, rischiare, rimanere nuda. probabilmente sta prendendo coscienza del cambiamento che sta avvenendo in lei in questa direzione e per questo motivo è rimasta così colpita dal suo sogno, che, tra l’altro si conclude lasciandola completamente ignara di come sarebbe stato l’epilogo. Questo significa una cosa soltanto: che tocca a lei stessa crearsi la conclusione del suo sogno, tocca a lei decidere cosa fare.

——————————————————————————–

21 NOVEMBRE 2008: Panpan

Sogno: Ho un sogno ricorrente. Sogno di fare l’amore con il mio fidanzao e di perdere sangue, cosa significa?al risevglio sono sempre turbata.

Cara PanPan, il sangue è da sempre il simbolo della vita e la perdita dello stesso dal nostro corpo costituisce una fonte di pericolo nella vita reale e una perdita di energia che nel sogno si traducono nella perdita di energia vitale e spirituale. La perdita di questa energia nel suo sogno avviene in seguito ad un atto molto particolare e carico di significati molteplici, come l’atto sessuale. Un simile accostamento, tra l’altro come lei stessa mi riferisce, ricorrente nei suoi sogni, potrebbe significare una difficoltà nell’accettazione o della sessualità stessa o del proprio partner o del rapporto che vi vede legati e che emerge e si riflette immancabilmente sulla vostra sfera intima. L’aiuto che i suoi sogni ricorrenti le stanno dando è quello di invitarla a riflettere sul motivo per cui la sua sessualità, la sua relazione con il suo fidanzato, costituiscano per lei un motivo di perdita di vitalità e anzichè darle piacere si configurano almeno a livello del suo inconscio come fonti di ferite sanguinanti.

——————————————————————————-

16 NOVEMBRE 2008: Sara

Sogno: La situazione è un pò confusa… e il sogno non dura neanche molto… ma ad un certo punto mi passa vicina la mia nonna paterna (scomparsa 4 anni fa)… visibilmente incinta e in vestaglia… che si dirige verso il bagno (siamo di notte e all’aperto: il bagno è fuori rispetto all’abitazione). Quando torna dal bagno…non si ferma da me…ma va verso la casa… guardandomi sorridendo. Io ricambo il sorriso.

Cara Sara, è assai frequente sognarsi dei cari estinti nei nostri sogni. Fin dall’antichità questo fenomeno veniva accolto come l’invio di messaggi importanti dall’aldilà di cui gli avi e i parenti morti si rendevano ambasciatori. I messaggi dei defunti in sogno, quindi hanno sempre destato grande interesse nei sognatori, a tal punto da considerarli dei veri e propri oracoli da seguire perchè immancabilmente premonitori di qualcosa che sarebbe accaduto. Un esempio piuttosto frequente di questa credenza è quello che riguarda il ricevere le combinazioni vincenti dei numeri del lotto da qualche parente morto che ci appare in sogno. In realtà questo fenomeno culturale e diffusissimo anche in molte altre culture, seppur con sfumature differenti, è frutto della volontà, intrinseca dell’uomo di andare oltre la morte, di scoprire che cosa questo mistero nasconda, dal momento che ne è perennemente spaventato, in quanto la morte di per sè rapppresenta l’inconoscibile per antonomasia. Come già più volte mi è capitato di rimandare, a chi come lei ha riportato sogni sui propri defunti, l’importanza di questi sogni è elevata dal momento che noi stessi carichiamo i parenti estinti di una profonda valenza simbolica: da un lato la loro figura è emblematica del tipo di rapporto che in vita ci legava ad essi e quindi rappresentativa di quella parte di noi che si rapportava ad essi, dall’altra il defunto diviene l’oggetto delle nostre proiezioni più importanti, dal momento che è una tendenza umana quella di proiettare se stesso su ciò che non conosce ( e i morti, entrando in una dimensione a noi sconosciuta, assumono per noi tratti nuovi e sconosciuti). Questo lungo preambolo mi permette di farle capire come sua nonna paterna defunta sia la rappresentazione di una parte di lei, legata al ricordo di questa persona e del rapporto che aveva con essa, che le sta dicendo di prepararsi alla nascita di qualcosa (elemento fortemente rappresentato dalla condizione dell’essere incinta) che in lei è già in corso, ma di cui ancora probabilmente non ha preso consapevolezza. Il fatto che sia proprio sua nonna l’ambasciatrice di questo messaggio può assumere molteplici significati che sarà lei a dover scoprire recuperando e riportando alla mente quale rapporto vi legasse. Può darsi che si tratti di una rapporto di profondo affetto per cui il messaggio assume la funzione di rassicurazione, confermata anche dal sorriso finale, oppure di stima e ammirazione, in tal caso avrebbe una sfumatura di accettazione e ritrovata fiducia in sè.

——————————————————————————–

14 NOVEMBRE 2008: Annalisa

Sogno: ho sognato di essere con mia madre e midiceva cosa avessi fatto in testa. all’attaccatura dei capelli avevo una ferita da cui usciva molto sangue. mi colava sul viso.ero impaurita. poi mio marito mi accompagnava all’ospedale ma andava lento non arrivavamo mai e l’ansia in me cresceva sempre piu’

Cara Annalisa, la madre, nella vita onirica può rivestire due significati: può rappresentare la vera madre naturale, biologica, oppure può indicare la madre simbolica, quella che dà origine non tanto alla vita della carne, quanto alla vita intesa come energia universale, che assiste l’anima durante la lenta ascesa, tappa dopo tappa, verso la maturità. La madre come archetipo vive in ciascuno di noi, quando vi è amore, gioia di vivere, equilibrio psicologico. Essa rappresenta la volontà di vivere, combattere, sopravvivere alle lotte e ai fallimenti, ci stimola incessantemente a reagire. Sotto l’aspetto negativo invece la madre archetipica si trasforma nel suo opposto e questo avviene se le esperienze con la madre si sono rivelate negative, se la madre è stata egoista, divorata dall’angoscia oppure dispotica. In tal caso la madre diviene il simbolo inconscio di frustrazione e inquietudine, di oppressione che regna nella nostra vita.
Nel suo sogno sembrerebbe che la figura della madre sia piuttosto di madre “buona”, che si preoccupa per la sua salute, assolvendo dunque a quella funzione primaria delle madri, ma a ciò si contrappone l’immagine della sua ferita con la cospicua fuoriuscita di sangue. E’ dunque una contrapposizione tra l’energia vitale da un lato e la perdita di questa energia dall’altro. Altro elemento è il luogo da cui sgorga questo sangue ovvero la sua testa, sede dei pensieri e delle costruzioni mentali, quasi come se i suoi pensieri, in questo momento la stessero talmente assalendo da farle del male e da non permetterle nemmeno di riconoscersi più. E’forte infatti l’immagine del sangue che le cola sul viso, la cosiddetta “maschera di sangue”, che non permette poi di riconoscersi. Nell’ultima scena infine è con suo marito, ovvero il suo compagno di vita. Frequentemente nei sogni i rispettivi compagni assumono le veci di noi stessi, ed ecco che allora ritorna il senso di debolezza, di perdita di energia, già rappresentato dallo sgorgare del sangue dalla sua testa, tradotto qui in lentezza e impossibilità di raggiungere il luogo di cura, impotenza che immancabilmente genera ansia e apprensione. Il messaggio del suo sogno potrebbe essere quindi quello di mostrarle quanto alcuni meccanismi (cerebrali) che lei è solita mettere in atto, finiscano con il provocarle sofferenza, perdita di energia e angoscia, invece di infonderle coraggio, fiducia e senso di autoefficacia.

——————————————————————————-

12 NOVEMBRE 2008: Lucia

Sogno: ho sognato mia nonna paterna che è morta nel 2005 l’accompagnavo al bagno e aveva la diarrea l’ho pulita eravamo a casa della nonna materna

Cara Lucia, la diarrea rimanda ad una digestione anomala, ad un qualcosa di introiettato, ma male assimilato e vissuto in maniera negativa. Può darsi che veramente si sia trovata, quando sua nonna era in vita ad accudirla e a doverla pulire e che questo sogno derivi da un episodio realmente vissuto, ma l’aspetto interessante non è tanto questo, quanto il motivo per cui adesso il suo inconscio lo ha ripescato dal bagaglio dei ricordi. Questo potrebbe essere collegato al momento attuale da lei vissuto in cui forse sta rivivendo una situazione in cui sente di doversi prendere cura di aspetti della sua vita poco piacevoli, che vorrebbe rifiutare esattamente come il nostro corpo rifiuta di assimilare certi cibi avvertiti come dannosi, intervenendo attraverso un’espulsione violenta come le scariche di diarrea.

