Strada di sangue: verso dove sto andando?

Cercherò di essere il più dettagliato possibile anche se la prima parte la ricordo poco, la seconda la ricordo molto bene che è quella che mi ha fatto fare mie domande dentro me. Nel sogno ero a casa di mia zia e stavamo discutendo con la famiglia su che macchine prendere per andare via. Il luogo dove dovevamo andare non lo sapevo però poco dopo arriva la mia ex, mentre nel sogno stavamo insieme. Dopo ho un vuoto ma la mia famiglia era partita ed io dovevo ancora partire con la mia ex. (ora arriva la seconda parte). Decidiamo di partire, io guidavo un furgone nero della Mercedes, ad un certo punto ho preso l'autostrada, e poco dopo mi vedo sorpassare una Fiat Punto nera che a cominciato a sbandare e si è ribaltata. Io mi sono fermato, la mia ex mi ha detto andiamo a dare soccorso, e quando stavo per aprire la portiera della mia macchina, dalla macchina incidentata è uscita una ragazza di corsa, completamente piena di sangue di colore rosso accesso. Quando è arrivata alla mia portiera mentre aprivo la porta ho chiesto se serviva aiuto e la ragazza che era piena di sangue ha iniziato ad urlare contro di me, a darmi dei schiaffi. Poi quasi alla fine del sogno mi ha preso con la sua mano la caviglia sinistra del piede ( io nella vita "reale" mi sono fratturato la caviglia e se qualcuno me la stringe un po' sento del dolore) quando mi ha afferrato ha iniziato a stringermi la caviglia io ho sentito dolore. Ho sentito come la sua mano scivolava per via del sangue e mentre lo faceva urlava di più e mi guardava intensamente negli occhi e iniziava a piangere. Poi da lì è finito il sogno e quando mi sono risvegliato per pochi secondi ho sentito come se ancora stesse stringendo la caviglia, e ero molto spaventato.

Interpretazione

S. sembrerebbe essere alle prese – nell’intimo della sua interiorità ma da una posizione piuttosto serena (casa della zia, familiare) – con un conflitto tra varie parti di sé da integrare (discussione famiglia) e sembrerebbe non aver ancora capito bene quale direzione prendere, verso dove andare (macchine; luogo sconosciuto); benché parrebbe intenzionato ad allontanarsi da quella in cui si trova adesso e dagli attuali schemi di comportamento (partire, lasciare). All’interno di questo conflitto interiore, sembrerebbe, in un secondo momento, presentarsi un conflitto tra la sua parte maschile e quella femminile (arriva la sua ex). Questo potrebbe togliere a S. la sicurezza che sembrava provare quando ancora questo conflitto non era sopraggiunto (famiglia che parte e lo lascia solo con la sua ex). Nonostante il minor grado di sicurezza, ma forse proprio per questo, S. sembrerebbe intenzionato a mettersi attivamente in viaggio alla scoperta di nuove parti di sé (mettersi alla guida, autostrada), portandosi tutto il bagaglio di emozioni contrastanti (furgone nero della Mercedes). S. sembrerebbe percepire la leggerezza di chi si mette in cammino su questa strada in modo rocambolesco e troppo frettoloso (Punto nera che lo sorpassa e sbanda). La parte femminile di sé parrebbe però essere mossa da un moto di compassione verso chi, in questo modo di procedere, può arrivare a cadere e farsi male nella vita, fino al punto di tentare di dare soccorso a costoro (ex ragazza che offre aiuto). Questa sembrerebbe essere una novità per S., che parrebbe nella posizione di affacciarsi a questa nuova modalità comportamentale (sta per aprire la portiera). La scena successiva però potrebbe voler mettere in guardia il sognatore da un atteggiamento autodistruttivo (ragazza insanguinata che esce quando lui sta per aiutarla), che potrebbe metterlo in pericolo, ma si potrebbe anche voler far riferimento alla percezione di S. di incoscienza in chi ritiene di intraprendere questo percorso di auto conoscimento con troppa fretta (ragazza ferita che esce dalla macchina sbandata correndo piena di sangue). Forse il sognatore starebbe cercando di mettersi in guardia da questa idea (aiutare) e/o tentazione (correre troppo), quasi si stesse auto-invitando a ritornare in sé (urlare, schiaffeggiare). Ma ‒ al netto di eventuali stimoli somatici che influenzano il sonno e il sogno ‒, nonostante questo conflitto sembrerebbe produrre su S. una sensazione di minaccia (dolore, afferrare con la mano), allo stesso tempo la tentazione di “correre” parrebbe avere molta presa sul sognatore, specialmente sulla sua parte femminile (afferrare caviglia sinistra del piede con la mano). Questa parte collusiva con tentazioni di cedere alla fretta non sembra voler demordere, e sembrerebbe anzi essere tenace e dimenarsi molto (fino alla sofferenza) per resistere e attirare l’attenzione del sognatore, visto anche il possibile bisogno di S. di farla emergere (non molla la caviglia, urla, lo guarda negli occhi e piange). Ma S. sembrerebbe al momento avere la forza per dileguarsi in parte dalla presa minacciosa, anche grazie alla visione del dolore che potrebbe provocare andargli incontro (mano che scivola proprio grazie al sangue). La lotta interiore sembra comunque molto intensa e faticosa.

 

Il Mangiatore di Sogni

Facebook
Twitter
WhatsApp
Telegram

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi leggere i sogni che abbiamo interpretato e scriverci il tuo sogno, noi lo interpreteremo per te.

Articolati correlati

Un'apparizione..

Sogno di Sarah   Ho sognato di stare fuori al mio balcone, e di starmi facendo una foto quando dallo schermo del telefono vedo 5

Leggi »

Molare ballerino

Ho sognato che mi cadeva un molare che mi cadeva un dente, praticamente stavo mangiando ero a casa di mia zia stavo mangiando mentre mangio

Leggi »