——————————————————————————–

5 NOVEMBRE 2008: FLORA

Sogno: Mi trovo a Roma, sola, in una piazza deserta, umida, vuota con il cielo grigio di pioggia. Cammino per strada e vedo all’improvviso sento delle voci che mi accusano (tra cui la mia coinquilina) di sbagliare…stanca scappo via, corro ma mi ritrovo in vie sconosciute, con gente sconosciuta. Mi sono persa! Sono confusa! Dopo poco sento la voce di mia sorella che mi sostiene. Mi telefona una mia cara amica, la quale mi dice che la soluzione è semplice: mi indica passo passo quello che devo fare. Torno indietro, vado a casa, apro la finestra della cucina e inizio a togliere dal davanzale, uno alla volta, gli oggetti (vasi, barattoli grossi di vetro) Dietro c’è quella gente che mi accusa e mi dice di non continuare. Finalmente ho la finestra libera: la guardo e penso che ho sempre sognato di volare. La scavalco e sono subito dall’altra parte. Arrivano cari amici che mi fanno un applauso. Sono contenta.

Cara Flora, il suo è un bellissimo sogno di accettazione, integrazione e liberazione e non mi sorprenderebbe se al suo risveglio una sensazione di maggior leggerezza l’avesse accompagnata per tutta la giornata.
Molto probabilmente lei si trova ad essere reduce da un periodo/momento difficile e doloroso in cui si è sentita sola, così come la piazza deserta e umida simboleggia, e durante il quale è stata costretta a fare i conti con una parte di se stessa dalla quale ha sempre cercato di fuggire. Una parte che la fa sentire inadeguata e con la quale si trova spesso a scontrarsi e che nel sogno si presenta sottoforma di voci accusatrici che lei identifica anche nella sua coinquilina. Questa parte corrisponde a quella che Jung definisce ombra, ovvero quella parte inconscia della personalità caratterizzata da tratti e comportamenti (negativi o positivi) che l’IO cosciente tenta di rimuovere o ignorare. Tuttavia si accorge che tentare di fuggire da questa sua parte comporta un perdersi, uno snaturarsi, un non riconoscersi più, così come nel sogno si perde effettivamente e si ritrova in un quartiere sconosciuto. Ecco allora che qualcosa di meraviglioso avviene, c’è l’accettazione. Attraverso il suo perdersi si apre un varco che le permette di incontrare finalmente la sua ombra, la quale si dimostra in realtà un’immensa risorsa se ascoltata e accettata. Nel momento in cui lei decide di accogliere ciò che da sempre aveva fuggito, questo le diviene improvvisamente amico fraterno e non solo, diventerà la sua guida interiore i grado di aiutarla a liberarsi da tutte le zavorre e le sovrastrutture (i vasi di vetro del suo davanzale), che fino ad ora le hanno offerto un’immagine distorta della realtà. (Provi a guardare attraverso un vaso di vetro, vedrà quanto il materiale pur essendo apparentemente trasparente, riesce a deformare le immagini). I vasi di vetro simboleggiano molto probabilmente le false credenze alle quali si è appellata per lungo tempo e che adesso iniziano a diventare soffocanti e opprimenti. Tolti i vasi, infatti, nonostante le resistenze delle voci che continuavano ad impedirglielo, si è trovata finalmente davanti ad un mondo che non era poi così tremendo come poteva aspettarsi e, fiduciosa della sua nuova integrità raggiunta, si è fidata e lanciata in un volo bellissimo. Il messaggio che il suo sogno le sta mandando, come vede è molto intenso e importante, come probabilmente lei stessa avrà intuito dal momento che ha cercato di comprenderlo più a fondo. In lei è in corso un fondamentale processo di cambiamento ed evoluzione, che se assecondato, potrà condurla ad una maggiore consapevolezza e fiducia in se stessa.

——————————————————————————-

31 OTTOBRE 2008: Concettina

Sogno: Ho due sogni ricorrenti
1. sono in bagno e la gente passa, entra, come se non ci fosse la porta e una parete fosse aperta all’esterno; sono a disagio e non riesco a far nulla, vorrei chiudere tutto.
2. cammino velocemente, anzi corro a 30 centimetri da terra, è quasi naturale

Cara Concettina, già dall’antichità i bagni non furono adibiti soltanto alla pulizia corporale; la “purezza” fu considerata come simbolo dell’”emancipazione della sporcizia del peccato”, da cui l’acqua era in grado di liberare. Da un punto di vista profano il bagno nella fontana della giovinezza è, nell’arte europea simbolo della rinascita. In epoca cristiana poi, i bagni pubblici della società romana assunsero un contenuto simbolico negativo agli occhi dei convertiti, in quanto luoghi di ozio e di lussuria. La psicologia del profondo infine vede nell’immagine del bagno un’allusione al ritorno nel grembo della madre. In qualsiasi modo dunque vogliamo attribuire valenza al simbolo del bagno risulta costante la sua caratteristica di ambiente intimo e sacro, un luogo in cui ci permettiamo di metterci a nudo in tutti i sensi e pertanto diveniamo più fragili e vulnerabili. Il fatto che nei suoi sogni ricorrenti il bagno diventi tutt’altro che un ambiente privato e al sicuro da occhi indiscret,i potrebbe essere un’immagine della situazione che sta vivendo, in cui sente di non riuscire a trovare una sua dimensione privata, sicura, uno spazio per sè in cui rifugiarsi e dedicarsi esclusivamente a se stessa. La sua impotenza nel sogno potrebbe essere la stessa che sente, nella vita di tutti i giorni, di non lasciarsi invadere dagli altri. Nel secondo sogno ricorrente invece c’è la componente della sospensione da terra, che assume connotazione diversa da un vero e proprio volo, infatti nonostante verrebbe immediato poter fare un simile accostamento di immagini lei non utilizza mai questa parola. Sembra più adeguato allora parlare di “mancanza della terra sotto i piedi”, espressione utilizzata solitamente per intendere la sensazione di impotenza per l’appunto, di inefficacia. Uno spunto di riflessione sulla sua situazione che il suo inconscio le sta mandando quindi, su una sua probabile tendenza cioè, a “correre” continuamente di qua e di là senza riuscire realmente a muoversi.

——————————————————————————–

28 OTTOBRE 2008: Anna

Sogno: ho sognato che stavo in campagna e c’erano cavalli e mucche morti aspettavo che l’asl venisse a togliere e bonificasse il terreno per paura del colera ma si attardavano tremendamente ed io ero molto preoccupata….. preciso sono una dipendente asl ed oggi vado a parlare per chiarimenti da parte mia con il direttore generale… ho paura di questo sogno come brutto presaggio .. tutta qusta carne morta…..!! grazie

Cara Anna, non so precisamente cosa intenda per “brutto presagio”, quello che le posso dire è che il suo sogno riflette un suo particolare stato d’animo, probabilmente dovuto proprio alla situazione che sta attraversando anche a livello lavorativo. Lei parla di “carne morta”, ma quella che identifica come tale ha una valenza ben più specifica a livello simbolico. Le due tipologie di animali che vede morti ovvero i cavalli e le mucche possiedono, a livello culturale e antropologico, e quindi archetipico, dei significati ben precisi. Il cavallo intanto è l’immagine per eccellenza della forza, della nobiltà e dell’intelligenza. Esso racchiude in sè la natura duplice di saggezza (basti pensare a Pegaso, il cavallo alato) e di irrazionalità. Si tratta di una animale rispettato e nello stesso tempo temuto dall’uomo nel corso della storia. La vacca dall’altra parte è anch’essa simbolo di forza, una forza positiva che simboleggia la potenza materna e nutritiva della Terra. Le vacche sacre dell’India sono venerate come portatrici di fertilità e abbondanza. Questi due aspetti della sua personalità; l’intelligenza e la forza vitale da un lato e la produttività e sollecitudine dall’altro, dentro di lei si trovano ad essere mortificati in questo momento tant’è che proprio nella notte prima del confronto diretto con la sua situazione attuale si sogna di vederli morti sottoforma di animali domestici, con la conseguenza che senza un adeguato intervento di “bonifica”, guarda caso proprio da parte dell’azienda per la quale lavora, lei stessa teme conseguenze ben più nefaste. Ancora una volta possiamo quindi evincere come il nostro inconscio riesca, attraverso la sua simbologia a mandarci delle preziose informazioni di ciò che sta avvenendo dentro di noi.

——————————————————————————–

26 OTTOBRE 2008: Gabri

Sogno: ho sognato mia nonna defunta.,stesa sul mio letto matrimoniale dalla parte su cui io dormo,erano presente tutti i parenti,ed era il suo funerale.Ad un tratto mia zia dice di spostarla dall’altra parte(la parte su cui dorme mio marito),viene spostata e coperta da un lenzuolo che all’improvviso si macchia di sague(una grande macchia sulla parte dello stomaco di mia nonna)affianco a lei si era steso mio zio che alzandosi si rende conto della situazione e brontola dicendo:che cosa ci sto a fare qui?Io gli rispondo di uscire dalla finestra.Che significa questo sogno?

Cara Gabri, nel suo sogno pur breve, compaiono numerosi elementi simbolici di estrema rilevanza.
In primo luogo ci troviamo davanti ad un lutto identificabile nel funerale di sua nonna, o meglio nella sua esposizione funebre, un lutto che probabilmente a livello inconscio deve averla toccata molto da vicino tant’è che nel sogno l’estremo giaciglio di sua nonna si trova a coincidere con il suo letto e sopratutto con la parte in cui lei solitamente riposa. Può darsi che si tratti del lutto realmente derivante dalla morte della nonna oppure di un’altra situazione di perdita che adesso si trova a dover attraversare e che, nel suo sogno, si concretizza in questa esperienza. Due figure compaiono alternate, una femminile; la zia e una maschile; lo zio. Secondo Jung la presenza nel sogno di un individuo dello stesso genere sessuale del sognatore corrisponde a quella parte che viene definita ombra, ovvero quell’insieme di caratteristiche proprie della persona sia positive che negative, che non vogliono essere però viste e conosciute, che spaventano e come tali vengono relegate nella sfera buia dell’inconscio e che se viene accettata comporta un accrescimento dell’energia. Nel suo caso questa parte inconscia di lei, identificabile nella zia, riflette la sua parte forse più autolesionistica e castrante, che le ordina di spostare il corpo in una posizione a fianco al suo posto e in questo modo le chiede di continuare a rimanere vicino alla morte stessa, diventandone quasi la sposa che ne condivide il letto nunziale. Nello stesso tempo però lei sente che non vuole questo, che non ce la farebbe a sopportare un supplizio del genere e questa sua emozione di disgusto e sofferenza emerge nello stomaco di sua nonna che inizia a sanguinare. Lo stomaco rappresenta l’organo in grado di farci metabolizzare ciò che dall’esterno entra in noi, permettendoci così la vita, solitamente si tratta di cibo, simbolicamente ciò assume il significato di elaborare, superare e interiorizzare una determinata situazione di forte intensità emotiva. Il suo inconscio le rimanda che accettare di convivere con questo lutto a fianco, significa per lei la perdita di energia vitale simboleggiata dalla fuoriuscita del sangue. Infine un altro elemento emerge con l’immagine di suo zio, nel quale, in base alla teorie junghiane, si potrebbe individuare l’archetipo dell’animus e cioè la componente inconscia maschile della personalità della donna, ponte tra l’Io e le risorse creative dell’inconscio. Questa sua componente inconsapevole arriva in suo soccorso e si ribella ad un simile destino, chiedendosi che cosa ci faccia lì, in quella posizione, è il suo riscatto della vita in luogo di una morte psicologica e subito dopo il tradimento della sua ombra (che non significa rifiutarla, si badi bene, ma imparare ad accettarla e a riconoscerne i limiti) ovvero l’evasione da una situazione inaccettabile, da una vera e propria “prigione” dell’anima e che come tutte le evasioni in piena regola avviene attraverso la finestra.

——————————————————————————-

25 OTTOBRE 2008: Mariolino

Sogno: ho sognato di essere in auto e sentivo una voce che mi diceva di essere sintonizzato, io giravo la manopola dell autoradio ma all improviso in mezzo alle mie gambe vedevo uscire dal sediolina una gallina bianca.

Caro Mariolino, il messaggio che la voce nel sogno le comunica, il suo “essere sintonizzato” è esattamente ciò che sta avvenendo in questo momento dentro di lei. Sognarsi una voce che ci comunica qualcosa assume una particolare rilevanza per il messaggio che viene espresso e che le viene direttamente dal suo inconscio, allo stesso tempo è presente anche una certa volontà che inconsciamente abbiamo di mettere a partecipazione tutti quanti del nostro stato d’animo, proprio come se volessimo urlarlo a gran voce. Lei si trova ad attraversare un momento di particolare sintonia dunque, ma con che cosa? Molto probabilmente proprio con se stesso, con il suo vero Sè volendo utilizzare il linguaggio psicanalitico e il risultato lo può evincere sempre dal suo sogno.
La gallina bianca che spunta dalle sue gambe, quasi a simboleggiare un vero e proprio parto, è simbolicamente la rappresentazione dell’archetipo della madre e per estensione della fecondità e della produttività e della ricchezza (basti pensare alla famosa “gallina dalle uova d’oro” delle fiabe), per questo motivo il suo sentirsi “sintonizzato” potrebbe essere proprio la spinta verso un momento di massimo splendore, di crescita e creatività massima che inconsciamente sente di prepararsi ad affrontare.

——————————————————————————–

24 OTTOBRE 2008: Giovanni

Sogno: Caro Mangiatore di sogni,
ho sognato che dalla bocca di mio figlio usciva prima una specie di millepiedi e poi una specie di scarafaggio/calabrone gigante tutto colorato. Ho ammazzato senza difficoltà il millepiedi, ma lo scarafaggio/calabrone (ronzava) gigante era immune alle mie pistate di piede.
Per quanto lo schiacciavo non moriva: sembrava di ferro!

Caro Giovanni, gli insetti di solito sono considerati animali poco piacevoli, dotati di un particolare potere distruttivo: mobili, piantagioni e persino la struttura stessa della casa, possono essere soggetti ai loro attacchi. Nello stesso tempo date le piccole dimensioni sono spesso insidiosi e talvolta difficili da debellare. Sognarli può significare nella vita reale un timore di qualcosa o di qualcuno.
Nel caso del suo sogno il suo timore sembra essere collegato a suo figlio e al suo senso di protezione come padre. Due sono gli insetti che compaiono nel suo sogno; uno è un millepiedi, quindi una specie di verme, ricollegabile a ciò che è sporco, legato alla terra e in qualche modo alla morte. Lei riesce però nell’intento di allontanare questa minaccia da suo figlio e quindi ad assolvere alla sua funzione di protezione, mentre per quanto riguarda l’altro insetto, un misto tra uno scarafaggio e un calabrone, si trova davanti all’impotenza di allontanare questa minaccia. Ora, in questo insetto gigante è possibile intravedere il simbolo molto forte dello scarabeo. Il culto di questo animale ha radici molto antiche che derivano dall’Egitto dei faraoni. Si raccontava che questi animali avessero la particolarità di essere tutti di sesso maschile e che si autoriproducessero deponendo il proprio seme e poi impastandandolo con del materiale in modo da formare una palla che rotolavano imitando il corso del sole che va da Est ad Ovest. Queste caratteristiche fecero sì che lo scarabeo diventasse l’animale simbolo dell’autogenerazione e successivamente sotto i cristiani della resurrezione. Mi viene quindi da dirle che nel suo inconscio risiede un’importante verità che si cela dietro al rapporto padre/figlio…ogni padre ha il dovere/diritto di tutelare la vita del proprio figlio, ma arriverà un momento in cui dovrà deporre le armi e accettare la propria impotenza di fronte all’individuazione e all’autonomia dello stesso. I figli sono frecce destinate ad essere scoccate dall’arco dei propri genitori!

——————————————————————————-

21 OTTOBRE 2008: Alessia

Sogno: faccio un sogno ricorrente, i denti si frantumano in bocca creando un poltiglia che non riesco ad espellere e mi impedisce di parlare

Cara Alessia, i denti sono un simbolo frequente nei sogni e carico di significato. Nel ciclo vitale dell’uomo la dentizione che avviene all’incirca attorno all’età di due anni, stabilisce l’avvento della prima forma di “autonomia” dell’essere umano in quanto non è più strettamente dipendente per la sopravvivenza dal latte materno. Insieme a questo si ha la consapevolezza della propria efficacia, letteralmente iniziamo ad essere “incisivi” nella nostra vita. Il significato che poi essi hanno assunto a livello culturale nel corso della storia è probabilmente un riflesso di questa loro essenziale caratteristica. Presso molti popoli i denti sono un simbolo legato alla potenza e alla carica sessuale, in alcune leggende antiche si narrava che seppellendo i denti di drago sarebbero nati dalla terra dei valorosi guerrieri. Nel mondo animale, da cui noi stessi veniamo portandoci dietro i retaggi etologici, digrignare i denti e farne mostra assume un significato di aggressività e di predisposizione al combattimento. Per tutta questa componente simbolica di cui ho riportato solo alcuni esempi, il suo sogno di perdita e rottura dei denti assume il significato di un sentimento, al livello inconscio, della perdita di efficacia, di una vera e propria impotenza che la blocca e la rende incapace di comunicare col mondo e di farsi intendere. Probabilmente ciò può tradursi nella vita di tutti i giorni in una difficoltà a essere autonoma e incisiva come vorrebbe e nello stesso tempo in una estrema difficoltà a parlarne con gli altri e a chiedere aiuto.

——————————————————————————–

20 OTTOBRE 2008: Claudia

Sogno: Ho sognato di incontrare per caso il mio ex fidanzato, che non vedo praticamente da più di un anno, per la precisione, da quando ci siamo lasciati e nel sogno lui mi mostra la fede senza parlare. Io scoppio a piangere e lui per non vedermi piangere scappa via.
Poco tempo fa invece, ho sognato di venire a sapere da altri, che un mio amico, del quale sono innamorata, ma che non vuole sapere di legarsi, si era sposato e anche in questo caso ho sofferto molto, ma in modo diverso.
Ti dico subito che nella realtà un altro ex che non c’entra niente con questi sogni, si è sposato veramente con un’amica comune dopo che io l’avevo lasciato.

Cara Claudia, nel suo sogno è ben chiara la componente della sensazione di tradimento e di rifiuto che lei attribuisce giungerle dall’universo maschile. Soprattutto sembra proprio turbarla, al punto che si riflette anche nei suoi sogni, il timore di non essere meritevole di un legame stabile e duraturo, e ciò si concretizza nel suo mondo onirico nella presa di coscienza che altre donne possono essere preferite a lei. Ora, il linguaggio parlato dal sogno si articola su più livelli e scendendo ad un gradino di analisi più profondo possiamo decifrare l’elemento maschile come quella parte della personalità femminile inconscia definita animus, la parte più creativa e anche più razionale, più rigida e polemica, dalla quale probabilmente si sente spesso tradita e con la quale non è ancora riuscita a trovare un’integrazione e probabilmente, proprio nel momento in cui inizierà ad accettare questa sua parte e a non temerla, si sentirà finalmente meritevole e in grado di potersi legare stabilmente ad un uomo.

——————————————————————————–

18 OTTOBRE 2008: Antonella

Sogno: ho sognato di partorire, ed ho visto i tratti fisici del bambino… è come se veramente avessi pertorito… perche… ho percepito tutto quanto… ed una scena che mi ricordo bene è: io che allatto mio figlio. Che vuol dire?

Cara Antonella, il parto è un elemento che compare assai frequentemente nei sogni dell’universo femminile, costituendo di per sè l’exemplum sommo della massima realizzazione della femminilità e dell’essere donna. Sono molteplici però i significati che, a seconda del momento della vita, questa immagine onirica può avere. Ad esempio nelle donne in gravidanza è piuttosto frequente e ovvio avere sogni di questo tipo, sia come meccanismo inconscio di scarica della tensione per ciò che è fortemente atteso e in parte anche temuto, sia perchè la nostra mente avverte e rielabora nel sogno gli stati fisici provati dal corpo. Lei non specifica nel suo racconto se in questo momento si trovi in una condizione di gravidanza, ma vista la richiesta di avere delle spiegazioni in merito mi viene da dedurre che non lo sia. In questo caso l’elemento del parto assume un’ accezione più simbolica, una metafora possiamo dire della nascita di qualcosa di molto importante che viene da noi. Secondo Artemidoro di Daldi, originario di Efeso, il quale scrisse un trattato sui sogni; l’”Onirocriticon”, il parto nel sogno rappresenta ciò che il corpo rimette alla terra. Tale gesto indica una trasformazione profonda nelle relazioni amorose e professionali. E’ probabile che lei stia dunque attraversando proprio una fase di cambiamento e di evoluzione, di cui sente di essere la principale fautrice e artefice, tant’è che sente sul suo corpo i segni di questa trasformazione, ma nonostante questo è pronta ad accogliere questo cambiamento e a farsene carico e a “nutrire” questo nuovo progetto che sta vedendo la luce, come l’allattamento vuole simboleggiare.

——————————————————————————-

16 OTTOBRE 2008: Anonima

Sogno:  Ciao, ho sognato di trovarmi in una baita in montagna con una persona che non conoscevo al quale mi sentivo legata affettivamente. Non vi saprei descrivere questa persona perché effettivamente non l’ho mai vista. Vi posso dire che era un uomo, Ci troviamo ad un certo punto a voler uscire per fare due passi, appena mettiamo piede fuori vediamo che una bufera ci sta per raggiungere, allora ci barrichiamo in casa, chiudiamo tutto e siamo impauriti, questa cosa dura per minuti, rimaniamo in silenzio a pensare cosa sia giusto o cosa no, se riusciremo ad uscirne vivi o se la bufera ci travolgerà. Ad un certo punto questa persona decide di uscire, apre la porta ma il ciclone è proprio orientato verso di noi, allora lo tiro di nuovo indietro e chiudo la porta spaventata. Dopo un po’ questa persona decide di uscire, al che io incastro la mia mano nella chiusura della porta in modo tale da trovare la porta aperta senza stare lì a bussare, ma nello stesso tempo tenevo io la porta chiusa con me stessa dietro e delle sedie che avevo messo dietro la porta. Ad un certo punto caccio le dita il più possibile perché avevo paura di perdere questa persona, ma il dolore e il freddo erano così tanto da perdere la sensibilità alle dita. A quel punto mi ritrovo lui che entra e  mi dice” Ma non hai sentito la mia mano sulle tue dita?” Successivamente sentiamo che fuori la bufera è passata, il ciclone non è più verso di noi, apriamo la finestra e vediamo solo dei fiocchi di neve. Ci sediamo al tavolo e iniziamo  a parlare! Mi caccia una scatola con dentro un anello, un anello simile al mio, solo che  l’anello di questo è grande come un dito, nel senso che lascia scoperta solo l’unghia, e ha una forma che a me piace, allora mi fa vedere l’astuccio e vedo che è lo stesso mio, lo stesso dell’anello che mi è stato regalato, caccio il mio anello, iniziamo a parlare, e poi mi sono svegliata spaventata. Cosa vuol dire questo sogno?

Cara Anonima, il suo sogno è un bellissimo esempio di reintegrazione dell’”animus”, quella parte maschile inconscia della personalità femminile, caratterizzata dalla componente più razionale, ma anche creativa e risolutiva. Solitamente nel linguaggio dei sogni (femminili) questa parte è simboleggiata da una persona di sesso maschile, che per l’appunto è presente nel suo sogno. La bufera che imperversa rappresenta probabilmente una situazione che reputa pericolosa e che in questo momento le grava addosso. Nel sogno lei è in cerca di un rifugio che è palesemente simboleggiato dalla baita di montagna (non a caso queste costruzioni prendono esattamente il nome di “rifugio”), ma ciò che in realtà le dà salvezza non sono tanto le mura che la circondano, tanto più che la bufera fuori continua ad imperversare e l’alternativa è quella di rimanere intrappolata e ferma; la tempesta si calma nel momento in cui lei fa una scoperta importantissima: liberando la sua parte maschile, la sua creatività, allentando il controllo su di essa, si rende conto di non perderla, ma che questa fa ritorno a lei, arricchendola e mi viene da dire “riscaldandola” dal freddo della paura dell’abbandono e della solitudine. Quello che segue è un meraviglioso rito nunziale in cui si ha l’accettazione della sessualità, caratterizzata dalla simbologia del dito (anello lungo quanto il dito, riporta ad un tipico simbolo fallico) e dell’astuccio (la custodia, il contenitore e dunque l’organo sessuale femminile), sessualità finalmente non più temuta, almeno a livello inconscio, perchè giunta in seguito al raggiungimento di un’intimità e di una fiducia verso una parte prima sconosciuta di sè e, conseguentemente, tradotta in diffidenza verso l’altro. Questa che il suo sogno le rimanda è dunque una fotografia di ciò che sta avvenendo in lei a livello inconscio, un passaggio importantissimo e bellissimo, una crescita interiore della sua femminilità, che però ancora fa fatica ad accettare a livello consapevole, tant’è che al risveglio avverte un senso di timore che non si sa spiegare.

——————————————————————————–

12 OTTOBRE 2008: Alessandra

Sogno: ho sognato mia madre morta da 17 mesi che piangeva tanto disperata aveva stranamente un vestito azzurro come il cielo e quando è morta indossava un abito di colore nero cosa vuole dire io possiedo una macchina azzurra  grazie e distinti saluti

Cara Alessandra, nel suo sogno due sono gli elementi estremamente importanti che meritano assolutamente un’attenta analisi: il pianto e il colore azzurro.
E’ sua madre la protagonista da lei scelta in sogno e nel linguaggio onirico questo è di per sè il simbolo universale del fondamento originario e della sicurezza, immagine di trasmissione della vita alla personalità individuale. La figura di questa donna, a cui apparteniamo più che ad ogni altra, ci accompagna tutta la vita, anche, come nel suo caso, quando fisicamente non è più accanto a noi.
E nel sogno la sua madre interiore, ovvero, l’idea di madre che è dentro di lei, è il tramite attraverso il quale si simboleggia il passaggio che inconsapevolmente sta avvenendo dentro di lei. Si tratta probabilmente di una vera e propria elaborazione di un lutto, tanto più che, come da tradizione, questo momento viene accompagnato e coronato da un disperato pianto liberatorio. Le lacrime fisiologicamente hanno la funzione di lavare e detergere i nostri occhi e allo stesso modo, ad un livello simbolico, di portare via il dolore dalla nostra anima. Freud stesso affermava che le lacrime sono l’oggettivizzazione del dolore e piangere significa espellere questo dolore fuori da noi.
Nel suo sogno l’ elaborazione del lutto è oltretutto simboleggiata dalla presenza del colore azzurro di cui vede vestita sua madre (probabilmente il vero oggetto del lutto), che invece al momento della morte e dell’estremo saluto era nero. L’azzurro è tra i colori quello che di solito simboleggia tutto ciò che è spirituale. Gli psicologi del profondo lo associano al rilassamento psichico, ma soprattutto, come lei stessa afferma, rappresenta il colore del cielo, associato nell’antico Egitto al dio Amon e poi ripreso nella tradizione cristiana come mantello della Vergine Maria, simbolo di purezza, verità e eternità. Sembrerebbe quindi che il “
suo cielo” si sia finalmente liberato dalla spessa coltre di nubi che lo rendevano nero e minaccioso, ritornando finalmente al suo colore più terso e adesso lei si possa finalmente concedere di godersi “la quiete dopo la tempesta”.

——————————————————————————-

10 OTTOBRE 2008: Caterina

Sogno: …questa notte ho sognato che bevevo dell’acqua da un bicchiere…che questo bicchiere poi da un lato si rompeva ed io mangiavo e masticavo il vetro…poi andavo verso un rubinetto e con l’acqua corrente cercavo di sciacquare la mia lingua…..la lingua non mi faceva male…semplicemente era sgradevole la sensazione delle scaglie di vetro nel palato……puo’ voler dire qualcosa?!?!

Cara Caterina, sognarsi di mangiare e soprattuto di bere come nel suo caso, rimanda alla soddisfazione di bisogni molto importanti. Bere e mangiare sono i due bisogni primari alla base della piramide di Maslow, uno studioso che si è occupato a lungo della teorizzazione dei bisogni umani. Nel suo sogno però accade che proprio nel momento in cui sta per appagare questo suo bisogno, accade qualcosa che le impedisce di farlo. Proprio il mezzo attraverso il quale dovrebbe soddisfarsi questa sua necessità si rompe, viene meno e le si ritorce contro. Questa simbologia potrebbe riferirsi al momento della vita che sta attraversando in cui forse sente di avere degli impedimenti nel raggiungimento di qualcosa verso il quale anela desiderosa. In modo particolare nel suo sogno è la sua lingua che viene “attaccata” e la simbologia inerente alla lingua è molto forte. Generalmente quest’organo umano è strettamente connesso alla parola ed al linguaggio. Nell’iconografia cristiana uno dei principali supplizi inferti ai martiri o ai nemici era appunto quello del taglio della lingua, gesto emblematico della punizione per aver parlato e diffuso un verbo non accetto. Mentre nell’antico Messico era in uso addirittura una tremenda forma di autoflagellazione che consisteva nel trapassarsi la lingua con una corda di spine, al fine di espiare peccati commessi attraverso la parola. Forse in questo momento lei stessa sente di non essere libera di poter parlare e nello stesso tempo di esprimere e soddisfare il suo bisogno, più che di aver parlato e di essersene pentita, dal momento che non prova dolore alla lingua, ma un fastidio che investe tutta la sua bocca, compreso il palato, fonte primaria di gratificazione e appagamento. Nello stesso tempo però (com’è tipico dell’ambivalenza dei sogni e dell’animo umano) è presente anche un tentativo da parte sua di liberare la sua lingua attraverso l’acqua corrente, che simbolicamente significa “tentativo di purificarla”, quasi come se ci fosse una parte di lei che non è pienamente sicura della legittimità dell’espressione e dell’appagamento di questo suo desiderio.

——————————————————————————-

7 OTTOBRE 2008: Guadiana

Sogno: Salve, ho sognato di andare a comprare fiori per il cimitero. Mi sono ritrovata in un negozio con molte persone e ho chiesto cinque orchidee con delle calle bianche per mia cugina morta in età prematura. Ero insicura di quanti fiori dovevo prendere. Mi sono ritrovata poi a casa di amici i quali mi hanno offerto biscotti fatti in casa.

Cara Guadiana, il suo sogno è ricchissimo di simboli dal potente significato allegorico. Andiamo ad esaminarli nello specifico. Per prima cosa si può intuire la presenza di un rito di passaggio dalla morte alla vita. All’inizio del suo sogno è presente il cimitero, emblema della dimora terrena di ciò che fu e che più non è, di qualcosa che se n’è andato ed è ormai sepolto, lontano dalla vista dei viventi. Nel suo caso il defunto al quale lei allude è sua cugina morta prematuramente, che all’interno della sua dimensione onirica potrebbe simboleggiare proprio la fine della giovinezza, dell’innocenza e della purezza (non a caso la cassa funeraria dei giovani è di colore bianco), strappata via brutalmente come un fiore reciso. Ed è proprio nell’elemento dei fiori che si gioca il passaggio da questa morte così violenta ad una vitalità che irrompe altrettanto violentemente sottoforma di passione erotica simboleggiata perfettamente dalle cinque orchidee. L’orchidea nel linguaggio dei fiori costituisce la passionalità, addirittura dai tempi antichi, negli scritti di Plinio il Vecchio questo fiore veniva descritto per la sua forma che richiama quella dei genitali maschili (da cui il nome orchis: testicolo) e per le sue proprietà afrodisiache. E nella lotta tra Tanathos (morte) e Eros (passione) lei cede alla passione, si abbandona alla vita lasciando che nel suo bouquet il bianco verginale delle calle venga “insanguinato” dal rosso delle cinque orchidee, immagine che non può non rimandare a quella delle lenzuola bianche insanguinate della prima notte di nozze. Ed ecco che infine può finalmente concedersi di tornare ad una vita più pacata, di tutti i giorni, celebrando questo importante passaggio con una sorta di festa casalinga in cui i suoi amici le danno il benvenuto e le offrono dei biscotti caserecci, simbolo del calore familiare e dei piccoli piaceri della vita quotidiana.

——————————————————————————-

7 OTTOBRE 2008: Giulia

Sogno: ho sognato di tornare da un viaggio con i miei amici..stavamo su un pulman..io ero seduta vicino un mio amico di vecchia data..lo conosco dall’asilo..lui è un bel ragazzo però non riuscirei mai ad avere una storia con lui perchè lo vedo più come un fratello..devo precisare che sono fidanzata da 1 anno e 2 mesi con un ragazzo che adesso è partito ed è andato in campeggio.. vabbè ritornando al sogno sul pulman ho cominciato a baciarmi con questo mio amico che all’inizio aveva l’aspetto del mio ragazzo ma nella mia mente era il mio amico.. baciarlo mi piaceva e anke molto e non mi rendevo conto che stavo tradendo il mio ragazzo.. quando sono scesa dal pulman ci siamo lasciati con un “poi ne riparliamo” e quando poi ci siamo visti lui aveva l’aspetto del mio amico e mi ha dato una lettera dove c’era scritto che anche se ci conosciamo da tanto tempo e fino ad adesso mi aveva visto come una sorella ora avrebbe voluto provare a stare insieme a me.. io mi rendo conto che anche se fisicamente mi attrae amo troppo il mio ragazzo e non me la sento.. glielo dico, lo abbraccio e lui mi sorride.. a quel punto mi sveglio con una sensazione di confusione..cosa vuol dire?? io amo il  mio ragazzo e non lo tradirei mai visto che sono una ragazza molto fedele e poi non voglio perderlo..

Cara Giulia, dal suo sogno lei sembra attraversare un momento di grande importanza e crescita interiore. Come prima cosa la voglio tranquillizzare riguardo al fatto di sognarsi il tradimento del proprio compagno, questo non significa necessariamente il fatto di avere realmente un desiderio a riguardo, desiderio, per altro di cui spesso diveniamo consapevoli ancor prima di arrivare a sognarlo. L’elemento centrale del suo sogno è sicuramente questo personaggio maschile costituito dalla condensazione di aspetti del suo partner e del suo amico di infanzia. Jung individuerebbe in questo personaggio l’archetipo dell’”animus”, ovvero la componente inconscia maschile della personalità della donna. In questa componente della personalità femminile si concentrano caratteristiche di aggressività, assertività, razionalità, normalmente peculiari del genere maschile, ma essenziali in entrambi i sessi. Nel suo sogno accade che finalmente riesce a permettersi di contattare questa sua parte forse da tempo dimenticata (del resto le attribuisce le sembianze di un amico di vecchia data, addirittura del tempo dell’asilo), di ricongiungersi ad essa con modalità adesso più adulte (attraverso il bacio) e persino di sentirne la forte attrazione che questa parte suscita in lei. Probabilmente, nonostante sia stata proprio la storia che sta vivendo da più di un anno con il suo ragazzo, a spingerla a recuperare questa sua parte nascosta dalla quale si sente fortemente attratta, allo stesso modo teme che lasciarsi andare a simili componenti dell’anima, possa portarla a mettere in gioco la sua attuale storia. Se così fosse, si domandi quanto sia un retaggio culturale quello di soffocare ogni componente aggressiva (anche sessualmente parlando) perchè non si addice ad una donna e quanto valga la pena sacrificarla per paura di perdere qualcuno.

——————————————————————————–

6 OTTOBRE 2008: Anonima ’70

Sogno: ho sognato mia nonna che mi parlava e mi chiedeva se stavo bene, perchè non andavo a trovarla al caimitero e mi tranquillizzava sui miei priblemi di salute…che significato posso dare a qusto sogno?

Cara Anonima ’70, i nostri cari defunti nei sogni assumono un significato molto importante; alcune volte fungono da specchio della nostra anima, incarnando, a seconda delle circostanze, il nostro stato emotivo. Questo avviene perchè, dal momento che non ci sono più, la loro esistenza è determinata dalle fantasie che facciamo di loro, le quali a loro volta sono dettate dai nostri bisogni e dalle nostre emozioni. In altri casi, come nel suo, il caro estinto assume il ruolo di guida interiore; quella parte di noi più spirituale e che spesso l’uomo è solito proiettare all’esterno nella divinità o nel destino. Ecco che allora la sua cara nonna arriva a infonderle quella sicurezza riguardo alla salute che in questo momento probabilmente non sente di avere, ma che, le garantisco in realtà è presente dentro di lei e aspetta solo di essere coltivata e ascoltata maggiormente.

——————————————————————————–

4 OTTOBRE 2008: Alessia

Sogno: ho sognato mio fratello,defunto da 14 anni al quale ero legatissima, che stava o meglio,il suo cadavere era sulla sponda di un fiume,di notte,coperto da carogne.tutti lo cercavano,ma nessuno riusciva a trovarlo. l’ho trovato solo io. nn ho idea di cosa puo’ voler dire…forse la sera in cui ho fatto questo sogno avevo visto uno speciale su detective forensi! ma comunque nn e’ la prima volta che sogno mio fratello: a volte sogno di vederlo in pace, a piange, a volte e’ triste e altre volte sogno che vaga per la casa,quella vecchia,in cui abitavamo prima. grazie per l’attenzione, attendo una risposta.

Cara Alessia, come molte teorie sull’interpretazione dei sogni riportano, le persone e gli oggetti presenti che agiscono nelle nostre visioni oniriche, sono una proiezione di parti di noi che durante il sonno assumono forma propria seguendo dei processi di trasformazione complessi, ma estremamente significativi. Queste trasformazioni e concretizzazioni, che apparentemente sfuggono ad ogni criterio di logica a noi noto, sono riconducibili ad un mondo estremamente simbolico, dove ogni elemento del sogno assume un significato molto più profondo e metaforico di ciò che sembra.
In alcuni casi si tratta di una simbologia propria dell’inconscio soggettivo del sognatore, in altri la simbologia (secondo le teorie di Jung) attinge da un inconscio “collettivo”, chiamando in gioco i cosiddetti archetipi, elementi che caratterizzano l’inconscio umano ancestralmente e che sono comuni all’intera razza, ad una cultura o ad una comunità.
Va da sè che nei nostri sogni eleggiamo persone o oggetti ricorrenti funzionali ad incarnare alcune parti più significative di noi stessi. Spesso i propri cari defunti, specialmente se legati a noi da un rapporto importante, diventano lo schermo ideale sul quale proiettiamo queste parti, quasi come se assumessero la funzione di specchio della nostra anima. Questo avviene in particolar modo poichè, non potendo sapere niente riguardo a ciò che ci accade dopo la morte, l’uomo è portato a crearsi fantasie sulla sorte dei propri defunti e le fantasie, essendo un prodotto della mente, si basano su ciò che è conosciuto. Nel sogno la persona cara estinta arriva a simboleggiare ciò che la nostra fantasia vi proietta di volta in volta, a seconda dei propri stati emotivi, ecco perchè le capita di sognarsi suo fratello talvolta felice, talvolta triste, oppure come in questo caso divorato dalle carogne. Diventa allora importante per lei capire, di volta in volta, quale componente stia proiettando sul suo caro fratello, dal momento che ne potrà trarre una lettura importante di alcuni suoi aspetti interiori, magari non conosciuti. Nello specifico del sogno che mi riporta, inoltre è significativo anche un altro elemento, ovvero quello di essere la sola a riuscire a trovare il cadavere lungo il fiume, quasi come se avesse maturato la convinzione che, nonostante gli altri ci provino, lei è la sola che riesce a capirsi e a ritrovarsi, soprattutto nei momenti di difficoltà, però poi è costretta a guardare in faccia da sola i suoi fantasmi e talvolta questo può essere molto doloroso.

——————————————————————————-

2 OTTOBRE 2008: FraaaNceScA

Sogno: Ciao Mangiatore…ti scrivo perchè ho un sogno ricorrente che nn riesco proprio a capire ma che tormenta le mie notti…sogno spesso di trovarmi in qualche mezzo di trasporto (treno, autobus) e di accorgermi improvvisamente di aver perso lo zaino, la borsa o la valigia…e da lì inizia il mio vano tentativo di cercarlo, visto che mi ritrovo sempre in mezzo alla confusione e nn c’è mai modo di trovarlo…per fortuna  a questo punto mi sveglio e capisco che è solo un sogno, visto che mi mette una grande angoscia! Naturalmente conosco il contenuto delle cose che perdo…ad esempio stanotte ho sognato di perdere la valigia (qualcuno, nn so chi, me l’aveva rubata) e dentro c’era il mio pc, che contiene una cosa di molto valore…ovvero il progetto della tesi! Altre volte ho sognato di essere in vacanza e di perdere la borsa con il portafoglio…e quindi nn avere soldi da poter spendere durante la vacanza! Se puoi aiutarmi a dare un senso a questo sogno ricorrente te ne sarei grata…grazie dell’attenzione…ciao Mangiatore!!

Cara FraaaNceScA, non so quanto sia reale nella sua vita l’utilizzo dei mezzi di trasporto, posso però dirle che a livello inconscio è evidente il suo desiderio di spostamento, di movimento e di conseguenza di cambiamento, come i sogni ricorrenti di trovarsi su questi mezzi di trasporto (treni, autobus) le suggeriscono. Tuttavia lei non riporta mai di viaggiare da sola, ma cita esempi di mezzi pubblici, che implicano immancabilmente una condivisone del tragitto con altri compagni di viaggio, non scelti e quindi sconosciuti e temuti. Questo ulteriore elemento potrebbe essere un segnale della sua voglia di lanciarsi nel mondo e verso gli altri, ma nello stesso tempo della sua paura nel lasciarsi andare, soprattutto dal momento che ( e qui arriviamo al secondo elemento dei suoi sogni ricorrenti) sente alcune parti di sè, quelle che dovrebbero darle maggior sicurezza e autonomia (la sua capacità di raggiungere tappe importanti come la laurea e l’indipendenza economica), continuamente esposte e minacciate dal mondo che la circonda. Addirittura le proietta fuori da sè e le immagina come dei bagagli, borse e valigie, che la accompagnano in questi suoi viaggi, ma proprio in quanto borse, diventano un bottino appetibile per gli altri al punto che spesso lei rischia di non riuscire a proteggerle. Proviamo dunque a cogliere il segnale che il suo sogno le sta lanciando; il suo inconscio le sta probabilmente suggerendo che è rischioso continuare a percepire ciò che con fatica abbiamo conquistato, come un oggetto che rimarrà sempre esterno a noi, un bene a sè stante, perchè in questo modo, vivremmo sempre nel terrore e nell’angoscia di poterlo perdere, se invece riusciamo a interiorizzare, a “divorare” e “digerire” gli oggetti a noi cari, attraverso un atto di fiducia verso noi stessi, niente e nessuno potrà più toglierceli e allora veramente saremmo liberi e sereni.

——————————————————————————–

1 OTTOBRE 2008: Saviano

Sogno: Innanzitutto questo sogno non è stato fatto da me, ma da 1 mia amica ma dato che non ha un account su answer e mi ha chiesto di farlo al posto suo. Prima di tutto questa mia amica è felicemente fidanzata… allora lei ha sognato di trovarsi in casa (sua) con molte altre persone che nella realtà non conosceva ma nel sogno si, e inoltre sempre nel sogno non era fidanzata con nessuno… tra gli amici che stavano in casa ce n’era uno (sposato o fidanzato, non ricorda) che ci provava con lei, ma lei l’aveva sempre rifiutato anche perchè la compagna viveva nella loro stessa casa. A un certo punto xò di mattina presto, quest’uomo si sveglia si alza, e incontra per il corridoio questa mia amica e appena lei lo vede, gli si avvicina e lo bacia con passione, anche se lui sembra volersi staccare nonostante ci abbia sempre provato con lei. e mentre si stacca lei dice che non doveva pensare a quel bacio perchè era solo 1 errore, e in quel momento un bambino che aveva visto tutta la scena inizia a gridare per tutta la casa di quel bacio e del tradimento che in questo caso era stato fatto dalla mia amica nei confronti della compagna di quell’uomo. E da quel momento tutti iniziano a rincorrerla e a odiarla ed è costretta a scappare.
Ci aiutate a capire cosa significa????

Cara Amica di Saviano, nella simbologia junghiana la presenza maschile nel sogno di una donna è un esplicito richiamo a ciò che l’autore, nei suoi scritti, definisce ANIMUS, ovvero la componente maschile inconscia della personalità femminile. Solitamente esso rappresenta la razionalità, il logòs, la parte più rigida della personalità e anche più intransigente, ma contemporaneamente, nella sua accezione più positiva assume il ruolo di ponte tra l’IO donna e le risorse creative del suo inconscio. Nel sogno qui analizzato, sembrerebbe prevalere questa seconda valenza. In questo caso, allora ecco che il baciare quell’uomo, simbolo di una parte del sè creativa, forse poco controllabile, ma in qualche modo affascinante, diventa il tentativo che lei fa di unirsi, di fondersi con questo suo aspetto che da un lato la affascina, ma dall’altro la atterrisce. Del resto che cos’è il bacio se non l’emblema dell’intimità, del primo approccio fisico amoroso, della conoscenza dell’oggetto d’amore? Tuttavia è la paura di questo lasciarsi andare ad avere la meglio sul desiderio di possedere qualcosa che, probabilmente, lei non riesce ad accettare come suo e quello che ne consegue, nel suo sogno, è il senso di colpa per aver per un attimo ceduto al desiderio di avere qualcosa che per lei non può appartenerle. Il bambino che vede e la addita gridando, assume poi un motivo di vergogna ancora più grande, come quello di aver turbato qualcosa di puro e innocente assecondando un suo bisogno e ciò che può aspettarsi di conseguenza è l’odio degli altri e la disapprovazione. Lo spunto di riflessione che il suo sogno le sta offrendo è quindi quello di chiedersi quale sia il bisogno che in questo momento non si sta dando il permesso di assecondare e perchè?

——————————————————————————–

16 aprile 2008: Agnese
I vari elementi che compaiono nel sogno di Agnese hanno un elemento in comune: la TRASGRESSIONE.

L’elemento trasgressivo si cela sia dietro l’invito a divenire AMANTE dell’ex fidanzato e indirettamente dell’amico, nell’immagine degli zingari che per antonomasia rappresentano la libertà, l’istintualità, l’irrazionalità intrinseca nell’uomo.

Tuttavia il commento finale di Agnese stessa (non sto bene vero…) sembra quasi voler negare questa spinta all’evasione, mortificandola, quasi punendosi, così come una punizione appare il furrto dei giocattoli dalla casa di montagna, violazione di un probabile luogo legato all’infanzia e punizione per essere stata una “BAMBINA CATTIVA” .

——————————————————————————-

26 MARZO 2008: Alessandra

Sogno: ho sognato di perdere sangue dalla bocca. Cosa significa? Grazie

Cara Alessandra, il sangue e la fuoriuscita di esso dal proprio corpo sono immagini molto frequenti nei sogni, forse perché molto spesso costituiscono una paura costante per molte persone. Nel racconto del suo sogno non riporta lo stato d’animo collegato a quest’immagine del sangue che fuoriesce dalla sua bocca, elemento che sarebbe invece importante per poterle restituire una suggestione quanto più appropriata, per questo motivo ciò che le riporto si basa esclusivamente sulla simbologia generale che a questa scena si lega. Il sangue è prima di ogni altra cosa il simbolo della vita, dell’energia e della vitalità. Spesso è ritenuto l’elemento vitale con cui Dio agisce nei corpi degli uomini. Per questo motivo, in molte culture il sangue era un tabù, ed era permesso versarlo soltanto dopo una specifica cerimonia, per esempio in occasione dei sacrifici rituali. Per questo motivo la perdita di sangue nel sogno può significare una perdita di energie subita nella vita “da svegli”, soprattutto quando non è accompagnata da emozioni legate al terrore o conseguente a atti di violenza subita. Poiché secondo l’antica dottrina delle linfe vitali il sangue è il fattore che determina la natura dell’uomo (temperamento sanguigno, persona dal sangue freddo o caldo), esso può rappresentare anche la verità interiore, simbologia da tenere in considerazione soprattutto allorchè non se ne riesca a frenare la fuoriuscita. In tal caso l’interpretazione è quella dell’emergere di una parte molto importante della persona che vuole essere presentata e comunicata agli altri, tanto più nel caso in cui la fuoriuscita avvenga proprio dalla bocca.

——————————————————————————–

15 MARZO 2008: Camilla

Sogno: ho visto nel sogno il mio compagno vestito da sposo ke si inginocchiava su un ginocchio e porgeva dei fiori alla sposa…che nn ero io però…che incuboooo…Sono 2 gg che non riesco a nn pensarci nonostante il suo abbraccio rassicurante dopo avergli raccontato il sogno visto che mi sono svegliata piangendo…Ringrazio anticipatamente e aspetto con ansia una vostra risposta. Camilla.

Cara Camilla, i sogni sono il frutto del nostro inconscio e come tali sono completamente intrisi di noi stessi. Anche laddove compaiono persone conosciute, luoghi o oggetti, dobbiamo sempre tenere presente che non si tratta di essi per come sono nella realtà, bensì delle proiezioni di parti di noi legate a questi. Avviene così che, anche il suo compagno, nel sogno da lei fatto, non è altro che la personificazione di una o più parti di lei che inconsciamente proietta nel suo partner. Deve perciò domandarsi quale sia questa sua parte che nel sogno la “tradisce”porgendo un omaggio floreale ad un’altra sposa e lasciandola in balia di un’angoscia così forte da rimanerle attaccata anche da sveglia. In questo momento, e sottolineo il fatto che si tratta comunque di uno stato temporaneo, tanto più che non c’è fra i due sposi nessuno scambio di anelli che sancisca un “per sempre”(come la tradizione a noi nota vorrebbe), una sua parte vacilla quanto a fiducia nei suoi confronti, tanto da metterla davanti alla possibilità che qualche altra donna possa essere non tanto scelta, ma preferita a lei come “sposa virtuosa”

——————————————————————————–

30 GENNAIO 2008: Ele

Cara Ele, ha ragione nel dirsi stupita nel constatare la tranquillità della piccola lepre, solitamente conosciuta come un animale pauroso e timido. Tuttavia questa è solo una delle varie caratteristiche e simbologie che nel corso del tempo e tra i vari popoli sono state attribuite a questo animale. Le posso infatti dire che in molte culture antiche la lepre è associata alla Luna dal momento che la falce lunare è assimilabile ad una lepre che spicca un balzo e perché antiche leggende tramandano come la lepre sia famosa per la sua capacità di rimanere svegli; si dice che essa dorma infatti ad occhi aperti. Un altro aspetto fondamentale che caratterizza l’animale è però quello della sua prolificità, tant’è che la lepre pasquale, associata all’uovo, riveste un significato di fecondità nelle antiche feste di primavera dell’Europa centrale (tali simboli sono passati poi a simboleggiare la Pasqua Cristiana-Cattolica). Secondo Plinio la lepre è l’animale preferito della dea Afrodite (Venere) perché di grande utilità per le donne: la sua carne, infatti rendeva feconde le donne sterili, mentre i testicoli di lepre favorivano il concepimento. La coda inoltre risulta essere un vero e proprio richiamo sessuale specie-specifico e la grandezza ne determina il maggior successo. Nel suo sogno, dunque, lei si ritrova ad accogliere in grembo una piccola lepre che sembra rappresentare la concretizzazione di una sua paura, di un qualcosa che probabilmente l’ha sempre spaventata, ma che adesso sembra cercare in lei accoglimento, probabilmente proprio perché lei stessa è pronta ad accoglierla. Questa parte, che adesso si dà il permesso di accettare con serenità potrebbe essere proprio collegata alla sessualità e al desiderio di avere dei figli, così come archetipicamente la lepre simboleggia.

——————————————————————————-

28 GENNAIO 2008: Vicky

sogno: sogno spesso mia nonna ormai defunta da anni. In un sogno recente ero nella casa dove lei viveva, naturalmente sapevo che era morta, ma era lì con me ed io ad un certo punto gli ho detto dai su balliamo e lei sorridendo si mise a ballare con me. Quando la sogno è sempre contenta, io sno un po’ angosciato perché nei miei sogni sono sempre presenti defunti a me cari e vivo situazioni reali con loro, mi devo preoccupare….grazie vicky…

Caro Vicky, nella sua lettera lei dice di essere angosciato dal fatto che nei suoi sogni i suoi parenti defunti siano sempre presenti, tuttavia, nel descrivere il sogno in cui era protagonista sua nonna non sembra che emergano sensazioni di disagio o di ansia, anzi nel suo sogno è lei stesso che chiede a sua nonna di ballare, e l’immagine che si trova davanti è serena e sorridente. Sembra che il passato sia molto presente in lei, almeno a livello inconscio, tanto da diventare di frequente il protagonista dei suoi sogni, concretizzandosi nelle immagini dei suoi cari, che purtroppo appartengono ad un tempo che fu. Le teorie riguardo ai sogni ci dicono che durante questa attività possiamo permetterci di lasciare emergere dal nostro mondo interiore più profondo ciò che a livello consapevole ancora non è giunto, o perché ci fa troppa paura, o perché è difficile da accettare. Attraverso questi sogni che potremmo chiamare in “sequenza”, il suo inconscio le sta comunicando qualcosa. Probabilmente la sua ricerca onirica di figure care del passato può essere un tentativo di ricercare sicurezza in qualcosa che è conosciuto e familiare, per affrontare un presente che forse La spaventa un po’ perché magari si trova davanti a nuove esperienze. Anche per questo motivo spesso si ritrova a vivere in sogno situazioni reali; è come se, riproponendo queste situazioni nel passato e in ambienti familiari, le stesse situazioni potessero diventare meno “minacciose”. Infine un altro elemento del suo sogno merita attenzione; la danza con sua nonna. La danza infatti simboleggia equilibrio, coordinazione, armonia, e se in coppia (come nel suo caso), sostegno reciproco. Esattamente ciò di cui si necessita nei momenti in cui ci sentiamo maggiormente spaesati e incerti.

——————————————————————————–

25 GENNAIO 2008: Rosangela

Cara Rosangela il suo sogno è veramente ricco di simbologie e di significati forti e importanti. Attraverso il linguaggio onirico, infatti si sta finalmente dicendo che è giunto il momento di elaborare il grave lutto che purtroppo si è trovata a dover sostenere. La perdita dei genitori, qualunque età essi abbiano, è sempre un momento terribilmente traumatico per l’uomo che in realtà necessita per tutta la vita di figure di riferimento che lo facciano sentire protetto, al sicuro, a casa. Da quello che lei racconta ha dovuto attraversare un mare in tempesta di sofferenza, smarrimento e disperazione, alla fine del quale si è trovata deprivata dei suoi genitori, le persone che le hanno regalato la vita, le uniche conosciute da sempre e che molto probabilmente costituivano per lei un porto sicuro al quale tornare. E’ perfettamente normale che, anche se è passato del tempo, abbia la percezione di non farsene una ragione. IL suo sogno però le sta comunicando che dentro di lei, anche se forse non ne è ancora consapevole, è in atto un cambiamento, una vera e propria rinascita psicologica. Nelle immagini che lei ha descritto si trova ad essere in compagnia di una sua amica, componente che nel sogno spesso rappresenta la parte del sé con la quale ci sentiamo allineati, della quale ci possiamo fidare e, accompagnata da questa sua parte, si è ritrovata vicina ad una vasca di acqua limpida. L’acqua è un elemento che può assumere molteplici significati a seconda di come viene percepita nel sogno e nel suo caso la valenza che essa assume è molteplice; da un lato costituisce una sorta di specchio (essendo appunto limpida) dal quale emerge un’immagine quasi divina, a tal punto che lei stessa la definisce come una statua e che le rimanda la parte di se stessa legata a sua madre come bella, giovane, rinata e che la rassicura, dandole il permesso di ritornare alla vita. Da un altro lato l’acqua limpida costituisce il simbolo stesso di una rinascita interiore, in particolar modo del suo lato più femminile e in quanto tale portatore di vita, del resto nell’immagine della statua che emerge dalle acque, non possiamo non ravvisare il mito della Venere stessa, dea dell’amore, della femminilità e della vita, che nasce dalle onde chiare e spumeggianti del mare. Infine, da un altro lato ancora, l’acqua sembra avere, qui come non ma,i la valenza di una purificazione; così come dalla tradizione Cristiana ci viene tramandato è infatti attraverso il rito del Battesimo e cioè tramite aspersione di acque “pure” che si ha la liberazione dal “male” e nel suo caso dalle sofferenze. Ecco che allora lei si rispecchia nell’immagine di sua madre, ma anche di se stessa, rinnovata, serena e libera dal carico di dolore che ha sopportato faticosamente fino ad ora. Cara Rosangela, il suo sogno e quindi il suo inconscio, le stanno mandando un messaggio fondamentale, le stanno dicendo che è giunto il momento di tornare alla vita!

——————————————————————————–

24 GENNAIO 2008: Anonima 222

Cara Anonima 222, il suo sogno ha una funzione molto importante che è quella di comunicarle dove si trova (ovviamente si parla di uno spazio/tempo dell’anima, i luoghi cioè della sua psiche) e quello che la sua parte più istintuale vorrebbe fare per uscire fuori sana e salva da questa situazione che sembra andarle un po’ “stretta”. La grande struttura attraverso la quale si muove quasi come un’esploratrice è simbolicamente la sua vita, che, a giudicare dalla pur breve descrizione somiglierebbe ad una grande fabbrica con tanto di tubi e operai. Mi domando quindi quanto questo possa riflettere una vita impostata sul fare, sul darsi da fare, sul produrre incessamente. In questo momento però la fatica inizia a farsi sentire, come l’immagine del tubo, assimilabile in tutto e per tutto ad un tunnel, le suggerisce. IL tunnel rappresenta infatti, alla stregua di un guado, una fase di passaggio molto difficoltosa da attraversare, ma alla fine del quale c’è sempre una luce. La nascita stessa, il nostro primo passaggio traumatico, alla fine del quale c’è la vita, è costituita dall’attraversamento di un vero e proprio tunnel o canale. Il tubo stretto in cui lei si trova a camminare nel suo sogno è oltretutto costellato da ostacoli che le intralciano il passaggio e probabilmente le impediscono di poter guardare avanti fino a scorgere la luce che ne determina l’uscita. Ma ecco che allora le arriva in aiuto il suo inconscio suggerendole quale strategia adottare per riuscire ad proseguire e uscire dal tunnel; quella di chiedere aiuto a chi è in qualche modo addetto ai lavori (gli operai) e che pertanto le permetta di sgravarsi da oneri che non le appartengono.

 

Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi leggere i sogni che abbiamo interpretato e scriverci il tuo sogno, noi lo interpreteremo per te.

Articolati correlati

Un uomo che sanguina

Sogno di Sonia   Ero sotto casa mia, c’era tutta la mia famiglia con me quando ad un certo punto mi allontano per fare una

Leggi »

Una sessualità da scoprire

Sogno della figlia di Maria Sogno ricorrente “Ha sognato una donna vestita di nero molto vecchia con la bocca cucita che cerca di toccarla.  A

Leggi »